- In questo periodo la moderazione è affidata a: Rosaria, da Pozzallo (RG)

Sono le ore 13:59:39 ... Finora hai trascorso 0 secondo su questa pagina.
Grazie per il tempo che ci dedichi. Diventa uno dei nostri!.

Comportamento di alcuni utenti e conseguente metodo di risoluzione

...

♣♣♣♣♣

La lettura di questo articolo richiede solo 2 minuti del tuo tempo ... Potrebbero valerne la pena!


Mostra il resto ...


Comportamento di alcuni utenti e conseguente metodo di risoluzione:
ha ricevuto 8 commenti. La partecipazione di 8 utenti suscita discreto interesse per l'argomento.

  • Antonio   Antonio
       Valori: 2485 ....... Rango: Veterano

    Buon pomeriggio a tutti.
    Renzi vuol fare pulizia al Senato ed è molto in dubbio che ci riesca.
    Qui ho notato invece che la pulizia è in atto ed è molto efficace ed intransigente.
    Scrivo con un pizzico di malinconia nei riguardi di Cesarino, il quale aveva già da tempo manifestato un certo suo nervosismo nei confronti di chicchessia e la voglia di allontanarsi da questo blog. Ciò che mi lascia del tutto sbigottito, è invece la radiazione di Sergio!
    Ma come?! Non era colui che vantava la sua lunga permanenza e la ormai consolidata reciproca stima con Giuseppe?
    E’ indiscutibile che io, di persone che mi mostrano così malamente la loro stima, gradirei certamente non conoscerne!
    Tanti auguri a Cesarino!

    Intervento del moderatore Alessandro: Il presente commento è stato spostato da altro articolo, per ovvi motivi di contenuto.

    0



  • Claudio II   Claudio II
       Valori: 555 ....... Rango: User

    Saluto tutti.
    Cara Elena, il tuo rammarico è anche il mio e ben condivido l’azione promossa dalla redazione,credo.
    A volte ci sono persone che credono di aver costruito il proprio personaggio, basandosi su delle semplici supposizioni. “Io sono da considerare così, perché ho fatto così, perché ho ottenuto questo”. Non è assolutamente vero!
    Quando ci si deve confrontare, non bastano le impressioni destate, si deve essere in grado di dimostrare che si è fatti di quella pasta continuamente, senza variazioni, altrimenti che tipo di carattere si mostra di avere?
    La perseveranza del rispetto delle regole fa di ogni individuo una persona socialmente gradita.
    Caro Sergio, se ben ricordo, hai più volte asserito di essere tu uno sportivo, un atleta del tennis. Ebbene, non credo che i tuoi amici sarebbero lieti di giocare con te, se tu ogni volta che scendi in campo poni nuove condizioni o ti sdraiassi sul terriccio perché quell’avversario l’hai già sconfitto e dunque non merita altra chance.
    A mio modesto avviso devi costantemente meritare di essere superiore e senza presunzione. Nonostante una vita spesa ad allenarsi, molti campioni non restano tali. Meglio ritirarsi quando il pubblica ti ama e ti rispetta che apparire stanco e senza più l’aspetto del campione morale che si era.
    Per Cesare il discorso è totalmente differente e quasi innocuo; lui aveva già indicato il proprio carattere. Da tenere alla larga.
    La soluzione adottata mi sembra la più opportuna. In entrambi i casi. E che sia da monito per tutti noi se vogliamo pretendere di saper essere parte di una benchè minima cerchia, specialmente se virtuale.

    0



  • Claudio   Claudio
       Valori: 2620 ....... Rango: Veterano

    Buon pomeriggio a tutti.
    Non mi dilungo più del necessario, visto che questa storia ha preso la giusta piega.
    Chi crede di valere chissà quanto, alla fine si scopre che puzza; questa è l’unica verità che rimane.
    Bene ha fatto, chi aveva deciso di essere categorico, che persone non rispettose fossero allontanate da questo sito. Proponimenti non ce ne sono, nè c’è bisogno di inventarsene. Se siamo seri, dimostriamolo, altrimenti restiamocene da parte, senza sentire la necessità di ammorbare l’aria attorno, per uno scopo egoistico.
    C’è l’Unità, o il Corriere, o il Fatto che non aspettano altro, se non avere milioni di iscritti che vadano a riempire le loro inutili pagine. E’ probabile che i nostri due ex amino questi altri “sfogatoi” e li frequentino meglio di come frequentavano questo nostro Blog. Forse lì si sentono più anonimi e questo stato li soddisfa. Migliaia di commenti che vengono continuamente rimossi, per fare spazio a quelli nuovi, senza che dei vecchi rimanga traccia.
    Provate, se volete togliervi lo sfizio, a voler rintracciare uno qualsiasi degli articoli o dei commenti pubblicati; se non avete memorizzato da qualche parte l’esatto titolo dell’articolo, vi sarà difficile!
    Redazione cara, avanti così e, chi mal si adegua, è giusto che affondi.

    0



  • Luisa   Luisa
       Valori: 295 ....... Rango: Esordiente

    Buona sera
    Quando mai s’è visto che una persona debba ritenersi legata da vincoli di tempo, nel voler o meno frequentare un sito?
    Mi sembra la decisione più assurda ed inverosimile, fortunatamente mai vista applicata da nessun’altra parte.
    A mio avviso questa “condizione” andrebbe immediatamente rimossa, lasciando all’utente la facoltà di gestire al meglio il suo tempo.

    0



    • Alberto   Alberto
         Valori: 475 ....... Rango: User

         In risposta a: Luisa

      Buona sera a tutti.
      Cara Luisa, temo che tu confonda il chiacchiericcio prodotto su altri siti con la scelta effettuata per far parte di questo Blog.
      Non si tratta di partecipare come una massa di spettabili ignoti, qui c’è lo spirito della materia, di quella parte di noi che si identifica e si confronta con piena sensibilità. Quando io scrivo a te, io rispondo a te con totale convincimento che dietro le mie e le tue parole ci siano persone reali. Non può essere una cosa che la prendi e la lasci come ti pare; devi sentirti obbligato a rendere conto del tuo atteggiamento, altrimenti tanto vale che rinunci a restare.
      perché dovrei lasciare scritto il mio pensiero, se alla fine non mi interessa chi legge o chi risponde?
      La regola imposta deve rimanere, proprio per “smascherare” le intenzioni di chi pensa che qui si possa trattare gli altri con noncuranza.

      0



  • Umberto   Umberto
       Valori: 660 ....... Rango: User

    Ma dai, basta anche con queste forme di assistenziale tentativo di comprensione.
    Cosa dobbiamo ancora capire? Se l’assenteismo ed il menefreghismo sono leciti?
    Quelle due persone non hanno saputo rispettare le semplici norme che regolano questo Blog. F U O R I !
    Che altro si deve spiegare? Che altro si deve inventare?
    Cesare, Sergio. Siete due inetti, presuntuosi e pretestuosi. Punto!

    0



  • Corrado   Corrado
       Valori: 1920 ....... Rango: Frequent User

    Buon giorno a tutti.
    Quando Claudio mi ha messo al corrente degli ultimi sviluppi, ho stentato a crederci. Poteva starci bene l’esclusione di Cesare, ma quella di Sergio, no, proprio non me la sarei mai aspettata!
    E di come male ci sia rimasto Giuseppe, lo intuisco dalla frase che ha fatto incidere come titolo del riquadro in prima pagina, sotto a quello dei nuovi iscritti: “Non esiste dolore più grande di quello generato da chi consideravo un Amico“.
    Allora, Sergio, sei soddisfatto?
    Ti ritieni sempre l’uomo precisino, amichevole, rispettoso ed integerrimo?
    Deludere gli amici, seppur virtuali, è la caratteristica forma di esistenza, misera e deplorevole, che denota e rivela i falsi.
    Carissima Elena, anch’io sono pienamente concorde e voto a favore della soluzione adottata.
    A vergognarsi, stavolta e sempre che riesca a provare quel tipo di “sentimento”, è solo una persona.
    Tra l’altro, falsa!

    0



  • Rita   Rita
       Valori: 2035 ....... Rango: Veterano

    Un cordiale saluto a tutti.
    Cara Elena, hai fatto bene a scrivere di sensibilità, perché anche questi due casi sono il segno di una totale mancanza di tale dote.
    I due “ometti” (il termine non è dispregiativo, ma vuol essere solo qualitativo) non sono stati capaci di provare alcun sentimento nei confronti degli altri loro “commensali”. Hanno pensato egoisticamente che potevano intervenire al pranzo quando volevano, cibarsi a più non posso, restituendo poco del loro valore e, dopo la sazietà, se ne potevano tranquillamente assentare fino al prossimo mugugnare dei loro stomaci.
    Ricordo come erano tristi, desolanti e rovinosi gli interventi di entrambi i radiati. Ma la protervia e la presunzione di Sergio, batteva ogni altra forma di egoismo. Lo ricorderò come colui che nulla concedeva. Non mi par vero, essercene liberati!
    Adios!

    0




Lascia un commento

Nota: Siamo spiacenti, ma solo gli Utenti che hanno effettuato il Login potranno pubblicare commenti; ecco perché l'area di testo per te non è visibile.
Non sei registrato? Allora fallo ... Registrati ... Potrai subito partecipare!




Tutti i Diritti Riservati © 2009-2020 - Divieto di Riproduzione, anche se parziale.