- In questo periodo la moderazione è affidata a: Gaetano, da Zelo Buon Persico (LO)

Sono le ore 16:34:43 ... Sempre che l'orario del tuo computer sia ben sincronizzato!
Finora hai trascorso 0 secondo su questa pagina. Grazie per il tempo che ci dedichi. Diventa uno dei nostri!.

Imperativo: Sfiduciate Faccia da Sberle!

...

♣♣♣♣♣

La lettura di questo articolo richiede solo 3 minuti del tuo tempo ... Potrebbero valerne la pena!


Mostra il resto ...

Imperativo: Sfiduciate Faccia da Sberle!:
ha ricevuto 6 commenti. La partecipazione di 6 utenti suscita discreto interesse per l'argomento.

  • Vera   Vera
       Valori: 355 ....... Rango: Esordiente

    Buon giorno.
    La votazione di ieri ha lo stesso sapore amaro che hanno avuto gli svariati voti di fiducia del governo Berlusconi. Ma ciò che infastidisce maggiormente è l’inutilità delle mozioni di sfiducia, se a presentarle sono coalizioni già perdenti, tipo quella formata dai partiti di opposizione del consiglio regionale lombardo. I 49 NO hanno ben prevalso sugli esigui 28 SI, ma lo sconcerto è totale, quando si intuisce appunto che il confronto era del tutto illogico e controproducente. Un’altra “mazzata” assestata dai pidiellini e dai leghisti ai partiti di sinistra. Un’altra occasione fornita dalla sinistra per consentire a quelli di destra di proclamarsi vincitori e perciò lecitamente dalla parte della ragione.
    C’è da prestare la massima attenzione a quello che i politici predisporranno per il futuro. Infatti potremmo avvertire lo stesso sapore amaro se arrivassimo alle prossime elezioni senza aver cambiato le regole e senza aver cambiato l’attuale nefasta legge elettorale.
    Solitamente i numeri non si prestano a manipolazioni. Gli uomini si, lo hanno dimostrato anche ieri in Senato. Persone vecchie, che dovrebbero apparire assennate, corrette e giuste, hanno ulteriormente tradito le aspettative. Altra situazione, altri numeri, altro scandalo: Votazioni in Senato per la richiesta di arresti domiciliari per il senatore Sergio De Gregorio accusato di associazione per delinquere, concorso in truffa e truffa aggravata per concorso in erogazioni pubbliche. Accuse tremende, surrogate dalla testimonianza di Lavitola. Anche qui i voti contrari sono stati 169 e quelli a favore sono stati 109. Però un fatto è certo. Il PdL (il partito a cui appartiene il maialotto De Gregorio) aveva a dispoizione 127 votanti; la Lega 22. E’ ovvio che la solita traditrice Lega si è naturalmente prestata alla porcata. Ma gli altri 20 voti da dove sono arrivati?
    E’ ora di finirla con questa presa in giro. Votazioni a scrutinio segreti quei vecchi bacucchi le devono avere nelle loro camere da letto. Quale inconcludente finalità può avere il voto segreto? Quale utilità, se non quella di potersi vendere?
    E voi, elettori di destra, siete sicuri di poter essere ugualmente felici e tranquilli continuando a votare quei 127 già drammaticamente schierati a favore dell’illegalità? Vi esorto a ricordare che a comandarli è sempre lo stesso vigliacco traditore della Patria, ma tanto, che lo scrivo a fare, se restate a destra è perchè siete come lui, gente meschina che apprezza i delinquenti.

    0



  • Avatar   Riccardo
       Rango: Ospite

    Delinquenti che vengono salvati da galera certa, da chi dovrebbe fare leggi per poterli subito arrestare.
    Gruppi politici che restano in carica, pur non rappresentando più la realtà della volontà popolare.
    Votazioni fatte al buio (segrete), giusto per permettere ad uno di destra di schierarsi a sinistra e viceversa.
    Un parlamento sottomesso e pronto a confermare che il suo dittatore è intervenuto per evitare beghe internazionali, sapendo però di far passare una put..nella marocchina per la nipote del presidente egiziano (questo è stato il vero affronto!).
    Aver avuto un politico che in un ventennio ha sempre dovuto smentire quello che aveva affermato il giorno prima.
    Ricatti, corruzioni, imbrogli, bordelli, menzogne ed ingiurie sono stati i “valori” imposti dal caimano, apprezzati e tramandati dai suoi servi.
    Uomini senza morale ed incapaci chiamati ad occupare posti di potere.
    I soliti padroni di poltrone super pagati che, anche se fanno fallire la società da loro amministrata, vengono comunque successivamente nominati per altri succulenti incarichi.
    Un popolo che permette ad un imprenditore di prendere le redini del potere assoluto e con esso beneficiare di tutta la macchina statale ad esclusivo e personale vantaggio; è notizia di qualche giorno che la Corte di Giustizia europea ha definitivamente condannato il governo italiano a dover pagare 10 milioni euro ad Europa 7 per la inqualificabile storia delle loro frequenze occupate per 12 anni da Rete 4.
    E’ assolutamente vero. Solo in Italia possono accadere simili porcherie.

    0



  • Avatar   Vasco
       Rango: Ospite

    Ho fatto dei gran giri per il Web, visitando un buon numero di Blog.
    La conclusione a cui arrivo è che gli articoli dovrebbero essere letti da persone direttamente interessate e preparate e che solo le stesse citate siano autorizzate a commentare.
    Si parla di Giustizia e di indagini, Travaglio cita gli avvenimenti che chiamano in causa Buffon. Ebbene, piovono decine e decine di commenti, i cui autori, per lo più ragazzini quindicenni (non che ce l’abbia con loro), si intrufolano in discussioni che hanno l’unico vantaggio di essere spiritosi ed entusiasmanti per eccesso di “espressioni di contorno”.
    Nonostante il gran numero di autori, lettori e partecipanti de “IlFattoQuotidiano”, trovo che certi articoli siano come le salsicce gratuite alle sagre cittadine (anche se di gratuito rimane ben poco). Travaglio riesce a catalizzare l’attenzione, ma se lo leggi con attenzione, ti accorgi che in fondo in fondo cerca solo di metterla sull’ironico, sapendo che questa tattica cattura più lettori e più simpatia per lui. Ma Travaglio non fa giornalismo serio. Travaglio ci mette del suo, non come caratteristica giornalistica, ma come umano che conosce i peccati umani e se ne avvantaggia in proprio.
    Quanto c’è di diverso dall’essere umano che lui ha sempre preso di mira e sulle cui sfortunate vicende il Travaglio s’ingrassava?
    L’articolo cita diverse anomalie di sistema e di uomini. Il pre, il durante ed il post Craxismo già conduceva a queste situazioni. Chi ce l’ha fatta a prendere quel treno, se ne è avvantaggiato ed ha cominciato a votare per la destra, chi è rimasto indietro, perchè occupato a fare il “figo” e l’intellettualoide, è rimasto appiedato, indietro e, per questo, invidioso ed incazzato.
    Non dico che sia stata giusta la scelta di coloro che viaggiavano comodamente seduti sul treno preso a volo, dico soltanto che, quando c’è tempesta, solo chi è stato all’erta e pronto, riuscirà a trovare rifugio e salvezza. Quando il cielo tornerà sereno, loro usciranno allo scoperto, pronti a ricominciare una nuova stagione di vita.
    Chi mai potrà chiamarli fessi?

    0



    • Avatar   Carlo Doria
         Rango: Ospite

         In risposta a: Vasco

      In effetti hai ragione, almeno in parte, almeno quando ti riferisci all’essere pronti e recettivi della situazione del momento. Hai ragione anche quando ipotizzi “pronti a ricominciare una nuova stagione di vita“.
      Ma tu li hai mai visti gli italiani mangioni “pronti a ricominciare una nuova stagione di vita“? Io mai!
      Chi ha imparato che si può andare veloce, stando comodamente seduto su un treno in corsa, non vuole più scendere, specialmente se su quel treno gli offrono pure la colazione.
      Gentile Vasco, tra le tue parole non ho notato toni vili ed accusatori, per cui considero il tuo intervento leale e comunque ponderato, ragione per cui ti lascio il mio buon saluto.

      0



  • Renata   Renata
       Valori: 525 ....... Rango: User

    Ciao amiche ed amici.
    Siamo tutti, o quasi tutti, convinti che la politica rappresenti ormai un incessante “inno alla noia“. Ne siamo talmente nauseati, che neanche tonnellate di flebo di adrenalina riuscirebbero a farci rinsavire e tornare attivi cittadini del nostro sistema.
    Mi sembra dunque logico concludere, che a godere, per questa assonnata situazione, siano coloro che hanno voluto detta condizione. Mi appare altresì logico osservare con quanta credulità ogni frase, scioccamente pronunciata da un tal Formigoni o da un altro tal Bersani, venga respirata, inatala, e messa in circolo cerebrale dalle masse degli indistinti ascoltatori.
    L’estate è ormai alle porte. Sarei pronta a scommettere che qualsiasi problema passerà in terz’ordine.
    Gli immancabili assidui vacanzieri (ce ne sono troppi in Italia) vorranno certamente sapere se la Fornero verrà sfiduciata, o se la terra trema ancora in Emilia. La sostanziale differenza starà nella loro futura latitudine/longitudine; forse, le questioni li raggiungeranno, li solleticheranno e loro, moltitudini di vecchietti seri e meritevoli e di giovani mantenuti, sempre aperti a nuove speranze, faranno una riluttante smorfia, mentre continueranno a rimanere sdraiati su qualche lontano lido asiatico, a sorseggiare degli aromatici cocktails.
    Il loro meritato riposo stà avvicinandosi. Perchè continuare a discutere? Perchè dare adito alle viscerali provocazioni del nostro amico Antonio? Lasciamo che le loro menti comincino a divagare, ad immaginare, a gioire. Lasciamo le loro menti libere di volare lontano, leggère, come le rade nuvole.
    E poi, chiudiamo i confini. Fuori, cialtroni irresponsabili!

    0



  • Avatar   Luigi
       Rango: Ospite

    “Faccia da sberle”, come lo avete nominato, non si dimette ancora.
    E’ talmente convinto di quello che dice, da fare quasi tenerezza. Possibile che invece sia così stupido e banale? Possibile che non si renda conto della gravità delle sue azioni?
    Ha dichiarato ai giornalisti: “Tutto quà? Dove è l’atto corruttivo? Dove sta la corruzione? Io, leggendo il fascicolo, ritengo di aver nulla da temere“.
    Vuoi vedere che la procura milanese non capisce più dove siano i reati e quando classificarli tali? Vuoi vedere che Roberto Formigoni (ditemi ciò che volete, ma per me è un diverso, froscio e pederasta) ha speso tutti quei soldi, perchè è un ricco di famiglia e, dunque non aveva benefici derivanti da quelle regalie, in fin dei conti divenute milionarie? Vuoi vedere che Daccò era il suo amante segreto, ecco perchè gli pagava tutte quelle costosissime trasferte e ferie?
    Brutta “faccia da schiaffi” dimettiti, perchè sei diventato una vergogna te, con tutto il PdL che ovviamente ti protegge.
    Sono curioso di sapere come si comporterà Maroni. Gli è rimasta qualche ramazza per far ulteriore pulizia, o dirà le solite farneticanti motivazioni, giusto per mantenere in vita il tanto osannato governo lombardo?

    0



Lascia un commento

Nota: Siamo spiacenti, ma solo gli Utenti che hanno effettuato il Login potranno pubblicare commenti; ecco perché l'area di testo per te non è visibile.
Non sei registrato? Allora fallo ... Registrati ... Potrai subito partecipare!




Tutti i Diritti Riservati © 2009-2020 - Divieto di Riproduzione, anche se parziale.