Sono le ore 16:02:51 ... Finora hai trascorso 0 secondo su questa pagina.
Grazie per il tempo che ci dedichi. Diventa uno dei nostri!.

Habemus gubernatio!

...

♣♣♣♣♣

La lettura di questo articolo richiede solo 7 minuti del tuo tempo ... Potrebbero valerne la pena!



Il governo tecnico è fatto!

Il Presidente del Consiglio Monti ha finalmente reso nota la lista dei Ministri. Eccola:

ROMA, 16 novembre, - La lista del nuovo governo Monti con alcune note biografiche.

MARIO MONTI, 68 ANNI

Presidente del Consiglio e ministro dell'Economia.

Laureato in Economia alla Bocconi è presidente dell'Università milanese. E' stato per dieci anni commissario europeo prima per il Mercato interno e poi per la Concorrenza. Dal 2005 è International advisor per Goldman Sachs. Recentemente è stato nominato senatore a vita. Nel 2010, su incarico di Barroso, ha redatto un libro bianco sulle misure per il completamento del mercato unico europeo.

 

 

GIULIO TERZI DI SANT'AGATA, 65 ANNI

Ministro degli Esteri

E' diplomatico di carriera e per guidare la diplomazia italiana lascia la carica di ambasciatore a Washington che ricopriva dal 2009.

Prima di allora è stato a capo della rappresentanza italiana alle Nazioni Unite a New York, concentrandosi su Afghanistan, questioni umanitarie e protezione dei civili nei conflitti.

ANNA MARIA CANCELLIERI, 67 ANNI

 

Ministro dell'Interno

E' stata prefetto di Genova e Catania. Dopo avere ricoperto l'incarico di commissario a Bologna, attualmente è commissario del Comune di Parma.

CORRADO PASSERA, 56 ANNI

 

Ministro di Sviluppo, Infrastrutture e Trasporti

Dal 2007 AD di Intesa SP e dal 2002 AD di Banca Intesa. Nel 1980 è in McKinsey, dopo 5 anni passa a CIR come DG. Ricopre la carica di CEO di Mondadori e dell'Espresso-Repubblica. Nel 1992 passa a Olivetti come Co-CEO e nel 1996 diventa AD del Banco Ambrosiano Veneto. Nel 1998-2002 è CEO in Poste Italiane.

Monti ha detto che la storia di Passera è una importante premessa e promessa di una attività proficua senza che vi siano nelle nuove funzioni intralci legati alla sua attività passata".

FRANCESCO PROFUMO, 58 ANNI

Ministro dell'Istruzione

E' ingegnere e docente universitatio. E' presidente del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr).

PAOLA SEVERINO, 63 ANNI

 

Ministro della Giustizia

Avvocato penalista è la prima donna a ricoprire questo incarico. Vice rettore della Università Luiss di Roma.

E' stata, fra l'altro, legale dell'ex premier Romano Prodi nel caso Cirio.

Sentita da Reuters dopo la nomina, Severino ha preferito "non fare alcun commento prima del giuramento, perché mi sembrerebbe istituzionalmente non corretto".

ELSA FORNERO, 63 ANNI

 

Ministro del Welfare con delega alle Pari opportunità

Esperta di previdenza, vicepresidente del Consiglio di sorveglianza di Intesa SanPaolo, componente del nucleo di lavoro sulla spesa previdenziale presso il ministero del Lavoro, direttore del Cerp (Centre for Reserch on Pensions and Welfare)e docente di Economia politica all'Università di Torino.

GIAMPAOLO DI PAOLA, 67 ANNI

 

Ministro della Difesa

Ammiraglio, attualmente presidente del Comitato militare della Nato. Prima di andare a Bruxelles ha ricoperto l'incarico di capo di Stato maggiore della Difesa, dal 2004 al 2008. In precedenza era stato capo di gabinetto con i ministri della Difesa Carlo Scognamiglio e Sergio Mattarella.

LORENZO ORNAGHI, 63 ANNI,

 

Ministro dei Beni culturali

Dal 2002 è rettore dell'Università Cattolica, dove insegna Scienza politica nella facoltà di Scienze politiche. Fa parte del Servizio nazionale per il progetto culturale della Cei. E' membro del consiglio di amministrazione di Avvenire, di cui dal 2002 è vicepresidente.

RENATO BALDUZZI, 56 ANNI

 

Ministro della Salute

Professore di Diritto costituzionale, attuale direttore dell'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali. E' stato consgliere giuridico del ministero della Difesa, della Salute e delle Politiche per la famiglia.

MARIO CATANIA, 59 ANNI

 

Ministro delle Politiche agricole

Fino ad oggi Direttore delle politiche comunitarie e internazionali di mercato del ministero delle Politiche agricole, dove si è sviluppata praticamente tutta la sua carriera. Ha lavorato presso la delegazione italiana alla Ue.

CORRADO CLINI, 64 ANNI

 

Ministro dell'Ambiente

Medico, fino a oggi direttore generale del ministero dell'Ambiente. Ha fatto parte del cda dell'Enea, ha guidato la delegazione italiana alle trattative per il protocollo di Kyoto sul cambiamento climatico.

ANTONIO CATRICALA', 59 ANNI

 

Sottosegretario alla presidenza del Consiglio.

Docente di Diritto privato all'Università di Roma Tor Vergata, è stato segretario generale della Presidenza del Consiglio nel 2001 con Berlusconi capo del governo, segretario generale delle Authority per le comunicazioni ed è da 6 anni garante Antitrust, carica dalla quale sarebbe scaduto nel prossimo mese di marzo.

ENZO MOAVERO MILANESI, 57 ANNI

 

Ministro per gli Affari europei (senza portafoglio)

Collaboratore storico di Monti, è stato capo di gabinetto del commissario Ue Filippo Maria Pandolfi, prima di passare a collaborare con il commissario Ue Monti nel 1995. In precedenza era stato consigliere a Palazzo Chigi con i presidenti del Consiglio Amato e Ciampi nel 1992-93.

PIERO GNUDI, 73 anni

 

Ministro del Turismo e dello Sport

Titolare di un noto studio commerciale a Bologna, è presente in moltissimi consigli di amministrazione di società e fino all'aprile scorso è stato presidente dell'Enel; è stato anche all'Iri, sovrintendendo alle privatizzazioni, ente di cui è stato presidente del comitato di liquidazione.

FABRIZIO BARCA, 57 ANNI

 

Ministro per la Coesione territoriale

Docente universitario di Economia dello sviluppo, è stato collaboratore di Carlo Azeglio Ciampi, dirigente presso il ministero dell'Economia e delle Finanze, responsabile di ricerca nel Servizio Studi della Banca d'Italia e presidente del Comitato Ocse per le politiche territoriali.

PIERO GIARDA, 75 anni

 

Ministro per i rapporti con il Parlamento

Milanese, professore di Economia ed esperto di finanza pubblica, è stato Sottosegretario al Tesoro dal 1995 al 2001. Era nel gruppo di esperti sulla riforma fiscale incaricato di analizzare bilancio e patrimonio pubblico.

ANDREA RICCARDI, 61 ANNI

 

Ministro per i Beni culturali

Docente di storia contemporanea all'università di Roma Tre, è stato fondatore della Comunità di Sant'Egidio e come tale ha acquisito esperienza di cooperazione internazionale. Biografo di Giovanni Paolo II, artefice del trattato di Pace in Mozambico.

IN TUTTO SONO 18.
BELLA SQUADRA, ANCHE SE NON RISPETTA PROPRIO IL TERMINE "GIOVANE". OTTIME PERSONE, A PARTE TRE 'NEI'.
 
IL PRIMO (CATRICALA': SOTTOSEGRETARIO) PER ESSER PERSONA LEGATA AL CAIMANO GIA' PER ALTRE CIRCOSTANZE.
DOBBIAMO SPERARE CHE IL SUO DELICATO INCARICO NON SIA OPERA DI G. LETTA, IL MANOVRATORE OCCULTO.

IL SECONDO (CLINI: MINISTRO DELL'AMBIENTE) CON GIA' ALLE SPALLE UNA INDAGINE PER INQUINAMENTO AMBIENTALE.

DEL TERZO NEO (PASSERA: SUPER MINISTRO), MEGLIO NON PARLARNE. PER ORA!

 

A loro tutti, i nostri auguri di ben operare, col fine unico di ben condurre la nostra Nazione ai traguardi più ambìti.


Questo articolo è Copyright © di IoNonMollo.it - Riproduzione vietata      - Pubblicato 9 anni fa -



Habemus gubernatio!:
ha ricevuto 3 commenti. La partecipazione di soli 3 utenti determina che c'è scarso interesse per l'argomento.

  • Ivan   Ivan
       Valori: 485 ....... Rango: User

    Salve.
    Io non so cosa pensare.
    Il Governo Monti dovrà essere sostenuto (ovviamente) dal Parlamento. La Lega Nord ha già dichiarato che starà all’opposizione. Il PdL invece lo appoggerà. Ma già ieri il piccolo uomo ha dichiarato un No deciso alla Patrimoniale ed un Si alla legge sull’Intercettazione ed a quella sulla Giustizia. I soliti temi che lui mantiene sempre caldi.
    Come farà mister Monti a formulare leggi che agevolino lo sviluppo, se già il Pdl boccerà quella più sensata e coerente? Il caimano mantiene le redini anche di questo governo, ne sono sicuro, perché dunque la sinistra gli ha permesso di restare in piedi? Si lo so, la solita tiritera dell’amor patrio e della serietà, ma allora che vuol dire, che in altri momenti, quei sentimenti se li scordano a casa?
    Ecco, non mi facciano ridere quelli del PD, non ne ho voglia!
    Prima di accettare ad occhi chiusi la prevista e messa in atto “combinazione vincente” (governo Monti), avrebbero dovuto farsi dare il loro programma, capire quali punti essenziali avrebbero trattato, sapere se sarebbe stato un governo solo anti crisi o un governo a tutti gli effetti.
    Chi porterà avanti la Legge Elettorale? Se Monti ha dichiarato di voler rimanere fino alla scadenza naturale del mandato, quali altre incombenze attribuirà al suo mandato? Possibile che il suo sarà il “Governicchio” che dovrà riferire anzitempo al Parlamento ogni singola mossa? Ma allora che autonomia avrà?
    Conoscendo quanti “scilipoti” ci sono in giro, non credo assolutamente che l’attuale Governo possa avere vita lunga. Ci ritroveremo fra qualche mese a dover sopportare ancora la ridicolizzazione dall’Europa? perché stiamo sprecando altro prezioso tempo?
    Lo spread non cala, nonostante il Governo Monti sia ormai ufficializzato. E’ stato detto che i “mercati” aspettano di sapere quali manovre l’Italia intenda fare.
    Io spero che ne faccia una sola, subito: Dietro Front e….. Al voto!




  • Giovanna   Giovanna
       Valori: 390 ....... Rango: Esordiente

    Buona sera a tutti.
    Ho finalmente letto qualcosa di concreto, che caratterizzerà le azioni del nuovo governo.
    Se date un’occhiata alle linee programmatiche presentate da Monti, vi accorgerete che, a parte qualcosina inserita nella Spending Review, non vi è alcun contenuto, che faccia supporre immediati introiti, ma tutte condizioni che attualmente rappresentano altri esborsi.
    Si certo, saranno iniziali esborsi per migliorare il sistema e puntare direttamente alla crescita. E’ ovvio. Sarebbe come fornire le macchine alla polizia, se tra i suoi compiti è previsto anche l’inseguimento su strada.
    Ma lo Spread? Con quale artefatto si baderà a farlo scendere o, quantomeno, a tenerlo ai valori attuali?
    S’era anche ventilata l’ipotesi che, a far dimettere il precedente governo, fossero stati proprio i valori di Spread raggiunti. Eravamo sull’orlo del baratro, stavamo affossandoci inesorabilmente, le sabbie mobili stavano inghiottendo l’Italia. Ebbene?! Cosa è successo di nuovo. Aver brindato, ha esorcizzato i mercati? perché ora ce ne stiamo tranquilli, con un valore di Spread attestato a 4,97 punti percentuale?
    Ah già, questo è un momento critico per tutti. Anche Francia e Spagna subiscono lo stesso smacco, dunque? Cosa è successo? La Francia non ha più il tempo di occuparsi dei fatti nostri? Ora non corriamo più lo stesso rischio di affogare?
    Chi ha deciso questo svolgimento di fatti (o meglio sarebbe dire stravolgimento dei fatti) stà mirando ad altro, è lampante, almeno per chi non ha mai chiuso occhi, orecchie e naso.
    E non dimenticate di valutare un altro aspetto di tutta questa faccenda. Siamo ormai di fronte alla totale evidenza, di quanto il conflitto d’interessi investa appieno quasi tutto il governo. Ora non è più un dilemma amaro per la sinistra?




  • Donato   Donato
       Valori: 1075 ....... Rango: Frequent User

    Buon giorno.
    Il clima sembra essere cambiato anche nei Ministeri. I dirigenti e gli stessi impiegati dedicano più tempo al loro lavoro (non che facciano straordinari, semplicemente si distraggono meno con internet e con telefonate private).
    Tutto merito di super Mario?
    Visto il repentino cambiamento, potremmo dire di si. I nuovi “alti inquilini” tengono a dimostrare che, con le loro presenze di persone dedite al lavoro, riescono ad indurre più seri atteggiamenti anche negli altri.
    Il nuovo Primo Ministro dovrebbe discutere un attimino con il disgustoso Cicchitto, riguardo una sua infelice e sconcertante frase, dichiarata qualche giorno fa, con la quale poneva la questione delle riprese televisive e scatti fotografici effettuati dagli operatori, durante le sedute alla Camera, che ritraevano un “onorevole” con tablet collegato ad un sito pornografico ed altri “onorevoli” intenti in personali operazioni col telefonino.
    Ciò dimostra che alla Camera dei Deputati non è garantito neanche in termini minimi la privacy. Avevamo sollevato il problema già in una riunione dei capigruppo, ci era stato assicurato un intervento, ma nulla è stato fatto. Si tratta di una situazione del tutto inaccettabile, che va rimossa“.
    Il Presidente del Consiglio dovrebbe spiegare al capogruppo del PdL che è inaccettabile e deplorevole constatare come gli “onorevoli” NON rispettino il luogo “sacro” istituzionale; il Cicchitto serpeggiante avrebbe bisogno di sentirsi dire, una volta per tutte, che la privacy potrebbe essere applicata nei luoghi pubblici, solo se fossimo garantiti che, chi è preposto al controllo (in quel caso il Presidente della Camera dei Deputati), una volta venuto a conoscenza del cattivo adempimento, potesse applicare qualche esemplare sanzione, compreso l’allontanamento (non retribuito) per qualche giorno, per poi costringere, l’instabile “onorevole”, ad essere accompagnato dai genitori.
    Altro che avere diritto alla privacy. Io vi metterei addosso una telecamerina con tanto di microfono, per vedere e sentire ciò che fate e ciò che dite, 24 ore su 24. Come fanno in America per i detenuti in semilibertà. Col braccialetto.
    Cicchitto, vergognati!
    Il cambiamento in atto deve riguardare assolutamente chi frequenta gli ambienti parlamentari, perché è su di essi che pesa l’accusa pubblica. Non ci sentiamo rappresentati, perché sono lontanissimi dal nostro pensiero coloro che dovrebbe rappresentarci. Persone sottoposte ad indagini. Persone condannate. Persone che hanno rubato. Persone che fanno uso di droghe. Persone che si sono vendute. Persone blasfeme. Persone ridicole. Persone ignoranti. Persone che da quei luoghi dovrebbero essere allontanati con la forza.





Lascia un commento

Nota: Siamo spiacenti, ma solo gli Utenti che hanno effettuato il Login potranno pubblicare commenti; ecco perché l'area di testo per te non è visibile.
Non sei registrato? Allora fallo ... Registrati ... Potrai subito partecipare!