Sono le ore 08:18:55 ... Finora hai trascorso 0 secondo su questa pagina.
Grazie per il tempo che ci dedichi. Diventa uno dei nostri!.

GOLIA E DAVIDE

j ...

♣♣♣♣♣

La lettura di questo articolo richiede solo 2 minuti del tuo tempo ... Potrebbero valerne la pena!



"Moccioso di un Di Maio, ora ti distruggo!"

golia-e-davide_postL'armata del bestiale Golia è schierata tutta sul campo e la polvere sollevata da piedi umani e di bestie miste oscura gran parte del cielo.
Tutti loro sono stati informati che devono vincere o morire, perciò, pur di raggiungere la vittoria, finite le armi, dovranno lanciare qualsiasi cosa abbiano a portata di mano, compreso capretti e cinghiali, ché molti non lo sapevano, ma sono perfetti macigni con corna e denti appuntiti che di dolori e di morti ne causano tanti quando ricadono su chiunque stia al di là.

Lo scontro avverrà a breve, ma, è pur sempre vero che, meglio è se il cammino già sarà disseminato di cadaveri dei nemici. Da quando hanno imparato che persino le parole uccidono, anche se le parole non hanno denti o lame affilate, hanno cominciato a stravolgerle, facendole così divenire pungenti, taglienti, penetranti, micidiali.

I loro insulti potevano essere uditi distintamente, poiché essi li urlavano a squarciagola:
"Cornuti! ... Venduti! ... Comunisti! (ne esistevano già da allora) ... Froci! ... Corrotti! ... "
Ma l'esercito di Golia cominciava ad avere la gola secca ed un gran caldo; per rinfrescarsi, tutti quei prodi hanno pensato bene di pisciare direttamente sui loro piedi arsi dall'arido terreno caldo; dall'insulso impasto di polvere e piscio è derivato tantissimo fango, che, subito dopo l'uso delle roventi parole, memori tutti di quel che era stato loro impartito, risultava la cosa più terrificante da lanciare addosso allo sbalordito nemico.
"E questo cosa è?", si domandavano tra loro. "Accidenti come puzza ... E' fango!". "Fango?". "Sì, fango fango". "Ma perché ce lo hanno tirato addosso?". "Ehi, ma tu chi sei? Non è che tutto questo fango mi nasconde che sei un nemico?". "Bèh, sai che faccio? Io, per il momento ti uccido, non si sa mai che abbia ragione a pensare che tu sia davvero un nemico".
Da allora, visto che di persone coperte di fango ne furono uccise tantissime, si capì che "IL FANGO UCCIDE". Golia, nel frattempo, prima di arrivare allo scontro finale, decideva di indebolire ulteriormente il nemico, attuando uno strategico piano per diffamarlo e ridurgli a zero la credibilità ...


Questo articolo è Copyright © di IoNonMollo.it - Riproduzione vietata      - Pubblicato 3 anni fa -




Lascia un commento

Nota: Siamo spiacenti, ma solo gli Utenti che hanno effettuato il Login potranno pubblicare commenti; ecco perché l'area di testo per te non è visibile.
Non sei registrato? Allora fallo ... Registrati ... Potrai subito partecipare!