Visualizzato: volte    |     Redazione, 02/10/2013     GoHome
L'uomo sbagliato!
E' inutile!. E' tutto tempo sprecato. E' proprio l'uomo berlusconi che è sbagliato!.
Se mai ci fosse ancora bisogno, di avere altra manifestazione per stabilire come sia proprio l'uomo berlusconi ad essere mentalmente sbagliato, fuorviato, deviato, ebbene, questa ulteriore conferma ci viene dalla votazione avvenuta stamane in Senato, con la quale si dichiarava la fiducia al Governo Letta.


berlusconi luomo sbagliatissimo
Dobbiamo tornare indietro di qualche giorno... E' la sera del 28 settembre; sono le ore 18:00.
Dalla villa di Arcore parte un dispaccio che coglie tutti di sorpresa: Ministri del Pdl, dimettetevi!
Il Presidente Letta, che in quel momento si trova a New York per promuovere condizioni favorevoli di investimento in Italia, da quel comunicato viene deriso e frustrato. Il delinquente non ha ricevuto soddisfacenti garanzie di farla franca ed allora ha deciso, ignobilmente, che debba morire Sansone e tutti i Filistei.
A nulla valgono i frequenti tentativi dei suoi ministri di farlo ragionare; la mente del caimano è ormai andata. Decisione inamovibile!.
Decisione comunque che non ha accontentato le anime dichiaratamente responsabili del PdL, le quali, con a capo lo stesso segretario Alfano, promuovono la inevitabile scissione.
Un numero sempre più consistente di senatori del PdL si schiera a favore della fiducia a Letta.
Non più tardi di ieri il pregiudicato osava maltrattare il fidato Cicchitto, che chiedeva di porre in discussione la delicata questione politica, Ma gli ordini e le decisioni del 'dittatore' non sono eventi che possano esser messi in discussione. Cicchitto e le speranze delle 'colombe' sono state zittite. I falchi del partito hanno vinto!.
"...non senza interno travaglio e per favorire le aspettative ed il fatto che l'Italia ha bisogno di un governo che produca riforme istituzionali e strutturali, il PdL vota la fiducia al Governo Letta".
L'ineluttabile teatrino ha visto un ulteriore cambio di maschera. Tutto è avvenuto come da copione.
E' stato lui a pronunciare il suo inverso. Signore e signori, è andato in scena lo sfacciato psyconano. Classico!.
Sapete chi paga tutto il conto extra?. Grillo!.
Che si attacchi pure... Ora!. A cosa... Lo sa benissimo!.
Berlusconi non merita la tua lealtà, così come non merita la tua e la nostra pietà.
L'avvicendamento al potere del pazzo scatenato pregiudicato con la sua "prediletta marina", è solo l'apparente ed iniziale minor gravità, ma non deve indurti in errore di valutazione: Il ceppo è quello!
LORO sono complici naturali. LORO godono di tutto ciò che tolgono a tutti noi e che continuerebbero a toglierci, se lo permetterai ancora.
Apri gli occhi, la mente ed il cuore. Sii onesto con te stesso. La nostra Democrazia ci impone il rispetto dell'opinione altrui, è per questo che TU sei ancora in Italia, perchè io ed altri milioni siamo democratici. Ma TU devi almeno rispettare l'Italia e tentare di farlo diventare nuovamente il grande Paese che merita di essere.
Fuori dallo Stato i ladri e gli indegni. Chiunque ed a qualsiasi partito appartengano. Fai i nomi di chi merita il tuo disprezzo e vedrai, insieme li cancelleremo dalla scena politica e sociale italiana.
Così aveva pronunciato il delinquente, motivando la scelta, come al solito non mantenuta stamattina, di votare la sfiducia al Governo Letta: "Come può essere affidabile chi non riesce a garantire l’agibilità politica neanche al proprio fondamentale partner di governo e lascia che si proceda al suo assassinio politico per via giudiziaria?".
Eccolo, il garantista di sè stesso. Ecco colui che non si pone minimamente il problema di essere lui la mela marcia. Ecco il vero intento di silvietto, incapace di concepire in modo diametralmente opposta la formulazione della domanda: Come può essere affidabile chi, per proprio tornaconto di governo, riesce a garantire l’agibilità politica ad un vile pregiudicato?.
Meno male che la faccenda ha preso tutt'altra piega, altrimenti avremmo assistito all'assassinio della Giustizia.