- In questo periodo la moderazione è affidata a: Gaetano, da Zelo Buon Persico (LO)

Sono le ore 15:30:59 ... Sempre che l'orario del tuo computer sia ben sincronizzato!
Finora hai trascorso 0 secondo su questa pagina. Grazie per il tempo che ci dedichi. Diventa uno dei nostri!.

Che gioco è?

...

♣♣♣♣♣

La lettura di questo articolo richiede solo 4 minuti del tuo tempo ... Potrebbero valerne la pena!


Mostra il resto ...

Che gioco è?:
ha ricevuto 13 commenti. La partecipazione di 11 utenti suscita discreto interesse per l'argomento.

  • Annachiara   Annachiara
       Valori: 565 ....... Rango: User

    Bun giorno amiche ed amici.
    Fa male pensare alle nostre incapacità, specialmente quando ci accorgiamo che avremmo bisogno di energie totalmente diverse e decisioni che portano in “luoghi” totalmente diversi.
    Chi ha ben fermo in testa il proprio concetto politico, difficilmente riesce ad essere obiettivo e disinteressato. Questo atteggiamento non è deleterio quando le condizioni socio politiche ed i nostri eletti restano in linea con i dettami costituzionali, ma se uno dei due elementi viene a mancare o viene sovvertito, iniziano le colpe. E le colpe devono essere pagate, anche per costrizione, costasse anche non votare i candidati del proprio partito, se ne frattempo il partito non ha provveduto a chiarire il misfatto.
    In questo articolo Giuseppe richiama tre personaggi, che per certi versi sono legati tra loro, facenti parte della serie “Dio li fa e poi li mette insieme”.
    Infatti, non avremmo potuto avere un presidente della repubblica del calibro – positivo o negativo che sia – di Napolitano, se non avessimo avuto un ex presidente del consiglio del calibro negativo di Berlusconi, ma nessuno dei due avrebbe avuto così tante possibilità di evidenza negativa, se non ci fosse stato un segretario “grigio” del PD del calibro di Bersani.
    E’ necessaria quindi un’analisi finale.
    Siamo nelle stanze che contano e possiamo vedere come si organizzano i festini. Cosa notiamo immediatamente? Notiamo che Ber-Nap-Ber studiano il caso sempre tenendo ben presente che la soluzione adottata porti loro dei benefici, non importa in che forma, l’importante è che arrivino, ma il peggio è che li vediamo assolutamente incuranti dei costi, in che misura graveranno e su chi.
    La mentalità bruta della casta ha prevalso anche ieri, alla prima della Scala. Erano presenti esponenti di spicco di questo governo, il governo tecnico, che nulla dovrebbe avere a che fare con la visibilità popolare, cui i politici odierni sono abituati. Monti in primis ha voluto presiedere l’inaugurazione. Fuori dal teatro persone con lavoro precario, esodati e cassaintegrati manifestavano il loro disappunto per lo spreco dei nostri soldi, che Monti ci sottrae e che insieme ai suoi spende per questioni personali.
    Chi ha pagato a lui, a sua moglie, ai ministri ed ai loro familiari intervenuti, lo spostamento di mezzi, uomini di scorta, di sicurezza ed i consueti accompagnatori?
    Certamente noi. L’ingresso, forse, è stato loro omaggiato, o almeno questo mi auguro.
    Semplici constatazioni che devono indurci a prendere severi provvedimenti. In quella ipotetica sala dei bottoni, in cui ci siamo virtualmente introdotti, abbiamo potuto constatare ciò che ormai è divenuta opinione pubblica. Tutti i politici, col loro modus vivendi, ci danno continuamente conferma che non siamo in errore.
    Uscendo da quella stanza, dobbiamo avere il coraggio di spegnere le luci di questo circo.
    Per favore, l’ultimo che esce, pigi anche il pulsante STOP.
    Game Over!

    0



  • Avatar   Omero
       Rango: Ospite

    Inutile domandarsi a che gioco giochiamo. Siamo in Italia, la Terra ove tutto è possibile, altro che l’America.
    Ieri tutti i più importanti quotidiani, le TV di Stato e quelle private, ci hanno scassato con una notizia rimbalzata sulle prime pagine: “E’ morto Riccardo Schicchi“.
    E stì ca…!
    Neanche ilFattoQuotidiano ha saputo astenersi e giù con interviste al Rocco “lo Stallone italiano” ed a tutte quelle zoticone (per non dire zoccole) che vivono di schifo e per lo schifo.
    E’ morto uno che ha creato l’escalation del porno in Italia, cioè di una parte che nulla ha a che vedere con l’umanità, che nulla aggiunge ma tutto toglie, perchè fatta di visioni da schifo di porcheria e d’inciviltà, di scempio del corpo femminile e della donna in generale.
    Per parafrasare direi che, quando morirà (Dio lo tenga in vita per altri cento anni) Antonino Zichichi, illustre scenziato nonchè vero vanto italiano, scelto solo per il cognome che si accosta di più a quello del produttore porno, forse pochi dei rincitrulliti editori penseranno di osannarlo come hanno fanno con Schicchi. Evidentemente fin troppi di loro hanno tratto giovamento da quello sporco e lercio mestiere, promosso dal fotografo di Augusta.
    Berlusconi è un altro come lo Schicchi. Quando morirà, la gente stupida e volgare lo piangerà, ricordandolo come il re del falso e dello spudorato.
    Ma perchè è nato proprio qui da noi? E perchè, proprio qui in Italia, ha trovato tanti suoi seguaci?

    0



  • Mario   Mario
       Valori: 435 ....... Rango: User

    Buon giorno a tutti.
    Dopo un buon caffè è più facile cominciare a discutere di argomenti scottanti e, per lo più, non digeribili.
    Il governo Monti è in fase di dimissioni. Dopo 47 voti di fiducia, il PdL ha deciso di “staccare” la spina, ribadendo che l’era Monti è finita, anzitempo, prima dei termini normali di questa legislatura. Mancavano infatti solo pochi mesi, ma il gran coyon, tornato alla carica a testa calva bassa, ha deciso che era meglio anticipare i tempi, altrimenti gli italiani avrebbero tenuto ben presente, se fosse accaduto più in là, che la sua presenza come leader nuoce al prestigio dell’Italia.
    Ora avrà tempo, con i suoi potenti mezzi persuasivi – televisioni, giornali e parolai – di tentare la via del dimenticatoio. Comincerà a sfottere gli italiani creduloni ed a incitare quelli anormali come lui. Lo si vedrà sempre in giro a sparlare, mentre i suoi oppositori non tenteranno mai un affronto diretto. Capitali da sempre sporchi saranno messi a disposizione per le varie compra-vendite, la legge “porcello” continuerà ad esistere, così come i criminali continuereanno a varcare le soglie del Parlamento e mai quelle dei palazzi di Giustizia.
    Stanno girando la frittata nella direzione favorevole al PD, temendo Grillo ed altri. L’alternanza pacifica è in atto ed i soliti ignoranti ci cascheranno ancora, come se dimenticassero all’istante che questa sinistra convive con questa destra. Bersani è uguale a Berlusconi come Berlusconi è uguale a Bersani. Tra di loro se la menano, ma tra di loro se la godono.
    Lo capite o no che quei signori fanno lo stesso mestiere? Perchè dovremmo ignorare uno per sceglierne un’altro se sono tutti della stessa specie?
    Cambiamento per cambiamento, tanto vale tentare soluzioni con persone nuove, vi pare?

    0



  • Giovanni   Giovanni
       Valori: 440 ....... Rango: User

    Buon giorno.
    La curiosità di queste ore è venire a sapere che il Berluscka ritiene le reazioni politiche internazionali offensive per la sua persona e nocive per l’Italia. Lui fa finta di essere incapace a realizzare, che quelle reazioni sono le più spontanee, proprio perchè provengono da persone abituate ad esprimere i personali concetti in piena libertà.
    Il popolo italiano invece è troppo assoggettato ai ricatti dei politici, perchè da essi e direttamente, accetta i loro favori.
    Noi siamo succubi delle nostre necessità, ecco perchè ci sottomettiamo, ma è meglio che chiarisca il concetto, prima che qualcuno, senza fare nomi “Sergo”, mi riprenda sentendosi offeso. Mi riferisco ovviamente a chi opera in settori di dipendenza, quindi sono esclusi i pensionati e le persone che dello Stato farebbero volentieri a meno, compreso mafiosi e ‘ndranghetisti. Meglio chiarire ancora, che non metto insieme le tre categorie, lungi da me questa evenienza, anche se, sembra assurdo, ma quelle tre o quattro o cinque, sono accomunate dallo stesso entusiasmo: Lontano da noi lo Stato infame!

    0



  • Sergio   Sergio
       Radiato dal Blog

    Buon giorno a tutti
    Caro Giovanni, quel Sergo (senza la i) oltretutto virgolettato ( ????? ) sarei io? In caso positivo ti informo che io non mi offendo mai, o quasi mai; non è mia abitudine offendermi poichè la mente ne resta ottenebrata e, di conseguenza, la replica e la reazione ne risultano poco lucide; coloro poi che si offendono ad ogni piè sospinto sono, secondo me, dei veri beoti.
    Nel caso specifico del tuo commento non saprei proprio di cosa offendermi….forse del mio stato di succube alle mie necessità e di conseguenza sottomesso? Ma io non lo sono affatto ne succube ne sottomesso; forse del fatto che sono pensionato? Niente affatto, la mia pensione me la sono sudata e guadagnata e dello stato non posso e non desidero farne a meno.
    Forse un chiarimento sarebbe opportuno
    Buona giornata
    Sergio

    0



    • Giovanni   Giovanni
         Valori: 440 ....... Rango: User

         In risposta a: Sergio

      Buona sera a tutti.
      Ciao Sergio, si quel “Sergo” a cui mi sono riferito eri prorpio tu. Ti chiedo scusa per il nome scritto male e per averti preso ad esempio; ero certo che non te la saresti presa, anche perchè, come tu stesso hai confermato, la pensione che viene da una vita di lavoro, già difficilmente viene apprezzata col vero valore, figurarsi se viene voglia di farla diventare il mezzo d’accusa.
      Però è altrettanto vero che tra i pensionati si cela una certa classe votante, che difficilmente esprime il reale concetto di come la vita viene affrontata oggi. Logicamente non posso inserire nella mia lista i pensionati con importi sociali da fame (sfido chiunque a non essere arrabbiato, se si è costretto a vivere con 500 euro al mese). Però a quegli stessi pensionati offrigli la speranza di 100/200 euro al mese in più e vedrai come chiunque se li compra in blocco.
      Il chiarimento che posso farti è che il mio pensiero associa chi non ha più altro da chiedere, con chi non riconosce altre entità a cui chiedere, se non i capi del clan a cui appartengono. Invece sarebbe il caso che, chi non ha più nulla da pretendere, avanzino più insistentemente delle pretese, non fosse altro per il beneficio dei propri figli.
      Quindi, mai smettere di lottare per il sociale e, men che meno, per l’avvenire.
      Giovanni

      0



  • Alberto   Alberto
       Valori: 475 ....... Rango: User

    Saluto tutti, infreddoliti e non. Sono Alberto da Ancona. Ho 46 anni, sposato con Elisa, due splendide figlie.
    Sono sempre stato un fervido sostenitore della teoria di negatività introdotta dal trio Ber-Nap-Ber. A dire il vero, quel gruppetto non lo chiamiamo così, lo chiamiamo semplicemente “The Best-iali”, in discordanza con la famosa canzone di Tina Turner “Simple The Best”.
    “The Best-iali” è il partito che non esiste, composto prevalentemente da chi non ha un credo e cerca di assegnarne uno sbagliato agli altri. “The Best-ioline” sono coloro che lo seguono e lo sostengono, mentre “The Best-ioloni” sono gli esponenti di più alto rango, i qui nominati Ber-Nap-Ber.
    Si ha difficoltà a credere alla loro buona fede; quei tre messi insieme e tra loro scelti per restare insieme in quest’ultima legislatura, rappresentano la colorazione sbagliata del dipinto, la bruttura del dipinto, che non vuol essere soppiantata dalle gocce più nuove, più smaglianti e più fresche.
    Napolitano è colui che merita minor riguardo, è per questo che il nostro gruppo di amici ha deciso di boicottare il suo discorso di fine anno diramato a reti unificate. Invito anche gli amici di Io Non Mollo ad applicare la stessa punizione e quant’altro venga loro in mente, per licenziare un vecchio imbroglione.
    Chi molla la voglia di rivalsa, non dev’essere nè compatito nel dolore, nè gioito nel successo, ma, piuttosto, ignorato ed allontanato, come tutti i liberi mangioni pensionati, che si tirano indietro, proprio ora che dovrebbero saper mostrare i denti, pur se finti, purchè finto non sia il loro sdegno.
    Io non invidio il vostro momento e spero di arrivare al mio, con almeno le briciole del mio atomico dissenso che ho sempre manifestato contro tutti i tipi di illegalità.
    Fatevelo venire un pò di sangue al cervello, non può che farvi bene, con il freddo che c’è.

    0



  • Goffredo   Goffredo
       Valori: 525 ....... Rango: User

    Buon giorno a tutti e benvenuto ad Alberto ed agli altri nuovi iscritti che lo hanno preceduto.
    Io intervengo con la ferma volontà di confermare ed evidenziare maggiormente il clima che si è riprodotto, appena il caimano ed i suoi amici colleghi, il Ber-Nap-Ber appunto, si è messo di nuovo in marcia.
    Il conflitto di interessi è sempre il primo nodo da sciogliere, ma mai realmente preso in considerazione, sia dalla sinistra d Bersani, sia dal governo del tanto acclamato europista Monti; quest’ultimo ha apertamente dichiarato che quel conflitto non interessa il suo mandato.
    Questa ed altre affermazioni hanno aperto una voragine nel nostro sistema. Può essere considerato un governo effettivo, quindi ascoltato e seguito, un’ammucchiata, chiamata lì per risolvere un determinato problema e poi andar via a gambe levate? Chi non può prendersi cura di tutti gli aspetti – economici, politici, sociali e comunitari – del nostro popolo, non ha il diritto di imperare e non ha il diritto di imporre.
    Ciò mi porta anche alla conclusione che io non sono tenuto a mettere in atto ciò che da simili governi può venirmi chiesto. Io resto pertanto lontano ed assente da qualsiasi manovra decisa da questi uomini, incostituzionalmente qualificatisi ministri e, dunque, abusivi ed anti democratici.
    E sto parlando di tutti, sia di quelli che al governo ci sono, sia di quelli che al governo hanno rinunciato, mandandoci le loro copie.
    Un senatore nominato a vita da un presidente che sta nelle parti e ministri qualunquemente non eletti, perciò illeciti ed illegali.
    Meriterebbero la nostra collettiva denuncia per abuso d’ufficio.

    0



  • Maurizio   Maurizio
       Valori: 760 ....... Rango: User

    Buon giorno a tutti. Ciao Alberto, benvenuto.
    Allora, amici. Le vogliamo o no boicottare queste televisioni di merda dell’onorevole Berlusconi?
    Non possiamo permettere che uno schifoso come quello vada ciarlando le sue falsità, avendo a disposizione il mezzo di distruzione di massa più utilizzato in assoluto. Facciamo in modo che esse parlino al vento, senza alcun ascolto, a vuoto ed inutilmente.
    Tutti i suoi “discepoli”, ultima la “occhi sgranati di bambola stupida”, tentano continuamente, costantemente ed incessantemente di far apparire succube di innumerevoli falsità il passato appena trascorso dell’uomo più nero di un pozzo nero, più nero di una fogna infognata insomma. Si sono ficcati nella testa che bisogna “ripulire” l’immagine del loro boss e lo fanno nel modo a loro più consono, cioè gettando merda addosso a chi prima l’ha buttata addosso al caimano. Bisogna screditare e rendere “brutto” chi è stato l’artefice delle informazioni pubbliche che hanno messo in luce le nefandezze pubbliche e private del Berluska. Sembra che il prossimo ad esser messo sotto tiro sia Travaglio.
    A dette signore e signori, bisognerebbe ficcare qualcos’altro di molto pesante e duro, ma nel ….!

    0



  • 10°
    Giuseppe (Dir.)   Giuseppe (Dir.)
      

    Buon giorno a tutti.
    Posso facilmente asserire che la mia auto costrizione, a guardare ed a sentire la trasmissione “Porta a Porta” di ieri sera, ha dato frutti insperati, seppur attesi.
    Tutti abbiamo avuto modo di ascoltare le volgarità dialettiche dell’innominabile; abbiamo ascoltato frasi del tipo: “Avete bisogno di me e quindi non mi astengo quando sento il dovere di prestare il soccorso a chi ha bisogno“. oppure questa: “Io punto al 40%, avendo una montagna di argomenti, spiegando che in Italia non c’e’ alternativa alla mia proposta“, o quest’altra: “Questa fretta di andare alle elezioni è una forzatura inutile“., e proseguendo con queste altre: “Monti l’ho fatto invitare io al vertice PPE ” e subito, in diretta, è arrivata la smentita del presidente Martens, “Fini e Casini, queste due sono veramente delle persone orride, anche peggio, orridissime” la secca replica di Casini “Bugiardo!“, “Dipende dalle ore televisive che potrò avere e io sono in credito di 123 ore” e qui ha superato sè stesso, dimenticando, come al solito, che sta riferendosi alla ‘potenza’ che hanno le televisioni, specialmente le sue.
    Si può intuire che il maniaco, sfuggito ai controlli manicomiali ai quali è sottoposto, ha ripreso a marciare contro l’interesse nazionale. La celebre frase della cara ‘Lucianina’ indirizzata al caimano “…dovrebbe sentire la pragmatica sensazione di aver rotto il caxxx” è esattamente il pensiero nazionale, ma lui non si cura di ciò che maggiormente e negativamente lo riguarda, lui è un toro cornuto che attacca sempre a testa bassa, anche ieri sera, quando il giornalista del giornale – l’Unità – lo incalzava, le sue risposte divenivano immediatamente accuse, verso la sinistra ovviamente, che “racconta favole ed inganna gli italiani“.
    Ma il momento in cui mi ha letteralmente fatto scompisciare dalle risate, è stato quando il disonorevole deputato ha ‘spiegato‘ l’effetto Spread: “…lo Spread è un imbroglio, che è stato preso da tutti per una cosa drammatica, nessuno prima sapeva cosa fosse“.
    Proprio così, nessuno sapeva cosa fosse, perchè prima di lui non s’era mai verificata una situazione così disastrosa. Lo Spread, lo abbiamo ribadito molte volte, rappresenta il livello di CREDIBILITA’ dell’economia di uno Stato; i governi dell’innominabile hanno inciso negativamente su qualsiasi livello – morale, spirituale, materiale – devastando così il nostro patrimonio, che era il risultato di un tramandato, duro ed impegnativo lavoro, sempre all’insegna del rigore e della più assoluta buona fede.
    Spero vivamente che diminuiscano sensibilmente i ‘fuori di testa’, quelli cioè, che ancora si ostinano a cantare “meno male che Silvio c’è” o saremo costretti a chiedere la riapertura di molti manicomi.
    Giuseppe

    0



    • 11°
      Giovanna   Giovanna
         Valori: 390 ....... Rango: Esordiente

         In risposta a: Giuseppe (Dir.)

      Mai ho condiviso così certe opinioni negative. Sono totalmente d’accordo con te, caro Giuseppe.
      Buon pomeriggio a tutti.
      Ieri sera il pusillanime ometto era in evidente stato di inferiorità mentale e, sebbene il suo sfrontato e sfacciato tempismo il più delle volte lo difenda, questa volta ha dovuto soccombere alle sue evidenti deficienze.
      Continua a mentire e ad insinuare comportamenti anti democratici mai assunti dai suoi accusati, mentre sono chiare, limpide e vere le bassezze di cui il caimano viene accusato.
      A me ha fatto tanta rabbia vederlo capace di prendere in giro il presidente europeo della coalizione di centro destra, alla quale Berlusconi appartiene. Fossi al posto del dottor Martens, chiederei una mozione europea per estraneare Berlusconi da qualsiasi gruppo politico. Infatti il nostro caimano è come un “cane sciolto”, non conosce amici e non conosce padroni; tutti possono diventare i suoi bersagli, insomma un vero terrore per chiunque ami la tranquillità e la pace. Mi ricorda tantissimo un certo signor Corona.
      Potere e soldi, nonchè la volontà assoluta di farla sempre franca, stimolano le capacità intuitive dei peggiori gangsters.
      E’ scontato, è evidente ed è estremamente intuibile supporre che anche i suoi seguaci, quelli che ancora cantano “meno male che Silvio c’è”, sentano ed abbiano sensazioni di egocentrismo impavido e ben diffuso nel cuore.
      Qualche botta di paura sarebbe salutare per lor signori, chi sarà capace di fornirgliela, meriterà un grosso premio.
      Ciao!

      0



  • 12°
    Sergio   Sergio
       Radiato dal Blog

    Buon giorno a tutti
    Caro Giuseppe, anch’io ho goduto di quello scempio mentale che è stata l’esibizione del drago-scopa-tutto brianzolo, e condivido le tue sensazioni, in una cosa però il neo fidanzatino non mente e sento di dargli ragione…..quando dice che “lo Spread è un imbroglio, che è stato preso da tutti per una cosa drammatica, nessuno prima sapeva cosa fosse” ….dice la verità come mai l’aveva detta, infatti, ne lui ne i suoi ministri se ne sono mai preoccupati affaccendati in altre faccende…..forse non hanno mai saputo che esiste uno Spread e che i mercati lo tengono particolarmente sotto controllo.
    Poveri noi, in che mani siamo caduti…..e ancora non è finita, grazie a coloro che cantano “meno male che Silvio c’è”.
    Saluti Sergio

    0



  • 13°
    Mariano   Mariano
       Valori: 515 ....... Rango: User

    Buon giorno a tutti.
    E’ possibile che avremo un nuovo governo Monti, ma non più come l’assoluto tecnico, ma con tanto di lista di partito.
    A cosa è servito farlo senatore a vita? A chi è servita quella nomina?
    Tornano alla ribalta gli interrogativi di sempre e lo spread, che va intanto sotto i 300 punti, non solo non aiuta a capire il nostro andamento economico, ma anche quello politico. Forse sentiremo il caimano pronunciare qualche battutaccia, o forse lo sentiremo dire che lo spread è sceso dopo che i mercati hanno saputo della sua ridiscesa in campo e della chiusura del PdL a Monti. Ancora una volta Berlusconi dimostrerà la sua inadeguatezza a poter rappresentare la serietà di un popolo. Ma perhè non la smette di pretendere ruoli politici? Farebbe meglio ad iscriversi al registro dei comici, avrebbe un successone.
    Dall’altro versante si vede un Bersani impegnato a farsi largo e farsi conoscere, anche in campo europeo. La sua agenda è zeppa di appuntamenti importanti, cosa dire? Si sente già presidente del consiglio e promette: “Il primo impegno del nuovo esecutivo sarà la legge sul conflitto d’interesse“. Alleluia, s’è finalmente accorto che hanno da sempre tralasciato le aspettative degli elettori.
    Ma a quando, gli chiederei, la cancellazione di tutti i vantaggi offerti alla casta?
    IL segretario del PD dimentica troppo facilmente che, grazie ai voti del suo partito, può esistere ancora il vitalizio ed è stato da poco riconfermato; se lo tengono ben stretto ed intanto fanno circolare strane voci su allontanamenti da Monti, se questi dovesse decidere di candidarsi.
    Sono in corso le solite battaglie di conquista del potere ed il vecchio ago della bilancia (Nap) risulta ormai arruginito e fuori uso, ad eccezione di qualche sbuffata narcisista, mirante solo a lustrare il suo annebbiato e fumoso fascino antico.
    Pensiamoci davvero bene a ciò che andremo a decidere; la prossima legislatura potrà farci soccombere totalmente o ci metterà di nuovo in corsa, dipende da noi, da chi avremo scelto e perchè.

    0



Lascia un commento

Nota: Siamo spiacenti, ma solo gli Utenti che hanno effettuato il Login potranno pubblicare commenti; ecco perché l'area di testo per te non è visibile.
Non sei registrato? Allora fallo ... Registrati ... Potrai subito partecipare!




Tutti i Diritti Riservati © 2009-2020 - Divieto di Riproduzione, anche se parziale.