Sono le ore 16:33:14 ... Finora hai trascorso 0 secondo su questa pagina.
Grazie per il tempo che ci dedichi. Diventa uno dei nostri!.

Il “dopo europee” è cominciato nel peggiore dei modi: La Lega di Salvini presenta un emendamento per sospendere il codice degli appalti

Ecco quindi Salvini all'opera! Un ministro degli interni che, pur non avendo ruolo nell'economia reale, fa presentare un emendamento che potrebbe favorire le infiltrazioni mafiose nelle gare d'appalto.
La proposta non è solo indecente, è un tantino demenziale. Aver ricevuto più voti di quanti ne potesse mai ricevere in tutta la sua carriera politica, gli ha dato alla testa, facendo partorire idee farlocche e dannose alla sicurezza dei cantieri ...
il-gallico-salvini

Era da prevederlo che la troppa notorietà ubriacasse Salvini.
Lui non è mai stato un personaggio capace di raggruppare folle oceaniche. Ha sempre fatto politica aggrappandosi ai forti, dai quali ha preso lo slancio per innalzarsi.
Salvini sa bene cosa vuol dire "andare a rimorchio" e quanti benefici se ne possono trarre; pur essendo lui il capo, continua ad essere lui ad andare a rimorchio con qualsiasi fuoriuscito da FI o da altri partiti di destra e dintorni molto allargati. A Salvini non interessano le qualità individuali (vedasi i recentissimi casi di Siri e Rixi), anzi! Se nota qualcuno, che con la disonestà ci va a colazione e la fa franca, bèh, allora significa che quello è un "furbo", proprio il tipo di seguace che piace al capo della Lega.

♣♣♣♣♣

La lettura di questo articolo richiede solo 3 minuti del tuo tempo ... Potrebbero valerne la pena!



Ecco quindi, che l'opera debilitante e distruttiva di Salvini comincia a prendere forma: Un ministro degli interni che, pur non avendo ruolo nell'economia reale, fa presentare ai suoi un emendamento, che potrebbe favorire le infiltrazioni mafiose nelle gare d'appalto. E questo senza mai averlo fatto sapere ai suoi alleati, coi quali ha iniziato l'avventura governativa in netta dipendenza, proprio in virtù dell'unico metro adottabile in Italia: Elezioni politiche nazionali!

Non credo serva scrivere altro per puntualizzare l'abnormità di ciò che la Lega intende creare. Salvini suggerisce di inserire nel decreto la sospensione per due anni delle norme che regolano la partecipazione delle imprese agli appalti, al fine di facilitare i tempi di assegnazione e quindi di riapertura dei cantieri. Questo è ciò che pensa lui, dimenticando, come invece non farebbe qualsiasi sensata persona, che di fatto ostacola il cammino del decreto, mandando all'aria mesi e mesi di preparazione e di accordi ormai raggiunti, ma che forse non rappresentano più gli interessi di taluni, che gradirebbero avere ben spalancate le porte delle gare di appalto.

Altro che uomo di parola! Salvini cambia versione, a seconda di chi deve favorire tra i suoi "affiliati".

In effetti la "testa calda Salvini", o se preferisci il "gallico Salvini", visto il nuovo look assunto dal ragazzotto ministro. che molto è assente al ministero ma che molto è presente a tutte le manifestazioni con gli immncabili comizi finali, ha deciso di fare la voce grossa e far valere quello che, secondo lui (e molti altri disonesti e voltafaccia a dire il vero), dopo il risultato delle elezioni europee, è un fatto ormai acquisito: E' la Lega che ha il diritto di comandare e porre condizioni; gli altri partiti, M5S in primis, devono solo prenderne atto ed accettare le imposizioni.

Salvini, dunque, sta dimostrandosi un quaquaraquà, uno cioè la cui parola vale meno di un fico secco, sia quando disprezza, sia quando apprezza. Coloro che lo sostengono non impiegheranno molto a capire in che mani si sono messi. Quelli del M5S che lo hanno corteggiato ed innalzato se ne sono accorti ed hanno finalmente scoperto quanto viscidi ed egoista siano Salvini e la sua Lega.

Il M5S ha nel suo DNA l'instransigenza alle imposizioni ed ai domini oppressivi di persone mono mandatarie; aver lasciato che Salvini agisse dopo aver raccolto le esasperazioni della moltitudine degli elettori, è stato un errore politico grossolano e madornale, roba che condanna il bimbetto Di Maio ad essere sculacciato.

Salvini sta gradatamente risucchiando e spolpando tutto ciò che gli è attorno, meno quelli di FdI. E la ragione è semplice, oltre che evidente: Vuole trasmettere l'impressione di stringere la mano ai fascisti, senza però che venga egli stesso accusato di essere fascista; gli conviene.

In Italia, per colpa della passata classe politica mai attenta al sociale, ci sono nuovamente moltissimi simpatizzanti dell'appeso a testa in giù di Piazza Loreto. Sentendoli come i suoi più diretti confratelli, Salvini li vuole mantenere suoi alleati, senza però che essi siano identificabili direttante come parte della Lega. E' la dimostrazione che lui li schifa, ma allo stesso tempo se ne serve. Cosa che invece non attua con quelli di FI che invece sta letteralmente prosciugando, essendo quella l'unica parte di destra che ipocritamente si autodefinisce liberale come lui.

Salvini ha accordi segreti con qualcuno che ben lo ha indirizzato e credo che aumenterà ulteriormente il suo consenso nelle prossime settimane. Dovrà però sbrigarsi e creare le condizioni acché la credibilità del M5S traballi maggiormente e definitivamente, al fine di poter compiere appieno la sua terribile e temibile aggressione.

Se il governo reggesse invece fino all'autunno, quelli del M5S, con l'ausilio del Parlamento europeo, potrebbero portare avanti delle iniziative di governo, che metterebbero in difficoltà la diretta persona di Salvini, decretandone gradualmente la discesa.

Addio stella, la tua scintillante luminosità sarà oscurata rapidamente.

Salvini morirebbe (politicamente) ... Viva Salvini!


Questo articolo è Copyright © di IoNonMollo.it - Riproduzione vietata      - Pubblicato 2 anni fa -




Lascia un commento

Nota: Siamo spiacenti, ma solo gli Utenti che hanno effettuato il Login potranno pubblicare commenti; ecco perché l'area di testo per te non è visibile.
Non sei registrato? Allora fallo ... Registrati ... Potrai subito partecipare!