- In questo periodo la moderazione è affidata a: Rosaria, da Pozzallo (RG)

Sono le ore 21:54:53 ... Finora hai trascorso 0 secondo su questa pagina.
Grazie per il tempo che ci dedichi. Diventa uno dei nostri!.

Due pesi, due misure

...

♣♣♣♣♣

La lettura di questo articolo richiede solo 2 minuti del tuo tempo ... Potrebbero valerne la pena!


Mostra il resto ...


Due pesi, due misure:
ha ricevuto 3 commenti. La partecipazione di soli 3 utenti determina che c'è scarso interesse per l'argomento.

  • Mario Cesta   Mario Cesta
       Valori: 2010 ....... Rango: Veterano

    Ciao Sonia, piacere di leggere un tuo pensiero. Un cordiale saluto a tutti.
    Dobbiamo sperare che la mossa di Letta non sia la preparazione a qualche colpo più duro che stanno preparandoci.
    Forse il Governo ha sfruttato il caso della signora Cancellieri, giusto per verificare la sensibilità dell’opinione pubblica, dopo che questa era salita a livelli di guardia. Quello che temo è che ci stiano preparando per il 27 p.v. giorno cioè della votazione per la decadenza da senatore di Berlusconi.
    Con la storia della responsabilità si stanno consumando infime relazioni ed inusuali alleanze, a discapito di una chiara esposizione del ruolo che spetta a ciascun parlamentare. Non s’era mai vista una così lunga convivenza tra opposti partiti, tra l’altro, senza combinare ciò per cui si giustifica la loro coesione.
    La ministra Cancellieri è senza dubbio colpevole di aver favorito la scarcerazione di un’amica, cosa che sembrerebbe ancor più condannabile rispetto all’intervento effettuato dal caimano presso la Prefettura di Milano, ma è solo un attimo, poiché il leader del tuo partito ha volontariamente sottratto una denunciata minorenne per furto, dalle mani sicure degli Enti preposti alla sua tutela, per affidarla invece ad una pseudo soubrette del Pirellone, la quale se n’è immediatamente disinteressata, affidandola, a sua volta, ad una prostituta. La successiva votazione di un parlamento credulone (nipote di Mubarak) ha fatto traboccare il vaso della stupidità politica italina.
    Per concludere, dovremmo comunque sentirci tutti offesi, dalla continua noncuranza e dal mancato rispetto dei ruoli.

    0



  • Vittorio   Vittorio
       Deceduto R.I.P.

    Buona sera a tutti.
    Avere la possibilità di uno sfogo, attenua il dolore che si prova.
    Succede anche a chi ha la sola possibilità di scrivere la propria collera su un Blog come il nostro. Ci si affeziona; ci si sente tra amici; si “parla” come se si avessero di fronte le persone, voi.
    Parole digitali solcano l’aria ed oltrepassano i muri popolari. Solo quelli però. I muri dei palazzi sono protetti e così, le nostre “lagne” non arrivano a chi le rivolgiamo.
    Questo mezzo ci era stato tolto, per ovvie ragioni di apparente promiscuità, s’è detto. La nostra cortese Redazione lo ha anche scritto, ci ha informati. Ma ora abbiamo ripreso.
    E cosa succede?
    Succede che siamo quasi costretti a discutere di evenienze che fino a ieri ci erano state evitate. La Cancellieri ottiene la fiducia in Parlamento, ma subito dopo entra in circolo la notizia che il patron in persona, quel tale Ligresti Salvatore, ha rilasciato una dichiarazione con la quale afferma di aver dato una spinta alla carriere della stessa Cancellieri, interessando e facendo intervenire niente di meno che il caimano. Inquisito l’uno, pregiudicato l’altro. Si capiscono, possono condividere persone e luoghi.
    Ecco di quali inevitabili sciagure ci voleva privare l’attenta Redazione.
    Gentilissima signora Sonia perché pensa ci siano statei due pesi e due misure? A me appare evidente che, visti gli esiti, pesi e misure siano stati i medesimi. Infatti, pur se le parti si sono invertite, l’esito della faccenda resta simile. Dunque?
    Altro “dolore” è stato leggere la risposta di Sergio a Corrado.
    Caro Sergio eri stato così forte, perché d’un tratto hai sentito la necessità di esprimere il tuo rammarico? Lo sai che con la collera regressa, quando si sbotta, si finisce con l’esagerare! Sarebbe stato meglio lasciar correre e legarsela da qualche parte, alla prossima sarebbe toccato a te. Comunque, quello che hai definito “un urlo dell’anima”, doveva sortire l’effetto contrario, tant’è che, mentre per la Concordia i tecnici riuscivano a compiere il “miracolo del raddrizzamento”, per il caimano proponevi un inabissamento.
    Fate i bravi, siamo tutti dalla stessa parte. Fuori! E per giunta d’inverno.

    0



  • Massimo   Massimo
       Valori: 500 ....... Rango: User

    Buon giorno e ben ritrovati.
    Cara Sonia, forse tu penserai che l’attuale visita in Italia di Putin, c’entri nulla con l’intenzione di far pressione su tutte le Istituzioni italiane, riguardo alla risoluzione delle brutte vicende del suo amico caimano.
    Dopo sette anni che non accadeva, proprio oggi e domani, l’uomo più potente del mondo (stando alle valutazioni di Forbes), ha di fatto “trasferito” il suo Stato Maggiore russo qui in Italia, volendo apparire in tutta la sua potenza, con l’apparente missione di discutere negoziati e nuovi progetti. Non con la Germania o con la Francia ed altri più economicamente solidi ed importanti Paesi europei, no, con la povera Italia. Proprio ORA!
    Ovviamente incontrerà Berlusconi. Ovviamente costui gli chiederà, ma credo che glielo abbia già chiesto da tempo, di premere inesorabilmente su tutti, Papa compreso, affinché trovino una soluzione alla imminente votazione sulla decadenza. Ecco perché la vistosa presenza del Presidente russo in Italia. Si vocifera addirittura che Putin potrebbe nominare il pregiudicato Berlusconi Ambasciatore russo presso la Santa Sede, con l’intenzione di offrirgli l’opportunità di libera circolazione per mandato diplomatico. Un diavolo in acqua santa! O si tenta di esorcizzarlo, o anche la Chiesa è davvero al comando dei potenti.
    Tu, Sonia, potrai dire che è giusto così, che ciò che non viene riconosciuto in Patria all’ex premier, gli arrivi invece da chi lo apprezza all’estero. Io invece dico semplicemente che, quando i forti hanno interessi in comune, mettono in moto ogni compromesso, pur di arrivare a mantenere il loro status. Calpestando la Democrazia, se necessrio.
    Questa di Putin però, è una vera e propria ingerenza verso uno Stato Democratico. Ne vedremo le conseguenze, ne subiremo le conseguenze, anche per colpa di uomini e donne come te, che componete il numero ideale che autorizza agibilità alla voce di un delinquente proclamato.
    Si ricorre all’inverosimile coinvolgimento di una potenza straniera che conta, pur di farla franca. Il caimano ha risorse infinite, che si manifestano per lui ed agiscono impunemente anche in extremis.
    Mi scuso, ma ora vado fuori tema.
    Ciao Corrado. Io non ti rivolgo accuse, ma solo una preghera: Chi accetta di far parte di una comunità, deve mostrarsi compiacente verso i componenti già presenti, magnanimo e rispettoso verso ciò che ivi si produce. E’ solo il proprio corretto stile, se ha motivo di innovazione accolta, che potrà apportare qualche modifica, a beneficio del miglioramento di vita e di pensiero sociale. Tu, per primo, hai capziosamente ribattuto allo scritto di Sergio. Sei stato tu a contravvenire alla elementare norma del dovuto rispetto.

    0




Lascia un commento

Nota: Siamo spiacenti, ma solo gli Utenti che hanno effettuato il Login potranno pubblicare commenti; ecco perché l'area di testo per te non è visibile.
Non sei registrato? Allora fallo ... Registrati ... Potrai subito partecipare!




Tutti i Diritti Riservati © 2009-2020 - Divieto di Riproduzione, anche se parziale.