- In questo periodo la moderazione è affidata a: Gaetano, da Zelo Buon Persico (LO)

Sono le ore 08:38:24 ... Sempre che l'orario del tuo computer sia ben sincronizzato!
Finora hai trascorso 0 secondo su questa pagina. Grazie per il tempo che ci dedichi. Diventa uno dei nostri!.

I dannati di destra e di sinistra azzannano

Fanno a gara a chi morde di più, a chi si ostina di più ed a chi le scaglia più grosse. Ma sono pezzenti e carenti di onore; ciò che li istiga sono soltanto i soldi disponibili che vorrebbero arraffare.
Non si può stare tranquilli se la destra avanza, poiché per ogni metro da loro concquistato, sul campo resta sconfitta la dignità di ciascuno ...
i-dannati-di destra

Uno spergiuro, un pregiudicato ed una fascista. Questo è il trio che compone la destra italiana; questo è il trio che vorrebbe concquistare il tuo cuore e successivamente mandartelo al macello.
Si è già scritto molto sulle ambigue ambizioni del ministro degli interni; quell'uomo è l'antologia dei rumors nelle menti degli italiani e lui utilizza quei rumors per farli diventare i gravi e reali problemi, alimentando un clima di esasperazione e prospettando continui nemici da combattere.
Salvini si inventa un "nemico al giorno", così, mentre accarezza e rifocilla le "sue" forze di polizia per farsele amiche, da quelle lui si aspetta protezione e sottomissione ed, ovviamente ed essenzialmente, anche i loro voti.

♣♣♣♣♣

La lettura di questo articolo richiede solo 3 minuti del tuo tempo ... Potrebbero valerne la pena!


Mostra il resto ...


I dannati di destra e di sinistra azzannano:
ha ricevuto solo 1 commento. La partecipazione di un solo utente non rende merito all'articolo.

  • Spagna   Spagna
       Valori: 100 ....... Rango: Esordiente

    Buona notte a tutti.

    L’ho capito; l’articolo è stato scritto con l’intenzione di tenere tutti gli altri esponenti politici ‘minori’ lontani dal contesto creato dall’autore. Ma come è difficile attenersi a questa sua scelta! E lo è in particolare quando si assiste a programmi che danno voce a certi delinquenti, con l’intervistatore (Mentana) che non fa il suo mestiere.

    Posso essere d’accordo che Mentana debba fare solo domande e aspettare le risposte, ma se per alcune egli interviene a ribadire che la verità conosciuta è un’altra, non si capisce perché non sia dovuto intervenire a ogni baggianata uscita dalla bocca del vecchio ciarlatano Berlusconi.

    Sembrava rimanesse lì impalato a permettergli di fare campagna elettorale e non a discutere domande e risposte; Mentana ha voluto mostrarsi accomodante con il solito pregiudicato, tornato addirittura ad attaccare la Magistratura. Ad un pregiudicato viene concesso di offendere la Magistratura, per un fatto già sentenziato dalla Cassazione. Vergogna!

    E cosa pensare inoltre, quando Berlusconi asserisce nuovamente che lui si ripresenta in politica per senso di responsabiità e per dare un futuro ai giovani. Cosa volete che ne sappia Berlusconi di lavoro per i giovani e delle loro preoccupazioni; tutt’al più Berlusconi capirà cosa potrà fare per lasciare ai suoi figli i capitali accumulati, frutto senza dubbio di macchinose illegalità. Berlusconi potrà capire di problemi aziendali e come districarsi per ottenere (magari anche corrompendo) più agevolazini, ma mai capirà i problemi degli operai. Accusava i 5S finanche per la possibilità di essere intenzionati a voler aumentare tasse, di voler porre una patrimoniale, di voler applicare tassazioni di stile francese su eredità e possessi di beni. Sparlava … basandosi soltanto su presunte sue ipotesi, ma certamente non attualmente al vaglio del M5S. E Mentana taceva!

    Ha parlato di tornare in Europa per continuare i legami, mai interrotti, con tutti i suoi “colleghi” che, secondo lui, lo stimano e lo aspettano a braccia aperte, come se tutti i più illustri parlamentari europei fossero anch’essi dei pregiudicati.

    Ha spiattellato che non è vero ciò che i leader dei partiti di centro destra vanno dichiarando e che il centro destra è e resterà sempre unito e che, quindi, le brutte cose che si sentono in giro in questi giorni sono solo parole da campagna elettorale. Ha ammesso, involontariamente, che i politici di destra sono falsi, bugiardi ed ipocriti. E Mentana zitto!

    E che dire di quella “maschiaccia” con le orbite degli occhi fuori e con le labbra sempre appuntite e stizzite, in segno di sfida continua? La Meloni è una donna che ha perso qualsiasi attinenza con la femminilità; una donna capace di onorare il fascismo, ma incapace di afferrare l’essenza della convivenza umana e delle relazioni. La donna fascista arriva a buttare all’aria la casa, la famiglia ed i figli al solo richiamo di qualche adunata.

    Meloni è la vergogna del femminile. Ma viene lasciata parlare di nazionalismo e di patriottismo. Di rinascita e di governo. Con lei!

    Lei che nel migliore e più roseo dei casi raggiungerà uno striminzito 6%, già si vede a governare con quell’altro scapestrato, falso e turbolento Salvini. OK, la facessero quell’ammucchiata, ma all’opposizione e sempre fuori dai banchi di governo.

    0



Lascia un commento

Nota: Siamo spiacenti, ma solo gli Utenti che hanno effettuato il Login potranno pubblicare commenti; ecco perché l'area di testo per te non è visibile.
Non sei registrato? Allora fallo ... Registrati ... Potrai subito partecipare!





logo-piccolo

La Direzione e la Redazione di questo Blog hanno deciso di bloccare l’accesso agli spioni americani.
BUUUUUUU... Abbasso Google ... Abbasso Google!  ... Abbasso Facebook. IoNonMollo se ne strafrega delle loro vendute statistiche!
Google e Facebook hanno invaso le pagine web con le loro miliardarie pubblicità, ad assoluto discapito della correttezza dei dati;
chi più pubblica i loro AdWords (annunci), più visibilità acquisisce, dunque non per l'eccellenza dei contenuti espressi.
E sono proprio gli ignari visitatori, TU, con i click effettuati, a determinare l'importanza del sito visitato.
Pensaci bene e sottraiti anche tu dall'essere considerato il 'mezzo' o lo 'strumento' dell'arricchimento di Google e Facebook.
Naviga i siti che non offrono spazi alla pubblicità, promuovi quelli liberi, escludendo invece quelli interessati ai compensi.


Tutti i Diritti Riservati © 2009-2019 - Divieto di Riproduzione, anche se parziale.