- In questo periodo la moderazione è affidata a: Gaetano, da Zelo Buon Persico (LO)

Sono le ore 02:54:46 ... Sempre che l'orario del tuo computer sia ben sincronizzato!
Finora hai trascorso 0 secondo su questa pagina. Grazie per il tempo che ci dedichi. Diventa uno dei nostri!.

La casa dei fascisti.

...

♣♣♣♣♣

La lettura di questo articolo richiede solo 3 minuti del tuo tempo ... Potrebbero valerne la pena!


Mostra il resto ...

La casa dei fascisti.:
ha ricevuto 48 commenti. La partecipazione di 34 utenti rende l'argomento scottante

  • Antonio   Antonio
       Valori: 2485 ....... Rango: Veterano

    Buona sera a tutti. Benvenuto "Sanlusti", possiamo conosere il tuo nome o preferisci essere nominato proprio così? Andare a ficcarti nella tana di quegli incapaci, non deve essere stato gradevole, nè tantomeno meritorio, ma solo riduttivo. Lì vi albergano persone di bassissima moralità e altre che mirano a sostenere un personaggio che, secondo loro, è l'unico in grado di esaltare ed ostentare una indole ribelle, capace di stravolgere il naturale andamento delle parti democratiche, il loro ducetto in definitiva e quindi il berluska di fatto. Credono che debba essere il furfante più forte a sostenere le sorti di tutti gli altri; pecccato però che non si rendano conto che, se loro stessi dovessero  subire le angherie ed i soprusi dei forti, sarebbero i  primi ad opporsi, diventando così quelli di sinistra. IlGiornale online offre ai lettori sia la pancia sia il coltello. E' un giornale strafottente e per niente incline a scrivere la realtà con obiettività, ma sempre di parte e, quando dico sempre, intendo quando c'è da discutere di Berlusconi e di PdL. E loro discutono solo di questi. Un'intera redazione è messa lì per preparare i testi e ciò che si deve scrivere, badando a qualsiasi aggettivo. Ultimi esempi le disavventure giudiziarie e medico-cliniche del loro padrone. I titoli esprimevano pressappoco così: I PM all'attacco di Berlusconi… – La magistratura attacca Berlusconi… –  I processi instancabili non si fermano per Berlusconi… – I Medici fiscali attaccano Berlusconi, no all'impedimento – Accanimento giudiziario, stavolta dalla Procura Partenopea – Vogliono condannare Berlusconi –  Berlusconi è già stato condannato – Processi farsa, il cavaliere sempre assolto – Chi paga per gli errori della Magistratura – Toghe di sinistra – MAgistratura politicizzata – e così via, all'infinito. I commenti non graditi, quelli cioè i cui contenuti potrebbero sparare qualche verità agli occhi di tutti, non passano le forche dei moderatori, abili a bloccare il pensiero degli infiltrati. Ho letto invece un intervento di un utente senza dubbio accreditato:

    cast49
    Ven, 08/03/2013 – 11:09

    baldo1, ma che cazzo dici, testa di minchia? Berlusconi i processi se li è fatti a differenza dei komunisti che nn sanno neanche cos’è un tribunale…pensi che non si sia presentato perchè ha paura della zoccola? oggi o fra una settimana sempre la zoccola lo manderà in galera; i conigli siete voi komunisti di merda che siete ammanigliati alle toghe rosse perchè vi salvino il culo…siete la peggiore razza umana, anzi disumana…

    Ecco a quali livelli si inabissa il giornale e per che tipi di persone è pubblicato. La mentalità e l'intelligenza impiegate lasciano molto a desiderare, e quei buoi sono mansueti e docili da incolonnare e pronti a preparare i solchi. Gli autori è meglio che non li nomino, altrimenti divento peggio di quel misero cast49. Però uno mi sta particolarmente sui cog…… E' quella specie di serpe infame che porta il nome di Marcello Veneziani, lo scribacchino del cucù di sua sorella. Faccia di m….. molto simile al suo cu.. rotto. Persona con più bassa moralità di quello non ce ne stanno. sulla Terra. Per berlusconi e per il pdl si farebbe impalare e tutto quel che scrive sa di sporco e di menzogna. Con lui è pienamente sviluppata la teoria quantistica del costo degli ignobili individui al soldo della famiglia berlusconi.

    0



  • Elena   Elena
       Valori: 2905 ....... Rango: Veterano

    Anzitutto, ben venuto a "Sanlusti". Buona domenica a tutti.
    La classe dirigente, la redazione, i giornalisti, gli sciacquini e gli autisti, insomma chiunque abbia a che fare con ilGiornale è un emerito mascalzone. E su questo non ci piove.
    Mi fa meraviglia che taluni, per "voler capire", si mescolino a detta gente.
    Cosa c'era da capire gentile Sanlusti? E poi. Qui da noi non ti sei neppure presentato e già hai considerato l'ipotesi di creare il "caso".
    Sarà perchè non mi garba il nome, sarà per il passo non corretto effettuato qui, ma per il momento non interverrò a qualsiasi altro tuo commento.
    Elena
     

    0



    • Giacomo   Giacomo
         Valori: 690 ....... Rango: User

         In risposta a: Elena

      Buon giorno a tutti. Mi scuso per non aver seguito una fondamentale regola del Blog. Sono un argonauta non abituato alle buone maniere, però lo confesso, quando ho letto anche il rimprovero di Elena (grazie Elena, spero mi perdonerai) mi son dato dell'imbecille e del cafone da solo.
      Il mio nome è Giacomo e sono dalla provincia di Treviso. Ho 44 anni, single per scelta.
      Mi tocca dunque rispondere, lo faccio volentieri.
      Quelli che vanno di là, non lo so perchè ci vanno. Io ci sono andato, perchè mi sembrava fossero pochi quelli pronti ad ostacolare tutte le illusionistiche frasi pro caimano, che i "guru" dell'informazione, se così si possono chiamare gli scribacchini de ilGornale, diffondono a gogò.
      Da quelle pagine infatti scaturisce una figura del cav quasi angelica, da magnificare e seguire con venerazione. Ma, a chiunque io ho chiesto di scrivermi cosa avesse realmente fatto per lui Berlusconi, mai ho avuto risposte. Ciò rafforza la mia ipotesi, che la maggior parte dei "seguaci" berlusconiani è solo ignorante ed è stata "indottrinata" con qualche promessa mai mantenuta del tutto, ma che ancora spera di veder realizzata. E' ovvio, che gli unici a guadagnarci sono proprio quelli de ilGiornale. Se Berlusconi scompare, chi li legge più? Ormai si sono sputtanati, o suoi o di nessuno e loro lo sanno. Io sono convinto che la loro presenza è dettata dalla volontà di andare addosso a chiunque voglia ostacolare il loro capo e non importa che si mettano contro le Istituzioni, siano esse legislative, esecutive o giudiziarie. Berlusconi non si tocca, sempre secondo il loro credo. Sono degli originari falliti, scelti proprio per questo e messi di nuovo su dal cavaliene nero e perciò molto devoti.
      Ringrazio la Redazione del Blog per aver accettato di pubblicare in fondo pagina il mio motto: FUORI DALLA PUBBLICA INFORMAZIONE GLI SCRIVANI DI PARTE!
      Giacomo

      0



  • Luciano   Luciano
       Valori: 350 ....... Rango: Esordiente

    Buon pomeriggio.
    Un diffamatore, pregiudicato graziato, di nome Sallusti torna libero e può continuare a scrivere.
    E cosa scrive? "Barbari. Magistrati di Milano senza vergogna".
    Un altro suo scrivano – Stefano Zurlo – tuona in testa al suo articolo "Pm barbari, accaniti sul Cav malato". Il Cav, con la C maiuscola, è ovviamente il cavalier Berlusconi, il plurinquisito imputato.
    Io non voglio tornare a discutere del perchè Napolitano abbia deciso di graziare Sallusti, ma mi domando, stupito, come possa quel mezzo vampiro e mezzo sciacallo continuare ad oltraggiare i magistrati, senza che quest'ultimi reagiscano, vista anche la recidività del caso. Qui si tratta di offese pubbliche gravi e per qualcosa che nemmeno riguarda lui personalmente. Certo, è stato toccato il suo padrone, che lui ritiene molto più  degno di essere difeso. Berlusconi ha una congiuntivite, anzi no, l'hanno definita uveite.
    Non voglio entrare nel merito medico oculistico, anche perchè non ne avrei la competenza, ma se fino a qualche giorno fa e, suppongo, anche da dopodomani, quando uscirà dall'ospedale, il gran cavaliere ha sempre gradito intervenire nei salotti televisivi eccezionalmente illuminati, ditemi voi se questa uveite non è l'ennesima storia inventata per non essere presente alle udienze che lo vedono imputato.
    Ancora una volta Berlusconi ha dimostrato di essere un impreparato scolaretto, o un fannullone che non vuol recarsi al lavoro, trovando scuse puerili ed indegne per una persona seria. Altro che l'imbattibile duellante che andava blaterando: "A me piace affrontare di petto le ostilità e più sono dure e difficili, più mi diverto". Oh, Berluska, hai finalmente trovato pane per i tuoi denti eche fai? Ti sottrai? Che figura di M…..!.
    E' andato a rifugiarsi in ospedale, per una uveite.
    Io vorrei sapere quanti di voi hanno mai sentito di qualcuno ricoverato per uveite. Al massimo, ho visto qualche disgraziato al pronto soccorso con dei pezzettini di ferro conficcati nell'occhio. Medicato ed a casa!
    A Berlusconi, inizialmente, lo hanno ricoverato in una normale stanza a due letti – da solo, a nostre spese, solo dopo, al San Raffaele, si sono vergognati e lo hanno trasferito nel reparto dei paganti.
    Vorrei solo che Bersani e Grillo facessero in fretta a mettersi d'accordo, con qualsiasi soluzione; facessero questo benedetto governo transitorio, che transitorio proprio non sia e che Berlusconi, oltre ad essere penalmente condannato, venga venga tenuto lontano per 5 anni dai pubblici uffici. Dovrà fuggire, come ha fatto il suo amico Craxi, prima che venga raggiunto da qualche ordine di cattura.
    Stiamo a vedere e, di certo, ne vedremo delle belle. O delle brutte?

    0



  • Andrea   Andrea
       Valori: 500 ....... Rango: User

    Va bene così, Giacomo.
    Ti sei redento e perciò meriti anche il mio benvenuto.
    Io sulle pagine di quel giornalettino per monelli, non ci sono mai andato e mai mi è capitato tra le mani. Solo oggi ho dato una sbirciata di assoluta curiosità. E' incredibile, ve lo assicuro. Dopo appena tre articoli iniziati a leggere, non ce l'ho fatta a continuare. Sono così agguerritamente meschini e servi del cav, da sembrare posseduti dal demonio. E che diamine, fermateli, arrestateli, rinchiudeteli. Sono tutti da manicomio!
    "Domani Napolitano vedrà il Pdl: fermerà l'assalto giudiziario contro il Cav?" – "Alfano: "I PM vogliono eliminarlo" – "Continua l'assalto giudiziario nei confronti di Silvio Berlusconi" – "La Procura di Napoli va all'attacco. Chiesto il giudizio immediato" – "Cicchitto: Medici nazisti" – "Assalto giudiziario a Berlusconi, eletti Pdl in marcia verso il tribunale".
    Come si fa a dare filo o spago a questi invasati?  Bisogna dirglielo subito che sono considerati dei gran pezzi di M…., così la finiscono. Anche a controbattere con quegli utenti, accresce l'idea che l'articolo sia seguito, perciò la redazione pensa di far bene a continuare le pubblicazioni di certo tipo di articoli.
    Berlusconi è "ricoverato" al San Raffaele. I suoi medici curanti, con a capo il froscio anestesista arricchito, hanno dichiarato che il presidente (sputo) berlusconi ora soffre anche di una forte ipertensione – si scrive ipertensione, si legge grande fifa.
    A chi vogliono darla a bere? Ma certo. In un ospedale come il San Raffaele, forse il migliore in Italia, se vogliono far venire l'ipertensione a qualcuno, lo sai quanto impiegano? Due secondi! Quel zangrillo è anche capace, per mantenersi il ricco cliente, di farlo apparire moribondo e senza più respiro, Ecco a cosa s'è ridotto l'impavido ed aitante condottiero del pdl: Un semplice cagasotto!
    Malato, ossessionato, quasi cieco – Nessuno mi leva dalla testa che a procurargli quel male agli occhi siano stati gli interventi di lifting ai quali il verme s'è sottoposto in forma continuativa. Ecco, votatelo e fatelo presidente della repubblica, così come vorrebbero i suoi, tanto quello ha poco da gioire e da vivere ancora. Ma, fino a quando il suo desiderio non potrà essere esaudito, è giusto che venga esaudito il nostro desiderio: IN GALERA, DELINQUENTE!
    Forza Ilda, sei tutti noi. Non demoralizzarti e conduci fino in fondo tua battaglia di Giustizia e la nostra battaglia per la Democrazia.
    Quell'uomo è un animale sanguinario, che non merita pietà.
    Mentre scrivo ho appreso che gli eletti del pdl lombardo stanno dimostrando davanti il Tribunale di Milano. Sono poco più di venti e la foto che ho caricato li mostra tutti: 11 galline e13 asini. Ecco perchè berlusconi prima aizzava alla rivolta e poi ha voluto fare il signore che rispetta le Istituzioni Repubblicane; ha saputo che c'erano le solite mignottelle ed i soliti cornutelli. Avrà giustamente pensato: "Con questi qua, che ho scelto per essere sempre montati, non arrivo da nessuna parte, cribbio".
    Ha tanta sacrosanta ragione.
    Berlusconi, ARRENDITI… E VIENI FUORI A BRACCIA ALZATE!

    0



  • VivaNapoli   VivaNapoli
       Valori: 480 ....... Rango: User

    Buona sera amici. Benvenuto Giacomo.
    La storia che il pdl si rechi a Roma, dal Capo dello Stato, spero risulterà la Caporetto di quel partito e di Berlusconi; basterebbe che, alla richiesta del bamboccio angelino, stavolta il vecchio napoletano rispondesse candidamente e seccamente: "E mo' che ci vulite fà. Io sono anche il presidente del CSM, che, tradotto, vuol dire il capo della Magistratura. Cosa vorreste da me, che io vada contro il mio stesso regolamento, per fare un favore ad uno che si barrica in un ospedale? Ma perchè il vostro leader non ci ha pensato prima a non far arrabbiare i giudici? Io non posso farci niente. Al massimo, posso offrirvi na tazzulella e cafè. A vulite?".
    Questi mangia pane a tradimento hanno la faccia più tosta delle pietre. Credono di poter ottenere quello che vogliono, solo perchè sono eletti dal popolo. Ma quale popolo e popolo? Questi sono eletti da una classe di lecchini peggio di loro e ne sono i degni rappresentanti. Basta anche osservare la foto del commento di Andrea. Eccole, guardatele, specialmente le "gran signore del c…..". Vi sembrano dispiaciute e preoccupate di trovarsi nel posto da dove potrebbe partire l'ordine d'arresto per il caimano? Per me no, è come se si ritrovassero sulle scale del sagrato di una chiesa per intervenire ad un matrimonio. Vi dispiace se vi dico comunque che in quel partito ci sono delle belle manze? Bisogna ammetterlo. Il capo dei ruffiani le sa scegliere le sue pecorelle. Chiamatelo fesso, il porco!

    0



  • Claudio II   Claudio II
       Valori: 555 ....... Rango: User

    Buona sera.
    Come al solito, la battutella napoletana ci azzecca sempre. "A vulite na tazzulella e cafè?".
    La Polizia di Stato avrebbe dovuto intervenire e magari in tenuta antisommossa e con tanto di manganello alzato. Come hanno potuto permettersi quei bastardi di occupare uno spazio della Giustizia? Come si possono permettere quei farabutti di far pressione sui comportamenti della Magistratura? Sono tutti da denunciare. La Mussolini zoccoliana, era tutta avvolta nella bandiera delle corna sue. Che destra vergognosa e senza ritegno. Se l'è cercata buona la compagnia il vecchio maiale!
    Peccato che non sono entrati nelle aule, magari a qualche guardia, un tantino ignorante e inconsapevole di chi aveva davanti, poteva venire in mente di ricorrere alle stanze segrete con tanto di sbarre. Tutti Dentro!
    E' vero, cazzo, c'erano, potevano farli entrare e poi chiudere i portoni. E giù botte. Sai la sguaiata nipotina napoletana come si sarebbe messa a urlare piagnucolosa.
    Chissà se il delinquente berlusconi è soddisfatto dei suoi. Io direi di no, perchè erano davvero pochini e sembravano divertiti. Avevano fatto qualcosa di destra, senza essere fascisti, roba che non capitava dal liceo. Le immagini sono state strette attorno a quel centinaio di persone, per lo più curiosi, giornalisti e reporter, per far pensare alla grande adunata. Invece è stato un flop sonoro. Ecco perchè non voleva, il nano diversamente alto! Ora ci hanno mostrato la loro forza e noi la conosciamo. Mi fa specie non aver visto intervenire qualche drappello ben organizzato di oppositori di quel gruppetto. Ci saremmo divertiti, finalmente, a vedere quelle 4 oche e quei 4 polli fuggire starnazzando. "Ahi, i comunisti. Ahi, che botta!
    Non ho ben capito se c'era anche Sallusti il vampiro con la Santapocoetroiatanto. Forse è rimasto a scrivere qualche altra vigliaccata delle sue. Dovevano lasciarlo in carcere, altro che graziarlo, quell'emerito figlio nato capra da una pecora.

    0



  • Egidio   Egidio
       Valori: 230 ....... Rango: Esordiente

    Ecco, s'è verificato. Andrea, molto intelligentemente, l'aveva previsto.
    Buona sera a tutti.
    Berlusconi ha uno "scompenso pressorio", che in definitiva vuol dire uno scompenso cardiaco ipertensivo, dovuto quindi ad una pressione arteriosa sanguigna alta, che il cuore mal sopporta.
    Nulla mi leva dalla testa che proprio quel medico, zangrillo, specialista, nonchè primario di anestesia all'ospedale San Raffaele, abbia somministrato qualche medicinale al suo assistito, con la condiscendenza di quest'ultimo, se non, addirittura sotto richiesta esplicita di quest'ultimo.
    Il caimano s'è visto perso.
    Perso per perso, avendo come unico scopo il voler apparire quel che non è, ha preferito correre qualche rischio, piuttosto che arrendersi all'evidente sconfitta, anche morale. I medici legali non credo avessero anche la possibilità ed il mandato di fare analisi chimiche sul paziente imputato. ragion per cui, è stato estrememente risolutivo ricorrere all'espediente farmacologico.
    Tutto questo avveniva mentre Crimi, capogruppo in pectore dei senatori M5S dichiarava la volontà di voler votare l'ineleggibilità di Berlusconi, nonchè l'eventuale autorizzazione a procedere, nel caso di richiesta d'arresto.
    Il gioco si fa duro e le mosse, da una parte e dall'altra, sono emblematiche, non fosse altro per questa situazione politica senza sbocco, visto il perdurare della convinzione di Grillo, nel non voler appoggiare un governo PD-M5S. Ma, forse qualcosa si smuove; forse i "genieri" della politica stanno finalmente intuendo che è tempo di passare ai fatti e questo, potrebbe, finalmente, rappresentare la fine delle ostilità e l'inizio degli accordi. PD con M5S, chi altro?

    0



  • Claudio   Claudio
       Valori: 2620 ....... Rango: Veterano

    Buona sera e ben arrivato a Giacomo.
    Scrivo subito che del delinquente Sallusti non discuto, così evito anche di farlo per quel cesso di latrina, che tutti continuano a chiamare Giornale.
    Il capo assoluto di quel cesso, ogni tanto non riesce a digerire, per cui, ogni volta che sente l'intestino pronto a scoppiargli, preferisce spostarsi là dove più comodamente riescono a fargli qualche clistere.
    La sua reale malattia è la stitichezza cerebrale. Lui si intasa il cervello con le sue cazzate e poi pretende che il popolo bue le assorba. Quando non riesce a farle bere (le sue cazzate), allora si intasa, perchè lui comunque continua a produrne altre, cominciando così ad ingolfarsi, ad andare fuori di testa, fino ad aver bisogno dell'infermiere che gli faccia lo sciacquone mentale. "A Silvietto, sta' un po' fermo con le meningi" gli urla Paperino (un infermiere addetto agli spurghi del San Raffaele), "non lo vedi che ancora non hai digerito le minchiate che ti sei inventate l'altro ieri? Guarda un po' te, cosa me tocca farti" e così dicendo gli estrae i tappi (gli occhi) dalle orbite e comincia a spruzzargli a gran pressione musichette, fiabe e dolci ninna nanne. Dopo questa terapia d'urto, lo psiconano torna in sè, ringrazia, paga e se ne va.
    Stavolta, è appena ritornato, che incontra subito Paperino, il quale, meravigliato, gli domanda: "A dottò,, di nuovo qua? Sò passate appena 36 ore".
    E Berlusconi: "Ma no, Paperino, stavolta giuro, non è colpa mia. Stavolta son venuto, perchè son proprio i tappi che mi fanno male. Lo sai no? Quei giudici giustizialisti vogliono farmi la pelle, mi vogliono ingabbiare. Mi interrogano continuamente e mi puntano i riflettori costantemente addosso, sugli occhi. Poi ho dovuto fare molta televisione (mi hai visto?) ed anche lì, non ti dico, troppe luci. I miei poveri occhi stanchi non hanno sopportato e con essi anche il mio cuore. Lo sai che ho la pressione alle stelle? Oddio, vabbè che io vicino alle stelle ci sto da sempre, sono una celestiale creatura e brillo di luce propria. Ora però voglio mandare i miei elettricisti a spegnere tutti i faretti del Palazo di Giustizia di Milano, così i miei occhi ed il mio cuore, potrano finalmente riposare".
    "Ho capito, và, Silviè. Su vieni, dammi la mano. Stavolta al posto giusto ti ci accompagno io. Nun te preoccupà. Là, dove annamo ora, so tutti amici. Amici per la pelle".
    E i due scomparvero dietro una porticina, da cui proveniva un candido bagliore.
    Dopo un po' s'udì una voce inusuale: "Chi è che disturba a quest'ora?".
    "So' Paperino, rispose l'infermiere, ci stà il…
    (continua)

    0



  • 10°
    Giulio   Giulio
       Valori: 600 ....... Rango: User

    Buona sera a tutti. Benvenuto a Giacomo.
    Se quelli del PdL non li chiamo "BASTARDI", io non riesco a stare tranquillo. E bastardi lo sono per molteplici motivi, primo fra tutti per l'indegnità di rappresentare una parte di popolo che, seppur colpevole di ignoranza e di sbadataggine, pensa di credere in qualcosa che invece è solo la promiscuità di potere dei loro eletti.
    Ieri, i bastardi, si sono avventati contro il Palazzo di Giustizia di Milano, dov'era in svolgimento il processo "Ruby". E' l'azione più deplorevole e vigliacca che esponenti dello Stato potessero mettere in atto. Hanno "devastato" una parte intoccabile dello Stato; ma ciò che più mi altera è sapere che quella scena è stata prodotta da persone che fino all'altro ieri facevano le "zoccolette" o gli pseudo manager di sè stessi.
    IlGiornale, come ha scritto Claudio, è davvero il cesso dei giornali ed i "cola inchiostro", tutti lecchini e servi della famiglia, andrebbero depennati dall'albo e schifati a vita dall'opinione pubblica.
    Hanno scritto: "Il Presidente Napolitano ha espresso rammarico, in particolare, per quanto è accaduto ieri ed è sfociato in una manifestazione politica senza precedenti all'interno del palazzo di giustizia di Milano. Ma convoca il comitato di presidenza del Csm". L'ultima frase, appositamente scritta così per sminuire la gravità della condanna di Napolitano per quella scellerata azione.
    Oggi il nano ha ripreso a far divulgare le sue note, per cui si può ipotizzare che stia meglio, pur rimanendo barricato nel San Raffaele. Le sue parole di ieri dovrebbero far molto riflettere "Ma basta con questi moderatismi, non ne posso più di queste cautele! Vogliono arrestarmi, farmi fuori, dovete reagire! Vi voglio tutti a palazzo di Giustizia, vogliono crocifiggermi!".
    Capito perchè aveva la pressione alta? Ci credo che gli poteva prendere uno shciopp! Peccato che ogni volta è solo una probabilità e mai una verità. Ma con lui, aspettarsi delle verità è la vera utopia.
    Bravo Claudio, mi è molto piaciuta la tua storiella; è anche molto appassionante e suscita curiosità. Scrivici, per favore, come finisce.

    0



  • 11°
    Massimo   Massimo
       Valori: 500 ....... Rango: User

    Salve amici.
    A chi pensava che quel meschino personaggio, che veste i panni del Presidente della nostra Repubblica, ieri avesse svolto degnamente il suo ruolo, la notizia di questa mattina gli sarà arrivata come una bacchettata tra capo e collo, come il crollo di una trave sulla testa.
    Al pari di qualsiasi altro vecchio rincoglionito, Napolitano, che il diavolo se lo porti all'inferno, invece di fermare lo scempio che gli inetti e spregiudicati suoi alleati di destra hanno inscenato, ha fatto il remark al comportamento della magistratura nei confronti di un incivile e destabilizzante pregiudicato: berlusconi.
    Le motivazioni per affondare le unghie nelle schifose carni di quel lurido maiale, dovevano necessariamente ed obbligatoriamente giustificare il comportamento agguerrito dei magistrati di Milano. Stavano cercando di liberarci dalla presenza di uno degli avvoltoi più rapaci dell'universo. Una persona indegna e fallace, pronta a sacrificare i suoi figli, se solo ne avesse bisogno per salvare il suo culo. E' stato lui, altro che aveva la pressione arteriosa alle stelle, a ordinare l'assalto al Tribunale. Anche se milioni di figli di puttana italiani lo hanno dovuto votare, non può essere definito l'eletto del popolo. Il popolo ha scelto ed ha scelto di non avere più nulla a che fare con quel farabutto.
    Volete capirla o no che quei miserabili devono essere chiamati "onorati" e non diventare di botto "onorevoli". Devono sentire che sono stati ONORATI di servirci, e che sono alle nostre dipendenze e NON viceversa. Nessuno ha autorizzato di far marce verso il tribunale. Nessun elettore avrebbe mai autorizzato quella scelta, gli elettori hanno educazione, ritegno e rispetto. Una volta eletto l'onorato fa quel cazzo che vuole e nessuno può pretendere da lui la restituzione del titolo. Vigliacchi, disonesti e farabutti. cicchitto e gasparri sono le scrofe di un porcilaio e quando loro grugniscono , fanno uscire solo tanfo e merda dalle loro fauci.
    Le sorti del partito di merda sembrano ormai segnate.  mi auguro che Grillo sappia fare conti e prendere decisioni appropriate. PD e M5S stanno incontrandosi e si inviano messaggi per tastare le possibilità d'intesa. L'onorato Migliavacca ha dichiarato l'intento del PD di concedere gli arresti del delinquente berlusconi, se ci fosserro le condizioni giudiziali comprovanti tale richiesta. Immediatamente, quella stupida ignorante della gelmini, s'è adoperata a sputare fuori i suo goffo pensiero: "l'atteggiamento del Pd Migliavacca è miope e corrisponde a quella parte ancora comunista del Pd che vede il centrodestra come il diavolo".
    Come sarebbe a dire "vede il centrodestra come il diavolo"? IL CENTRODESTRA, VOI, SIETE IL DIAVOLO; non c'è mica bisogno di fare qualche sforzo per intuirlo!
    Ecco perchè è difficile ed ardimentoso sconfiggervi. Ma con buona volontà e perseveranza, ce la faremo. Nel frattempo, giunga a tutti voi la mia eterna maledizione!

    0



  • 12°
    Alberto   Alberto
       Valori: 475 ....... Rango: User

    Buon pomeriggio.
    A visionare le pagine de ilGiornale, ritenuto ormai controproducente e squallido per chiunque loro tentino di difendere, ci si accorge che vengono pubblicate ininterrottamente ogni genere di frase scaturita dalla mente depravata dell'ex premier, tornato a pieno titolo ad essere un imputato da ascoltare, poichè non più gravemente malato. Le frasi sono sempre stracariche d’odio nei confronti della Magistratura, poichè il cav la ritiene la nemica più temibile, capace di applicare le punizioni che lui sa di meritare.
    "I ripetuti comportamenti processuali di una parte della magistratura, che è mossa da un pregiudizio politico, non sono più tollerabili. La magistratura si è trasformata da ordine dello Stato in un potere assoluto, onnipotente e irresponsabile".
    Ho già letto, in qualche nostro commento, che l'attitudine di non specificare quale parte della Magistratura e quindi CHI della Magistratura si muove con pregiudizio politico, autorizza lo psiconano a sbraitare ed inveire verso tutta quella classe. E' da sacrileghi biasimare l'intero Potere Giudiziario facendo rimanere senza volto le persone che vorresti accusare. E' facile, è da vigliacco, è come il voler permettersi di accusare chiunque, in qualsiasi tempo e con qualsiasi modalità, per poter asserire di non aver accusato qualcuno.
    Berlusconi è un attore teatrale che prende in giro il popolo, lo sfrutta e lo umilia, noncurante della difficoltà in cui lo pone. I giudici ben hanno fatto, fanno e faranno a considerarlo peggio di un incallito delinquente di mafia o di camorra, poichè lui, berlusconi, tutto ciò che fa lo prepara, lo progetta e lo caldeggia con l'unico, esclusivo e imperante ordine di accaparrarsene i migliori profitti.
    In un altro articolo apparso oggi, mercoledi 13/03/2013 alle ore 12:54, il lestofante autore Massimiliano Scafi  ha così sintetizzato l'azione svolta dal coinvolto ed assolutamente intra partes Napolitano nei confronti di alcuni consiglieri del CSM convocati per ieri sera: "Giù le mani dal Cav. Basta con «le interferenze» sulla politica. Non mettete bocca sulla formazione del governo. Serve «equilibrio». I magistrati non si attribuiscano missioni improprie". E' vero, chi si mette a fare la doppia parte, lascia tutti con l'amaro in bocca, meno quelli che dalla confusione ne traggono i soliti benefici.
    Chissà Grillo cosa ha pensato di Napolitano, dopo che questi, raccogliendo le lamentele dei delinquenti del PdL, ha bacchettato i suoi del CSM. Si sarà tolto ancora il cappello dalla testa in segno di rispetoso ossequio, o avrà urlato uno dei suoi soliti "ma vaffa….."?

    0



  • 13°
    Daniela   Daniela
       Valori: 315 ....... Rango: Esordiente

    A tutti voi un cordiale saluto.
    C'è voluto del tempo, ma alla fine l'esito è definitivamente arrivato dal profondo del cuore. Il comportamento del Presidente Napolitano ha riaperto la feconda visione della sua bivalenza, mai del tutto sopita, mai del tutto cancellata. Napolitano ha riammesso tra i comuni mortali l'indegno Berlusconi, che era ormai "defunto", non perchè fosse stato vittima degli abusi di "certa Magistratura", come lui ignobilmente accusa, ma per essere stato lui stesso vittima della sua ingordigia e meschinità.
    Napolitano non è più il mio Presidente ed io a lui chiedo a gran voce di DIMETTERSI per aver offeso il ruolo di garante che egli ricopre.
    NAPOLITANO, DIMETTITI!
    Sei sempre stato considerato lo scudo istituzionale di Berlusconi e TU hai fatto sempre finta di non accorgerti delle gravissime accuse che colpivano la TUA persona. Il TUO inverosimile "appoggio" al centrodestra ha significato il fermo dell'Italia. TU eri e sei alla mercè della volontà di Berlusconi. Hai permesso a degli ignobili fascisti di assaltare il luogo emblema della nostra Democrazia ed il giorno dopo, ancor più vigliaccamente, hai delegittimato un Potere dello Stato, per legittimare il partito dei malviventi e dei soprusi.
    Non dare tregua a Berlusconi, era l'unica strategia perseguibile e valida che i valenti Magistrati, da TE cattivamente e pregiudizialmente delusi e mortificati, avessero come arma per incalzare e stoppare il pluri imputato. Anche la farsa del cuore in tumulto, avvenuta nel centro ospedaliero di eccellenza, ove la medicina guarisce ma può ingannare, ha dettato le linee che si dovevano imporre. Martire, perseguitato fino alla morte, da carnefici incapaci di provare alcuna pietà.

    La TUA mala intromissione tra le parti, ha avvalorato anche quest'ultima tremenda ipotesi. NAPOLITANO, DIMETTITI!
    Dura lex, sed lex!

    0



    • 14°
      la Redazione   la Redazione
        

         In risposta a: Daniela

      Buona sera a tutti.
      In questo momento tutta la Redazione 'sente' il dovere di unirsi al grido di Daniela.
      Il Presidente Napolitano ha scelto un pessimo metodo per accomiatarsi dal popolo italiano. Farsi ricordare per quello che in fondo è sempre stato, costringerà a cancellare un'altra pagina della Storia d'Italia. Tempi mal impiegati e tempi sprecati sono le caratteristiche d'intervento che segneranno la parola fine dell'uomo politico che non sarebbe dovuto esistere.
      Giorgio Napolitano è stato il dubbio che ritorna, l'amara costante visione del passato che invece voleva cambiare. Egli non è stato all'altezza delle situazioni, egli ha bivaccato sull'alto trono, innamorandosi delle ovvietà; le crude e nude storie l'hanno trovato impreparato. Di lui scriveranno: Un padre della Patria.
      Di lui si dirà: Una presenza inutile e nociva!
      Presidente Napolitano, DIMETTITI!

      la Redazione, tutta

      0



  • 15°
    Annabella   Annabella
       Valori: 750 ....... Rango: User

    Buon giorno.
    Il mio è uno stupore che colpisce la mente ed il cuore.
    Il Presidente Napolitano "imita" Berlusconi; quel che accade il giorno prima, viene repentinamente smentito il giorno dopo. Così oggi risulta non vera la certezza sensazionale destata dalle sue precedenti parole, divulgate a mezzo dei consiglieri del CSM, da lui convocati d'urgenza. E d'urgente cosa c'era? "Lasciate libero Berlusconi di agire da capo di un partito che 9.000.000 milioni di elettori hanno votato".
    9.000.000 di citrulli insipidi ed annaffiati, che nella mente di Berlusconi contano solo per raggiungere un numero elevato.
    Attaccato a più riprese da vari esponenti dell'informazione, Napolitano, il Presidente col semestre bianco, è divenuto più nero del cavaliere che cerca di proteggere. Una vera delusione.
    Presidente Napolitano, DIMETTITI!

    0



  • 16°
    Luigi   Luigi
       Valori: 260 ....... Rango: Esordiente

    Buona sera a tutti.
    Vorrei rimanere sul tema introdotto dall'articolo di Giacomo, ma so già che tratterò anche altri argomenti; del resto è stato molto spontaneo anche per la stessa Redazione, far divenire off topic il proprio intervento.
    Quello che assilla milioni d'italiani è la situazione di non collaborazione tra i due probabili partiti di governo: PD e M5S.
    E' vero. Grillo ha inspirato i suoi elettori con promesse ben precise. Ha sempre dichiarato la volontà di non appoggiare governi con personalità di sinistra o di destra. Ha sempre ribadito il concetto che il M5S sarebbe intervenuto a sostegno o a diniego di una proposta, in seguito alla valenza in sè della proposta. Grillo però oggi si ritiene pronto a formare il governo, senza aver mandato a casa chi ci sta prima di lui e che più di lui ha diritto di governare. Non accetta, non nega. Non propone. Ma che gioco è?
    Il PD sappiamo, anzi, speriamo, che non tirerà qualche brutta sorpresa, avanzando l'ipotesi di governo con il PdL. Saremmo tutti fritti. Tutti, compreso i grillini, perchè per i prossimi 5 anni, dovremmo scordarci qualsiasi innovazione in politica. Addio legge elettorale, addio legge sul conflitto, addio a creazione di posti di lavoro, addio a riforme giuste e pensate per i cittadini. Oltretutto Grillo deve anche pensare che i suoi eletti potranno durare due legislature, per cui, se li tiene sempre all'opposizione, che pratica di governo vuoi che facciano? Poi si ritroverà ancora con nuovi esponenti e ricomincerà a rompere solo le uova. E ci accuserà di essere ovviamente noi i responsabili del non cambiamento. Dovremmo votare a maggioranza assoluta il suo movimento.
    Caro Grillo, ti stai sbagliando di grosso. L'italiano non accetta che un altro ometto si accolli, tutto solo, l'onere di guidare il nostro Paese. E' finito il tempo dei ducetti e dei capetti. Devi essere in grado di confrontarti con qualsiasi forza politica e scendere a giusti compromessi, che valorizzino certamente i tuoi propositi, senza costringere i partner a rinnegare i loro.
    Mussolini e Berlusconi sono due esempi da non ripetere e con loro tutte le cose sporche che li hanno seguiti, compreso ilGiornale che esiste per far comodo al Berlusconi. Queste condizioni devono essere abolite, queste esistenze devono essere eliminate.
    Ciò che voglio dire è che se togli un oppressore e lo sostituisci con uno che tu hai reso forte, quanto prima accadrà che quello forte diverrà anch'egli oppressore.
     

    0



  • 17°
    Vera   Vera
       Valori: 355 ....... Rango: Esordiente

    Buona sera. Benvenuto Giacomo.
    IlGiornale, che per vocazione scrive soltanto le bellezze del suo datore di lavoro, non si accorge che a volte, per eccesso di servilismo, diventa il mezzo accusatorio principale, perchè alcune frasi, pubblicate in un articolo, mettono in luce come lo psiconano abbia giocato sporco la partita con la Giustizia, barricandosi dietro le falsi attenuanti della sua cagionevole salute: "In una lunga intervista al settimanale Panorama, Silvio Berlusconi torna a mettere al centro del dibattico politico la gravissima aggressione giudiziaria di cui è vittima da oltre vent'anni".
    Avete letto? "In una lunga intervista". Il cav ha dato la sua disponibilità per una lunga intervista, mentre era ricoverato al San Raffaele in condizioni quasi estreme. Se anche questo episodio non viene letto con la naturale chiave di indignazione, vuol dire che ad essere indignato se lo può permettere il caimano, contro di noi.
    Il dibattito però ha preso anche un'altra piega, quella che riguarda la condotta del Presidente Napolitano. A me sembra del tutto superfluo stupirsi di ciò che ha fatto e detto. E' quasi come riconoscergli solo questo errore. Invece Napolitano ci ha più volte "lusingati" con alcune sue esternazioni, che, fossero state interpretate in tempo, avrebbero potuto deviare il corso politico.
    Napolitano è un altro ricattato dello psiconano.
    Napolitano non vede l'ora di svignarsela e scomparire dalla scena poilitica, per poter finalmente ritenersi slegato dalle oppressioni ricattatorie. La rinuncia al secondo mandato è quasi come una dimostrazione di possedere una dignità. Ma Napolitano non ci inganna più; lui non ha dignità, Bene farebbe ad andare via subito, anticipando i tempi.
    Presidente Napolitano, DIMETTITI!

    0



  • 18°
    BenAng   BenAng
       Valori: 1965 ....... Rango: Frequent User

    Buona sera a tutti.
    Se ilGiornale fa vomitare per il servilismo cronico verso i padroni di quel tipo d'informazione, ilFattoQuotidiano non è da meno.
    Siamo stati coinvolti positivamente dalla personalità del nuovo Papa e già, dopo appena 3 giorni, invece di far risorgere la Chiesa, ilFattoQuotidiano vorrebbe farla sprofondare definitivamente, servendosi della pubblicazione di un'intervista ad un certo Horacio Verbitsky, il quale asserisce di aver le prove, non presentate, che Papa Francesco collaborò con i dittatori argentini.
    E' preoccupante che ilFattoQuotidiano pubblichi questo tipo di notizie, senza prima aver avuto concretamente visione delle carte che attestino quegli episodi.
    Ancor più preoccupante è però la risposta che arriva dalla Chiesa per bocca di padre Federico Lombardi, il quale, circondato dalla pacatezza infusagli dal suo Credo, si scaglia contro lo scrittore-giornalista denunciando quelle sue asserzioni essere delle vere e proprie "Diffamazioni da sinistra anticlericale".
    Queste parole mi hanno fatto correre un brivido freddo lungo la schiena. Non vi ricorda il metodo di accusa di qualcuno? Perchè colpevolizzare sempre quella determinata provenienza?
    A diffamare, sarebbe stata la sinistra anticlericale. Quindi, il portavoce vaticano, ammette implicitamente l'esistenza della destra clericale ed anticlericale, così pure della sinistra clericale. Perchè dunque è solo la sinistra ad essere colpevolizzata? Il pensiero di Verbitsky da solo può essere considerato il pensiero di tutta la sinistra?
    Il nuovo Papa non ha fatto in tempo a salire sul Trono di Gesù, che già deve dare spiegazioni e, quando le da', si affida al contrattacco violento, piuttosto che alla soave semplicità della verità.
    Se dovesse accadere che Berlusconi riprenda potere e si avvicini di nuovo al governo, credo che ilFattoQuotidiano abbia gradito già trovargli un nuovo potente amico, che MOLTO avrebbe da condividere con lui. Non è diventato lui Papa, ma avrebbe un Papa amico lungo il tortuoso sentiero del suo destino. Un Papa di destra e, forse, per come ilFattoQuotidiano ha scritto, il più temibile.
    Grazie, caro ilFattoQuotidiano, ti "ringraziamo" sentitamente, per averci rovinato anche questo momento di sereno e pacato benessere spirituale.
    Benedetta e Povera Italia, quante sporche trame attraversano la tua Terra!

    0



  • 19°
    Elena   Elena
       Valori: 2905 ....... Rango: Veterano

    Va bene Giacomo, mi hai convinta. Sei perdonato.
    Buon giorno a tutti voi.
    Ad estrapolare i titoli di tutti gli articoli pubblicati da ilGiornale e metterli progressivamente in fila, ne verrebbe fuori un articolo degno di vincere il premio Pulitzer promosso nel Congo Belga mentre subisce l'invasione delle scimmie. Si leggerebbe di lodi ricamate "molto sinceramente" a politici, degni amici prima e vili traditori dopo; di Parlamento ritenuto a volte la giusta sede per il confronto democratico ma che a volte diviene il covo dei briganti; di Presidenti della Repubblica tutti macchiati di rosso, ma che sanno essere super partes quando fanno ciò che alla loro destra conviene; governi di destra eccezionali, governi di sinistra micidiali.
    Due cose per Sallusti sono rimaste invariate:
    – Ciò che fa il suo presidente, infinity functions, cioè sempre cose buone e sagge e, of course, sempre mantenendo una condotta chic ed  impareggiabile.
    – Qualsiasi cosa succeda di brutto e di sbagliato, è sempre colpa della sinistra, comunista, democrat, sovietic, e leninista.
    Sallusti tiene sotto tiro costantemente tutte quelle cariche politiche che possono contare. E' anche probabile che, sempre col permesso del suo padrone, abbia assoldato un esercito per inseguire ovunque i personaggi prescelti, fotografarli, specialmente quando sono al bagno o in camera da letto e credono di non esser visti, appuntare qualsiasi parola e l'orario in cui è stata pronunciata. L'esercito agisce sotto copertura ed  è per questo che ilGiornale ha emesso tantissimi tesserini, abilitanti alla professione giornalistica. Ma non cascateci; quelli, quasi tutti, sono delle spie che non danno tregua. Anche quando sono invitati a cerimonie, loro dimenticano che la società civile si muove diversamente, per cui non portano fiori alle signore o cravatte ai signori, si presentano con video camere e microfoni ben nascosti. Non fatevi scappare delle notizie riservate, il giorno dopo le vedreste pubblicate.

    E' successo anche ieri, a dimostrazione che Napolitano è un loro obiettivo, forse quello preferito. Però, con Napolitano loro ci vanno cauti, non lo marcano a vista, tanto lo sanno che qualche porcata, prima o poi, da quello arriva. Bersani si stava affannosamente dando da fare per trovare una soluzione alla formazione del governo, ma non c'è riuscito, d'altro canto, sarebbe stato impossibile per chiunque, avendo di fronte dei tipi repellenti come sono Berlusconi e Grillo. Allora ha affidato le sue speranze ancora a Monti. Ma appena il napoletano che dorme a Roma ha saputo dell'intrallazzo, prontamente ha fatto suonare le sue trombe, chiamando a raduno il premier da lui nominato: "Mario, cosa t'è saltato in mente di poter accettare l'incarico di Presidente del Senato, lasciando l'attuale carica? Io ti ho creato e solo io posso distruggerti. Tu devi desistere dal dare retta al grigio segretario, io ed il mio amico silvio abbiamo altri progetti". Il povero Monti si ripassò a memoria tutto il poemetto che aveva preparato per una simile evenienza e cominciò la sua precisa motivazione: "Obbedisco!".
    Garibaldi sussultò e penso anche che mugugnò. "Qualcuno vuol togliermi il primato di brevità!".
    Presidente Napolitano, DIMETTITI!

    0



  • 20°
    Salvatore II   Salvatore II
       Valori: 510 ....... Rango: User

    Buon giorno e buona domenica.
    Benvenuto Giacomo e grazie per aver portato in evidenza il gravissimo problema dell'informazione.
    Non che prima non fossimo al corrente di come il giornali di parte "offrano" le notizie, vedi anche e per esempio l'Unità per la sinistra, ma per aver creato un post di discussione.
    Sempre per esempio, se andate ad osservare la prima pagina di oggi de ilGiornale, troverete a caratteri cubitali la seguente informazione, che a me è sembrato una specie di indefinibile allarme: La sinistra occupa Camera e Senato.
    Gli altri quotidiani forniscono, per lo più, i risultati delle votazioni.
    Chi risulta essere il vero appoggio mediatico alle parole dell'ex premier? ilGiornale, appunto, con a capo un pregiudicato graziato di nome Sallusti.
    Basta però andare indietro di appena 5 anni, per confrontare l'integrità di quel giornalettino di famiglia. 29/04/2008 Senato, Schifani è il nuovo presidente: "Sarà una stagione di riforme condivise". 30/04/2008 Fini eletto presidente della Camera "25 aprile e 1 maggio valori condivisi".
    Non hanno titolato di occupazioni e balle varie. La destra aveva vinto le elezioni ed era stato giusto che chi aveva vinto, governasse, con tutte le investiture al posto giusto.
    Un altro esempio: Ieri, mentre il neo senatore Berlusconi si accingeva per la prima volta a fare il suo ingresso a Palazzo Madama, ha ricevuto fischi e parole d'insulto (Buffone, fatti processare) da un nutrito gruppo di contestatori. Il solito giornalino titolava "Calca pagata in cerca del Cav".
    Lo stesso Cav…olfiore non ha saputo trattenere la sua furia innata, dando così sfoggio della repentina e miracolosa guarigione del suo muscolo cardiaco: "Vergognatevi… Siete degli ignoranti… Stupidi".
    Io credo comunque che a Palazzo Madama lo psiconano durerà poco. Non ci sono gallinelle e quelle presenti appariranno per lui spennacchiate e grinzose. Quelle caratteristiche non lo ingrifano ed anche se dovesse cercare di pompare, la pompetta si rifiuterà di agire. Avrà solo due alternative: Uscire da quelle stanze da solo o far crollare l'intero Palazzo: Fuori tutti!
    Ed io sono fermamente convinto, che questa seconda ipotesi sia quella che lui percorrerà.

    0



  • 21°
    Giacomo   Giacomo
       Valori: 690 ....... Rango: User

    Buo giorno a tutti. Grazie Elena, ci tengo a non apparirti un cafone, anche perchè, ritengo di non esserlo.
    Questi ultimissimi giorni sono stati contrassegnati da eventi politici degni di nota. I giochi si stanno aprendo a nuovi scenari e chi sarà incluso nelle squadra vincente, giocherà la partita del cuore.
    Di tutta questa premessa, ilGiornale se ne sbatte, continuando a fornire i suoi tipici dettagli, tutti, ma veramente tutti, indirizzati a scalfire la correttezza e la trasparenza degli atti.
    http://www.ilgiornale.it/news/interni/che-pena-quei-politici-che-tifano-manette-896956.html
    http://www.ilgiornale.it/news/interni/ci-siamo-ridotti-molto-meglio-urne-896955.html
    http://www.ilgiornale.it/news/interni/grillo-porcata-berlusconi-sinistra-ha-occupato-istituzioni-896958.html

    Quelli che seguono, sono invece i miei commenti, ignobilmente, ma consapevolmente, ignorati dalla redazione di quel quotidiano:

    @Dario: Bello, bellissimo cosa, chi? Ma perchè non la smetti di scrivere minch….? Frasi provenienti da cotal cucul possono mai contenere belle sensazioni?
    Smettila di sognare con il solo cervelletto di destra; l'eldorado in Italia non esiste, così come non esistono marziani che "sbarcano" nel Tirreno, tutt'al più ammarano nel Tirreno; quelli non sono fessi come taluni, quelli usano entrambi i semisferi cerebrali, a mare non ci sbarcano, ma aspettano di arrivare a riva.
    "Ogni sano incedere"? Di chi, di cosa? Della donzella che vien dalla campagna?
    Tu leggi troppe stupidaggini di marcellino, faresti meglio a passare alla lettura di Diabolik, ora, di occhiali scur fornito!
    Ma perchè, macello, sei così servile?

    Redazione del menga, che nulla ha da fare di domingo. Dove siete? Tutti ad Arcore? Hanno già aperto i cancelli e riempite le piscine? Dipendenti in colonia estiva?
    Ve la darei io la destinazione di una colonia!
    Marcellino, ma perchè sei così servile?

    Redazione del menga, vi siete svegliati storti, ecco perchè diffondete comunicati del menga. Una sola frase dovrebbe farvi intuire come e dove avete sbagliato il vostro articolo: Cosentino e Tedesco avrebbero dovuto GIA' essere in carcere; solo il loro assurdo stato di superprotetti da leggi antidemocratiche li ha tenuti lontani dai penitenziari.
    Ma tanto, è inutile ripetervelo all'infinito. Voi avete da preoccuparvi costantemente di un imputato che clamorosamente è personaggio da galera. Il vostro amato Cav…olfiore deve farsi processare, dopo potrete disporre di tutti gli elementi che vorrete pubblicare, fino a quel momento, siete solo dei servi che esprimono un concetto di parte.

    Voi siete solo dei mascalzoni liberisti ma imprigionati ad un pluri imputato, che ha speso 400 milioni in avvocati per non farsi processare.
    Se questa vi sembra democrazia ed informazione corretta, avete certamente la necessità che qualcosa di grave arrivi direttamente sulle vostre teste e nelle vostre tasche.

    A non pubblicare i miei commenti, lo sapete che siete solo voi a rimetterci.
    Io forse, a seconda i punti di vista, sto perdendo del tempo che potrei invece disporre per altro, voi state perdendo la vostra dignità. Non mi appello alla vostra professionalità, poichè quella l'avete messa al servizio di un cav…olfiore putrido, capace solo di ben pagarvi, senza emozioni e senza ricompensarvi nell'anima.
    Ma a voi va bene così!

    Non sono solo certi politici a tifare per le manette. Sono decine di milioni di cittadini che ne hanno le balle piene del vostro cav…olfiore imputridito e non vedono l'ora di disfarsene. Comincia a puzzare!

    Ora mi sono accorto che sotto il titolo c'è la firma della Redazione, ma che in fondo pagina l'autore dell'articolo sembra essere il cane lardoso. Ecco svelati gli arcani misteri, del perchè certe frasi ricordano quelle tipiche dello spudorato "galantuomo". Siete infimi anche per queste ambiguità. Siete come al solito dei prestanomi, squalificati ed arroganti.

    Un indagato ed un fascista occupano il senato e la camera. Appartengono entrambi alla destra del Cav…olfiore. Era l'anno 2008.
    Perchè sto' ca..o di giornale non ha dichiarato l'occupazione anche allora?
    Ma andate a fare in c..o, servi!

    Grazie a SalvatoreII – Ho ripreso alcuni spunti dal suo commento.

    0



  • 22°
    Cesarino   Cesarino
       Radiato dal Blog

    Buona domenica.
    Ecco come i maiali s'ingrassano a nostre spese.
    Questi schifosissimi giornali beccano i finanziamenti dallo Sato, mantenendo certi ignoranti e venduti giornalisti. Ne è un esempio proprio ciò che denuncia Giacomo nel suo ultimo intervento. Giuliano Ferrara prende i soldi per quel misero, infelice e inutile Foglio; in più viene ospitato dalle luride pagine de ilGiornale, sul quale continua a sporcare ed insudiciare pagine e persone. La sua tracotanza è pari alla tracotanza del suo lardo adiposo. Schifoso individuo venduto, per schifosi e impropri padroni.
    E' tacitamente vero: Quando finirà l'era del loro padrone, essi dovranno andare a seppellirsi, condannando di fatto anche i loro familiari che, purtroppo, dal destino, hanno ereditato l'unica colpa di averli avuti come familiari.
    Non è una bella prospettiva, per chiunque, ma visto che continuano imperterriti le loro luride e nefande azioni, vuol dire che sono consapevoli del danno che stanno producendo e non vogliono tirarsi indietro.
    Quegli individui raccolgono forze dal maleficio di essere malefici Sono gaudenti, spergiuri e servili.
    Benvenuto Giacomo.

    0



  • 23°
    Claudio   Claudio
       Valori: 2620 ....... Rango: Veterano

    (continua)
    …signore di cui te parlavo. Gli ho già detto che qui ci so' amici per la pelle. Vorrei che tu gli facessi il preventivo per quel lavoretto, forse così riusciremo a fargli conquista' qualche buon nome, sempre se le utilizzatrici finali gradiranno".
    "Me recordo Paperì, me recordo. Fammi fa' a me, che gli faccio un buon prezzo a st'amico tuo"!
    Mentre ascoltava con incredula attenzione le parole dell'amico per la pelle, che prospettava ed illustrava un metodo tecnologico, gli occhi dello psiconano si riempirono di ilare follia e si dilatarono di gioia. "Si, si. Lo voglio. Quando potremo iniziare?".
    "Ammazza oh, an vedi questo come s'è ringalluzzito. Vabbè va, se proprio o voi, direi che possiamo comincià pure subito".  – "Si, si. Che meraviglia. Sarò il primo gustabile uomo!".
    La porta venne chiusa ed il silenzio calò nella stanza dell'amico per la pelle.
    Passò del tempo e si capì che tutto era stato compiuto a regola d'arte. Lo psiconano non usciva più di casa. Però, quella sua casa, quasi per magia, era divenuta un via vai di belle fanciulle (tutte rigorosamente maggiorenni!) che andavano cinguettando da un salone all'altro. "Che bontà!" diceva una. "Che prelibatezza!" diceva un'altra. "Che gusto!" pronunciava un'altra ancora. "Io ne voglio di più, è veramente squisito quello al retrogusto di limone!" intervenne una giovane siciliana.
    Retrogusto di limone? Che arcano mistero era quello?
    Tutte correvano in camera a rituffarsi sul lettone di Putin per conquistare ancora un posto. Dura era la lotta, poichè ognuna veniva sospinta dalle altre, fino a far rotolare a terra le meno abbrancicate ar ca…!
    Al centro del lettone, imperava lui: Lo psiconano!  Con pulsantiera a portata di mano
    "State calme, state calme. Andate con ordine, ce n'è per tutte!".
    "Mmmiiiiiihhhhhhhh… Che stupore, che prodigio". L'amico per la pelle aveva fatto un miracolo. Ecco perchè nell'aria c'erano fragranze e profumi esotici. Abili pasticcieri erano costantemente impegnati a gestire dette fragranze ed a farle divenire fluidi creme che, il miracoloso ordigno applicato dall'amico per la pelle, unito alla già funzionale pompetta erettiva, incanalava nell'unico tubicino i golosi effluvi.
    "Tu cara, che gusto preferisci?". "Io vado matta per il lampone". Il solo nominare a voce il gusto, bastava a far si che automaticamente ne venisse selezionata l'erogazione. "E tu, mia dolce bambina?". "Per me quello al mango è insuperabile".
    Lo psiconano giolivo vedeva ogni forma volteggiare davanti al suo naso e le sue giovani ospiti si davano un gran da fare a procurare gioia ed a goderne. La casa sembrava rinata e le voci continuamente esaltate. Viva la vita, si gridava ovunque, sinanche in Parlamento, finalmente libero ed indipendente!
    Viva Berlusconi!

    Un'ultima cosa devo scriverla, per completare degnamente la storia.
    M'ero sbagliato nel capire il nome o il mestiere dell'amico dell'infermiere Paperino. Quello vero era: Amico per le palle!

    Ciao a tutti. E ridete un po'!

    0



    • 26°
      Alberto   Alberto
         Valori: 475 ....... Rango: User

         In risposta a: Claudio

      Ciao Claudio,
      Simpaticissima la storiella. Gradevole è anche il finale del Berluska, finalmente libero di erogar sprizzi sprazzi e spruzzi, purchè si levi dalle p…. di torno.
      La racconterò in giro e ci faremo un sacco di risate in tuo nome.
      A proposito, non è che mi daresti l'indirizzo di quell'amico…..

      0



  • 24°
    MaurizioMic   MaurizioMic
       Valori: 475 ....... Rango: User

    Buon pomeriggio.
    Non so a voi, ma a me sta capitando sovente che, quando parla Napolitano, è come se sentissi Ghedini; sempre pronto a montare qualcosa per trarre d'impiccio il grande pagatore.
    Anche oggi ho letto parole del Presidente della Repubblica che mi hanno infastidito per le multiple ipotesi che lascia intuire. Un vecchio incapace di esprimere chiaramente il suo concetto dovrebbe sentire di dover lasciare, oppure essere onestamente "costretto" a lasciare.
    "Ritroviamo dunque – questo è il mio augurio – come nelle celebrazioni del Centocinquantenario, orgoglio e fiducia, e ritroviamo il senso dell'unità necessaria. Unità, volontà di riscatto, voglia di fare e stare insieme nell'interesse generale, senza dividerci in fazioni contrapposte su tutto, senza perdere spirito costruttivo e senso di responsabilità".

    Unitàvoglia di fare e stare insiemesenza dividerci in fazioni. Parole di una inutilità unica. Parole che qualsiasi democratico pensiero dovrebbe non assecondare, perchè si capisce a chi e perchè vengono pronunciate. Ancora una volta il vecchio sta avanzando l'ipotesi di far convergere la sinistra con la destra, ma solo per beneficiare chi, ancora una volta è in vera difficoltà: BERLUSCONI.
    Perchè, ci spieghi il Presidente Napolitano perchè, ogni volta che lo psiconano viene a trovarsi in svantaggio, lui sente di dover intervenire per comporre unioni di fatto? Non si può essere così ottusi ed illusori nel non voler comprendere che è ora di finirla con questa manfrina del pluricondannato sempre in cerca di sue soluzioni. Ora basta! Ora è troppo!
    Si vergogni Napolitano di caldeggiare ipotesi che vedono lui impegnato in protezioni che non gli competono e che anzi, dovrebbe condannare. Non importa se Berlusconi è stato "eletto" con 9.000.000 di voti, perchè anche questa è un'altra menzogna ed il perchè è già stato ampiamente discusso.

    Vattene Napolitano, mi stai facendo salire la pressione, dopo non so più come reagisco, quindi non aizzarmi, sono diventato sensibilissimo a qualsiasi furberia o presa per i fondelli.
    Presidente Napolitano, DIMETTITI!

    0



  • 25°
    Sergio   Sergio
       Radiato dal Blog

    Buon giorno a tutti e ben arrivato a Giacomo (nonostante un avatar orrendo)

    Cari amici, vi leggo sempre con attenzione e rispetto, in alcuni casi riesco anche a sorridere (grazie Claudio…..carino il tuo articolo), però…..il filo conduttore che accomuna i vostri commenti non mi piace. Siete tutti molto critici con il Presidente della Repubblica, tutto ciò che fa non va bene, ogni suo atteggiamento è falso, ogni sua parola è ipocrita, le sue intenzioni tendenziose, le sue decisioni prese in collusione con le persone più spregevoli del paese; ed allora mi chiedo: è mai possibile che nessuno abbia un atteggiamento positivo nei confronti di Napolitano? Perchè la persona che rappresenta l'Istituzione Repubblicana più autorevole e carismatica è così detestata? Che cosa ha fatto o commesso il Presidente per meritarsi un atteggiamento così inflessibile ed offensivo?
    Forse gli si rimprovera di non dimettersi…..ma c'è chi lo accusa di vigliaccheria perchè non si ricandida; forse gli si rimprovera di essere debole… ma lo si accusa anche di osservare scrupolosamente la Costituzione (che è proprio il suo lavoro); gli si rimprovera di cercare l'unità del paese…..dovrebbe forse cercare la divisione e riportarci al tempo di guelfi e ghibellini e bianchi e neri? Possibile che a nessuno venga in mente che il Quirinale è l'unica Istituzione che ancora merita fiducia in Europa? E perchè?
    Perchè a nessuno viene in mente l'assoluta mancanza di moralità pubblica che si è impadronita della nostra classe dirigente e da cui deriva una enorme difficoltà a limitare i famelici appetiti delle caste? Forse Napolitano è l'obbiettivo più facile per le nostre frustrazioni, preoccupazioni, difficoltà e sofferenze?
    Forse si, ma non e sufficiente. Ci ho pensato con molto impegno e la risposta che più mi soddisfa è questa: siamo alle solite. Il vizietto italico che torna a far capolino, la nostra caratteristica di massa più conosciuta e che più ci caratterizza… l'assoluta mancanza di assunzione di responsabilità delle proprie azioni; insomma la perenne ricerca, nel bene e nel male, dell'uomo solo al comando che faccia e decida anche per noi per poi infamarlo quando le cose non vanno per il verso giusto; vorremmo che Napolitano ci liberasse di ciò che più detestiamo… Berlusconi, Bersani e tutti i loro cortigiani; ma si è rivelato un compito impossibile anche per Ciampi, Scalfaro e Pertini figuratevi un pò.

    Cosciente delle vostre rimostranze e puntualizzazioni, vi saluto.
    Sergio

    0



    • 27°
      Alberto   Alberto
         Valori: 475 ....... Rango: User

         In risposta a: Sergio

      Buona sera a tutti. Ciao Sergio.
      Io parlo per me ovviamente e non mi definirei solo critico nei confronti di Napolitano, io mi ritengo offeso e deluso dal suo comportamento. Cosa credi che stia accadendo alle brutte faccende di Berlusconi? Nulla! Dopo le parole di quel vecchio “traditore”, pronunciate per far intendere alla Magistratura come e cosa lui gradiva, tutte le Procure d’Italia hanno avuto lo stesso input: Lasciate stare Berlusconi!
      Ilda Boccassini non ce la fa più, è troppo indignata ed offesa; sembra che la sua fatica per la ricerca della verità, non serva e non venga gradita. Napoli ha avuto lo stop decisivo del GIP al processo immediato per la corruzione dei senatori, Tutte le richieste di legittimo impedimento presentate a nome del caimano e dei suoi stessi difensori-onorevoli, sono state accolte. Che segno è questo?
      C’è, dunque, lo zampino del Presidente Napolitano, o no? Certo che si, lo aveva lui stesso dichiarato e poi smentito!
      Bene, se dobbiamo dare adito a questa mia ferma ipotesi, l’altra maggiormente accusatoria è che Napolitano ha di fatto fuorviato il percorso della Giustizia, imponendo ai magistrati di non compiere il proprio dovere se l’imputato, ed annessi, si dovesse chiamare Berlusconi.
      Sai anche, caro Sergio, che tra noi non ci si dovrebbe accusare di assunzioni di responsabilità e di comportamento, perchè, voglio supporre e lo suppongo anche di te, quel che qui scriviamo debba corrispondere a ciò che pensiamo e, di conseguenza, a come agiamo. Altrimenti c’è da chiedersi cosa ci facciamo qui, a dialogare astrattamente? O a che pro? E perchè perdere e far perdere tempo?
      Saluti.

      0



    • 28°
      Tullio   Tullio
         Valori: 690 ....... Rango: User

         In risposta a: Sergio

      A stomaco pieno si ragiona meglio. Buon pomeriggio a tutti
      Il tuo errore di forma e di base è che consideri la direzione dell'errore proveniente da una certa parte. Cosa intendi con il tuo "siamo alle solite"? Alle solita di cosa?
      Quali accuse dovremmo accollarci noi di questo blog, visto che è a noi che ti rivolgi? Forse a quelle di non digerire più, chiunque tenti ancora di prenderci a pesci in faccia? Se almeno tu ricordassi tutte le azioni svolte dal Capo dello Stato, ti accorgeresti che con i suoi interventi ha sempre cercato di sminuire la gravità dei fatti, comunque tragicamente accaduti durante il suo delittuoso settennato.
      Napolitano è una persona da non scusare, perchè quando uno che si trova al posto più alto, fa svolgere e partecipa alla commemorazione del pregiudicato Craxi (circostanza avvenuta circa 2 anni fa in alcune stanze del Senato), mi spieghi quale logica costituzionale sta seguendo? E quando ha raccolto le confidenze telefoniche del suo "amico" occhio fisso Mancino, scrivendo persino lun messaggino ai giudici siciliani che indagavano.
      No, quello non era il ruolo di Napolitano. La sua figura, semmai ne fosse stato capace, avrebbe dovuto grarantire appieno ogni sua parola, con tanto di registrazione a disposizione e mai per dover intervenire a favore dell'uno o dell'altro.
      Rcordo anche il deficitario caso della grazia a Sallusti. Ma ti sembra corretto aver trovato subito il tempo per firmare il decreto per quel bell'imbusto.
      Non credo che qualcuno, da questo blog, abbia potuto intimare a Napolitano di liberarci di Tizio o di Caio, sarebbe stata incoerenza pura; ma quello che forse gli è stato richiesto, o che le persone di questo blog si aspettavano, è stato di non facilitare il mantenimento di relazioni con certi suoi pessimi interlocutori.

      0



    • 33°
      Rita   Rita
         Valori: 2035 ....... Rango: Veterano

         In risposta a: Sergio

      Buon pomeriggio.
      Ciao Sergio, prima di risponderti ho aspettato di leggere che fine avrebbe fatto il processo Mediaset, perchè, dalla decisione di quel collegio giudicante, finora sempre contrario alla concessione del legittimo impedimento, avrei potuto intuire come stanno le cose.
      E le cose stanno davvero male. Per aver cambiato l'esito della decisione e, anzitutto, per aver prorogato di un mese la data per la continuazione del processo, TUTTO lascia presagire che la magistratura sia stata "costretta" ad attenersi a ben precise disposizioni. E le disposizioni ormai sappiamo chi le ha impartite: NAPOLITANO.
      Ora te la faccio io la domanda: Siamo noi ad avere il "vizietto italico" o è l'esimio tuo assistito che fa il bagno in una baia del Tirreno sospirando quella dell'Adriatico?
      Per Napolitano, sembra abbastanza semplice fare cose di sinistra favorendo la destra.
      Vedrai, anche l'incarico a Bersani risulterà un flop per il PD, perchè le condizioni non ci sono per davvero. L'occupante del Colle questa situazione la conosce benissimo, nonostante tutto, per far addomesticare la sinistra, non si è sottratto dal ridicolizzare il segretario del partito. Passato lo sconforto, Napolitano potrebbe, addirittura, incaricare Berlusconi di formare un nuovo governo, appoggiato dal PD sottomesso e richiamato alla gravità del momento.
      Spero tanto di sbagliare, però, da questo presidente e da questi politici, non mi aspetto alcunchè di buono.
      Rita
       

      0



  • 29°
    Marco   Marco
       Valori: 1430 ....... Rango: Frequent User

    Ciao a tutti.
    Sono avvelenato e furente.
    Nel momento in cui bastava sparare anche a salve e l'avremmo comunque colpito a morte, per la paura matta che aveva, cosa avviene? E' avvenuto che qualcuno ci ha messo lo zampino!
    E quel qualcuno si chiama, guarda te, NAPOLITANO!
    Maledetto lui e chi non se lo porta via. Ma dobbiamo proprio sopportarlo fino alla fine? Qualche giorno di anticipo fine mandato non ce lo concede? Tutti i vecchi vorrebbero ritirarsi, ma noi ne abbiamo due che restano incollati alle poltrone, come due forsennati, perchè sanno che dopo queste poltrone, se non ce ne saranno immediatamente delle altre, queste saranno anche le ultime.
    Alla Boccassini l'ha stoppata; alla procura di Napoli ha fatto arrivare l'avviso di mare mosso ed i naviganti, repentinamente, hanno fatto rotta verso il porto più vicino, remi in barca e litrozzo di vino.
    Ma quando ca..o se ne torna nel suo paese sto' mezzo rinco? Ne avesse azzeccata una a favore della Nazione. Lui che si vanta tanto di essere stato solo al servizio dello Stato. Ah, boccaccia mia, stai zitta e non farti prendere dalla tentazione di sparargli in faccia le sue caz..te. Questo è il più ignobile Presidente della Repubblica che ha lasciato la sua città nella SCHIFEZZA più assoluta. Fosse intervenuto almeno una volta a cercare di mettere le cose a posto, c'erano altri grandi interessi in gioco. E lui sa che con quella roba la camorra detta legge. Così ha lasciato che il suo quartiere, dove spero ritornerà prestissimo, venisse avvelenato dalla puzza e dal liquame. Gli auguro che tutti quegli abitanti, appena lui sarà rientrato accumulino sulla sua area domiciliare, la spazzatura di due mesi, vietando agli automezzi di avvicinarsi. Torna a fare il napoletano, brutto invalido vecchio, ex giovane fascista. Quali altri giochetti vorresti combinare col caimano tuo amico?
    Si sente in giro che il PdL è pronto a formare un governo responsabile con il PD e che il fetente colle potrebbe approvare. Parlano di responsabilità, come se nulla fosse, dimenticando che dovremmo essere noi a richiamare sulle loro teste la responsabilità di aver ridotto così malamente 'Italia .
    Napolitano, dimettiti. E per fartelo capire meglio, visto il tuo scarso acume, te lo scrivo come un napoletano: Guè, ommeeme..a. Levati di tuorno, e nun continuà a ci scassà u ca..z!

    0



  • 30°
    Federico   Federico
       Valori: 520 ....... Rango: User

    Buona sera a tutti.
    Abbiamo capito. Purtroppo, ora è ben chiaro. Il giro delle consultazioni non darà per il momento un'indicazione certa, infatti si prospetta la possibilità di non poter formare una maggioranza.
    In definitiva, con i tre blocchi presenti, fra l'altro anche pressocchè equivalenti, si è arrivati all'incompatibilità. Però, se volessero insistere con le ipotesi e volessero riuscire a formare un governo, bisognerebbe che tutti fossero disposti a fare sacrifici, abbandonando le personali convinzioni e mettendosi alla ricerca di chi potrebbe maggiormente condividere. Però alla fine ti accorgi che il PdL mira solo a tutelare la figura di Berlusconi, non esclusa la volontà sempre presente di far pagare il fattaccio interamente al PD. In alternativa hai un M5S che non intende cedere alle lusinghe del PD. Quindi?
    Quindi, l'unica soluzione, escludendo, almeno spero, che il nostro caro Napolitano non ricominci ad imporre ai suoi subalterni di colore l'alleanza meschina e truffaldina con lo psiconano, è che il Pd diventi il partito votato al sacrificio, arrendendosi al M5S.
    Ma sarebbe giusto fare una simile richiesta al PD? L'incognita rimarrebbe: Fino a che punto la direzione pidi riuscirebbe ad affiancarsi a quella del M5S?
    La speranza è che Il Pd continui i passi iniziati, eviti Berlusconi come la peste bubbonica, e riesca a fare proposte allettanti, tanto da risultare accettabili anzitutto alla base del M5S.
    Dovrà farlo apertamete e chiaramente, senza sentirsi umiliato alla seconda o terza volta. Lo è già stato alla prima, ma la prova è stata superata.
    E, se proprio le risposte dovessero essere picche, l'unica alternativa resterà il ritorno alle urne e chissà che, finalmente, l'italiano non sarà capace di stupire.
    L'importante è: Fare fuori Berlusconi. Adesso!

    0



  • 31°
    Clelia   Clelia
       Valori: 285 ....... Rango: Esordiente

    Buon pomeriggio.
    Concordo con tutti coloro che hanno sostenuto che ilGiornale è un quotidiano scandalosamente di parte e violentemente controproducente per l'informazione corretta.
    Il solito lestofante Sallusti è stato sospeso dall'ordine dei giornalisti lombardi, ma lui, subito pronto, ha fatto ricorso all'ordine nazionale, per cui, almeno fino a che non risponderanno, la punizione è sospesa. Però questo avvenimento la dice lunga sul comportamento disonorato e disdicevole di quell'inavvicinabile perspnaggio.
    Ho letto un nulla di fatto dal giro di consultazioni, ed ho anche letto l'altra notizia, ormai divenuta consuetudine e prassi, della richiesta di legittimo impedimento di Berlusconi e della sua scorta legale (ormai sarebbe meglio chiamare così la costante presenza di Longo e Ghedini), che domani saranno impegnati nel comitato di presidenza del PdL. Pensate un po' quanto è disdicevole questa situazione. Si conoscono i giorni fissati per i processi; ditemi voi quanto impiega Berlusconi a trovare un impegno, avendo a disposizione i tempi di un intero partito.
    E' indecoroso come quel personaggio ci faccia vergognare e questo grazie ai soldi che ha rubato a noi, perchè bisogna essere certi che i soldi, Berlusconi, in un modo o nell'altro, li ha sottratti a noi.
    Grillo, devi decidere in fretta, fa' presto! Tralascia qualsiasi risentimento nei confronti del PD, turati il naso se sarà necessario, magari solo per qualche anno, ma fai vedere che le tue battaglie non erano solo polvere di piazza, ma che ora che ne hai la possibilità, vuoi sfruttare l'occasione per mantenere le promesse di combattere la corruzione, l'ineleggibilità del caimano, l'eliminazione dei finanziamenti ai partiti, ai giornali, agli stadi calcistici e tutte le forme assistenziali non indirizzate al cittadino.
    Non se ne può più. E' tempo che continui in Parlamento ciò che è iniziato per le strade.

    0



  • 32°
    Maurizio   Maurizio
       Valori: 760 ....... Rango: User

    Buona sera a tutti.
    Mi avete talmente incuriosito, che son dovuto andare subito a dare un'occhiata su quel giornale.
    La mia prima impressione è stata di stupore, nel constatare quanti articoli vengono scritti e quanti commenti ricevono. Dopo mi sono dovuto arrendere all'evidenza dei fatti.
    Ed i fatti sono questi: Irresponsabili  – Impresentabili – Molto faziosi – Facce toste – Spudorati.
    Se non ricordo male, Giuseppe aveva già scritto un articolo su quello che lui ha chiamato il "plotone d'esecuzione di Berlusconi". Tra i fucilieri c'era anche la rappresentanza de ilGiornale.
    Ho letto l'editoriale di Sallusti: Traditori d'Italia.
    E' davvero incomprensibile come quel delittuoso editorialista riesca a gettare sporcizia col suo modo di essere. E' uno abituato a scavare nella spazzatura ed a rovistare con le mani tra i rifiuti. Il suo unico scopo non è fare informazione, ma screditare l'avversario del suo capo, con qualsiasi mezzo, con qualsiasi scopo. Ha scritto di onore e di umiliazione, dimenticando che lui non possiede l'uno e non ha sentimento per l'altra. Sallusti è un "asettico" d'ospedale. Malaticcio e maleducato, fa di tutto per farti saltare i nervi e magari finisce che lo vorresti prendere a pugni. Lui lo spera, per farti causa e guadagnare più di Cassius Clay, senza boxare.
    E' un infame, su questo non ci piove, e bene hanno fatto in commissione lombarda a sospenderne l'iscrizione per tre mesi. Ovvio che lui aspetta qualche altro aiutino dall'esterno. Vediamo se il suo caro amico Napolitano potrà fare qualcosa.
    Nell'immagine che caricherò alla fine, si può vedere come, l'intenzione di umiliare gli avversari è la loro vera occupazione; mi riferisco al titolo ben messo in evidenza in alto a destra.

    0



    • 34°
      Rita   Rita
         Valori: 2035 ....... Rango: Veterano

         In risposta a: Maurizio

      Ciao Maurizio, hai fatto bene a pubblicare questa sporca "testata giornalistica".
      Il titolo dedicato al magistrato Inrgoia è qualcosa di squallido e ripugnante ed io mi auguro che ci sia per Ingroia la possibilità legale di far pagare molto salato il conto della derisione.
      Quei bastardi (bisogna che lo scriva) de ilGiornale non possono permettersi ogni cosa, solo perchè hanno un pescivendolo capace di addossarsene le colpe. Sallusti è un uomo perso, ormai niente lo colpisce nè lo scuote, non ha speranza di ravvedersi. Si è buttato nel torbido senza neanche chiedersi se e quanto ne valesse la pena. La sua "missione" pagata è di non lasciare mai che le notizie delle brutture del cav siano le sole ad essere lette. Costi anche inventarsi le cose, sporcarsi la coscienza o infangare l'onorabilità altrui, per Sallusti nulla ha valore, lui deve continuare a dare notizie brutte dei nemici del caimano.
      E' uno senza valori, un mercenario dell'informazione che non ha paura di finire in carcere, anche se dopo, costringerebbe a piagnucolare la sua bestia nera: la Santanchè.
      Carissimi P.M. Cercate voi qualche appiglio legale per far cessare questa ignominia. Avete visto come deridono il CSM? Scrivono a loro nome! Ma si può?

      0



  • 35°
    Fausto II   Fausto II
       Valori: 485 ....... Rango: User

    Buon giorno.
    Ci sono poche cose che mi infastidiscono, mille altre che mi turbano.
    Berlusconi, quello che fa Berlusconi, quello che viene permesso a Berlusconi di fare, mi infastidisce.
    Se una visita fiscale ha accertato che il cavaliere nero (immaginatevelo a cavallo con elmo e lanciato alla carica) stava lì lì per tirare le cuoia e dunque non abile ad affrontare un dibattimento giudiziale, quale magia nera gli ha consentito di presidiare veemente un palco  per più di un'ora e mezza?
    Leggete cosa ha detto: "Io sono pronto alla campagna elettorale, a combattere una battaglia per la nuova Italia".
    Non c'è bisogno che qualcuno gli chieda come va la sua pressione arteriosa, va benissimo, si vede; ma perchè nessuno gli chiede quali portentosi medicinali ha ingurgitato, per aver ottenuto, in così breve tempo, una sì miracolosa e pronta guarigione? E' mai possibile che a quest'essere viscido e vigliacco vengano concesse continuamente grazie? Perchè la sinistra non insorge, lamentando l'applicazione dell'equità individuale? Ma sembra ancor più grave la ragione del perchè i cittadini non insorgano, anche contro tali manifestazioni.
    Un amico mi ha risposto. "Per civiltà, per democrazia".
    Ma come si fa a sopportare che quella Civiltà e quella Democrazia vengano messe sotto i piedi da un incivile ed antidemocratico personaggio?
    I diritti sono conseguenza dei doveri. Così, puoi passegiare libero, se non hai commesso crimini, tali da essere tradotto in carcere. La più alta forma di civiltà e di democrazia è la Libertà individuale; ma anche quella, come già spiegato, può essere perduta, specialmente se si accetta di vivere in un contesto sociale con regole e norme da osservare.
    Berlusconi non ha mai rispettato alcuna regola. Come fa il Presidente Napolitano ad avvicinarlo, a stringergli la mano, ad esternare per lui garanzie? “E’ un eletto”, risponderà qualcuno. Lo so, si ritorna al punto di partenza: Civiltà e Democrazia, proprio come suggeriva il mio amico. Lui si che è un gran pensatore! Ed io? Io che non accetto certe vigliaccate e certe disparità, cosa sono io? Se chiedo insistentemente che venga rispettata ed applicata quella norma che impone "La Legge è uguale per tutti", cosa sono io?

    0



  • 36°
    Giovanna   Giovanna
       Valori: 390 ....... Rango: Esordiente

    Buona domenica care amiche ed amici.
    La manifestazione voluta ieri da PdL è da considerare un'altra sberla lanciata sul volto della nostra Magistratura. E' stato un diretto affronto al comportamento dei giudici di Milano e, se ieri Piazza del Popolo era occupata, lo si deve ad un Presidente della Reppubblica incapace di far rispettare le nostre leggi. Egli ha di fatto imposto la subordinazione del Potere Giudiziario al Potere Politico ed in specifico nelle mani politiche di Silvio Berlusconi; ha ritenuto di poterlo fare grazie al suo incarico di Presidente del CSM, dunque, nella consapevolezza di aver commesso un abuso di potere, pertanto va perseguito a norma di legge, seguendo eventualmente anche il manifestato interesse in atto pubblico.
    E quale è il suo interesse?
    Certamente quello di non ostacolare le decisioni prese dallo psiconano, altrimenti verrebbero resi noti certi documenti che…
    Non c'è altra spiegazione. Uno che del M5S dichiarava di non averne sentito il BOOM (ve lo ricordate?), vuol dire che di Grillo non ha paura. Ma ogni volta che entra in azione il cosiddetto cav lui, Napolitano, è costretto in tutti i casi a partecipare a favore di quel cane.
    Evidentemente Napolitano non ha potuto e non può neanche dimettersi, altrimenti subirebbe la stessa paventata minaccia. Tocca quindi agli altri partiti dimostrare di essere fuori da quei giochi sporchi. Si spera tanto nella presenza in Parlamento del M5S, che faccia da sollevatore e da trascinatore di una classe politica nuova, senza compromessi ed interessi.

    0



  • 37°
    Bertoldo   Bertoldo
       Valori: 590 ....... Rango: User

    Buon giorno.
    Io sono qui, ancora una volta, per ribadire un concetto mai messo in pratica dal segretario Bersani; ritengo che anche questo, oltre alla sua figura non proprio da leader, abbia finora dissipato ed annullato qualsiasi invogliamento da parte degli ascoltatori o semplici lettori delle parole di Bersani. Ed il concetto, molto semplice, è questo: Fai il nome, nomina la persona contro cui stai inveendo. Se non lo fai, le persone che ascoltano o leggono, hanno la sensazione che tu abbia una certo timore, una certa riverenza e sottomissione. Non fare il nome è come urlare tutto un discorso e poi sussurrare sui responsabili.
    Dire "Non mi vengano a parlare però di concordia quelli che cinque mesi prima delle elezioni hanno lasciato il cerino in mano ad altri sui danni che avevano provocato", equivale a dire nulla, perchè all'ascoltatore non piace sentire i sermoni, all'ascoltatore piace sentire parole profetiche pronunciate ad alta voce dall'oratore. Se la frase fosse pronunciata facendo i nomi, risulterebbe molto più incisiva e colmerebbe molte indecisioni: "Non mi vengano a parlare però di concordia BERLUSCONI, TUTTI I SUOI SERVI del PdL, la LEGA NORD e gli IR-RESPONSABILI che, cinque mesi prima delle elezioni, hanno lasciato il cerino in mano a MONTI sui danni che BERLUSCONI, PdL, LEGA NORD ed IR-RESPONSABILI avevano provocato".
    Oppure un'altra frase: "Io mi muovo in quel solco, anche loro si prendano le loro responsabilità", poteva benissimo essere pronunciata diversamente: "Io mi muovo in quel solco, anche BERLUSCONI ED I SUOI si prendano le loro responsabilità".
    Infatti c'è da notare che il caimano non tralascia mai di elencare con esattezza chi vuol colpire, risultando certamente spavaldo agli occhi degli avversari, ma tremendamente fiero agli occhi dei suoi sostenitori. Una prova?
    Eccola, ieri a Roma: "Gianfranco Fini lascia il parlamento dopo soli trent'anni. Mando un saluto a Gianfranco Fini e a tutto il suo club di gentiluomini. Sono convinto che a Montecarlo non se la passi così male". E quest'altra: "Che dire di Di Pietro? Per anni abbiamo sostenuto che le sue fossero braccia rubate all'agricoltura. Adesso lo abbiamo restituito all'agricoltura sperando che non faccia anche lì molti danni". E quest'ultima: "Il grande del Guatemala, Antonio Ingroia, l'hanno mandato in Valle d'Aosta. Sono in grado di dirvi la prima cosa che farà: le intercettazioni agli stambecchi".
    Deridere gli avversari significa anche toglier loro forza, pratica gradita dalla plebe di destra.
    Siamo in "guerra", cazzo, perchè Bersani si ostina ad andarci con la fionda? Sparasse anche lui qualche micidiale minchiata, magari non colpirà, ma almeno li farà scappare a ventaglio!

    0



    • 38°
      Claudio II   Claudio II
         Valori: 555 ....... Rango: User

         In risposta a: Bertoldo

      Buon giorno a voi tutti.
      Sono pienamente d'accordo con te. L'uomo Bersani sembra troppo vicino al menefreghismo e lontanissimo dal coinvolgimento acceso, Egli appare come uno che reagisce solo se gli stanno scucendo soldi.
      Potrebbe essere considerato un buon leader, ma manca di carisma e di quella tempra di crudezza espressiva che a volte non guasta. La sua non spiccata parlantina ed il suo modesto incidere sulle cose che dice, lo fanno apparire poco credibile e non all'altezza della situazione.
      Bersani non ha ancora risposto alla stoccata del Caimano "A Pier Luigi Bersani è stato dato un incarico precario"? Cosa mai risponderà?
      Fossi io al posto di Bersani, risponderei prontamente che Berlusconi ha l'unica precarietà di essere un cittadino libero con un piede già in cella e che dunque farebbe bene ad occuparsi della sua precarietà.

      Invece il chiaro intento di Napolitano è presto detto. Egli sta nuovamente chiamando all'unità d'Italia per superare la crisi, e lo fa dopo aver dato incarito a Bersani di formare il nuovo governo. Napolitano sa che Berlusconi è l'unico interessato ad entrare nel futuro governo e sa anche che Bersani è il fessacchiotto che si fa convincere. Fa bene Grillo ad evitare PD e PdL; In queste condizioni bruciarsi è cosa prevedibile.

      0



  • 39°
    ilLupo   ilLupo
       Valori: 260 ....... Rango: Esordiente

    Buon giorno.
    Penso che ieri sera in molti abbiano visto Servizio Pubblico.
    Confesso di non aver saputo prima dell'esistenza di quel tale Chiesa, agente, così, le dichiarazioni sentite, mi hanno colto di sorpresa, riaccendendo lo sdegno nei confronti del patetico nano miliardario. Bisogna ripetere sempre che il cav è miliardario, senza tralasciarne l'importanza, perchè è con i miliardi posseduti che il tipo riesce a modificare l'aspetto politico italiano, oltre, naturalmente, a farsi i fatti propri e che fatti!
    Santoro ha messo in onda un'ulteriore quantità di sporcizia,sempre prodotta dal solito consumatore. Se non avesse tutti i soldi che ha, avrebbe avuto possibilità di farla sempre franca?
    Dai feed delle principali notizie giornalistiche, che scorrono a sinistra della nostra Home Page, ho cliccato sul titolo che riguardava appunto la trasmissione di Santoro.
    ilGiornale titolava: "Santoro sfrutta le minorenni per infangare Berlusconi".
    M'è venuto da vomitare e, se avessi avuto Sallusti vicino, non mi sarei certo trattenuto.
    Anzitutto stamattina (ore 08:30) l'articolo era firmato dalla Redazione di quel giornalaccio, mentre alle ore 10:00 circa, la paternità è stata attribuita ad un certo Stefano Zurlo, un evidente prestanome che, con qualche piccolo ritocco fatto all'articolaccio, s'è assunto la responsabilità del contenuto. Perchè è innegabile che è una grossa responsabilità scrivere certe nefandezze e certe meschine bugie, a cominciare dal titolo.
    Difatti, Santoro non ha usato minorenni (tra l'altro, le ragazze citate dal Chiesa oggi sono maggiorenni), la verità vuole che sia stato il porco nano a scoparsi le minorenni!
    Vi ricordate cosa diceva l'ex moglie del caimano?
    E' stata lei per prima a gettare orribili ombri su quel farabutto marito: "Mio marito va con le minorenni….. Trattatelo come un malato".
    E lei lo conosceva bene!
    Perchè l'italiano non ha saputo castigare quella setta, in cui tutti gli sporchi adepti entravano? Forse perchè c'era sempre e comunque un tornaconto sostanzioso, visto che il porco pagava?
    E perchè abbiamo lasciato che un pervertito vecchio pedofilo la facesse franca in almeno due casi?
    Perchè l'Italia ha dimenticato?
    Perchè lasciamo che la Magistratura si ritrovi sola, senza il leale appoggio dei servitori della Costituzione, a combattere contro il mostro Berlusconi?
    Perchè Napolitano ha più volte permesso che proprio quel personaggio ignobile venisse trattato dalle Istituzioni, come se fosse il cavaliere senza macchie e senza conflitti?
    Lo sporco s'è insinuato nella classe politica e la politica s'è insinuata sporcamente in tutte le formazioni sociali, controllando ogni mossa e soffocando ogni pur piccola ribellione.
    Lo torno a dire: E' questione dei soldi che Berlusconi può mettersi a disposizione! E' questione dei vari dossier sui politici che Berlusconi possiede. Corruzione e ricatti. Ricatti e corruzione.
    E' anche con quei mezzi che s'era affermata la mafia.
    Ottima scuola dunque, impartita al nano di Arcore da un certo Dell'Utri, suo degno amico ed unico siciliano che continui a ritenere degna persona un certo Mangano.

    *** Aggiornamento dalla Redazione.
    Nonostante l'articolo in questione su ilGiornale abbia riscosso un interessante successo con 159 interventi, alle ore 19:00 è stato rimosso, per lasciare libero sfogo all'editoriale del meglio e ben ferrato mistificatore nonchè “creatore di fango“: SALLUSTI.

    0



  • 40°
    Elena   Elena
       Valori: 2905 ....... Rango: Veterano

    Buon giorno a tutti, forse da oggi inizierà per davvero la primavera. Si prospetta una buona giornata all'insegna del sole.
    Io mi diverto da matta ad aprire e chiudere gli articoli. I complimenti all'ideatore, al progettista ed al softwarista (mi sono ben documentata sui termini) credo siano d'obbligo, quindi un bel: Bravo Andrea!
    Scherzando simpaticamente con i miei familiari, quando mi assentavo per dedicarmi al Blog, mi chiedevano che tipo di impegno avessi; ho cominciato a rispondere "Vado a teatro!". Ora lo sanno quale è il mio "teatro" e quando qualche amica mi cerca al telefono, anche loro mi prendono un pò in giro: "Non c'è, è andata a Teatro", della serie: chi la fa, l'aspetti.
    Mi duole che abbia così poco tempo da dedicare a questa mia passione e, non stare con voi con più frequenza, specialmente quando avrei da scrivere, mi rattrista.
    Ma ora eccomi qui, ben sveglia e reattiva.
    Lo sapevate che (si tocchi pure chi può, io tocco ferro) Sallusti aveva sulle spalle un'altra denuncia per omesso controllo e conseguente diffamazione? E' di qualche giorno fa la notizia che il giudice militare, un certo Maurizio Block, la persona offesa, ha ritirato la querela nei confronti di (si tocchi pure chi può, io tocco ferro) Sallusti, lasciando in essere quelle per altri due chiamati in causa. La faccenda sembra un tantino poco chiara, e già, perchè un'azione simile, fatta da una persona qualunque è roba forse da buon senso, ma fatta da un giudice, sembra una vera forzatura. Il giudice militare, anche se militare, doveva ben sapere, o quanto meno si sarà ben informato, come procedere e se poteva procedere; aver ritirato la denuncia ha tutta l'aria di un'azione derivata da un compenso ricevuto. Non bisogna dimenticare che (si tocchi pure chi può, io tocco ferro) Sallusti è un graziato; avesse un'altra sentenza di condanna, credo che gli farebbero pagare anche la precedente pena.
    Sempre e solo ilGiornale e Libero davano l'informazione con i soliti squilli di trombe non veritieri "(si tocchi pure chi può, io tocco ferro) Sallusti prosciolto da ogni accusa".
    Eccoli, ancora una volta insieme, a confondere l'opinione pubblica ed a stravolgere la verità dei fatti. Nessuno, nè (si tocchi pure chi può, io tocco ferro) Sallusti, nè il giudice militare, ha rilasciato dichiarazioni sul perchè sia arrivata quella soluzione.
    Mah, mistero!

    0



    • 41°
      WebMaster   WebMaster
        

         In risposta a: Elena

      Buon giorno a tutti.
      Grazie signora Elena, lei è molto gentile.

      Andrea

      *** 14/aprile 2013 ore 09:21:32
      Grazie anche a lei signora Clelia.

      Le parole di due Donne rafforzano la convinzione che la sensibilità è prevalentemente femminile.
      Continuerò con piacere a soddisfare le vostre aspettative, sempre con ricercate novità, fatte a piccoli passi.

      0



    • 42°
      Clelia   Clelia
         Valori: 285 ....... Rango: Esordiente

         In risposta a: Elena

      Buona sera a tutti.
      Mi associo all'amica Elena nel porgere anche i miei complimenti ad Andrea; lo ringrazio perchè, come simpaticamente ha scritto Elena, ci porta a "teatro". L'effetto è davvero molto bello e non credo ci siano altri siti simili al nostro, nei quali sia talmente ben commisurata la grafica ai contenuti, da non ledere la serietà delle discussioni.

      Una giovane napoletana invece, quando parla, è più nociva che utile alla persona di cui si sta interessando.
      Mi riferisco a Francesca Pascale. "Ha la stessa determinazione del '94" ha dichiarato, riferendosi al suo "ragazzo" Silvio Berlusconi.
      Tutto va bene, anche perchè la coppia non mi interessa, finchè non si entra nel politico; in quel caso le parole sono dette affinchè giungano come messaggio. Allora mi chiedo: La signora Pascale nel '94 aveva appena 8 anni e certamente non sapeva nemmeno dell'esistenza di Berlusconi; come fa a testimoniare, così scioccamente, con quale determinazione il Silvio di allora scese in politica?
      Mi viene da pensare che, il suo tanto agognato e sospirato "principe azzurro", in effetti non faccia che costringerla, poverina, ad assistere ininterrottamente a proiezioni dell'epoca, in cui lui si rivede molto più giovane e forte, tronfio di sè e delle sue irrefrenabili gag verbali.
      Menzogne dunque, perchè da quelle parti avvertono la strana sensazione di essere sempre in campagna elettorale.
      Sotto i riflettori il vecchio Silvio c'è sempre stato. Lui ama avere un palcoscenico e, sotto ad esso, ama avere, soprattutto, un numeroso pubblico che, se non dovesse accorrere spontaneamente, lui, Berlusconi, lo invoglierebbe ad intervenire al suo "spettacolo", magari con qualche incentivo, magari con qualche rimborso spese, pur se non realmente sostenute, o magari con qualche buona colazione al sacco, ben gradita ai numerosi bisognosi, molti dei quali son divenuti tali, proprio per le sue disgraziate ed insane politiche.
      E' successo all'ultima manifestazione di Roma. E' successo alla manifestazione odierna di Bari. E' così che lui ama vincere!
      Silvio Berlusconi si è detto pronto a prendere di nuovo nelle sue mani la leadership della destra, autoproclamandosi il reggente assoluto nonchè candidato a futuro Presidente del Consiglio, in caso di nuove elezioni a giugno.
      Spero vivamente che stavolta la magistratura possa avvalersi dei tanti filmati, in cui il ruspante senatore si mostra in tutta la sua efficiente personalità, senza più cedere alle lacrimevoli richieste di rinvio per motivi di salute. Un po' di sana Giustizia è quella che, ogni tanto, meritiamo.
      Altrimenti, che vita terrena sarebbe la nostra?

      pascale-berlusconi-momento pascale-berlusconi-momento pascale-berlusconi-momento

       

      0



  • 43°
    Giacomo   Giacomo
       Valori: 690 ....... Rango: User

    Buon giorno.
    Il Governo Letta è ufficialmente in carica. Finalmente ne abbiamo uno.
    Oggi sarà il giorno della "Fiducia" che, mi auguro, non verrà a mancare.
    ​Il Presidente Letta leggerà il suo discorso politico e di programma; anticiperà vari argomenti sulle condizioni  di carattere urgente e richiamerà ancora alla responsabilità di tutti, rimarcando con "onestà di sue vedute" gli errori commessi dalla politica e dei loro pregiudizi.
    Nonostante queste aperture, alle quali tutti sono disposti a sperare e credere, i soliti appartenenti al "plotone di esecuzione berlusconiano", incitano a non abbassare la guardia ed invitano la Procura di Milano a mettersi al passo coi tempi, che tradotto significa: C'è l'inciucio…. Inciuciate pure voi e fatela finita coi processi al caimano.

    All'articolo di "colui che corre in aiuto per rafforzare il cannoneggiamento" giuliano ferrara, di cui questo è il link sono intervenuto con il seguente commento:

    Sei il solito leccaculo dei forti e, per loro, sei disposto a perderci la faccia continuamente. Te ne vai sempre dove qualcuno ha bisogno di essere "capito e compreso". Ti pagano profumatamente per avere il tuo tipo di lavoro, in cui sei specializzato: Indegnamente offendere ed indegnamente chiedere.
    No, non è un lurido lavoro. Lurido è come lo fai e perchè lo fai. Senza ideali e senza coscienza, anzi, cosciente di avere le prove (e le scrivi) che il tuo difeso è un porco). Sei tu la sua condanna e non certo meritevole di essere ascoltato quando chiedi clemenza.
    Lo fai, perchè questa è la tua vita e tu devi vivere.
    Però, non venire qui a rompere i coglioni con qualcosa che appartiene anche a me, perchè fintanto che la Giustizia dovrà interessarsi di chiunque altro, per primo dovrà interessarsi di chi vuol farla franca, sbattendosene delle regole.
    Sei da considerare nocivo anche per l'immagine che proietti della democrazia. "Ora basta armi (giudiziarie)?
    Ora basta con i farabutti e con coloro che, farabutti per interesse, prendono le difese dei vigliacchi farabutti.
    Sappiamo come ha goduto il cav.olfiore nel momento in cui è stato eletto Napolitano. Sappiamo che tra le sue richieste c'è stata anche quella di "allontanare da lui quei calici". Ma non si può pretendere di esser padroni e contemporaneamente lagnare il perdono alla stregua dei servi. La dignità del mezzo uomo che tu rappresenti, è inversamente proporzionale alla sua viltà e, rassicurati (d'altronde lo sai), il tuo è un emerito vigliacco.
    Lascia in pace noi e chi della ricerca della Giustizia ne ha fatto il proprio bisogno.
    Sei un anti democratico e fascista libertario, non certamente uno che può pretendere il diritto di dire la sua.
    I fascisti infatti pensavano di poter fare quel che volevano, senza avere il minimo timore di dover pagare per i delitti commessi.
    E poi c'erano i ruffiani dei fascisti.

    Invece, all'illustre dis-graziato "editorialista prosciugato e senza più sangue nelle vene" alessandro sallusti, ho replicato con ben due commenti a quest'altro link

    E dove lo metti tutto lo schifo che tu e la tua accozzaglia rappresentate?
    Lo sai che anche il tuo "compagno" ferrara si gratta lo stomaco per cercare, dalla mattina alla sera, qualcosa da scrivere sulle pagine di questo lurido giornale, a difesa del vostro cav.olfiore? Cosa è questa usanza? State continuando a fare guerra, mentre chiedete agli altri di cessare il fuoco?
    Il tuo caro giuliano ha pubblicato anche una lettera aperta indirizzata alla Boccassini, chiedendo di "perdonare" e di "capire".
    Silvietto è stato bravo. Silvietto ha messo a disposizione il suo partito, affinchè si formasse un governo responsabile. Silviuccio quà, silvietto là.
    Col cazzo che mostra responsbilità! La prima cosa che avrà chiesto in cambio sarà stato proprio "l'allontanameno da lui degli amari calici" giudiziari.
    Siete una banda di predoni, che ancora non è stata sconfitta, perchè avete la tana proprio là dove il potente vostro padrone ha la sua dimora.
    Svincolatevi da lui e poi venite a parlare di democrazia. Vediamo se siete davvero fatti di carne o siete soltanto delle facce di cera.

    —————————

    Sei il solito leccaculo dei forti e, per loro, sei disposto a perderci la faccia continuamente.
    Te ne vai sempre dove qualcuno ha bisogno di essere "capito e compreso". Ti pagano profumatamente per avere il tuo tipo di lavoro, in cui sei specializzato: Indegnamente offendere ed indegnamente chiedere.
    No, non è un lurido lavoro. Lurido è come lo fai e perchè lo fai. Senza ideali e senza coscienza, anzi, cosciente di avere le prove (e le scrivi) che il tuo difeso è un porco).
    Sei tu la sua condanna e non certo meritevole di essere ascoltato quando chiedi clemenza. Lo fai, perchè questa è la tua vita e tu devi vivere.
    Però, non venire qui a rompere i coglioni con qualcosa che appartiene anche a me, perchè fintanto che la Giustizia dovrà interessarsi di chiunque altro, per primo dovrà interessarsi di chi vuol farla franca, sbattendosene delle regole. Sei da considerare nocivo anche per l'immagine che proietti della democrazia.
    "Ora basta armi (giudiziarie)"? Ora basta con i farabutti e con coloro che, farabutti per interesse, prendono le difese dei vigliacchi farabutti.
    Sappiamo come ha goduto il cav.olfiore nel momento in cui è stato eletto Napolitano. Sappiamo che tra le sue richieste c'è stata anche quella di "allontanare da lui quei calici".
    Ma non si può pretendere di esser padroni e contemporaneamente lagnare il perdono alla stregua dei servi. La dignità del mezzo uomo che tu rappresenti, è inversamente proporzionale alla sua viltà e, rassicurati (d'altronde lo sai), il tuo è un emerito vigliacco.
    Lascia in pace noi e chi della ricerca della Giustizia ne ha fatto il proprio bisogno.
    Sei un anti democratico e fascista libertario, non certamente uno che può pretendere il diritto di dire la sua. I fascisti infatti pensavano di poter fare quel che volevano, senza avere il minimo timore di dover pagare per i delitti commessi.
    E poi c'erano i ruffiani dei fascisti.

    0



  • 44°
    Giacomo   Giacomo
       Valori: 690 ....... Rango: User

    Buon pomeriggio.
    Ancora una ulteriore conferma dal mondo editoriale di destra. Ancora su ilGiornale. Ancora la stessa spavalda aberrazione della coerenza.
    Il Papa condanna la disinformazione, la diffamazione e la calunnia  come peccato grave.
    Ma, come avviene di soltio, quel giornale recepisce l'informazione come cosa di poco conto, sminuendola a vistoso sfottò. Loro che hanno un dis-graziato condannato per diffamazione e pubblicazione di menzogne, sfacciatamente divulga dalle proprie pagine una evangelizzazione papale.
    Ho subito espresso il mio disappunto, intervenendo, senza troppo esito, con i seguenti miei scritti:

    Che lo sappia l'intera redazione di questo giornaletto, i moderatori censori ed in particolare il dis-graziato sallusti e la compagna. Diffamare altri per assolvere uno solo è oltremodo vigliacco ed ora, finalmente, ampiamente riconosciuto come colpa grave. Venga qui, Santità, e troverà un folto schieramento di peccatori da dissacrare, da SEMPRE acerrimi nemici di qualsiasi Fede. Inginocchiatevi, gente di nessuna Speranza. E vomitate le vostre colpe. Amen!

    Ho scritto ultimamente almeno una decina di commenti che sono stati ignobilmente ignorati e quindi cancellati. E' una vergogna per un giornale pubblico applicare censure e limitazioni. Voi fottete ed ingurgitate denaro pubblico, dimostrando così di essere mille volte più punibili. Se volete essere solo di parte e col vostro detestabilissimo cav.olfiore, fatevifinanziare interamente da lui e scrivetelo; vedrete moltissimo schifare ed evitare come la rogna questo detestabilissimo papello.

    Santità, una maledizione a questi "Urbe et orbis" non guasterebbe. E' il luogo simile a Sodoma e Gomorra, ogni nefandezza è qui commessa nel nome del demonio. Ed è anche un giornale che si fotte i finanziamenti pubblici, ma tira solo da una parte. Sono colpevoli e diffamatori, infinitamente peccaminosi e derelitti.

    Ed ora riscriverò tutte i miei commenti non pubblicati qui, sull'altro sito, inequivocabilmente bilanciato e di aperte vedute democratiche. Voi vi siete qualificati per ciò che siete: Neri e conseguenti al nero! https://www.iononmollo.it

    Come fate a pubblicare questi titoli e questi contenuti. Siete qualcosa di mostruosamente drammatico per voi stessi e per la comunità stupida che vi legge. E' il demonio che alberga nelle vostre buie coscienze e siete preda dei vostri istinti maniacali che appartengono alle anime perse. Vergognatevi e pentitevi!

    Non pensino gli stolti che "scagli la prima pietra chi è senza peccati" stia a significare ogni peccato, perchè altrimenti tutti siamo peccatori col peccato originale. La parabola deve essere intesa e capita come la possibilità di comprendere l'altrui peccato e cercare contemporaneamente l'assoluzione, se il penitente si mostra pentito. Ma altre volte viene confuso il peccato di aver sottratto un chilo di pane a confronto con qualcuno che ha ammazzato; ebbene si, il ladro ne ha ben d'onde per proclamarsi senza peccato. E scaglia la prima pietra, in tutt'altra direzione, ma la rabbia è tanta e chi salva l'assassino è solo la buona coscienza dell'altro. Ma il fratello non esiste più, non esisterà più la somiglianza e l'assassino condannato a vagare senza più parola.

    Dove sono gli altri commenti che condannano il comportamento di questo delinquenziale giornaletto? Siete tutti complici o collusi? Siete tutti pagati o finocchiamente paganti e felici di essre inc……? Siete dei miseri!

    Non è pubblicando solo ciò che ritenete 'passabile' che diminuiscono le vostre colpe, tutt'altro. Questo vostro assurdo comportamento conferma che applicate queste insane regole. Per questo siete incredibili ed intollerabili, specialmente voi che tentate continuamente di difendere l'indifendibile. Siete NON credibili!

    Vi piacciono i commenti come quello che riscrivo più sotto, vero? Siete servi di un potere al quale non volete sottrarvi e, dunque, ancora di più colpevolizzabili e condannabili, come l’autrice del seguente disgustoso commento, appunto:

    Papa Francesco I è un uomo veramente Santo e Cristiano, nel senso davvero Evangelico! Mi auguro che riesca a “pungolare” la coscienza dormiente di certi magistrati, di certi politici e soprattutto di certi giornalisti come Travaglio (che va alla S.Messa e riceve la S.Comunione) o Santoro e colleghi ossessionati dalle morbose versioni che danno a presunti fatti riguardanti Berlusconi che, a mio parere, rappresentano il degrado morale della diffamazione che non centra nulla con l’informazione e nemmeno con la battaglia politica la quale andrebbe meglio se fosse “leale” ed onesta. Abbiamo ricevuto una grande Grazia con l’elezione di Papa Francesco, che Dio lo benedica e benedica l’Italia e Europa!

    All’autrice scrivo solo: Vergognati di parlare di Dio ed unirti al diavolo! Ha più peccati lui sulla coscienza di quanti aghi potresti mai trovare in una pineta.

    I lecchini cristiani sono doppiamente giudicati peccatori, poichè sono servili verso un altro signore. Il Signore abbia pietà delle vostre misere vite di screanzati e disonesti.

    Con questo giornale vive e prospera la più schifosa rappresentanza della meschinità e dell’ambiguità. Sante paroe qui sono trasformate ed usate impropriamente come solo il demonio sa fare. Vade retro satana, vade retro sallusti. maledizioni che invadono il timido mondo della sempicità. https://www.iononmollo.it
    Perchè non cancellate la mia iscrizione, invece di ergervi a giudici del valore intrinseco dei miei commenti? Siete dei m.g.f.d.l.p. nati esclusivamente per r.c.n.p.p.

    0



  • 45°
    Elena   Elena
       Valori: 2905 ....... Rango: Veterano

    Buona sera a tutti.
    Sono già intervenuta a questo articolo e non è mia consuetudine farlo ripetutamente, ma mi sono accorta, rileggendo tutto, che non avevo espresso appieno il mio parere.
    Lasciatemi prima dare il mio saluto a Giulia, lei è stata molto carina con la sua presentazione. Ciao Giulia, Benvenuta!
    Per cominciare vorrei chiarire un concetto. E cioè: Richiamarsi alle parole di Sua Santità per farle divenire propaganda politica e pensiero di parte, poteva accadere solo sul giornale a cui partecipa (si tocchi pure chi può, io tocco ferro) il pregiudicato Sallusti.
    Le parole pronunciate dal Papa sono contro l'arroganza di chi non ha rispetto per il prossimo, non certo per condannare chi, per mestiere, deve conoscere a fondo i problemi, le azioni, le parole ed i comportamenti dell'imputato di turno. E' maledettamente rilevante voler strumentalizzare il pensiero e l'idea stessa del Papa, pronunciati in un contesto di Fede e di vita sociale, che volevano avvolgere l'ascoltatore e trascinarlo in un ambiente, il cui unico credo è l'essenza dell'uomo.
    Ma ilGiornale non ha orecchie degne di ascoltare frasi e concetti d'amore. Lì esiste l'amore per un solo idolo e per quello che l'idolo dona loro di rimando. Il Papa è la persona a cui solitamente si dà ascolto a prescindere; poter captare un senso per farlo divenire ambiguo, diventa interessante per quei farisei, perchè così possono approfittarne e farlo diventare il pensiero di condanna del Papa, per tutti coloro che ingenuamente possono temere il Giudizio Divino.
    Come è già accaduto per Napolitano che dava mazzate e riceveva applausi, anche per ilGiornale di (si tocchi pure chi può, io tocco ferro) Sallusti s'è verificata la medesima condizione: il Pontefice ha detto che disinformazione, diffamazione e calunnia sono peccato e loro plaudono a quelle parole, facendo finta di contribuire alla diffusione del buono, partecipando approssimativamente; sono tonti, malfidati ed immorali, perchè vorrebbero allontanare dalle loro teste quell'indice accusatorio perennemente puntato.
    Ecco lì i veri peccatori. Ecco lì i veri condannati.

    0



  • 46°
    Sebastiano   Sebastiano
       Valori: 275 ....... Rango: Esordiente

    Buona sera amici ed un caloroso benvenuto a Giulia.
    Il mio modesto parere sarebbe quello di lasciar cuocere nel loro brodo gli animaletti che lì prosperano, vedrete che quando il momento sarà arrivato, saranno ben cotti.
    Non si può combattere contro chi trama sempre restando all'ombra. Io non ho mai letto una sola risposta del perfido Sallusti. E' un nefando e meschino personaggio, capace solo di vomitare le sue speculative ire e poi scomparire, fino a quando non gli viene comandato di profferire nuove, irriverenti parole.
    La coppia più demoniaca s'è formata (garnero/Sallusti) ed ha concretizzato il detto: Dio li fa e poi li accoppia. Ma con loro è il caso di dire: Il demonio li ha fatti, per farli congiungere.
    Immagino lo schifo!
    Già fanno ribrezzo a presentarsi da soli; se uno deve anche immaginare che si cedono in coppia, allora viene davvero voglia di appiccare fuoco alle loro sciagurate esistenze.  Sono i complici ideali delle nefandezze umane. Finchè non faremo fuori loro ed i perfidi come loro, che rappresentano i ponti per le parole del caimano, quel demone la spunterà sempre. Ogni azione è sempre riconducibile a lui, a berlusconi, il malvagio che ha distrutto l'Italia.
    Le sante parole del Papa siano per lui e per i tipi come Sallusti e la Garnero un dardo acceso conficcato nel cuore. Il dolore per loro dovrà essere immenso, infinito, incessante e senza perdono.

    0



  • 47°
    Giacomo   Giacomo
       Valori: 690 ....... Rango: User

    Buon giorno a tutti, con tanti auguri per i nuovi iscritti.
    L abatosta delle politiche è un boccone amaro per il cav.olfiore, per cui lo stesso ha dovuto ricorrere al suo stratagemma preferito: dare colpa all'incapacità altrui!
    Ora sembra deciso a ripartire, rispolverando "Forza Italia", come se non sapesse che la forza dell'Italia, dopo le "micidiali cure" imposte dai suoi governi, s'è ridotta a qualche desolata proteina, salvatasi perchè assente nei momenti cruciali.
    Ed a dover reggere il coordinamento della sua "stantia idea", ha pensato addirittura ad una "gran dama" che, per necessità fisica, non può tenere per davvero la bocca chiusa. La conformazione delle sue mascelle e mandibole la costringono ad avere un movimento "piatto", "schiacciato", senza l'armonia di labbra che si chiudono delicatamente ed altrettanto si dischiudono; quand'ella sorride, mastica,  al simile dei ruminanti.
    Il solito giornalaccio, con l'intenzione di dare appoggio al maialotto grassoso, suo squallido e volgare alleato, ha pubblicato un articolo a firma di un ignoto Stefano Filippi, nel cui sub-titolo già si intravvede la confusionaria visione di tutta la redazione. Infatti, così riportava: "Feroce battibecco mentre il conduttore di La7 intervista Bisignani Il direttore del "Foglio": "Perché non ci racconti di Montezemolo?". Questo è il link

    Questo è lo "screenshot" del paragrafo:

    E questo è stato il mio commento (stavolta pubblicato anche su quell'articolo):

    Buon giorno a tutti.  Anche quest'altro commento non lo pubblicherete, ma almeno mi diverte l'idea di farvi sapere quanto siete imbecilli perchè, come al solito faccio, pubblicherò questo mio intervento e la foto del titolo sul Blog https://www.iononmollo.it
    ilGiornale, a dimostrazione che è un giornalino e un giornalaccio, preparato da incompetenti e venduti, ci ricasca e pubblica nuovamente un altro articolo, il cui sub-titolo (questa volta non è il titolo) è uno strafalcione incredibile: "Feroce battibecco mentre il conduttore di La7 intervista Bisignani Il direttore del Foglio".
    Potrebbe anche essere più conveniente avere Bisignani come direttore del 'Foglio', certamente meno maiale lardoso dell'attuale, seppur un tantino più delinquente. Comunque, è sempre colpa del dis-graziato Sallusti, che ora c'ha la testa in tutt'altra faccenda affaccendata, cioè a caldeggiare e promuovere la nomina della sua santanonsopropriodicchè.
    @ soldellavvenire:  Il tuo concetto sarebbe più completo se avessi scritto "…dove Non hanno neppure la carta igienica, ma questo non è un problema, perchè quando hanno finito di usare quell'unico 'Foglio', hanno a disposizione le moltissime copie invendute de ilGiornale".
    Ha ha ha ha.  Che Banda di Cagoni nullafacenti!

     

     

    0



  • 48°
    Giacomo   Giacomo
       Valori: 690 ....... Rango: User

    Buon pomeriggio amici.
    saluto tutti quelli che, come me, hanno già finito le vacanze e quelli che in vacanza ci andranno prossimamente. Ed anche quelli che in vacanza non ci andranno proprio.
    Non potete immaginare il daffare che c'è sulle pagine di quel disgraziato ilGiornale. Ne stanno accadendo di tutti i colori. Titoli che si ingarbugliano con le URL… Commenti spostati e che non si trovano… Server in tilt… Un andirivieni continuo di sciacquini dalla penna facile (non ci crederete, s'è affacciato pure minzolin piripin pipì, ma dopo un minuto gli hanno sbattuto l'articolo in faccia e l'hanno mandato a cagare).
    Insomma, c'è una frenesia fuori dal comune!
    Hanno paura. Hanno paura e la dimostrano. Tutti sono coscienti che se il berl viene condannato, perderannp ogni privilegio ed ogni possibilità dei lauti guadagni che hanno oggi. Quei miserabili stanno lottando non per un ideale in cui credono, il berluska lo manderebbero affanculo volentieri, perchè molti di loro si credono meno stupidi di lui, ma per il loro mantenimento economico.
    Però, è proprio vero. Il caimano è un imbecille e fa anche meraviglia come abbia fatto ad arrivare là dove lui è arrivato. Chi gliela avrà prestata l'intelligenza che, l'ha dimostrato coi fatti, non gli è mai appartenuta? Ci vuole dello stamaco di ferro ad accettare l'ipotesi che lui di quell'evasione non sapeva niente. 400 milioni di euro, fossero anche 400 milioni di noccioline, non possono essere stati un ammanco di qualche indegno suo funzionario, ma anche se lo fosse stato, che imbecille è stato lui? Che impresario del menga è stato lui? Non ha chiest nemmeno una punizione per i disonorati dipendenti!
    Lo sapete che il PdL ha un certo senatore Giro, Francesco Giro, che ultimamente ha preparato un film sul caimano, al fine di determinare che in effetti a lui, al berluska, appartiene la leadership del Pdl? Non fate battute sciocche. No, non si tratta di un film porno! Ma il bello, no anzi, il brutto della questione sapete quando arriva? Quando lui dichiara, tutto contento ed eccitato di aver "…fatto le 4 per due mesi". Inaudito! Ha fatto le quattro di mattina per due mesi e noi… a continuare a passargli lo stipendio di senatore. Hai capito questo losco!
    Invece il ridicolo è quando, sempre lo stesso ladro senatore, asserisce di aver dedicato il film ad un uomo "intenso e genuino".
    Lì mi son detto: E no, qui ci deve essere un equivoco, qui gatta ci cova! Perche non può essere che si stia rivolgendo proprio al caimano. Il caimano un uomo intenso e genuino?
    Giro… Ma vatti a fa' un giro!

    0



Lascia un commento

Nota: Siamo spiacenti, ma solo gli Utenti che hanno effettuato il Login potranno pubblicare commenti; ecco perché l'area di testo per te non è visibile.
Non sei registrato? Allora fallo ... Registrati ... Potrai subito partecipare!




Tutti i Diritti Riservati © 2009-2020 - Divieto di Riproduzione, anche se parziale.