- In questo periodo la moderazione è affidata a: Gaetano, da Zelo Buon Persico (LO)

Sono le ore 15:35:45 ... Sempre che l'orario del tuo computer sia ben sincronizzato!
Finora hai trascorso 0 secondo su questa pagina. Grazie per il tempo che ci dedichi. Diventa uno dei nostri!.

Elezioni alle porte!

...

♣♣♣♣♣

La lettura di questo articolo richiede solo 2 minuti del tuo tempo ... Potrebbero valerne la pena!


Mostra il resto ...

Elezioni alle porte!:
ha ricevuto 8 commenti. La partecipazione di 8 utenti suscita discreto interesse per l'argomento.

  • Cesarino   Cesarino
       Radiato dal Blog

    Una delle nostre più belle città, sottomessa allo scandalo dell’inciviltà.
    Bisogna che voi napoletani sappiate organizzarvi e non permettere che vi prendano per fannulloni, nullafacenti e delinquenti camorristi. Non lo siete!
    Ribellatevi ai soprusi, ribellatevi al caimano ed alle sue vedute strette, tipiche di chi vuol solo accusare, per non essere accusato.
    Le elezioni siano il momento della vostra riscossa legale e civile. Buttatelo fuori!

    0



  • ClaudioV   ClaudioV
       Valori: 360 ....... Rango: Esordiente

    Buon giorno.
    Caro Arnaldo, non devi angustiarti per gli stupidi paragoni con i quali ogni giorno venite confrontati. Sarà il tempo che aiuterà a capire, cosa significa dover sottostare ai voleri di camorristi e mafiosi.
    Ora il caimano stà facendo il gradasso, perchè non s’è ancora ultimato il tremendo progetto di spargere anche in Lombardia il più nefasto male sociale. Quando le mafie avranno preso pieno possesso del territorio “padano”, vedremo se avranno ancora il coraggio di far finta di opporsi. Milano diventerà la capitale del sudiciume, a tutti gli effetti e già ora se ne vedono alcuni risultati. Forse tutta la cricca è già parte di quelle stesse mafie che vorrebbero sconfiggere. Non sarebbe una novità!
    Si grida sempre contro l’inesistenza della sinistra e delle opposizioni. Il più delle volte se ne hanno i motivi ed io stesso vorrei mangiar loro il cranio. Ma almeno di là c’è più apparenza di legalità e serietà. Non sono certamente paragonabili alla depravazione di questi di destra.
    Ecco perchè bisogna “morire” pur di far capire che bisogna ribellarsi a tutti i delinquenti che vogliono “accomodarsi” in politica. La destra, di quei maiali ne è piena. La sinistra la si può controllare meglio, anche dall’esterno. Il popolo per loro ha ancora un certo significato.
    Da Napoli mi aspetto che arrivi un segnale forte, di lealtà verso i problemi che vogliono risolvere. Forse questa tornata elettorale è l’occasione giusta per cambiare decisamente direzione, forse il “pretendente” dell’IdV (De Magistris) potrebbe significare la svolta. Perchè no?
    Un saluto a tutti.

    0



    • VivaNapoli   VivaNapoli
         Valori: 480 ....... Rango: User

         In risposta a: ClaudioV

      Buon giorno a tutti.
      Gentili Cesarino e ClaudioV, vi ringrazio per la vostra comprensione verso il popolo napoletano.
      Tutte le discussioni ci riportano al nostro problema principale: la Camorra.
      In qualsiasi paesino, o città, o metropoli, ove esiste la delinquenza organizzata, vige il malcontento del popolo, perchè lo Stato è assente, perchè lo Stato ha ceduto il controllo, perchè lo Stato è il concusso della delinquenza.
      Noi abbiamo addirittura un nostro concittadino che ricopre la più alta carica dello Stato. A cosa è servito?
      Perchè nessuno si chiede come mai a Napoli non è cambiato nulla?
      Dimostrazione di coerenza? Dimostrazione di non essere coinvolto emotivamente? Dimostrazione di essere imparziale?
      Nulla di tutto questo!
      Napolitano è la nostra più grande delusione!
      Quell’uomo stà vivendo come se dovesse sempre restare nell’Olimpo in cui attualmente risiede. E’ anche possibile che a fine mandato non torni a vivere a Napoli. Meglio per lui, perchè qui non avrebbe vita facile, non verrebbe riaccolto con rose e fiori.
      Ho letto che è riuscito a compiere un’azione di contrasto al governo. Che pagliacciata è quella? Esternare ieri delle manchevolezze a quello che l’altro ieri ha firmato, mi sembra solo il vano tentativo di un “controllore controllato”.
      Caro Napolitano, prima si verificano le condizioni di un decreto e poi lo si firma. Meglio avresti fatto a tacere e continuare ad essere la nullità che sei stato finora.
      Il nostro Presidente si commuove solo con le stesse sue parole, pronunciate a qualche ricorrenza di partigianeria. Ha smesso di combattere il vecchio Napolitano, ma allora perchè ricoprire inutilmente quella carica?
      Il voto senza corde è veramente ciò di cui Napoli ha bisogno, ma sapeste come è difficile slegarsi da soli!
      Noi napoletani ci proviamo continuamente.

      0



  • Maurizio   Maurizio
       Valori: 760 ....... Rango: User

    Caro Arnaldo, io una cosa la vorrei capire.
    Dove vorreste depositare i vostri rifiuti?
    Quello che mi sembra ingiusto, come vostra presa di posizione, è che la spazzatura è la vostra, ma non siete capaci di trovare dove smaltirla. Siete alla disperata ricerca di un sito, ma non nella vostra regione.
    Di termovalorizzatori neanche a parlarne ed in più c’è l’accusa costante che tutto dipende dalla camorra.
    Posso essere d’accordo con te, che è veramente difficile gestire con normalità qualsiasi evenienza, se trovi sulla tua strada un’organizzazione criminale che non lascia spazio, se non per compiere le sue azioni.
    Quello che però mi sento di proporre è di riunirvi, quanti più onesti napoletani possibile, perchè solo con una grande presenza si può far lotta al cancro sociale. radunatevi, chiedete la partecipazione delle forze di Polizia e cominciate voi stessi a produrre quelle norme di sana convivenza. Denunciate il malaffare, perchè altrimenti il malaffare vi tiene soggiogati.
    Dividete Napoli in quattro/otto lotti e su ogni lotto localizzate, alla propria periferia, ove è possibile smaltire i rifiuti.
    L’esercito fatelo intervenire voi, se l’organizzazione imposta non dovesse funzionare soddisfacentemente.
    Napolitano è un vecchio già da quando era giovane. La sua idea di comunista è fuori dalla realtà comune dei giovani di oggi, dunque non può partecipare col cuore alla loro vita, ne parla solo, ma senza enfasi certa.
    Meglio per tutti che si ritiri.
    Ciao

    0



  • Annachiara   Annachiara
       Valori: 565 ....... Rango: User

    Buona sera.
    Condivido totalmente tutte le sensazioni e le perplessità finora riportate.
    Se comincio a discutere l’articolo, devo trarre la dovuta conclusione che le persone disoneste sfruttano sempre le occasioni di sofferenza altrui, per trarne maggiori profitti personali. E’ il caso del premier. Non esita a ricorrere ancora all’esercito, pur di mettere in atto il suo progetto, che è quello di voler apparire come l’uomo della provvidenza. Infatti sa che non riuscirebbe con i soliti mezzi che hanno gli amministratori locali. La presenza dell’esercito vorrà significare soltanto un pensiero, il più temibile: “ Quello che decido io, deve essere fatto, costi quel che costi e se a soffrire saranno un centinaio di persone, meglio per tutti gli altri, compreso me che con i restanti milioni ci farò bella figura “. E’ lo stesso concetto, che il caimano avrà avuto, quando ha deciso di bombardare la Libia.
    E’ ovvio che lo fà in un periodo cruciale, non qualche tempo prima o subito al momento dell’urgenza, ma a ridosso delle elezioni amministrative, in modo che dopo, se Napoli sarà effettivamente ripulita dalla “monnezza” accumulata, si potrà presentare ai napoletani (che spero non siano tanto stupidi da cadere nella sua rete) blaterando e glorificando il suo operato.
    Poi c’è l’intervento di ClaudioV, il quale ripropone il secolare ed inumano problema di convivenza degli onesti napoletani con la camorra. Ho sempre sostenuto che il lavoro per tutti è alla base del viver civile. Se le persone hanno di che vivere onestamente, difficilmente si fanno irretire dalla criminalità. Il lavoratore o meglio, l’insieme dei lavoratori, diventa un ostacolo insormontabile finanche per la camorra. Ledere la coscienza diverrebbe molto più arduo per chi vuole corrompere e comprare e, fra l’altro, quasi più nessuno sarebbe disposto a fare i classici “lavori di manovalanza” per i boss criminali.
    Lo stesso amico Arnaldo parla in seguito del nostro Presidente della Repubblica, suo concittadino. C’è una cupa e triste visione della persona di Napolitano, tanto più deve essere per noi, se riflettiamo che l’accusa di inadeguatezza comportamentale gli arrivi dal napoletanissimo ClaudioV. Come facciamo a non condividere l’indignazione di ClaudioV? Napolitano, uomo altamente preparato, stando a quel che sentiamo dire da eminenze della politica di sinistra, incorre ancora in un clamoroso errore. Non si fà così, egregio Presidente, non si dà prima l’ok apponendo la propria firma e poi, quasi come a risvegliarsi da un incubo, richiamare l’avvenimento alla discussione del Parlamento. Lei, caro Presidente, deve essere in grado di saper prendere le dovute decisioni, senza tentennamenti o ripensamenti, ma conscio dei Suoi democratici atti. Lei deve attuare quando esistono le condizioni per attuare e perchè la Legge Costituzionale permette di attuare. Altrettanto deve negare, in presenza di casi opposti ai poc’anzi menzionati. Deludente atteggiamento, me ne vergogno!
    Maurizio infine si unisce con affetto agli onesti napoletani, esortandoli a trovare la forza ed il coraggio per ribellarsi al male di Napoli. Condivido ancora, poichè è solo con la presenza del popolo unito, che si può debellare il nemico della civiltà.
    In fatto però di ricerca dei siti per i depositi dei rifiuti, credo che il suo piano abbia delle lacune, specialmente quando prospetta l’idoneità delle zone limitrofe. Forse Maurizio non conosce la realtà urbana di Napoli e dintorni, forse non sarà mai stato sul Vesuvio. Avrebbe potuto ravvedersi e capire che nell’immediatezza territoriale di Napoli non ci sono spazi adeguatamente liberi e lontani dalla urbanizzazione. Pianura, Acerra e Chiaiano rappresentano il clou delle insostenibili difficoltà alle quali sono sottoposte le popolazioni limitrofe. Ma è apprezzabile l’idea della suddivisione delle aree e da lì iniziare la ricerca.
    Il prossimo voto rappresenterà certo la chance per tutta la regione. I napoletani devono saper intravedere l’uomo migliore, l’uomo che s’è sempre sentito napoletano offeso dalle brutture esistenti, l’uomo che saprà ridare a sè stesso la dignità del popolo campano.
    Auguri.

    0



  • Elena   Elena
       Valori: 2905 ....... Rango: Veterano

    Buona domenica a tutti e gioia a tutte le mamme.
    Io non conosco i problemi di Napoli, posso solo immaginarli, pertanto non mi sento di intervenire per discutere il merito delle reali questioni. Posso intervenire nel merito della legalità, di come una città importante come Napoli dovrebbe essere considerata e prospettata agli occhi della gente.
    Anzitutto è assurdo pensare che, in virtù di quello che ho appena dichiarato, chiunque non viva sulla sua pelle le situazioni del posto, possa apportare un benchè minimo beneficio.
    Berlusconi non è un imprenditore della spazzatura. Lui probabilmente non sa neanche che la si produce. A casa sua non la vede ormai da troppo tempo e troppo tempo è trascorso da quando “mamma Rosa” la gettava in un bidone, facendo però attenzione che non vi fossero forchette e cucchiai. Berlusconi dunque non è la persona adatta ad intervenire al problema di Napoli. Se lo fa è solo perchè vuole partecipare con l’unico scopo di accrescere la “qualità” della sua immagine. Il vigliacco però lo fa solo quando la situazione diventa insostenibile o in un momento in cui la città vivrà momenti importanti, come quello appunto delle elezioni. Più è grave la situazione, più rimarchevole sarà il valore di chi la risolve. Meglio ancora se chi dovrebbe risolverla e non ci riesce è di sinistra, come la “povera” Rosa Russo Iervolino.
    Ai napoletani mi sento solo di consigliare la scelta di un nuovo sindaco, che abbia la capacità di parlare a muso duro, senza fare la vocina gracchiante di un corvo, finora al femminile. Rosa Russo Iervolino non è credibile. Cambiatela al più presto.
    Lo Stato deve contribuire alla rinascita della regione Campania ed altre del Sud ed Isole (Calabria, Basilicata, Sicilia e Sardegna), con l’incremento del lavoro. Agevolare l’occupazione inquadrata, significherà eliminare i troppi ostacoli che si frappongono fra gli abitanti e la legalità, compreso la scelta oculata del sito per le discariche.
    Lavoro, lavoro, lavoro! E’ il tema che verrà sempre richiamato in ogni tipo di società.
    Domani si presenteranno i militari. Sono anch’essi giovani italiani. Non abbiate paura di loro, non potranno spararvi addosso. Fanno solo tanta impressione, ma non farebbero mai del male. Trattateli bene, ma non fatevi intimorire, nonostante intimorire è il loro mestiere. Però presentatevi in molti, in moltissimi, tanto da apparire come un gigante che rimuove 150 “sassolini”! Berlusconi, vedrete, non avrà il coraggio di ripresentarsi, neanche in campagna elettorale.

    0



  • Marco   Marco
       Valori: 1430 ....... Rango: Frequent User

    Buon giorno a tutti.
    La scorribanda di ieri ha lasciato il segno e così oggi sono a casa ben raffreddato.
    Caro Arnaldo, benvenuto!
    Non voglio apparire superficiale o insensibile, capisco interamente i grossi problemi che affliggono Napoli, ma so anche che lì vi è chi di professione fa lo “Iettatore”.
    Non si potrebbe riunirli tutti e fare un’unica iettatura o malocchio, come preferite, che vada a colpire duramente lo psiconano e tutta la sua cricca? Si potrebbe poi procedere con tutti gli affiliati alla camorra e dintorni ed infine con i disonesti amministratori locali e loro collusi, corruttori e concussi.
    Se vi riesce fatecelo sapere, che sarà il caso di attuare il piano con tutte le altre regioni, una ad una. Ma fate presto, per favore.
    Mi dispiace dover banalizzare un vostro reale problema di vita, ma è perchè sono convinto, che solo i napoletani riusciranno a risolvere i problemi di Napoli.
    Le elezioni sono il vostro prossimo “arnese di pulizia”. Usatelo al meglio, altrimenti poi, non avrete neanche il diritto di lamentarvi.
    Marco

    0



  • Mario Cesta   Mario Cesta
       Valori: 2010 ....... Rango: Veterano

    Buona sera.
    A quest’ora, forse, i destini di Napoli e di Milano possono già dirsi “segnati”.
    Per lungo tempo ogni pagina di qualsiasi blog italiano ha affrontato la questione di cosa meritano i rappresentanti della destra e cosa meritano quegli altri di sinistra. Siamo arrivati anche al momento in cui ogni ulteriore parola sembrerebbe solo fumo e priva di ragionevolezza, dunque bisognerebbe ripercorrere mentalmente tutti gli avvinimenti che ci hanno segnati, per riconfigurare esattamente l’umore necessario.
    E’ strano come gli italiani riescano facilmente a porre nel dimenticatoio i brutti affari. Passa qualche mese e non ricordiamo più i vari casi e gli sgraditi personaggi che li hanno provocati. Il nano sembra entrato nell’acqua santa, purificato e mondato da ogni peccato, altrimenti non si capisce il perchè ed il per come resista ancora. Ricordate quante volte siamo stati convinti che sarebbe sparito?
    L’affluenza alle urne sono risultate in calo. Chi ha rinunciato? Chi sarà stato il più seguito?
    Neanche le montagne di monnezza di Napoli riescono a tenere acceso il cervello dei napoletani. Lettieri sembra avere l’appoggio maggiore e nessuna “potenza” del PD si è sprecata per De Magistris. Forse i milanesi ce la faranno a cambiare, ma perchè i milanesi sono abituati a non fare l’interesse del più forte.
    A Torino siamo stati “fortunati”. La sinistra ha tenuto, anche se con grande perplessità per il candidato. Il PD ha potuto vincere grazie al buon lavoro svolto da Chiamparino. Fassino è un mostro di bruttura comportamentale e se lo lasceranno pascolare tranquillamente, riuscirà a rovinare anni di buona condotta delle amministrazioni precedenti.
    Quello che vorrei dire, è che gli uomini contano ed è per questo che a noi tocca scegliere i migliori, senza permettere che altri scelgano per noi.

    0



Lascia un commento

Nota: Siamo spiacenti, ma solo gli Utenti che hanno effettuato il Login potranno pubblicare commenti; ecco perché l'area di testo per te non è visibile.
Non sei registrato? Allora fallo ... Registrati ... Potrai subito partecipare!




Tutti i Diritti Riservati © 2009-2020 - Divieto di Riproduzione, anche se parziale.