Logo IoNonMollo Leggimi
Il futuro dipende dalle nostre scelte di oggi
E noi abbiamo scelto: IoNonMollo non offre spazi pubblicitari!
IoNonMollo resta svincolato da qualsiasi imposizione, specialmente economica. E lo facciamo poiché crediamo che la libertà di espressione debba continuare ad essere il nostro bene più prezioso.
Per realizzare i nostri propositi IoNonMollo ha anche bloccato ogni possibilità a Google ed ai Social Network di accumulare i dati dei nostri visitatori.
Non ci interessa apparire nelle pagine delle ricerche ... Non ci interessa raggiungere un alto Rank. A noi interessano i nostri utenti.
Promuovici e promuovi te stesso, per come ti senti qui con noi, per come ragioni fuori da qui.
NON FIDARTI PIÙ DI BERLUSCONI, HA ROVINATO L'ITALIA.
QUEL MOSTRO È CAPACE DI PROMETTERTI DI TUTTO,
PUR DI AVERE LA TUA FIDUCIA ... MA BRAMA SOLO IL POTERE!
Logo IoNonMollo


In questo periodo la moderazione è affidata a: Gaetano, da Zelo Buon Persico (LO)

Sono le ore 05:37:25 ... Sempre che l'orario del tuo computer sia ben sincronizzato!
Finora hai trascorso 0 secondo su questa pagina. Grazie per il tempo che ci dedichi. Diventa uno dei nostri!.

Democratico si, ma con i soldi!.

 
Dobbiamo necessariamente aggiornare questo articolo con notizie degli ultimi eventi.
L’ApI aveva chiesto di sottrarre 20 milioni di euro dal fondo di finanziamento ai partiti (che di euro se ne spartiscono 1 miliardo), per finanziare i contratti a tempo indeterminato per ricercatori.
Il PD, emblema del lavoro e dei lavoratori, con i suoi personaggi di spicco, ha così votato:
 
ContrariSposetti – Turco – D’Antoni – Cuperlo  Lolli – Misiani
AstenutiD’Alema – Fassino – Soro – Orlando – Migliavacca – Madia + altri 36 Deputati
Presenti ma non votantiBersani – Bressa – Fioroni
 
Alla fine dei conti, tra le fila del PD, risultano:
42 Astenuti.
21 tra Assenti veri ed Assenti Presunti del tipo Bersani.
305 sono stati in totale i voti Contrari.
190 sono stati i voti Favorevoli (ma solo 143  su 206 quelli del PD).
Fà scalpore il comportamento del segretario scalatore, con tanto di sigaro in bocca e cineoperatore pronto. NON VOTANTE, seppur presente. Come a dire che stava assistendo ad un delitto, ma che ha ritenuto di NON DOVER INTERVENIRE. Il magnifico SEGRETARIO che dirige alla Ponzio Pilato!
 

L’altra notizia, resa disponibile, è invece il numero (con relativo elenco che, per decenza, preferiamo non pubblicare) degli Ex Onorevoli che, ad oggi, hanno diritto alla pensione. Sono infatti 2.204 coloro che percepiscono un vitalizio mensile, che và dal minimo 3.108 euro per una sola legislatura a… E’ meglio lasciar perdere, tanto, alla loro vergogna, non c’è mai fine!

 


Quello che segue è stato già Pubblicato in data 09 ottobre 2010.

Democratico si, ma con i soldi!Non mi interessa più fare i conti e capire chi ha votato contrario all’eliminazione della pensione dei parlamentari, prima della normale età pensionistica. So solo che sono stati in 22 a votare a favore ed erano quelli dell’IdV.

Antonio Borghesi (IdV) il 21 Settembre 2010 aveva presentato una mozione (Vedi Qui), con la quale chiedeva l’annullamento dell’assegno vitalizio di pensione ai parlamentari, confermando il versamento dei soli contributi maturati, in modo da addizionarli al calcolo del reddito pensionistico globale, così come avviene per tutti gli altri lavoratori italiani.

La motivazione della presentazione della mozione nasceva dalla constatazione che, vitalizi da 3.000 € vengono tutt’ora elargiti a chiunque sia stato in Parlamento, anche e solo per 2 mesi o qualche giorno, oppure ad uno mai presentatosi là.

La notizia, ovviamente, non ha avuto larga eco tra i media. Tutti d’accordo? E l’Unità? Conchita, cosa hai scritto?
Ma eccovi infine i numeri della sciagurata votazione, avvenuta Mercoledì 06 Ottobre 2010 alle ore 11:59
Presenti 525 – Votanti 520 – Astenuti 5 – Maggioranza 261 (badate bene: Maggioranza 261)
22 hanno votato Si498 hanno votato No
Dov’era l’opposizione del popolo? La tanto decantata casta popolana del PD, con quei maixxx di Bersani e Fassino in testa, dov’era?

Ora BASTA!

LA SCANDALOSA LISTA DEI

BUONI – RICCHICATTIVI 

La trovi al nostro link:  I BUONI – I RICCHI – I CATTIVI

Gentilmente offerta da:

 

Questo articolo è Copyright © di IoNonMollo - Riproduzione vietata

Ti saremmo grati se tu decidessi di condividere questo tuo stato d'animo!.
Perchè non dire al mondo come ti senti?.
Condividi su ... o su .

Questa Manifestazione è libera: Tutti i lettori possono inviare la propria sensazione

Ti chiediamo di esprimere il tuo stato d'animo, derivante però non dalla capacità letteraria dell'autore, ma per i fatti o gli argomenti trattati.

In 222 hanno già risposto alla domanda: Come ti senti, dopo aver letto questo articolo?.

Barra colori delle percentuali
  • Arrabbiato
  • Triste
  • Contrariato
  • Preoccupato
  • Indifferente
  • Divertito
  • D'Accordo
  • Soddisfatto
  • Euforico




      Democratico si, ma con i soldi!. :
      Ha ricevuto 69 commenti. La partecipazione di 44 utenti rende l'argomento scottante
  • 51°
      Gattopardo
       Rango: Visitatore

    Ma come fanno quelli di sinistra a mantenersi così impelagati in ogni cosa che di brutto combinano quelli di destra?
    Sono forse d’accordo?




  • 52°
    Giulia   Giulia
       Valori: 685 ....... Rango: Veterano

    Buona sera a tutti.
    E’ sempre un enorme dispiacere constatare come i buoni siano molto paragonabili ai cattivi.
    Solo che in alcuni casi, non si intuisce subito chi siano realmente i buoni.
    Se ci accontentassimo di fermarci alle apparenze, direi che è praticamente inutile dividerli, ma se siamo capaci di andare oltre, ci accorgeremo che il cambiamento è in atto e che non si fermerà facilmente; non per le positive capacità del PD, ma per la maestria di Fini e Casini (Rutelli non lo tengo in considerazione, è un personaggio di poco spessore).
    Più traditori di questi tre credo non ce ne siano in Parlamento. Ed il cambiamento non è mai stato effettuato dai normali gestori del potere, ma sempre da nuovi e loschi figuri. Qui ne abbiamo addirittura tre messi insieme. Potevano chiamare anche Mastella ed il gioco era praticamente fatto.




  • 53°
      Stefano
       Rango: Visitatore

    Saluto tutti.
    Ultimamente il PD ha capito che bisogna stare zitti e saper organizzarsi.
    Infatti non si hanno più notizie di discussioni interne o di spaccature, tutte cose controproducenti.
    Le argomentazioni su certe votazioni di normale vita parlamentare, sono pressocchè da evitare, poichè facilmente contengono anche necessità che giovano a tutti loro, è indubbio. Siate leali, sfido chiunque a votarsi contro!




  • 54°
    Ivan   Ivan
       Valori: 370 ....... Rango: Frequent User

    Buon giorno.
    Troppe cose non coincidono con i ruoli assunti. Troppe evenienze non rappresentano l’etica ideologica di appartenenza.
    La sinistra vota troppe leggi a favore del più forte. La sinistra ha da sempre (che io ricordo) chiesto sacrifici ai lavoratori. E’ un controsenso per il PD, ma è la verità.
    Hanno avuto la possibilità di “colpire” sul nascere l’avanzata delle orde del caimano, bastava legiferare opportunamente, ma se ne sono guardati bene dal farlo. Lo hanno avvantaggiato nelle sue private imprese, colpendo sempre e solo le fasce deboli del Paese. Votano come avversari del fumo passivo, ma restano proprietari delle tabaccherie.
    Quando hanno sentore di poter salire al comando, distendono subito il lungo tappeto della gravissima situazione economica e della necessità di immediati sacrifici, come se non sapessero che i sacrifici che chiedono, investiranno solo quella parte di persone che costantemente è sotto torchio: i lavoratori!
    Lotta all’evasione è stata uguale a zero e le classi sociali già ricche, con loro al potere sono divenute ancor più ricche. Non dimentichiamoci che corporativismo, parola a loro molto cara, vuol solo significare, in definitiva, accrescimento della presenza per i già ultra presenti sul territorio, cancellando la possibilità del libero ed individuale mercato. Bersani e la sua leggina per i tassisti ne sono stati l’espressione evidente.
    C’è dunque qualcosa che non torna nella visione generale. Meglio, dunque, faremmo, se discutessimo queste vicende, senza perdere di vista il 14 dicembre.




  • 55°
      Damiano
       Rango: Visitatore

    Bisogna stringere i denti e non soffermarsi più a ragionare, se non per convincersi che nulla risulterà male, se riusciranno ad abbattere, in un sol colpo, il malvagio “gigante”.
    Vi prego, pensiamo solo a questo; non disperdiamo inutilmente angosce e rancori, se non per offrirli al nano uscente.




  • 56°
      Grazia
       Rango: Visitatore

    Siamo d’accordo, d’altro canto non poteva essere diversamente. La sinistra ha commesso grandissimi sbagli, che forse stà pagando con la perdita di consensi. Ma ora è giunto il momento di cambiare definitivamente rotta; si stanno dirigendo verso la conquista epocale.
    Abbattere Berlusconi non sarà facile, io temo che quel diavolo riesca ad escogitarne sempre un’altra nuova per farla franca.
    Chi saranno davvero i traditori è solo il popolo a poterlo decidere, se ce ne saranno.




  • 57°
      Laura
       Rango: Visitatore

    Dobbiamo solo sperare che la strada imboccata dagli uomini della ribellione sia mantenuta.
    A raddrizzare la visione contorta di una buona parte della sinistra e delle forze riformatrici, ci penseremo bene dopo, capito? Dopo!




  • 58°
      Germano
       Rango: Visitatore

    Non c’è bisogno di scandalizzarsi. Siamo in Italia!
    Chiunque pensa di poter fare il limpido, in fondo è consapevole di non esserlo. Se scavi nel tuo subconscio, troverai senz’altro la prima volta che ti sei venduto o la prima volta che hai taciuto.
    Qualcuno di noi ha anche condannato o fatto condannare qualcuno, fingendo lealtà ed amore per la legalità.
    Siamo un popolo di bastardi camuffati da patrioti, vigliacchi nel midollo e pecore senza cervello.
    Pascoliamo. E quel che dovrebbe turbare di più, è che ci piace farlo nel giardino del vicino.
    Mincxxx, quanta ipocrisia!




  • 59°
    mariocesta   mariocesta
       Valori: 1860 ....... Rango: Leader

    Buona sera a tutti.
    Sentire i telegiornali o leggere i giornali, porta a due sole notizie: 14 dicembre e Brembate. Tutto il resto è da contorno.
    Ma è il contorno che fà inorridire, specialmente se il contorno mediatico è stato acquisito come dovere d’informazione.
    I classici talk shows. Agitano, confondono, inseriscono e tolgono, mai che servano per chiarire e far luce. Solo creare più confusione.
    Da quando il maledetto nano ha fatto capolino, anche l’onore è scomparso. Il suo posto è stato preso dalla bramosia di potere e dalla voglia di possedere ricchezze, per essere il più somigliante possibile all’offesa,, che la depravazione di quell’uomo ogni giorno reca all’umanità.
    Non meravigliarti dunque di ciò che accade intorno a te o in seno alle Istituzioni. Domandati perchè sai vivere in mezzo a questo caos.
    Ti accorgerai che il tuo non è solo spirito di adattamento.




  • 60°
      Napoleone
       Rango: Visitatore

    Guardiamoci bene in faccia. Cerchiamo di capirci meglio, perchè la storia così non può continuare.
    Siamo tutti nelle mani di pochi lestofanti.
    Ormai siamo tutti ben informati di come quella gente si muove e cosa stanno cercando.
    Stiamo continuando a permettere loro di avere un atteggiamento a dir poco irriguardoso. Quelli di destra fanno, perchè quelli di sinistra hanno già fatto quindi, non possono accusarli.
    E’ come dire che io sono abilitato ad uccidere perchè tu hai ucciso. Semplicemente allucinante!
    Nessuno di loro potrà contrastare l’altro e quelli che ci andranno di mezzo, siamo noi.




    • 61°
        Edo
         Rango: Visitatore

         In risposta a: Napoleone

      E’ esattamente così e convengo con te che bisognerebbe guardarsi in faccia.
      Però aggiungo che io costringerei i politici a guardarsi in faccia e dire tutto il marcio che c’è sotto.
      E se serve “legarli” a vita uno di fronte all’altro, peggio per loro.
      Io sono contro la tortura, ma a quella psicologica “loro” ci costringono ogni giorno. Dobbiamo restituirgliene un bel pò.




  • 62°
      Luigi
       Rango: Visitatore

    Si mangia bene alla corte del re!
    Ed anche il misero si rintuzza a più non posso. Proprio perchè viene dalla fame, non vede l’ora di poter raggranellare più oro possibile, tanto sà che il benessere momentaneo finirà per lui, che misero è di estrazione.
    I ricchi di nascita o divenuti tali, senza l’educazione della democrazia, fanno scempio delle ricchezze di tutti, facendole divenire ricchezze personali.
    Che errori madornali ha commesso il popolo italiano!




  • 63°
      Virgilio
       Rango: Visitatore

    Credo che, se venisse decretata la sfiducia, la forza politica d’opposizione potrebbe raggiungere livelli di consenso elettorale inimmaginabili. Berlusconi questo lo sa benissimo e stà lavorando con ogni mezzo (lecito e illecito) per riottenere la fiducia, che forse avrà solo per 1 o due voti di scarto. Questo per le sinistre significherebbe la prematura dipartita dalla scena politica Italiana con conseguenze catastrofiche, ma significherebbe un altrettanto catastrofico suicidio politico di Berlusconi che, si ritroverebbe una situazione di ingovernabilità pressocche assoluta, con danno enorme per il Paese. Nuove inevitabili elezioni potrebbero darci l’ultima e definitiva bastonata economica, con ulteriori perdite di migliaia e migliaia di posti di lavoro. Berlusconi è un irresponsabile. Sa che se dovesse ottenere il 14 una risicatissima vittoria non potrà governare e neppure continuare a farsi leggi su misura, e le prossime elezioni, “forse vincendole ancora”, segnerebbe per lui il dimezzamento di quello che è stato il più grosso partito politico italiano.
    Non possiamo permetterci uno scerario di questa portata, ecco perchè il 14 dobbiamo assolutamente vincere, costi quel che costi, per il bene del paese tutto anche per il bene degli incoscenti come Berlusconi che in 16 anni non ha fatto altro che pensare ai “fattacci suoi”.




  • 64°
      Marco
       Rango: Visitatore

    Voglio ricordare che la base della politica è l’onestà, la trasparenza, la verità e la giustizia, altrimenti senza etica e senza morale la politica diventa libertinaggio, sopraffazione, dittatura del più ricco contro i più poveri. Infatti berlusca spende i soldi che ha rubato agli italiani, per comprare i parlamentari, cioè applica la legge del disonesto più forte, contro gli onesti più poveri, per questo io ho detto fin dal 1994 che non poteva fare politica con tutti questi conflitti di interessi che ha, e merita la fucilazione per 16 volte, una per ogni anno che ha ingannato ed imbrogliato tutto il popolo italiano.
    Gli italiani hanno consegnato l’agnello al lupo, cioè hanno consegnato il governo al delinquente aricchito berlusca.




  • 65°
    Federico   Federico
       Valori: 520 ....... Rango: Veterano

    Si vanno delineando 2 destre. Una con la bava alla bocca e di stampo sudamericano. Caciarona, rozza e sempre pronta al compromesso, dovessero anche allearsi con chi canta “bruciamo il Tricolore” o con corrotti della peggior specie. Mentre l’altra è piu’ moderata in sintonia con la destra europea.
    E’ incredibile quanta terra bruciata attorno a se è capace di fare Berlusconi. Un despota che puo’ arrivare al potere contando sulla spregiudicatezza, sul piu’ bieco populismo, sulla mancanza di leggi in materia di conflitto di interessi e su tanti soldi per comprare le persone.
    Berlusconi non è carismatico… è semplicemente un arrogante, spregiudicato, populista, monopolista, puttaniere. Sta al potere grazie a cio’ e non al suo pseudo carisma.




  • 66°
      Fosco
       Rango: Visitatore

    Speriamo adesso che i centristi di destra sappiano imprimere a quelli del PD un’altra visione delle cose importanti da fare ed una nuova identità morale.




  • 67°
    Corrado   Corrado
       Valori: 1870 ....... Rango: Leader

    Senza il contributo fondamentale del Partito Democratico, il federalismo fiscale non sarebbe uscito dalla bicamerale. Vi ringraziamo”.
    Buon pomeriggio.
    Queste sono state le parole pronunciate da Bossi.
    Chi dal PD aspetta una dura e cruda opposizione, ora cosa dovrebbe fare? Ringraziare?
    A questo punto, credo proprio che Berlusconi esista perchè esiste un PD con tale conformazioni.
    Traditori lo sono stati ieri, traditori lo sono oggi, traditori lo saranno domani.
    Baffino è sempre lì e con lui tutta la sua folta schiera di arranchini. Questi coi vertici ci mangiano e ci ridono assieme e quel tiriamoci su le maniche è una presa per i fondelli che nemmeno ce la possiamo immaginare.
    Io non voterò più, almeno fino a quando non arriverà al potere un personaggio venuto dalla rivoluzione popolare. Non mi giudicate male, ma sinceramente non me la sento di assistere a questo schifo di macello ed essere costretto a farne parte.
    Se qualcuno inizierà la marcia su Roma, me lo faccia sapere, sarò ben lieto di aspettarlo e dargli una mano.




  • 68°
    Goffredo   Goffredo
       Valori: 525 ....... Rango: Veterano

    A chi mi leggerà auguro buona giornata.
    Non riuscivo a dormire e così eccomi quà.
    E’ tornato d’attualità il grande dilemma del partito d’opposizione. Stare al “palo” è diventato il suo abituale atteggiamento e siccome la fase successiva non ha mai prodotto alcunchè, mi chiedo cosa ci stia a fare, cioè a rappresentare, un partito d’opposizione siffatto.
    A mio avviso quei signori sono un pò tutti d’accordo. Allora mi chiedo se non era meglio quando dicevano che si stava peggio. Mi riferisco ovviamente al periodo lunghissimo della cosiddetta “Prima Repubblica”.
    E’ vero! Si cambiava continuamente governo e non c’era stabilità, ma c’era un’aria di signorilità. Si lavorava duramente e quando le cose sembravano riprendere la giusta andatura, trac, arrivava la crisi e si doveva ricominciare tutto d’accapo.
    Mani pulite e seconda Repubblica. Le crisi di governo solo a sinistra (i brutti cafoni della politica, altro che l’elite dottrinata e sapiente) ben pilotate e volute da una vera opposizione (quella di centro destra) e poi i vari avvicendamenti governativi del “ducetto”.
    Quali benefici rispetto alla prima Repubblica?
    Nessuno! Tutt’al più qualche ritorno al passato.
    Ora i governi che tengono siamo costretti a subirli per tutti i cinque anni; progressi economici non se ne sono visti; progressi in ambito comunitario neanche a parlarne. Attuate solo leggi e leggine insignificanti per l’intera popolazione, ma è stato mostrato tanto interesse alla Giustizia, solo alla Giustizia. Ma per chi?
    Lo sguattero della amoralità arriva a fare spettacolo anche davanti alla sede del Tribunale e la nostra Polizia, in tenuta antisommossa, era pronta ad intervenire se qualche malintenzionato avesse avuto voglia di arrecare fastidio al plurinquisito (mai vista una cosa simile e “lui” se ne vanta nei comizi improvvisati).
    E l’opposizione? ASSENTE!
    In momenti tanto impegnativi, il PD si ritira e dichiara aperta una qualche assemblea nazionale, così tutti sono ben impegnati a trovare con chi associarsi ed il territorio resta in completa balia di coloro che sono sempre vigili, attenti e presenti.
    Mai visto che una percentuale così bassa di voti, rappresentasse la maggioranza assoluta del Paese legittimata a governare!
    Gli astenuti sono il maggior partito italiano, ma il malefico e squallido Berlusconi dichiara, dal basso del suo 26 percento dei votanti (quindi si e no il 15 percento dell’intero corpo elettorale, vista l’enorme quantità di astensione) che gli italiani CREDONO in lui, che la MAGGIORANZA DEGLI ITALIANI E’ CON LUI.
    E continua a governare questo popolo di imbecilli, sostenuto anche da quella schiera che tanti altri continuano imperterriti a definire OPPOSIZIONE!




    • 69°
      BenAng   BenAng
         Valori: 1865 ....... Rango: Leader

         In risposta a: Goffredo

      Caro Goffredo hai perfettamente ragione. Gli affiliati a quelle schiere di fascistoni sono si e no il 15%, dunque un numero davvero molto ridotto. Mi chiedo come mai siamo ancora qui a discutere ed a menarcela, invece di organizzarci ed andare a prenderli tutti a calci nel sedere.
      E guai anche per chi si dovesse permettere di ostacolarci.
      L’era del caimano deve finire al più presto. Ogni attimo che gli lasciamo disponibile è un danno ulteriore che facciamo a noi stessi.
      Tra tutti i drogati, pagati, comprati, corrotti, venduti, narcotizzati, schiavizzati, posseduti, inchinati, sodomizzati, rifiutati, spazzaturati, triturati, liquefatti, sbrindellati rigettati e sparsi come letame che siedono al parlamento, non si riesce più a capire dove sia finita la legalità.
      Fra l’altro ho osservato che mai come in questo governo, ci siano stati tanti personaggi siculi, tutti stranamente coinvolti con brutti affari e finiti o richiamati nel tritacarne berlusconiano. Siculi di cattiva specie. Siculi molto legati alla criminalità di una volta e siculi dal passato turbinoso, burrascoso e limaccioso. Siculi con il cxxx al posto della faccia e sicule tra le più scialbe, pettegole, frivole, brutte, vendute, e mezze donxxxxe che la Trinacria abbia mai partorito.
      Corxxxx e Zoxxxxx che faremmo bene a svestire immediatamente, perchè oltre a doverli allontanare malmenati e nudi, dobbiamo privarli anche di tutto ciò di cui ci hanno derubati e per cui hanno venduto l’anima al diavolo. Farli sentire infinitamente “cornuti e mazziati” (mi sembra che così dicano a Napoli) e più miserabili del più commiserevole barbone.
      Dobbiamo farli tornare sporchi anche nell’apparenza, per come realmente sporchi sono nel loro io profondo, con in testa alla colonna il caimano trasfigurato dalle sputacchiate, sostenuto a fatica dai suoi primi due prodotti consanguinei e somiglianti per bruttura e indegnità.




Lascia un commento

Nota: Siamo spiacenti, ma solo gli Utenti che effettuano il Login potranno pubblicare commenti; ecco perchè l'area di testo per te non è visibile.
Registrati ... Potrai subito partecipare!





logo-piccolo

La Direzione e la Redazione di questo Blog hanno deciso di bloccare l’accesso agli spioni americani.
BUUUUUUU... Abbasso Google ... Abbasso Google!  ... Abbasso Facebook. IoNonMollo se ne strafrega delle loro vendute statistiche!
Google e Facebook hanno invaso le pagine web con le loro miliardarie pubblicità, ad assoluto discapito della correttezza dei dati;
chi più pubblica i loro AdWords (annunci), più visibilità acquisisce, dunque non per l'eccellenza dei contenuti espressi.
E sono proprio gli ignari visitatori, TU, con i click effettuati, a determinare l'importanza del sito visitato.
Pensaci bene e sottraiti anche tu dall'essere considerato il 'mezzo' o lo 'strumento' dell'arricchimento di Google e Facebook.
Naviga i siti che non offrono spazi alla pubblicità, promuovi quelli liberi, escludendo invece quelli interessati ai compensi.



Powered by WordPress & Atahualpa

Tutti i Diritti Riservati - © 2009-2018 - Divieto di Riproduzione, anche se parziale.