- In questo periodo la moderazione è affidata a: Gaetano, da Zelo Buon Persico (LO)

Sono le ore 16:30:15 ... Sempre che l'orario del tuo computer sia ben sincronizzato!
Finora hai trascorso 0 secondo su questa pagina. Grazie per il tempo che ci dedichi. Diventa uno dei nostri!.

La Pasionaria col sorriso spento!

Non sorride più come una volta la signora Anna Finocchiaro. Chissà se è tutta colpa della "bomba" che le è scoppiata in casa. I tanti avvenimenti degli ultimi giorni, han fatto si che la ...
anna-finocchiaro

Non sorride più come una volta la signora Anna Finocchiaro.
Chissà se è tutta colpa della "bomba" che le è scoppiata in casa.
I tanti avvenimenti degli ultimi giorni, han fatto sì che la notizia che la riguarda (sebbene non in prima persona), passasse in sordina e senza l'attenzione dovuta, da parte della stampa.

♣♣♣♣♣

La lettura di questo articolo richiede solo 1 minuto del tuo tempo ... Potrebbe valerne la pena!


Mostra il resto ...

La Pasionaria col sorriso spento!:
ha ricevuto 3 commenti. La partecipazione di soli 3 utenti determina che c'è scarso interesse per l'argomento.

  • Avatar   Gustavo
       Rango: Ospite

    Lo sapevate che Anna Finocchiaro ha una scorta?
    Quando stamattina mi è apparsa questa notizia, stentavo a credere ai miei occhi. Mi è tornato alla mente questo articolo, che non ha commenti, come se le brutte vicende che coinvolgono la senatrice del PD non interessassero ad alcuno.
    Alla domanda del perchè abbia la scorta e da quale grave pericolo ella sia minacciata, la invecchiata e smagrita donna ha risposto col suo solito modo strafottente: “Non devo e non posso rendere noto la motivazione della scorta. Mi è stata affidata dal Ministero degli Interni“.
    Intanto c’è da dire che ho visto delle foto a dir poco scandalose. La si vede ripresa mentre è a fare shopping con due o tre guardie del corpo, intente a mostrarle pentolame ed a spingere il carrello della spesa. Il suo partito, il PD, è a conoscenza che la senatrice ha la scorta?
    Intanto la situazione giudiziale del suo consorte, il dottor Fidelbo, si aggrava, poichè l’accusa mossa dal GIP di Catania è ora quella di Truffa Aggravata.
    Stessa casa, stessa famiglia, diverse invece le coscienze o almeno tali vorrebbero farle apparire. Il mangia-mangia esiste e coesiste, perchè non è possibile che la Finocchiaro, ex magistrato, non sapesse dei movimenti del marito. Lei era finanche presente, con l’amica ed ex ministra Livia Turco, all’inaugurazione del Pta (Presidio Territoriale di Assistenza) di Giarre. Colpevole dunque, come tutti gli omertosi, benchè della solita omertà in ambito familiare.
    Non si è girata dall’altra parte la pataccara donna, nè si è avuta notizia di qualche violento ceffone mollato al suo consorte, per averla messa in difficoltà d’immagine. E nemmeno si è saputo se il PD ha suggerito qualcosa alle due signore, tipo l’invito a non recarsi così impunemente a manifestazioni in Sicilia.
    Insomma, anche stavolta, la solita faccia tosta. Nulla da dichiarare senatrice?

    0



  • Federico   Federico
       Valori: 520 ....... Rango: User

    Buon pomeriggio.
    Ho volutamente ripreso questo articolo per allacciarlo al fattaccio occorso ultimamente a Torino.
    Piero Fassino, l’arcinoto spilungone e sindaco del capoluogo piemontese, ha tra i suoi dirigenti comunali una tal signora Anna Martina.
    Ebbene, questa signora sembra abbia dato incarichi diretti e senza gare d’appalto alla società Punto Rec Studio, dimenticando, per i secondi necessari alle firme, che il proprietario di quasi il 50% di quella ditta, è nientemeno il proprio figliolo: Marco Barberis.
    Senza troppi indugi il sindaco Fassino ha subito dichiarato che la vicenda è al vaglio del City Manager (termine inglese che in effetti indica la persona del Direttore del Comune) Cesare Vaciago, ma che comunque bisogna riconoscere, senza dimenticarlo, che la signora Martina ha contribuito al rilancio della città. Come a dire: “Ve la do’ subito io l’attenuante“.
    Ora è necessario che apra una parentesi.
    Bisogna sapere che Fassino, uomo di sinistra, ma io direi un sinistro uomo, da quando è sindaco di Torino, ha sbandierato la sua convinzione, secondo la quale per contenere le spese comunali (ricordo a te che Torino ha un debito di quasi 6 miliardi di euro), era necessario assumere professionisti ben remunerati. Hai capito che teoria? Spendere di più per risparmiare! Ma gli “ignoranti operai in cassa integrazione” che manifestavano per ottenere qualche aiutino, non l’avevano capita, ecco perchè ce l’avevano con lui.
    Con l’Addetto Stampa signor Giovanni Giovannetti era così partita la ricca epoca; di fatto, per il citato portavoce comunale, la “lunga acciuga torinese” stabilì un compenso di 187.000 euro annui, 64.000 euro in più del precedente personaggio in carica al governo Chiamparino. L’apertura era stata praticata, così non vi fu nulla di male, quando venne messa a disposizione la spesa di ben 589.000 euro annui, per convincere il signor Vaciago ad accettare l’incarico di manager.
    Torino-Palermo andata e ritorno. Similitudini che ingigantiscono la prassi del malaffare e del mal comportamento. Personaggi di sinistra, legati a delle logiche di perbenismo sociali e culturali, che inevitabilmente si scoprono essere dei semplici arraffoni e dei responsabili senza testa nè tasche.
    Anna finocchiaro e Piero Fassino. Due pilastri della sinistra italiana formati da polvere impastata con piscio.
    E sono ancora là!

    0



    • Cesarino   Cesarino
         Radiato dal Blog

         In risposta a: Federico

      Buon giorno a tutti.
      Caro Federico, che ti aspettavi?
      Ti aspettavi forse, che l’esser dipinti di rosso esulasse dal poter divenire affaristi e scialacquatori?
      La stessa signora Finocchiaro, ex magistrato e ripeto ex magistrato, non poteva non essersi accorta che il marito stava combinando un illecito. Ne va da sè che: O sei in combutta, o chiedi la separazione per colpa!
      A tutt’oggi mi sembra sia ancora insieme al marito, dunque, se ne deduce che? ……
      Non dimentichiamoci del tanto amato segretario del PD. Penati è stato la sua costola, il suo braccio operoso, la sua volontà proiettata. Craxi avrebbe detto: “Poteva non sapere?“. Certo che no! Eppure tutti i rossi sono stati subito pronti a fornire mille scudi per salvare il loro segretario dalla gogna mediatica e giudiziaria.
      Forse sara stato chè, all’epoca, Bersani, nonostante i gravissimi indizi ai quali ho accennato prima, risultava essere il più “immacolato” fra tutti. O forse chè il momento era troppo strategico e talmente denso di avvenimenti, che qualsiasi altro grosso scossone avrebbe potuto stravolgere la compattezza dei gruppi poitici.
      Fassino e la moglie (senatrice Anna Serafini) sono la coppia più longeva del Parlamento. Insieme raggiungono la bellezza di 10 mandati, 2 in più dell’onnipotente ed onnipresente D’Alema. E’ ovvio che qualcosa di rocambolesco continua a girare nella testa di quel “cestista”.
      Come ha riferito il nostro amico Gustavo, la Finocchiaro si “veste tutt’attorno” con tre guardie del corpo, gentilmente offerti dal Ministero degli Interni. Se la signora non fosse spendacciona coi soldi dello Stato e se alla signora non piacesse la notorietà del grosso movimento quand’ella si muove, avrebbe dovuto immediatamente rifiutare quell’offerta; d’altronde lei, che tipo di rischio può correre?
      Poveri noi, come siamo incasinati! Siamo addirittura già messi in padella dalla sciagurata classe politica e pronti ad esser fritti.
      Polvere e piscio. Bravo Federico! Mi piace l’accostamento, proprio perchè è la sublimazione del sudicio.

      0



Lascia un commento

Nota: Siamo spiacenti, ma solo gli Utenti che hanno effettuato il Login potranno pubblicare commenti; ecco perché l'area di testo per te non è visibile.
Non sei registrato? Allora fallo ... Registrati ... Potrai subito partecipare!




Tutti i Diritti Riservati © 2009-2020 - Divieto di Riproduzione, anche se parziale.