Sono le ore 06:30:55 ... Finora hai trascorso 0 secondo su questa pagina.
Grazie per il tempo che ci dedichi. Diventa uno dei nostri!.

Berlusconi non è più senatore!

...

♣♣♣♣♣

La lettura di questo articolo richiede solo 3 minuti del tuo tempo ... Potrebbero valerne la pena!



[caption id="attachment_8479" align="alignleft" width="350"]berlusconi non è più senatore:la dinastia con la sete nel sangue berlusconi non è più senatore: la "dinastia" con la sete nel sangue![/caption]

Berlusconi non è più senatore!

"Torna... 'Ste tette aspettan te. Torna... Che smania e te vedè!".

Carne della carne chiama e lo fa nel momento cruciale, nel momento cioè, in cui tutto poteva ancora essere controllato, in cui i passi del caimano risultavano non seguiti. Ed i timori dei congiunti sembravano reali, veri, tant'è che il cavaliere asino, da buon vile quale è, non s'è fatto pregare.
Ma potrebbe ancora accadere, se non facesse in tempo a rientrare, di ritrovarsi di fronte a qualcuno che non lo faccia tornare in casa tanto presto. Ecco perché il suo aereo deve ora riuscire ad atterrare a Milano. Ormai il Senato, quel maledetto Senato, ha deciso l'espulsione, lo ha deriso, lo ha castigato, ha fatto divenire il cognome Berlusconi, il più insulso ed indegno cognome della storia d'Italia.
Niente sarà più come prima per il pregiudicato Berlusconi, nemmeno la politica. Nulla potrà più ripristinare lo splendore, seppur  artificiale, della sua persona.
Berlusconi sarà offuscato per sempre e, mentre se ne sta andando, proprio ora, si intuisce cosa sarebbe stata l'Italia, se solo quel mascalzone di nome Silvio non fosse stato il delinquente e farabutto che è.
Aveva ottenuto tutto. Si era impossessato di tutto. E questo fu il suo vero, grande errore!
Voleva mantenere anche la presunzione di sentirsi dire da tutti, che gli riconoscevano una coscienza pulita, come se l'allucinazione di tutti fosse la sua presa d'atto. Voleva sentirsi idolatrato, anche se capiva che mai lo sarebbe stato definitivamente, poiché lui stesso, di idoli, ne aveva uno: il Denaro!
Ma Berlusconi, il caimano Berlusconi ha commesso l'errore di sentirsi troppo onnipotente. La sua sfacciataggine l'ha portato a rosicchiare attorno ad un osso davvero duro, la Magistratura, inducendo così tutte le Procure a dargli la caccia; le ha talmente provocate, da arrivare ferito ed ormai sfinito all'ultimo scontro, tutto in salita, contro un Parlamento ormai ostile, quasi incredulo di ciò che si stava verificando, poiché non artefice della disfatta del balordo quattro volte Presidente del Consiglio italiano. Berlusconi ha perso ed oggi è stato anche scacciato dal Palazzo. Berlusconi non è più un senatore. Berlusconi non è più onorevole.
La nuova realtà appare come un fatto sconcertante specialmente sui volti di chi, al suo fianco ha condotto mille rapine, mille nefandezze. Sono coloro definibili complici, ben più identificabili se si ricercano nella sua sfera politica.
L'altra parte del Parlamento è ancora incredula, stenta a credere di essere l'artefice di una decisione così estremamente, enormemente e grandiosamente importante. Ma, lode al Cielo, s'è concretizzata. Avranno finalmente intuito le attese del popolo?
Ma no... Forse si saranno sentiti più protetti, in seguito al voto di fiducia, che ha visto il Governo sopra di 30 punti.
Vuol dire forse che la nuova aleanza si sente davvero solida? O, semplicemente, è arrivata l'ora stabilita dal destino dell'infame Berlusconi.?
Quel che è stato, avremo modo di scoprirlo, a partire da domani.


Questo articolo è Copyright © di IoNonMollo.it - Riproduzione vietata      - Pubblicato 7 anni fa -



Berlusconi non è più senatore!:
ha ricevuto 13 commenti. La partecipazione di 13 utenti suscita discreto interesse per l'argomento.

  • Corrado   Corrado
       Valori: 1920 ....... Rango: Frequent User

    EVVIVA!




  • Paolo   Paolo
       Valori: 250 ....... Rango: Esordiente

    E’ finita un’epoca.
    Ne ricomincia un’altra ed è festa.




  • Rita   Rita
       Valori: 2035 ....... Rango: Veterano

    Non ci posso credere WOWWWWWWWWWWW che giorno!




  • Nando   Nando
       Valori: 115 ....... Rango: Esordiente

    Chi l’avrebbe mai detto, ci sono riusciti L’Italia può rinascere.
    Viva L’Italia!




  • Vittorio   Vittorio
       Deceduto R.I.P.

    Fantastica serata, la cena sarà servita col migliore dei vini.
    Siete pronti a brindare?




  • Mario Cesta   Mario Cesta
       Valori: 2010 ....... Rango: Veterano

    Il porco deve ora rintanarsi e mettersi all’ingrasso.
    Si ricomincia.
    EVVIVA L’ITALIA!




  • Manuela   Manuela
       Valori: 1775 ....... Rango: Frequent User

    Arrestatelo, perché finchè resta a piede libero quel diavolo riuscirà a combinarne di peggiori.
    Per ora c’è solo tanta gioia da condividere e tanta speranza per l’Italia.




  • BenAng   BenAng
       Valori: 1965 ....... Rango: Frequent User

    Buon giorno a tutti
    Passata la prima grande euforia, resta la grande euforia.
    E’ inutile nascondero, fa piacere a quasi tutti gli italiani che il caimano sia stato rimosso dai palazzi. E’ quasi come se ognuno di noi avesse avuto la sua piccola rivincita.
    Il vero neo resta tutta la famiglia berlusconi. Ancora non si riesce a metterli tacere ed invece loro accusano di aver subito ingiustizie e violenze. Loro? C’è la marina che sembra la bersagliera più animata. Quella mezza donna e mezza signora ha troppo la mosca sotto il naso e l’arroganza che la anima non è certo una delle virtù apprezzate.
    Finchè non spariranno dalla scena politica e sociale, ci daranno sempre delle rogne.
    Fisco e Magistratura continuino il loro lavoro. La politica ha dato loro una grande mano.




  • Elena   Elena
       Valori: 2995 ....... Rango: Veterano

    Ieri sera alle 17:42 ho messo fine alla mia trepidazione ed allo smanioso zapping. Il Presidente Grasso stava finalmente leggendo la formula che tantissimi italiani aspettavano da tempo.
    “Berlusconi non è più senatore” è solo l’effetto visibile, ma altri ben più intimi e significativi, dovrebbero costringere il porco a dichiarare la fine della sua storia politica e la fine del tormento che ha dato a milioni di italiani, molti di più di quei milioncini, che lui dice di avere come suoi elettori.
    E invece no!
    Con la solita sfrontatezza, con cui lui misura la sua forza persuasiva, sprona quei quattro gatti infreddoliti trasportati a Roma, perché sa che più li convince più egli stesso ne trarrà beneficio; è solo potenza mediatica la sua, se non l’avesse, berlusconi oggi sarebbe finito.
    Ecco perché bisogna che gli venga tolto il suo vergognoso impero. Quello non è un servizio offerto al pubblico, è piuttosto l’arma potentissima che lui adopera a suo esclusivo vantaggio e che gli permette appunto di dare eco alle sue morbose ripetitive volontà.
    Un bacio a tutti.




  • 10°
    Antonio   Antonio
       Valori: 2485 ....... Rango: Veterano

    Per la morte politica di qualcuno si può essere felici ed io lo sono per quella del pregiudicato Berlusconi.
    E’ inutile che ce la continui a menare lui ed i più sfacciati della sua famiglia, a cominciare dalla ignobile bocca della figlia Marina, peggiore del padre, perché lei, che nel Paese non ci è mai entrata, è invece sempre la prima a scagliarsi contro chiunque. perché non se la prende col padre mascalzone e perverso? Ma caimano non mangia caimano e lei ha la stessa origine. Non ha neppure un marito che possa tenerla buona, quindi s’è inacidita più di qualsiasi zitella.
    Bisogna zittire tutta quella accozzaglia, altrimenti si vanifica il lavoro di pulizia che c’è in corso.




  • 11°
    Marco   Marco
       Valori: 1430 ....... Rango: Frequent User

    Ieri mi son perso la diretta della scena madre dell’avventura politica di Berlusconi. Impegni di lavoro, mannaggia!
    Però, a tarda nottata, mi son rifatto con tutti i telegiornali e servizi che c’erano in rete.
    Ci sono riusciti e l’esito finale ha ricompensato la tremenda attesa. Lo speravo, ma temevo. Alla fine, per fortuma, tutto è andato liscio.
    Ora spero che ugualmente senza intoppi sia lo svolgimento di tutti gli altri processi e che presto il caimano perda la possibilità dell’affido.
    Quello deve stare rinchiuso, perché altrimenti sarà sempre un problema.




  • 12°
    Umberto   Umberto
       Valori: 660 ....... Rango: User

    Finalmente vedremo di cosa sono capaci i grandi politici della rinata forza italia, a cominciare dal più grande: Brunetta.
    Dopo Berlusconi è lui quello che sparla e si lamenta di più, il che vuol dire che è lui il più pericoloso. E’ proprio vero che più sono “corti” e più hanno il cuore nero. E non importa se hanno ricevuto una buona istruzione, anzi è peggio, perché sono capaci di fare del male con più calcolo, quasi da sadici.
    Ora si spera che tutti smettano di discutere di Berlusconi e che le buone mani della Giustizia se ne prendano cura.
    Spero anche che Santoro e tutti gli altri se ne facciano una ragione (Berlusconi non è disponibile) e che sappiano trovare altri spunti di approfondimenti, ben più importanti delle vita depravata di quell’uomo ignobile.




  • 13°
    Andrea   Andrea
       Valori: 500 ....... Rango: User

    Felicissimo di come si è conclusa la deprecabile vicenda di un pregiudicato in Parlamento.
    Quel che mi dà pensiero, forse più degli altri, è la dichiarazione di Schifani, specialmente quando ha detto “Voteremo contro per prendere le distanze da una pagina buia della nostra democrazia parlamentare. E’ uno strappo di carattere istituzionale e costituzionale sulla trasparenza delle regole che sono state violate. E non ci stiamo…”. Mi fermo con le due frasi messe in grassetto.
    Per quelli del Nuovo centro destra le regole sono state violate e per quel motivo non ci stanno. Non ci stanno a cosa?
    Cioè, dichiarano di voler salvaguardare berlusconi, perché ha subito un sopruso istituzionale e di conseguenza non ci stanno. Ma che faccia tosta! Ci stanno, invece. Ci stanno eccome, al Governo e proprio con quelli che, secondo loro, hanno usato la violenza contro berlusconi.
    Se le parole hanno peso anche per personaggi come Schifani, allora io tranquillo non riesco ad essere. Schifani ed il gruppo alfaniano non distribuiscono serenità. Allora c’è da chiedersi, senza nascondere la testa sotto la sabbia come fanno gli struzzi: Quale è il reale scopo di quel gruppo? Che sporco gioco stanno facendo?
    Buona notte a tutti.





Lascia un commento

Nota: Siamo spiacenti, ma solo gli Utenti che hanno effettuato il Login potranno pubblicare commenti; ecco perché l'area di testo per te non è visibile.
Non sei registrato? Allora fallo ... Registrati ... Potrai subito partecipare!