- In questo periodo la moderazione è affidata a: Rosaria, da Pozzallo (RG)

Sono le ore 17:06:40 ... Finora hai trascorso 0 secondo su questa pagina.
Grazie per il tempo che ci dedichi. Diventa uno dei nostri!.

L’imputato che condanna l’Italia

...

♣♣♣♣♣

La lettura di questo articolo richiede solo 4 minuti del tuo tempo ... Potrebbero valerne la pena!


Mostra il resto ...


L’imputato che condanna l’Italia:
ha ricevuto 50 commenti. La partecipazione di 36 utenti rende l'argomento scottante

  • Maurizio   Maurizio
       Valori: 760 ....... Rango: User

    E' un'indecenza alla quale bisogna voler porre rimedio.
    Tutti noi siamo arcisicuri che con questo delinquente in circolazione, l'italia non concluderà mai niente di buono. Stiamo solo sprecando tempo e soldi, ma i nostri soldi continuano ad entrare nelle casse del caimano. A lui, se ne va storta una, con la prossima si riprende quello tolto e gli interessi.
    Gli sciacalli del PdL devono avere e sentire la sensazione e la certezza che per loro è finita. Dobbiamo dissuaderli dal ritentarci ancora ed ancora ed ancora.
    Se Napolitano vuol continuare a fare il Presidente e vuol essere il Presidente degli italiani, lo dimostri; dimostri che, seppur vecchio, i coglioni li ha ancora, altrimenti vuol dire che è peggio degli altri.
    Il caimano ha fatto quella manifestazione a Brescia come segnale di ciò che potrà e vorrà combinare, infatti ne ha fatta organizzare un'altra per lunedi a Milano, in concomitanza con il giorno in cui è prevista la requisitoria finale della valentissima Ilda Boccassini. Il mafioso Berlusconi vuole intimorire la Magistratura.
    Io dico che è mille volte più delinquenziale di qualsiasi fascista presente o vissuto, perchè lui è un vile e ignobile voltafaccia.
    Spero ardentemente che prima della Giustizia terrena, provveda a lui quella Celeste, definitivamente .Saluti

    0



  • Gustavo   Gustavo
       Valori: 315 ....... Rango: Esordiente

    Buona sera a tutti.
    Il comportamento degli esponenti governativi del PdL è la goccia che deve far traboccare il vaso.
    E' qualcosa che rasenta l'anarchia di un sistema allo sbando, senza più regole, se non quelle che di volta in volta fa digerire a tutti il caimano.
    Basta, non se ne può più. Ci pensi Napolitano, visto che è stato lui a caldeggiare questa anomala situazione. Vada lui alla prossima manifestazione a Milano e vada a dire lui chi è e cosa ha combinato all'Italia il condannato Berlusconi. Quali gravità abnormi ed impossibili da sostenere quell'immondo psiconano ha creato.
    Io vorrei che domani stesso Letta e tutto il PD con Epifani in testa si rechino da Napolitano per informarlo che per loro è impossibile continuare la strada con coloro che per primi ostacolano il corso della Giustizia. Napolitano dia immediatamente altro incarico, sempre a Letta, di formare un nuovo Governo e stavolta con quelli del M5S.
    Sarei davvero contento se si verificasse questa ipotesi.Berlusconi…… Devi ndare in galera, delinquente.

    0



  • Rita   Rita
       Valori: 2035 ....... Rango: Veterano

    Buona domenica a tutti.
    Ho notato che Berlusconi ieri aveva, per la prima volta da quando lo osservo, la bava alla bocca.
    Era un asino che per poche decine di metri ha pensato di poter galoppare più di un purosangue, perchè tale voleva apparire, focoso, gioioso ed invincibile.
    Dopo tante piccole promesse che ci sim fatte tra noi, oggi ci ritroviamo a parlare ancora di lui e solo di lui, segno che le altre cose che nel frattempo avvengono, hanno reale minor importanza.
    La nostra politica dovrebbe occuparsi deiI fatti gravi, ma sembra che non si trovino sbocchi immediati. Quelli del PdL sono impegnati a difendere l'indifendibile e quelli di sinistra hanno altro di cui occuparsi in questo momento, così entrambi fanno ciò che vogliono, ancora.
    Sono inutili le poche parole spese dalla Bindi o dallo stesso E. Letta. Ci vuole il coraggio di dire che è intollerabile l'atteggiamento tenuto da quella parte che forma il Governo; bisogna essere capaci di dire che con quello schifo di politica la sinistra non ha niente da spartire e che quindi rimettono tutto nelle mani di chi queste incresciose situazioni le ha insistentemente chieste: Il Presidente Napolitano.
    E' una vera stranezza che ora il Presidente non abbia alcunchè da eccepire, eppure le azioni dei parlamentari del PDL non lasciano spazi a dubbi o incertezze. Hanno deliberatamente attaccato la Magistratura, attaccando, di conseguenza, proprio lui, Napolitano, il Capo del CSM.
    Dove sta il rigore di logica? Il dedicarsi con responsabilità ai problemi.
    Mi vien da ridere amaro se solo penso a ciò che il Presidente richiamava nel suo discorso d'insediamento: Responsabilità!
    Per quella parola tutti noi abbiamo ingoiato l'inciucio perpetrato ai danni delle ideologie. Abbiamo cercato di credere che stavolta, con l'interesse diretto del Presidente, le cose sarebbero andate diversamente. Invece no. Brescia è stato l'ago indicatore che ha mostrato l'ingovernabilità di questo Paese, fin quando in politica ci sarà Berlusconi e questi fanfaroni.

    0



  • Beppe   Beppe
       Valori: 430 ....... Rango: User

    Buon pomeriggio.
    Ho tanto desiderio di vedere questi sciocchi politici mantenere fede alle loro stesse parole.
    Quando ho udito la Bindi dire "consideriamo molto grave che il vicepresidente del Consiglio partecipi alla manifestazione di Brescia" ed il neo segretario Epifani rafforzare l'accusa "oggi a Brescia c'è chi mette mine", ho subito avanzato l'ipotesi che il PD avesse l'intenzione di far seguire a quei lamenti anche azioni rigorosamente penalizzanti per il PDL.
    A tutt'ora non sono giunte voci su probabili ripercussioni politiche. Solo chiacchiere e fumo, come sempre.
    Non si sono però fatte attendere le risposte degli esponenti del PDL, tutte concordi su un punto preciso; la solita sguaiata Santanèprimanèmai ha lungamente replicato "Come sempre due pesi e due misure. E’ vergognoso l’attacco rivolto al nostro segretario Angelino Alfano. Possibile che il segretario nazionale di un partito – se si tratta del Pdl e se di tratta di Alfano – debba abdicare al proprio ruolo politico, ai danni del proprio partito, mentre Enrico Letta può tranquillamente annunciare via agenzie che inteverrà alle 16 alla assemblea del Pd appena terminato il dibattito? Siamo di fronte a un golpe doppio, o all’idiozia di chi continua a vedere il mondo in modo miope? All’intelligenza degli italiani l’ardua sentenza", poi è toccato a Bondi "La faziosità dell’onorevole Bindi giunge a tal punto da sottacere il fatto che il premier Enrico Letta partecipa giustamente ai lavori dell’assemblea del Pd , così come il ministro Alfano prende parte a una manifestazione elettorale e democratica indetta dal proprio partito".
    Che facce da schiaffi! Paragonano la semplice partecipazione di Letta all'assemblea del PD (avvenuta entro le proprie mura) con la partecipazione corale dei politici berlusconiani alla gravissima manifestazione indetta contro la Magistratura (fra l'altro gridato ai quattro venti prima del suo svolgimento), altro che avvenimento elettorale.
    Ora sembra che, per calmare gli animi o per intervento forzoso di qualcuno (Napolitano?), il caimano abbia deciso di annullare la successiva manifestazione che si sarebbe dovuta  svolgere a Milano domani mattina. Ma Milano è ina piazza diventata ostica per il cavaliere e, forse, sono giunte notizie di un clamoroso flop partecipativo. Infatti la gente è stanca di prendersi a botte per loro. Meglio lasciare che se la sbrighino tra politici.
    Nel frattempo Grillo che fa? Sembra che anche lui sia molto impegnato a districare l'aggrovigliata matassa interna (si vocifera che circa 50 suoi "cittadini" siano pronti a disubbidirgli).
    Che volete farci, così gira il mondo e se qualcuno ha preoccupazioni personali, fa volentieri a meno di occuparsi dei fatti nazionali.
    E' quello che, disgraziatamente, capita a ciascuno di noi, anche se i fatti, noi li subiamo soltanto.

    0



  • Massimo   Massimo
       Valori: 500 ....... Rango: User

    Buona notte.
    Ho resistito finora a guardare la trasmissione di canale5.
    Non ricordo di aver mai visto un programma così schifosamente di parte; non un contraddittorio, non qualcosa che richiamasse alla severità del caso giudiziario, solo grandi aperture al non coinvolgimento del caimano.
    Sono emersi, per ammissioni degli stessi intervistati, compreso Berlusconi, i chiari toni di imbecillità dei comportamenti . Un Presidente del Consiglio che non è stato capace di inquadrare immediatamente la situazione anomala e la presenza in casa sua di una emerita sconosciuta. Questo già basta a intuire che quella sua abitazione non è formalmente frequentata da persone per bene, e addirittura, tacendo di proposito sulle evidenti motivazioni delle presenze di tutte quelle giovani ragazze, non dimenticando che in una intercettazione dello stesso caimano, lo si poteva sentir dire di avere la fila di otto ragazze in attesa di essere soddisfatte, si può asserire che quella casa era un luogo abituale di giovani prostitute.
    Uno che è stato capace di mentire su qualsiasi suo intervento, non può certo essere definito all'altezza di incarichi governativi o di rappresentanza di un fiero popolo.
    Senza voler entrare nel merito delle accuse, che solo ad uno sciocco non apparirebbero in tutta la loro drammatica veirtà, resta inequivocabile che quel buffone, nel tentativo disperato di voler apparire un grand'uomo, in definitiva non riesce che ad apprire sempre più colpevole e di svariati reati.
    E' assurdo lasciarlo parlare per sentirlo maniacalmente asserire che lui è, lui è, lui è.
    Canale 5 ha dato troppo spazio ad una squallida prostituta, perché “quella” è una prostituta, furba, puzzolente, ma prostituta. E perché lo ha fatto? perché “il culo” avesse piena disponibilità, per raccontare le bugiarde cose per le quali è stata pagata! Situazione paradossale davvero. E’ ovvio che la marocchina neghi con ogni forza di aver giaciuto col maiale. Per prima cosa per soldi ricevuti, per quelli che riceve e che riceverà, poi per non autoploclamarsi definitivamente puttana.
    Quel canale televisivo dovrebbe quindi avere un attimo di ripensamento e vergognarsi di essersi prestato interamente a questo immondo teatrino. Tutti sanno, che per fare quello che fanno, verranno ricompensati.
    La Giustizia alcune volte dovrebbe essere meno garantisca e poter colpire sia chi persevera nel raccontare fatti evidentemente falsi, sia chi crea l'insegnameto di quelle dichiarazioni, palesemente menzognere.
    Mi ha colpito una frase del caimano, quando asseriva che lui è costretto a trascorrere tutti i week end in compagnia dei suoi avvocati, per studiare e preparare i casi man mano in giudizio. Suvvia, che diamine, sappiamo tutti che “studiare e preparare” significa anche creare frasi e condizioni che assolvino, specialmente se si ha totale controllo del teste che deporrà.
    La verità di Berlusconi, in definitiva, è stata affidata ad una prostituta e nemmeno italiana.
    Vaffanculo, presidente, tu e le tue puttanelle. Sei indegno!

    0



  • Tullio   Tullio
       Valori: 690 ....... Rango: User

    Buon giorno.
    Anch'io ho assistito allo squallido tentativo approntato dall'ammiraglia della flotta Mediaset.
    E' apparso subito evidente che Canale 5 non cercava la verità, ma i motivi per poter spostare le conclusioni verso l'assoluzione del suo "assistito".
    Ha tentato, ma non c'è riuscita.
    Invece Canale 5 è riuscita, finalmente, a dimostrare che anch'essa è dalla parte del padrone assoluto, che anch'essa è dipendente.
    Chi non ha visto il programma di ieri sera, non potrà mai capire quante menzogne siano state dette. Ma questo lo hanno già saputo dimostrare i P.M. di Milano.
    Secondo me bisognerebbe accentrare tutta la discussione sul come la marocchina abbia potuto arrivare fino alla dimora dell'ex presidente. Se infatti si scoprisse, tutte le menzogne dette finora verrebbero evidenziate, perchè è praticamente impensabile che una disgraziata ragazza di strada sia potuta arrivare al caimano.
    Se si parte dal presupposto che il trio Fede-Minetti-Mora ricevevano forti ricompense se riuscivano a provvedere ai piaceri dello psiconano, si può anche intuire il perchè tenevano tanto ad arruolare continuamente ragazze avvenenti e disponibili (a fare che lo ha evidenziato l'era Tarantini con la D'Addario) ed a condurle nella "prestigiosa villa in cui avvenivano le marchette". Oltre tutto, si riuscirebbe a capire anche chi è veramente quella sgualdrinella.
    Però, tra le migliaia di intercettazioni telefoniche, ce n'è una un particolare nella quale si sente la "Ruby" confessare che, appena uscita una ragazza dalla camera da letto dell'ex premier, lei ha subito approfittato della porta aperta e s'è intrufolata, lasciando le altre di stucco. Dopo quella ed altre sere a seguire, ella ha apertamente ammesso (sempre nell'intercettazione telefonica) di essere considerata "il culo", a differenza della "pupilla" Noemi. Possiamo e dobbiamo dedurre quale tipo di prestazione lei abbia offerto o abbia acconsentito.
    La colpevolezza del maiale è dunque indiscutibile (altro che cene galanti), così come è indiscutibile la correità dei suoi leccaculi politici, a cominciare dalla Garnero. se ricordo bene si chiama così, e continuando con Alfano, Cicchitto, Lupi, e giù, giù, tanto sempre nella fogna restiamo.
    La manifestazione di Brescia è da considerare un vero atto terroristico, compiuto ai danni di un Potere dello Stato, organizzato e concluso da quei politici appartenenti al PdL, il cui disonorato boss è un pluri condannato, salvo finora solo grazie ai suoi soldi.
    Resto allibito e disgustato anche dall'assurdo silenzio del Quirinale!
    Quando vuole, il vecchio Napolitano sa addormentarsi, anche se tutta l'Italia è mossa da tremendi sussulti.
    Che schifo!

    0



  • Daniela   Daniela
       Valori: 315 ....... Rango: Esordiente

    Buon pomeriggio.
    Io capisco solo una cosa da tutta questa polvere o fango, che dir si voglia, che è stata sollevata o che è stato gettato. Berlusconi forse potrà uscire indenne dalle incriminazioni a lui ascritte, ma certamente è colpevole. La Giustizia, proprio perchè tale, non potrà decidere se c'è stato o non c'è stato sesso tra il maiale e la marocchina.
    Ma dopo le varie foto, a cominciare da quell'illustre poilitico estero che gironzolava nudo nel parco della villa sarda di Berlusconi, e le foto della D'Addario e di altre ragazze, dopo la denuncia e l'abbandono della signora Lario, dopo la vicinanza ristretta di un mafioso come Mangano e di amici come Lavitola, Mora e lo stesso Tarantini, già solo con questi precedenti e senza aspettare verdetti, Berlusconi può umanamente essere considerato un miserabile, schifoso maniaco.
    La farà franca perchè ha pagato e nessuno ha rifiutato i suoi sporchi soldi. La farà franca perchè il tempo guadagnato rinviando con la scusa dei suoi "legittimi impedimenti" ha giocato a suo favore, nel dare tempo a lui ed ai suoi legali di preparare il terreno della sua non colpevolezza. La farà franca perchè continua a pagare e mantenere dozzine di ragazze, mezze zoccole se non addirittura totalmente zoccole (non scandalizzatevi solo perchè sono una donna, sono indignata proprio perchè mi sento offesa come donna da queste stupide femminucce), affinchè tengano chiusa la propria bocca.
    Ma fino a quando? Fino a quando Berlusconi potrà sentirsi al sicuro? Fino a quando Berlusconi sarà dispostoo a pagare? Anche se versasse tonnellate di banconote, come riuscirà a dormire sonni tranquilli senza temere che quelle sue concubine, prorpio perchè tali, non finiranno colr volere di più, di più, sempre di più, fino alla minaccia di svuotare il sacco?
    Forse cambierà la legge elettorale, forse gli italiani cominceranno a capire, o forse ci saranno altre condanne. Forse, chissà?
    Tutto potrà avvenire, meno che Berlusconi diventi una persona.
    Ricordalo, tu, che lo voti. Sei complice dei suoi gesti.
    Sono convinta che il vecchio sa perfettamente lo schifo che lui stesso ha voluto far nascere; ora non se la sente, da irresponsabile come sta dimostrando di essere, di intervenire. C’è di mezzo Berlusconi e le sue potenze.
    Vogliamo scherzare?
    Si tratta del SUO Governo!

    0



  • Salvatore   Salvatore
       Valori: 470 ....... Rango: User

    Buon pomeriggio.
    Caro Giacinto, hai perfettamente ragione.
    Tutti noi abbiamo riscoperto Brescia per l'annunciata manifestazione contro la Giustizia indetta dallo "schifoso maniaco", come l'ha definito Daniela.
    Lo sappiamo che tutti in quel partito sono dei cambia bandiera, che usano le parole come fossero paglia al vento, di cui non resta più traccia. Ma si sbagliano, perchè chi vuol essere onesto ha anche memoria di ciò che essi dicono e non può far finta che nulla sia stato detto, o che sia stato annunciato evento totalmente diverso.
    Pensavo che mai più sarebbe successo come l'altra volta davanti al tribunale di Milano. Il Presidente Napolitano aveva espresso condanna in quell'occasione, almeno sembra, però questa volta, ha preferito tacere, nonostante la manifestazione sia stata molto più impressiva e significativa.
    Il Governo, ha di fatto appoggiato l'attacco alla Magistratura e questa è un'eventualità imperdonabile. Solo Letta e famiglia potevano passarci sopra, speranzosi come sono di mantenere le poltrone.
    Comunque, spero davvero che a questo punto la signora Boccassini riesca nell'intento di far scoprire chi sia per davvero Silvio Berlusconi. Questi giorni futuri saranno di vera attesa, perchè il popolo auspica verità e vendetta, contro colui che di fatto è il nemico della Nazione.

    0



  • GiuliaF   GiuliaF
       Valori: 275 ....... Rango: Esordiente

    Ciao a tutti, sono Giulia da Trieste.
    Complimenti a tutti coloro che s'impegnano al mantenimento di questo meraviglioso Blog e complimenti a coloro che partecipano, rendendolo ancor più accogliente.
    Qualcuno ha visto o sentito il Presidente della Repubblica?
    E' veramente molto strano. Possibile che gli sia già finita l'adrenalina che mostrava di possedere appena qualche giorno fa?
    Chi vuol ricordare le invettive di Berlusconi, ha ben a mente lo scopo della manifestazione di Brescia, fosse stata organizzata per altri motivi, non si sarebbe fatta tanta propaganda.
    Ed a proposito di propaganda, avete saputo del grande flop che è stata la trasmissione pro Berlusconi organizzata domenica sera da Canale 5? Solo il 5,3% di share. Un disastro!
    L'ho visto quel programma ed ho sentito chiaramente la sensazione della colpevolezza di Berlusconi. Era evidente che mentiva al suo intervistatore ed a noi. E' sembrato molto strano constatare che una persona piena di impegni come lui, a distanza di tempo (3 anni) sia riuscita, così limpidamente, a ripercorrere ogni tappa, ogni parola ed ogni fatto che riguardava le presenze della marocchina in casa sua. Era evidente che era tutto preparato, così come è evidente, che con Berlusconi è impossibile iniziare un confronto. Lui ha qualsiasi mezzo per stravolgere ogni fatto.
    Certamente anche molti altri telespettatori avranno notato che, quando ha parlato di una telefonata con l'ex presidente Mubarak, Berlusconi s'è riferito a giorni prima che avvenisse il fermo della Ruby in Questura, e gli ha parlato (lui ha detto, ma nessuno gli crede) che stava badando ad una sua lontana parente. Però questo può non avere importanza, l'importante è che Berlusconi, per sua stessa ammissione, sapesse già da prima, che quella non era la nipote di Mubarak. Allora, perchè nella telefonata intercorsa nella fatidica notte, ha fatto presente al funzionario di trattare la ragazza con un certo riguardo, perchè si trovava al cospetto della nipote di Mubarak?
    Oggi tutti sappiamo quale condanna ha chiesto per Berlusconi il PM signora Boccassini. La richiesta più gravosa della pena di 5 anni, è così consistente proprio perchè riferita al tentativo di concussione dei tre funzionari. Per la prostituzione minorile invece, è stata chiesta una pena abbastanza mite, appena 1 anno.
    Il PdL è insorto. Tutti loro, compreso Berlusconi, parlano di attacco decisivo per farlo fuori, per tenerlo lontano definitivamente dalla politica. E lui subito ha rilanciato "Se pensano di farmi fuori e di non farmi occupare più della politica promuovendo la mia ineleggibilità, si sbagliano di grosso e Grillo è il classico esempio vivente, di come si può far politica pur restandosene fuori".
    Insomma una vera e propria minaccia, per dire che l'Italia non si libererà tanto facilmente di un personaggio odioso come lui.
    Geazie per l'attenzione.
    Giulia F.

    0



  • 10°
    Goffredo   Goffredo
       Valori: 525 ....... Rango: User

    Benvenuta Giulia. Buon pomeriggio a tutti.
    Anche Marina Berlusconi ha allungato la fila dei sostenitori del "buon" papà, proprio lei non poteva di certo mancare alla rappresentazione della difesa di Silvio Berlusconi. Ci hanno provato tutti quelli del gruppo mediaset, con canale 5 in primis, che ha approntato tempestivamente un programma ad hoc, ma hanno fatto flop, ci hanno provato i servitori di partito che stanno al Governo ed il premier Letta ha fatto loro una bella tiratina d'orecchie, ci hanno provato tutte le femminucce mantenute ed i servi della casa allegra, ma niente da fare; un servitore s'è finanche autoaccusato di essere lui il propietario della "goliardica" statuetta di Priapo, come se un servo, im mezzo a tutti i pezzi di valore esposti, potesse permettersi, nella casa del re, di posizionare una cosa di quattro soldi, in così bella vista e senza preoccuparsi di offendere il pudore delle presenti "gentili e garbate signorine". Quella "mostruosità" era invece graditta, tant'è che veniva fatta girare tra le lingue stuzzicanti di tutte le olgettine. Con tanto di permesso, piacere ed esaltazione del re. Cene galanti e signorili, con nulla che accennasse al sesso. Un sonoro pernacchio a Berlusconi!
    Niente da fare. Nessuno è riuscito a calmare la temeraria e decisa Ilda Boccassini.
    D'altro canto lei, la PM, non stava facendo altro che il suo lavoro. Un duro lavoro, visto che il più delle volte, esporre soltanto a parole, diventa davvero difficile e preferiresti di gran lunga poter sputare in faccia quell'imputato che è già certo esseree invece un porco imputato.
    E' assolutamente vero, c'è ancor più voglia di agire con decisione, quando sai di avere davanti un maiale che, con grande naturalezza, riesce a sembrare un agnello.
    Io sono quasi sicuro che Marina Berlusconi prenderà subito il posto del padre, se costui dovesse finire in qualche modo deposto.
    E' ovvio che in quel caso tutto il PdL se ne sbatterebbe della promessa di sostenere il Governo e si finirebbe direttamente a nuove elezioni, con stavolta la "grande" Marina che, dopo aver riconsegnato le chiavi della padronanza a Silvietto, diverrebbe la nuova regina del PdL e dell'Italia, perchè statene certi, i malati di destra continuerebbero a sostenere qualsiasi cosa del loro leader. Questa è la vera differenza, che rende temibile quello schieramento.
    Ma che cosa ha dato loro da mangiare il caimano? Quei deficienti sembrano costantemente persuasi da lui.

    0



  • 11°
    Selvaggia   Selvaggia
       Valori: 585 ....... Rango: User

    Buon giorno a tutti e benvenuta a Giulia.
    Chi ha la possibilità di essere ascoltato e di essere visto di più, certamente guadagna più attenzione e forse riesce anche a convincere di più.
    Lo sanno bene Silvio e Marina Berlusconi.
    Per quella donna, se mai qualcuno non l'avesse già fatto prima, esprimo la mia profonda amarezza per come ella vuole rappresentare ed immedesimare lo stile e l'ideologia femminile. Sono due argomenti che esulano totalmente dal suo comportamento. La sua è solo spavalderia a basso mercato.
    Ovviamente crede di poter essere considerata "la donna più potente d'Italia" solo perchè è la degna figlia del padre; non credo ami sentirsi dire che lei è solo il prodotto dei soldi ingiustificati, caduti in possesso della famiglia Berlusconi. Quegli importi le hanno già dato alla testa abbastanza, così quello che fisicamente non ha potuto godere da giovane (era alquanto bruttina e sgraziata), ora cerca di recuperarlo, specialmente accumulando brutte figure e menefreghismo, incurante delle oscenità che provengono dai suoi irriguardosi atteggiamenti. Marina Berlusconi la volgareSeno nudo e sbronze in pubblico, sgridate nei corridoi e pugni sbattuti sui tavoli non sono certo segnali di chi ha ricevuto una sana educazione, nè tantomeno la dimostrazione intelligente di nutrire il democratico rispetto per le persone che la circondano.
    Nell'immagine che la ritrae, si può notare con quanta disinvolta arroganza punta il dito medio (di solito è l'indice) per indirizzare l'attenzione verso qualcuno dei presenti. Ma non è solo arroganza, con lei è sempre in gioco la sopraffazione spirituale dell'individuo.
    L'ho incrociata una sola volta nella mia vita (a Portofino, 22 anni fa). Era una scalmanata per strada ed il giorno dopo se ne sono sentite delle belle circa la sua notte brava al Carillon, una nota discoteca.
    Non sa frenare la lingua Marina Berlusconi e non capisco come abbia fatto ad evitare denunce.
    Anche la sua ultima esternazione meriterebbe più attenzione da parte del tribunale: "È mostruoso il solo pensare che il destino del Paese passi per le mani di un gruppo di magistrati spalleggiati da qualche redazione e qualche arruffapopoli".
    E' sempre valida la regola secondo la quale è efficace gettare su altri ciò di cui si viene accusati. E' per questo che sovente, il duo Berlusconi, lancia suglii altri ciò che merita per sè stesso.
    Marina Berlusconi viene descritta come una donna molto coriacea e battagliera; difficilmente si arrende e senza alcun dubbio mai si lascia influenzare. Queste "amare" caratteristiche fanno di lei l'erede naturale del Silvio politico.
    Come andrà a finire solo il PD ed il M5S lo potranno definire.
    Per ora, l'incubo resta. 

    0



  • 12°
    BenAng   BenAng
       Valori: 1965 ....... Rango: Frequent User

    Buon giorno.
    Benvenuta Giulia, hai scelto un brutto momento per unirti a noi, ma spero che le tue parole confortino le nostre menti.
    Lo dicano pure dalle parti del PD che non disprezzano le poltrone, anzi che le cercano. Lo dicano pure che sono dei traditori ormai patentati. Dicano anche che Berlusconi è stato la loro salvezza, senza la quale avrebbero avuto ben poche possibilità di sopravvivere così a lungo. Lo dicano che nessuno dei loro 10 milioni di elettori aveva mai chiesto direttamente di cambiare per ben tre volte l'indirizzo del partito e dicano che le loro scelte non sono le scelte della Base. Confessino che non offrire a Grillo per offrire in seguito a Berlusconi è stata l'azione più violenta e massacrante che potessero mai attuare.
    Dicano tutto questo, altrimenti non si riesce a capire perchè esistono e non si riesce a capire neppure perchè Zanda oggi va dichiarando che Berlusconi è incandidabile, che è d'accordo sul "mai con Berlusconi" ed è certo della colpevolezza di Berlusconi. Ma nonostante il capo gruppo dica tutte queste belle cose, il PD sta governando col PdL.
    Non si può tradire così apertamente ed anche se il "grande e vecchio maestro" ha dato loro il vigliacco insegnamento che l'inciucio non è una mascalzonata  nè un pugno agli elettori, loro dovevano prima confrontarsi con la base e, solo se avessero ottenuto il benestare (ma non credo proprio), avrebbero potuto accettare quell'esecrabile patto col demonio.
    Il napoletano ha blaterato che "gli anni di piombo" una cosa gliel'hanno insegnato… Che bisogna fermare la rabbia prima. Prima che questa diventi eversione.
    Io vorrei ricordare a lui ed a chi mostra di avere una memoria corta, che i partigiani son diventati fuorilegge, perchè era loro vietato di esprimere la rabbia e che loro vivevano in uno Stato fascista. Napolitano è per caso fascista?
    Avrebbe dovuto dire invece, di non far montare ulteriormente la rabbia. Avrebbe dovuto indicare l'atteggiamento che doveva esser mantenuto da tutti gli Organi Statali, proprio per scongiurare la rabbia del popolo. Il popolo! NOI dunque, non loro. Noi siamo ormai pieni di rabbia e vuoti di qualsiasi certezza.
    Lui fa solo i "grandi discorsi" e si fa applaudire, come un attore che riceve incoraggiamenti da una platea di semi deficienti e si convince che la sua interpretazione è stata gradita.
    E' lui e la sua platea ad avere tutte le colpe di questo immenso massacro.
    Ma non ha osato bloccarli. Non ha osato gridare: "Che cazzo mi applaudite a fare, imbecilli? Io sto accusando voi, siete voi il mio tormento, si, proprio voi!
    Ma non è avvenuto.
    Dopo le belle parole tutti tornano a fare esattamente quello che devono fare per missione presa: Fotterci!
    Chi sono gli eversivi?

    0



  • 13°
    Claudio II   Claudio II
       Valori: 555 ....... Rango: User

    Buona domenica a tutti. Ciao Giulia, benvenuta.
    Dire che questo Governo sia il Governo dei vincitori delle elezioni, mi sembra davvero fuori luogo.
    I fatti stanno dimostrando tutto il contrario. Seppur Letta segga e presieda il posto centrale nelle conferenze sinora tenute, ciò che riferisce è pur sempre ciò che gli è stato imposto di fare dal caimano. Letta sta attuando il programma del caimano.
    Mi pare pur ovvio che Berlusconi si senta trionfante. Fatto il primo passo, che riguardava la soppressione dell'IMU (con quali benefici lo scopriremo solo più avanti), ora è la volta di rivedere il Fisco e poi il Porcellum (ve lo ricordo: bocciato dalla Cassazione come anticostituzionale).
    La stranezza è che questi due ultimi argomenti sono correzioni che Berlusconi vuol fare a sè stesso, intende cioè apportare modifiche a soluzioni prese dal suo precedente Governo. Come si fa ad affidare ancora al devastatore per eccellenza il risanamento di due tra le più importanti riforme? Una persona come il caimano che ha fatto passare e promuovere una legge elettorale così squallidamente a disposizione del legislatore, merita di essere estromesso da qualsivoglia riunione, in cui si debba ridiscutere di cambiamento.
    Quale apporto benefico pensate possa venir introdotto alla legge elettorale, se vi partecipa Berlusconi?
    Il mio non è preconcetto, il mio è convinzione, perchè il passato è memoria, perchè il passato ci ricorda cosa è stato e cosa ha fatto Berlusconi. Ricascarci significa essere davvero complici di quel mascalzone. Spero vivamente che lo facciano fuori e che non possa più nemmeno affacciarsi alla politica.
    Resta comunque il fatto che il vero artefice di questa sciagurata situazione è e resta il vecchio Presidente della Repubblica. Quell'uomo è di una ambiguità indiscussa ed indiscutibile. Mai ha operato per il bene della Nazione, perchè altrimenti non avrebbe dovuto incitare a tradire ideali, promuovendo l'avanzamento del berlusconismo. E' stato il Presidente della Repubblica a scombussolare la situazione politica, altro che persona "super partes". Ha voluto che nascesse questo Governo a discapito del rinnovamento auspicato e promosso da altra forza politica.
    E questo è tradimento!
    Ha fatto tutto quel che gli è convenuto fare ed ha favorito chi voleva e doveva favorire ma, se gli parlano di vilipendio e di protezione della sua persona, lo sentirete esclamare subdolamente: " Queste sono prerogative del Parlamento".
    Anche il solo pensare che il Presidente della Repubblica sia ambiguo e subdolo, è vilipendio?
    Non ha comunque importanza… Io lo penso!

    0



  • 14°
    Luisa   Luisa
       Valori: 295 ....... Rango: Esordiente

    Buon giorno.
    Ho avuto molta titubanza e qualche "paura" ad iscrivermi a questo Blog. Poi ho visto una sostanziosa presenza femminile ed allora mi son fatta coraggio, capirete perchè.
    Eccomi qua, sono Luisa, da Perugia. Ho 40 anni e sono "innamorata" di Berlusconi.
    Non chiedetemi perchè, non chiedetemi per cosa o come sia successo. E' accaduto e ne sono felice e fiera.
    Mi aspetto le vostre accuse e qualche insulto, ma confido anche nella parvenza di civiltà e di apertura al dialogo corretto, sensazioni che ho avute, leggendo i vostri commenti.
    Sono stata spinta ad iscrivermi, perchè ho finora letto solo brutte parole indirizzate al Presidente Berlusconi. Ecco, non mi sembrano frasi corrette e surrogate da circostanziate ragioni. Ho solo percepito la voglia di combattere ed ostacolare chi sta meglio di noi, come se fosse una pesante colpa riuscire a realizzare tutto ciò che si ha voglia di realizzare. Perchè è innegabile riconoscere a Berlusconi di possedere capacità fuori dal comune, che gli hano permesso di creare un impero finanziario.
    L'arroganza con la quale viene offeso da una schiera di magistrati, rende la Giustizia italiana un'animale predatore, affamato ed in costante ricerca di quel particolare cibo che lo sazi.
    Con il Cavaliere però hanno sbagliato di grosso, perchè lui è capace di difendersi ed ha i mezzi per farlo.
    Posso convenire che certe accuse potrebbero risultare fondate, ma con la stessa lucidità e guardando al generale clima esasperato, ritengo che sia stato quasi logico averlo visto promotore e utilizzatore di talune leggi, fatte appositamente per salvaguardare la sua persona. Quelle leggi ad personam sono state emanate per contrastare le vive accuse ad personam che la Magistratura tenta continuamente di rovesciargli addosso.
    Non era giusto e non è giusto che un uomo come il senatore Berlusconi debba perdere il suo tempo per stare dietro a difendersi da accuse infondate.
    Non lo abbiamo visto mai concretamente all'opera, non perchè lui abbia preferito sottrarsi ai doveri di Capo del Governo, ma perchè troppe spine erano sapientemente gettate  lungo il suo percorso. Anche l'ultimo caso giudiziario, il caso Ruby lo sta dimostrando. Certamente vi sono delle circostanze che "condannano" moralmente la sua sfera privata, ma nulla di più, semplicemente perchè nulla di più può essere accertato dagli inquirenti. La mancanza di un'accusa diretta da parte di un'eventuale parte lesa, getta una desolante ombra sul comportamento della Magistratura inquirente. Vogliamo accettare l'ipotesi, che però resta solo tale, che il Cavaliere abbia comprato il silenzio delle sue "vittime"? Facciamolo pure, ma questa è solo supposizione e non può essere portata in giudizio. Ci sono anche le intercettazioni telefoniche. Quelle hanno nessun valore, se i diversi ascoltati dichiarano di aver pronunciato solo chiacchiere per farsi importanti e cercare di pesare nel contesto di tutte quelle vicende.
    Per ora mi fermo qui, aggiungendo solo un'altra considerazione: Oggi la sinistra di Governo è al fianco di Berlusconi, che sta portando avanti i punti del suo programma. Perchè accusate il Presidente del PdL di aver cercato l'inciucio con il PD e non ve la prendete invece, condannandolo, col PD inciuciatore di professione?
    Luisa

    0



    • 15°
      Andrea   Andrea
         Valori: 500 ....... Rango: User

         In risposta a: Luisa

      Buon pomeriggio a tutti e buona domenica.
      Benvenuta Luisa. Non devi preoccuparti per i tuoi sentimenti, qui sono salvaguardati. Devi preoccuparti invece per ciò che scrivi e come lo scrivi, ma non perchè sei sul Blog IoNonMollo, è un consiglio che ti prego di tenere ovunque nella massima considerazione.
      Beata te che "ami" pur non contraccambiata. Perchè è così no? Non hai avuto prove di essere contraccambiata?
      Una sola domanda: Hai mai avuto l'impressione che tutti voi "innamorati" dello psiconano, scusa, volevo dire del tuo Cavaliere, siate in effetti dei piccoli ma numerosi "oggettini" che lui utilizza e BASTA? Il corpo elettorale del berluska, scusami ancora poi non lo scriverò più, del tuo Cavaliere, viene sottomesso al pari delle olgettine, con l'unica differenza che non ci guadagna nulla, quindi anche un po' fessacchiotto e con interessi sterili.
      Ti prego, non ripetere la solita solfa che il Cavaliere è uno che fa l'interesse di tutti e che invece si ritrova contro lupi cattivi e draghi inferociti.
      E' lui il drago sputafuoco. Ma dimmi, quando lo sentite sproloquiare di amore e balle varie, ma a nessuno viene in mente che vi stia prendendo per i fondelli? E' sempre lui da solo, cioè senza che nessuno gliene faccia aperta richiesta, a proporsi come leader della coalizione di centro destra. Centro destra, hai letto bene; ma, non mi risulta che il centro sia ancora roba sua e, specialmente a Brescia nessuno lo aveva acclamato "imperatore" se non avesse dichiarato lui di esserlo.
      La magistratura inquirente deve seguire un certo percorso, che a volte è una procedura d'ufficio, come nel caso dell'allora minorenne Ruby.
      Ruby, alla quale per tuo rispetto oggi non do alcun appellativo, era sotto la protezione delle autorità competenti, perchè era una minore e toccava allo Stato prendersene cura e salvaguardarla da chi e da cosa avrebbe potuto farle del male. Ruby non aveva podestà di sè stessa e poteva essere facile preda, così come in effetti è accaduto, dopo aver conosciuto personaggi del calibro di Lele Mora, Emilio Fede e la stessa Minetti. Inceve di salvaguardarsi, con loro è andata a finire dritta dritta nella tana dell'orco. E che fosse minorenne lo sapeva sin dall'inizio, in Sicilia, il porco ex direttore di TG, il quale ha ben visto vicino il lauto e facile guadagno, se fosse riuscito ad indirizzare la minore verso un letto pronto e pompetta elettronica in funzione.
      Altrimenti, ti prego, spiega a noi poveri, odiabili ed ostili obiettori, perchè mai una miserabile, quasi una stracciona, una che puzzava, avrebbe dovuto esser ricevuta dal tuo amato. Anzi, spiegaci per favore, come potevano permettersi, quei porci eunuchi e la concubina, condurre una tragedia umana nel luogo sacro ove l'imperatore amava solo trastullarsi e provare piacere, dopo giorni di angosciose battaglie, combattute contro la sinistra ottusa.
      Io un'idea me la son fatta. La giovane marocchina è sembrata la giusta soluzione per compiacere il voglioso mostro, pensando che quella miserabile sarebbe stata facile oggetto di piacere e nulla più, dalla quale poteva arrivare solo godimento suino, poichè priva di qualsivoglia protezione da parte di chicchessia e lontana dagli affetti familiari.
      Questo rappresenta il tuo amante, questo è il tuo amante!
      Contenta tu!

      0



    • 16°
      Rita   Rita
         Valori: 2035 ....... Rango: Veterano

         In risposta a: Luisa

      Buon giorno e buon inizio settimana a tutti. Benvenuta Giulia.
      Desidero fare i complimenti a Luisa per il "coraggio", perchè di coraggio si tratta, avuto nel tuffarsi in una sfida che certamente le procurerà qualche "ferita" e di averlo fatto, scegliendo di entrare in un campo originariamente e, direi, interamente ostile. Però, da parte mia, le posso garantire tutto il sostegno possibile e mi sento anche di poterla rassicurare che qui nessuno la insulterà. Forse incorrerà in qualche animata discussione, ma nulla di personale, se non la pura disputa ideologica. Sono anche sicura che le sue testimonianze serviranno a tutti noi, per capire certi risvolti e certe sfumature del personaggio Berlusconi, che ci sono sostanzialmente ignote, proprio per la mancanza di un vero e ben informato contraddittorio.
      Premesso ciò, da donna, mi sta veramente a cuore sapere come un'altra donna, ormai nel pieno della sua maturità (a proposito cara Luisa, non hai scritto se sei sposata e se hai figli, ma non importa) possa tranquillamente dichiarare un amore così "passionale" per uno sconosciuto, fino ad indurla allo scontro con altri. Perchè amare Berlusconi, non è come amare il proprio idolo, cantante o attore che sia. Ma anche se si ama uno di quei personaggi mitici, mai si arriverbbe a fare a botte per salvaguardare quel sentimento. Anzi, abbiamo avuto moltissimi casi in cui l'attore o il campione sportivo, scoperto successivamente essere un mascalzone, sia caduto immediatamente in miseria e nel dimenticatoio, proprio perchè traditore di un sentimento genuino e perciò profanato.
      Ma perchè per Berlusconi non capita la stessa evenienza? E' questo che chiedo a Luisa.
      Tralasciamo pure le vicissitudini della sua immorale condotta, ma come uomo politico, quali pregi ha? Cosa ha fatto per i comuni cittadini? Cosa ha fatto per l'Italia? Cosa ha fatto a te, cara Luisa, di tanto significativo, da meritare addirittura il tuo amore?
      Illuminaci, ti prego, ma che sia con parole e fatti all'insegna del sociale, della politica e non per simpatia e piacevolezza personale!

      0



  • 17°
    MaurizioMic   MaurizioMic
       Valori: 475 ....... Rango: User

    Buon pomeriggio.
    Sono strafelice di dare il mio benvenuto a due gentili signore: Giulia e Luisa.
    Ovviamente presterò molta più cura nello scegliere parole che non vadano a ledere direttamente Luisa. Credo anche di non essere in torto se penso che molti di quelli "di vecchia data" stanno aspettando di vedere come reagirà alle semplici osservazion, per poi frapporsi nel dialogo.
    Io comincio subito la mia "bordata" riferendo il tentativo di M5S di voler risanare un'anomalia che si protrae ormai da 20 anni: L'ineleggibilità di Berlusconi.
    Fra poco si riunirà la commissione per eleggere il nuovo presidente. Subito dopo si potrà intuire quale è l'intenzione dei membri della commissione, avendo in lista un senatore del M5S, uno di SeL ed uno della Lega Nord. I voti necessari sono 12, così il PD farà ancora da ago della bilancia. Aspetteremo di vedere se stavolta, quest'ultima volta, la ragion veduta avrà il sopravvento della spudorata difesa del caimano. Il senatore del Pd, Violante, non ha perso tempo a lasciar intendere come lui la pensa e come vorrebbe la pensassero quelli del PD: "Per tre o quattro volte, nelle passate legislature, il centrosinistra ha votato in un certo modo" (ve lo ricordo io, contro l'ineleggibilità). "Se non ci sono fatti nuovi non vedo perche' dovremmo cambiare questa scelta".
    Ecco chi è Violante, ecco perchè dobbiamo salvaguardarci da coloro che noi, stupidi creduloni, consideriamo i baluardi della nostra democrazia.
    Non è democratico quel popolo che permette ad un imbroglione di farsi eleggere, corrisponderebbe a veder seduto in Parlamento qualsiasi delinquente acclamato, che si è fatto eleggere con le sue pressioni mafiose e che da quel momento potrà concorrere a definire leggi a favore dei suoi loschi compari, Berlusconi è un uomo d'affari e poco vale che egli abbia affidato il suo regno economico nelle mani dei figli; vorrei vedere se si trovasse a decidere su un'assegnazione di un beneficio a qualche suo competitor, come reagirebbe.
    Nel frattempo il PdL ha pensato bene, vista la gravità assoluta in cui ci troviamo, di presentare un testo alla commissione Giustizia, nel quale è richiesto un dimezzamento della pena per il reato di concorso esterno in associazione mafiosa, che intendono far modificare dagli attuali max 12 anni ad appena 5 anni e, fra l'altro, dovrà essere di competenza dell'accusa dimostrare che da quell'associazione, il delittuoso personaggio ne ha tratto benefici economici.
    Ho solo un termine per definire con disgusto questi spregevoli esseri: BASTARDI!

    0



  • 18°
    Piero   Piero
       Valori: 690 ....... Rango: User

    Buona sera. Anch'io do il mio benvenuto a Giulia e Luisa.
    Hai fatto bene, caro Maurizio, a ricordare la scedenza di oggi, così ho cercato di seguirne gli sviluppi.
    Quando tutto sembrava avviarsi e l'orario suonare il suo gong, è arrivata, inaspettata, la notizia. Quella riunione non s'à da fare!
    PD e PdL, proprio in relazione al punto cruciale che avrebbero dovuto discutere e cioè l'ineleggibilità di Berlusconi, hanno deciso che non è questo il momento opportuno,
    Ora, a parte che non si può rinviare alle14:10 una riunione così importante che dovrebbe cominciare alle 14:30, ma vi pare logico che alla presidenza possa essere eletto uno della Lega Nord, che s'è messa all'opposizione per convenienze di queato genere? Ma avete visto lo schifoso inciucio a cosa porta? Tutto viene subdeclassato, tutto diventa subordinato, tutti diventano sudditi e di cosa? Di chi?
    Ecco, vorrei rispondesse Luisa. Ma non con la solita flemma del rimando che hanno già mostrato di applicare i suoi del PdL; in fretta, a sangue caldo e con una certa serietà mentale, perchè di sentire amoruccio e amorini, ne ho piene le scatole. Qui si sta morendo e la collera è alle stelle per davvero.
    E' mai possibile che quando c'è di mezzo quel maledetto psiconano, tutto venga trascurato, tralasciato, abbandonato e lo si faccia per proteggergli il cu..?
    Luisa cara, se sei la donna intelligente e che ha fegato, metti insieme le tue caratteristiche e risveglia tutti quelli che puoi, lì attorno a te, diventa seriamente interessata alla vita sociale e poi ti accorgerai che il tuo "amore" è un porco maledetto. Non ti dico di tradirlo, ma smettetela di farlo illudere più forte di quanto lo sia realmente.
    Davvero, scusami, ma non se ne può più!

    0



  • 19°
    Sergio   Sergio
       Radiato dal Blog

    Buon giorno a tutti, un saluto particolare alle nuove arrivate Giulia e Luisa.
    Luisa, io non ti definirò " cara " per il semplice motivo che non mi sei "cara"; ti accolgo, ti rispetto ma niente di più.
    Per quanto riguarda il tuo innamoramento, ti ricordo che molti anni fa gli italiani si innamorarono di un certo Benito (era lo stesso tuo amore… totale appassionato, incrollabile, al di sopra di qualsiasi logica critica e mai investigato in modo onesto ed obiettivo ). E finì in tragedia; come tutte quelle comunità che si affidano alla benevolenza dell’UNTO DAL SIGNORE che tutto fa e tutto dispone.
    Potrei parlarti di molti fatti ed aspetti che sconsigliano lo sciagurato innamoramento, per ragioni di spazio e di tempo te ne citerò uno solo, cosciente di non convincerti ma anche di non poter fare altro.
    In un Paese progredito e con una civiltà democratica consolidata, cosciente e coerente, il solo fatto che qualcuno alzi la cornetta del telefono e chiami la Questura per imporre il proprio peso e per favorire ed aiutare un  indagato di reato regolarmente denunciato, lo mette al di fuori della credibilità politica ed istituzionale, a maggior ragione se si tratta del Presidente del Consiglio; tutto ciò a prescindere da tutto il resto che è comunque nefasto, amorale ed infamante per ogni politico.
    Saluti, Sergio

    0



  • 20°
    Luisa   Luisa
       Valori: 295 ....... Rango: Esordiente

    Buon pomeriggio. Eccomi finalmente a casa!
    Ringrazio coloro che gentilmente e cortesemente hanno gradito presentarmi il loro benvenuto.
    Molto garbatamente sono stata chiamata in causa direttamente per via della mia confessione. Rita, per esempio, mi domanda e si domanda. come io faccia, da donna, ad amare lo sconosciuto Berlusconi. (a proposito di Rita, la informo che sono sposata ed ho un figlio).
    Berlusconi basta incontrarlo una sola volta, avere l'opportunità di stringergli la mano e scambiare poche parole. Non potrai mai più pensare che sia uno sconosciuto.
    La sua elegante dialettica ed il suo sorriso, coinvolgono chiunque gli stia attorno. Averlo seguito politicamente è stato il passo più semplice e naturale che "gamba umana" possa fare. Certamente Berlusconi non è un santo, di questo chiunque lo supporti, ne è consapevole, ma il Cavaliere non potrà mai essere considerato un delinquente o un farabutto. Ha certamente commesso qualche azione sfacciata e poco degna di nota, però per giudicarlo, bisogna che ciascuno si metta nei suoi panni e con la sua testa.
    Berlusconi è un uomo che economicamente può tutto. Se anche la sinistra ha ammesso (parole di Violante) che sono state tenute condotte che salvaguardavano l'uomo politico e l'imprenditore, perchè doveva toccare al mio "amato" non adeguarsi al sistema, cercando man mano di cambiarlo e migliorarlo? Le sue televisioni sono state al centro di mille dibattiti e mille volte gli oppositori hanno ritenuto di lasciar perdere quel tipo di accusa. Mille volte gli oppositori potevano modificare le leggi che lo avrebbero reso ineleggibile, ma anche per quella evenienza, e sempre a bocca di Violante, abbiamo udito il pensiero della sinistra. E’ la sinistra che ha personaggi politici come Violante, Latorre, D'Alema, Penati, il Rottamatore, Veltroni e tanti altri perdenti, non è mica colpa di chi ben sopravvive  a destra! Li hanno eletti quelli della base rossa, prendetevela con loro, se ne siete capaci. La base, tuttavia, non va a demolire la sede centrale del PD.
    La telefonata in Questura, tanto impegnativa per Sergio (al quale ribadisco l'inutilità della sua risentita ragione, così stranamente dura e forte, da costringerlo alla spiegazione del perchè io non fossi a lui "cara"), la si può osservare sotto l'ottica alla quale mi riferivo prima. Berlusconi aveva avuto già "ospite" quella ragazzina, che dunque era stata in casa sua e magari anche con lo scopo che tutti hanno previsto. E' ovvio poter decidere di telefonare e farsi avanti con qualche sua tipica spavalderia. Cosa avrebbero scritto l'indomani i giornali, se avessero saputo che una sua ospite era una ladruncola? Ma in effetti non ha ragionato che quei giornali erano già sulle sue tracce e che non aspettavano altro per dargli addosso.
    Vuoi davvero ritenere così stupido l'uomo più ricco d'Italia, da non saper prevedere quanto male gli si poteva ritorcere contro?
    Avrà pensato, come è consuetudine in Italia: "Adesso intervengo io, così mettiamo a posto le cose". Ma oltre alla figura del magnate, Berlusconi era anche Presidente del Consiglio. Così il suo intervento ha preso la brutta piega che tutti conosciamo. Ora torniamo un po' indietro. Se Berlusconi fosse intervenuto con la figura che gli appartiene veramente (il ricco imprenditore), cosa sarebbe accaduto? Quei funzionari avrebbero avuto o no lo stesso atteggiamento?
    Quello che voglio dire è che ciò che Berlusconi rappresenta, è nella mente di tutti. Basta vederlo comparire e subito si pensa che sono arrivati i soldi, o quantomeno che si ha a che fare con uno che può.
    Berlusconi rappresenta invece la vera innovazione; prova ne è che, a mille persone ignare, sono state poste delle questioni che il Cavaliere si pone da sempre e che da sempre vorrebbe risolvere; bene, 984 di loro hanno risposto che agirebbero proprio con il criterio che esprime Berlusconi. Legalità, Giustizia, Fiscalità, Lavoro, e Sociale sono stati i temi proposti.
    Sono arci convinta che Berlusconi sfrutti il suo ruolo politico. Però tu, Sergio, sei così sicuro che se lo avessero lasciato tranquillamente fare (senza cioè la continua apprensione di proteggere la sua persona e le sue aziende dall'attacco inquisitorio), avrebbe avuto bisogno di farsi quelle stupide leggine, perdendo del tempo prezioso? Lo spacco s'era ormai creato e l'averlo lasciato aperto per così lungo tempo, ha fatto diventare una voragine quella che era una semplice crepa e fatto passare per "delinquente" colui che non ha avuto altra via d'uscita se non quella di sfuggire certe ingiustizie.
    Ha dovuto farlo con qualsiasi mezzo, purtroppo, perchè lo Stato Giudiziario ha mezzi infiniti, quando vuole attaccare.

    0



    • 21°
      GiuliaF   GiuliaF
         Valori: 275 ....... Rango: Esordiente

         In risposta a: Luisa

      Buon giorno a tutti. Porgo con simpatia i miei saluti a coloro che mi hanno accolta.
      Cara Luisa, dopo aver letto le motivazioni del tuo sentimento per Berlusconi, mi sento disarmata e delusa dalla vita, perchè a me non è toccata quella "fortuna" che invece ha baciato te e mille altre come te. Ovviamente, scusami, sto ironizzando, poiché sono strafelice di aver conosciuto ed amato quel “semplice ragazzo” che oggi è mio marito.
      Aver incontrato ed aver stretto la mano ed aver parlato con un individuo di quella "grandiosità", lo riporti quasi come fosse un miracolo. E uomo del miracolo, nonchè predicatore, Berlusconi ha voluto mostrare di essere anche ieri pomeriggio, intervenendo di forza al comizio che doveva essere quello conclusivo di Alemanno. Alla fine della sua solita sceneggiata, condotta da attore teatrale consumato, s'è lasciato andare alla derisione, senza che gli otto gatti e gatte intervenuti se ne accorgessero: " Vi proclamo tutti missionari di verità e di libertà! Andate e convertite le genti! ".
      Cara Luisa (io lo riscrivo, non sono tirchia di sentimenti al pari di Sergio, poichè io mi rivolgo sempre alla persona, non certo alla sua ideologia ), i benestanti e quelli che non si preoccupano dello stato sociale in cui versa l'Italia, probabilmente formano la schiera degli irriducibili berlusconiani; per loro infatti, Berlusconi ha sempre mantenuto un doveroso filtro, che li proteggeva da tutte le sue soffuse persecuzioni. Equitalia è uno dei mostri voluti e creati dal governo Berlusconi (art. 3 del decreto legge n. 203 del 30 settembre 2005 deliberato dal governo Berlusconi III, convertito con modificazioni nella legge n. 248 del 2 dicembre 2005). Dopo otto anni, lo stesso fondatore si presenta per dire che quell'Ente fa schifo, che va abolito e lo dice come se lui non centrasse nulla. E tutti i morti che Equitalia nel frattempo ha causato? E le famiglie rovinate? E le imprese fallite e chiuse? Ed i posti di lavoro persi?
      Se sei capace di allontanare Berlusconi da queste responsabilità, allora sì che Berlusconi può esser considerato degnamente un uomo che basta incontrare una volta, per non apparire mai più uno sconosciuto.
      Non dubito che tu sia una donna capace di sentimenti, ma ti ricordo che nel mondo esistono schieramenti che racchiudono persone denominate seguaci (come ad esempio quello per il Cristianesimo o quello per i Mormoni o semplicemente quello appartenente ai testimoni di Geova), tutti degni dell'intrinseco, dovuto rispetto. Esistono anche altri schieramenti (con altri tipi di seguaci), tra cui quello definito setta (setta satanica, psico-setta, ecc.).
      Tu, col tuo Berlusconi, a quale schieramento pensi di appartenere?
      Ti saluto.

      P.S. Ti prego, non dimenticare il caso Equitalia, prima di risponderti.

      0



  • 22°
    Bertoldo   Bertoldo
       Valori: 630 ....... Rango: User

    Buon inizio settimana a tutti.
    E' innegabile che solo una donna può ben capire l'indole di un'altra donna e quindi intervenire dovutamente.
    Mi riferisco al dibattito nato dalle controverse opinioni tra le ben arrivate Giulia e Luisa. Per quanto riguarda il determinato sentimento, io non posso fare altro che restarne fuori.
    Mi sento invece di discutere gli avvenimenti e, sono propenso a ricordarvi che, da quando Berlusconi è sceso in politica, di fatti ne sono capitati molti e tantissimi procurati da lui stesso.
    Ma anche il riflusso non si è fatto attendere, inglobando nel vorticoso raggiro tutti gli altri elementi politici.
    Il nuovo segretario pro tempore del PD, il piagnucoloso e sempre triste Epifani, che tutte le feste porta via, s'è sentito obbligato a dichiarare, dopo il sempre verde pensiero di Violante, "…coloro che pensano che, una volta dichiarato ineleggibile, noi sconfiggiamo Silvio Berlusconi, si sbagliano, perchè potremmo averlo fuori dal Parlamento ma sempre alla guida del Pdl, come Grillo è alla guida del suo movimento. E senza averlo sconfitto".
    Pensiero ricorrente, già espresso da Bondi, ma se detto da uno di sinistra assume tutta l'aria di una connivenza acquisita, perchè il nemico politico mai lo si sotiene, neanche a metà; è il nemico della propria ideologia e della conseguente cognizione di vita. E' l'oppositore a ciò che vorremmo e potremmo essere, quindi mai dalla nostra parte e noi mai con lui.
    Quel che a me appare incerto, è proprio il ruolo di questi beniamini di sinistra. Ne arrivasse uno con tanto di cog….. a dire con fermezza "basta Berlusconi" ed agire di conseguenza. Vengono messi al comando sempre delle mezze cartucce con carattere ed idee da mezza cartuccia. E' evidente che così come si comportano loro, Berlusconi non lo sconfiggeranno mai. Non è ammesso andare a braccetto con uno e poi dichiarare che non è valido o che non è capace, perchè automaticamente diviene incapace e non valido anche chi lo asserisce.
    Berlusconi, l'ha scritto pure Luisa, sfrutta qualsiasi mezzo pur di rimanere nella magica sfera protettiva della politica. Gli conviene e quindi non si cura delle figure da beduino che fa. Lui è costantemente in campagna elettorale, appena scende dalla macchina si fa vedere sorridente, come se non avesse i mille problemi che ha, ma poi spara diritto alle persone, o alla parte politica, che vuol colpire. Anche ultimamente lo abbiamo visto e sentito all'opera. E' al governo con la sinistra, ma non disdegna di affondare la sinistra, lanciando i suoi furenti cannoneggiamenti. Anche le toghe cattive per lui sono quelle rosse. Suppongo ne esistano anche di nere e verdi, ma non vengono "massacrate" dalle insulse parole di chi sente per loro naturale avversione, come quella del ladro per la guardia.

    0



  • 23°
    Manuela   Manuela
       Valori: 1775 ....... Rango: Frequent User

    Buon giorno a tutti.
    Saluto le brave Giulia e Luisa. Hanno cominciato davvero alla grande.
    Devo ammettere che, appena finito di leggere l'intervento "difensivo" di Luisa, non mi sono sentita di "condannare" pienamente le sue ipotesi. Infatti, dopo aver letto le sue motivazioni, un briciolo di dubbio mi ha assalita, tanto da indurmi a pensare "e se fosse davvero così?". Ma poi ho letto la risposta di Giulia e della nascita di Equitalia e allora mi sono tornate alla mente tante altre vigliaccate, che solo uno spavaldo e non ligio al rispetto dei cittadini poteva commettere. No, carissima Luisa (io ho rincarato la dose, così quel poco gentiluomo di Sergio creperà d'invidia), Berlusconi non è uno che si ama dal primo istante che lo vedi; Berlusconi è un uomo da tenere lontano dalla propria esistenza, senza alcuna esitazione. Lui è una macchina per fare soldi, ma non per gli altri, per sè stesso, quindi apertamente in conflitto con le buone intenzioni che deve avere il "chiamato" alla politica.
    E' uno che fa il bello, il buono ed il bravo, ma solo quando è in mezzo a persone con le quali non deve discutere i suoi interessi, quindi solo apparentemente. Lo dimostra il fatto che tutto il PdL è nelle sue mani, è sotto il suo indiscusso controllo e tutto si fa nel suo nome. E' un partito che, grazie alla mente squallida di molti ignoranti italiani (scusami Luisa, non voglio che tu ti senta inclusa, tu sei intelligente e preparata), s'è impossessato della democrazia di questo nostro Paese, rendendola oggetto delle mistificazioni dell'onnipotente padrone.
    Mi pare ovvio che tutti, ma proprio tutti, quelli del PdL devono essere dei concussi e coinvolti negli interessi di guadagno, La loro vacca grassa ha un solo nome: Berlusconi!
    Il vincente Berlusconi, quello che ha saputo assoggettare un'intera classe politica, Presidente della Repubblia incluso.
    Di tutt’altra specie è quel deficiente di Bersani che avendo seguito con metodi assolutamente stupidi ed infelici la trattativa con il M5S, ha dato conferma che le mie supposizioni sono fondate. Se anche pensassimo che lui non sia stato in grado di fare le addizioni, qualcuno nel PD avrà ben cercato di fargliele; dunque era ben conscio che non aveva i numeri e, tolto Grillo, sapeva chi gli sarebbe rimasto solo il PdL; dunque sapeva benissimo che per la sua cocciutaggine stava conducendo tutto il PD tra le braccia col PdL. Per far ingoiare il rospo ed indorare l'amara pillola, hanno incluso nell’inciucio anche quella sottospecie di Scelta civica, che solo a nominarla mi viene l'ansia.
    E no eh, questo metodo di far politica deve essere annullato al più presto. Grillo lo va dicendo, il governo è sotto tiro e Berlusconi ha il dito sul grilletto. Se pensate che questa sia la giusta condizione che permette ai nostri governanti di poter risolvere i problemi dello Stato, vi sbagliate di grosso e Grillo invece non sbaglia, prevedendo l'esplosione del botto entro l'autunno.
    Tutto dipenderà dall'esito della Cassazione.
    Ancora una volta dovranno decidere se è meglio calpestare le fondamenta della nostra Costituzione e far passare l'ignobile caimano per perseguitato, o se rispettarla e lasciare che il destino si compia per Berlusconi e per il nostro percorso, che, pur se zeppo di sofferenze, conduca ai nuovi esiti elettorali.
    Senza più Berlusconi, finalmente!

    0



  • 24°
    Claudio   Claudio
       Valori: 2620 ....... Rango: Veterano

    Buon giorno a tutti. A Giulia e Luisa il mio cordiale saluto.
    La politica sembra aver mal assorbito l'essenza delle necessità, infatti tutte le commissioni ed i consigli dei ministri sinora svolti, hanno impegnato molto tempo per discutere l'organizzazione dei partiti e quel che c'era da fare, per mantenere alto il prestigio personale di Berlusconi. Di creazione di posti di lavoro, di ripresa economica e di legge elettorale per il momento se ne parla soltanto.
    Stanno dando la precedenza alla riforma costituzionale, ma solo perchè ora sentono di avere la possibilità, con questo popolo italiano cialtrone ed impotente, di poter adattarla meglio alle loro esigenze. Se ne fregano di dover capire che quelle discussioni, pur se da affrontare ed evolvere, per il momento non danno pane a chi è affamato.
    Letta aveva dichiarato e promesso, sin dal suo insediamento, che il nodo cruciale era il lavoro. Ma allora perchè ancora non si vedono, non dico i risultati, ma il fervore delle preparazioni? L'Italia dovrebbe essere tutta un tremolio di nuove azioni; si dovrebbero vedere in giro organizzatori e coordinatori; dovrebbe esserci un brulicare di giovani idee da attuare.
    E invece?
    Invece si sono occupati di IMU (senza comunque risolverla). Si stanno occupando di Porcellum e Mattarellum, nel senso di mantenere aperte inutili discussioni e senza decidere di abolire immediatamente l'una ed inserire, provvisoriamente ma sempre meglio che niente, l'altra (con il consueto metodo di pacata attesa, acchè i lavori iniziati dalla soddisfatta per l'incarico ricevuto, presidente Finocchiaro – sempre più maschia di voce e sicula caliente di fatto – riescano a dare qualche frutto). Si stanno occupando di finanziamento ai partiti, da abrogare però gradatamente nei prossimi 4 anni (a loro stessi riescono a concedere il dovuto tempo, calcolato sin nei dettagli, per creare nel frattempo la cerchia dei sostenitori interessati). Si stanno occupando ove reperire le risorse necessarie, sempre col solito meschino metodo: elemosinare presso l'UE.
    Questi "nuovi signori", con la scusa del terribile momento, si sono reimpossessati di un Parlamento che non doveva essere più il loro; sono riusciti a far passare il M5S come il partitino con l'unico problema degli scontrini. Sono riusciti, con Napolitano in testa, a sconvolgere il significato delle elezioni, riducendo, tutto quello che era stato pronunciato, ad aria fritta.
    E', questo, un Parlamento leggittimo? Era questa l'idea di Governo che s'erano fatta i cittadini italiani?

    0



  • 25°
    Vittorio   Vittorio
       Deceduto R.I.P.

    Due magnifiche donne con "cervello acceso" pronte a dir la loro. Siate le benvenute, gentilissime Giulia e Luisa.
    Buon pomeriggio a tutti.
    Sono il primo a non permettere alcun offesa al Capo dello Stato, ma oggi è un giorno particolare, perchè ciò che doveva essere diramato domani, lo si è già sentito e visto oggi. Il discorso impegnativo del 2 Giugno è stato ribassato a sciocca lettera propagandistica.
    Il messaggio è tra i più egocentrici che siano stati finora pronunciati da un Presidente della Repubblica italiana.  Quelle frasi "Vigilerò perché non si scivoli di nuovo verso opposte forzature e rigidità e verso l'inconcludenza, né per quel che riguarda scelte urgenti e vitali di politica economica e sociale, né per quel che riguarda la legge elettorale e riforme istituzionali più che mai necessarie", hanno fatto comparire nuovamente il ronzino del Quirinale nelle scuderie degli stalloni e, dal suo innalzato podio, sul quale vegeta, vuole dettare le sue leggi imperialiste, vuole costringere i partiti ad essere ciò che naturalmente non sono, rasentando l'assurdità, aggravata dal timore che sia proprio lui il vero distruttore. Ha preso una decisione e s'è fatto infinocchiare. Ora vuol mantenere la pseuda sua vana gloria, o tale la considerano in molti, inducendo comportamenti plagiati ed imposti.
    Non è democrazia ciò di cui va cianciando il vecchio; è solo la prevaricazione di alcune formule, che non spetta a lui analizzare.
    Lui deve limitarsi a verificare che ciò che vien fatto, sia costituzionalmente lecito oppure no; a lui non è permesso imporre il suo pensiero o dettare al Governo una qualsiasi e benchè breve linea comportamentale.
    Ciò che il Parlamento deve portare avanti e concludere, non è certamente il volere di Giorgio Napolitano.
    E se lui ha fatto accordi che conducevano a questo tipo di controllo, lui ha sostanzialmente tradito il suo ruolo istituzionale. Ha compiuto qualcosa di imprevisto e che solo le auspicate e tanto attese riforme potranno prevedere come prerogativa del Capo dello Stato. Ma nessuno oggi può permettersi di mettere in pratica, quel che resta ancora incerto per domani.
    "Il lavoro per i giovani è l'emergenza numero 1 in 'Europa". Belle parole, contraddette però dai fatti. Era lui che firmava decreti e leggine di regime. Dove erano il suo cuore, il suo spirito e la sua mente?
    Credo che anche Claudio, nel precedente commento, in fondo abbia espresso sdegno per la dissolutezza con la quale si avanzano tante pretese.
    Quello più cocente è rappresentato dal paradosso di constatare che, l'eminenza preposta al controllo, in definitiva non cerchi altro se non di imporre il proprio metodo.
    Re Giorgio… Appellativo improprio ma degno!

    0



  • 26°
    BenAng   BenAng
       Valori: 1965 ....... Rango: Frequent User

    Buon pomeriggio. Ben arrivata Luisa. Brava e complimenti per la tua ferma convinzione; anche quella, seppur non condivisa, è apprezzabile come coerenza.
    Io del tuo "amato" esprimo un solo giudizio: Gran Truffatore.
    A te le dovute conclusioni e, se ritieni, qualche riflessione in più.
    L'amico Giacomo mi ha aperto la strada per diventare un "infiltrato", così ogni tanto mi diverto (si fa per dire) ad aprire qualche pagina di quel manicomio che è il luogo di perdizione del pregiudicato Sallusti. V ripropongo lo stralcio di un articolo apparso stamattina su ilGiornale e firmato dalla redazione, il titolo era Berlusconi prepara il piano B contro le trappole delle toghe  "…Eccolo il trappolone, ossia il disegno che la sinistra persegue da vent'anni: far fare ai magistrati il lavoro sporco di squalificarlo politicamente".
    Letta dovrebbe leggere i giornali, quel giornale. Forse capirebbe perchè la base sinistra non apprezza l'accostamento del PD al PdL. In quelle poche parole ci sono due pesantissime accuse; una è rivolta direttamente al PD, accusato apertamente di perseguire un piano diabolico ventennale, l'altro sempre e comunque alla Magistratura che, secondo l'articolo, fa un lavoro sporco.
    Io direi che, ove ve ne fossero le condizioni, il Blog IononMollo, dovrebbe assumere l'iniziativa di presentare una denuncia penale a carico di quella Redazione, capace soltanto di calunniare.
    L'altro fatto sconcertante di stamattina è ciò che ha dichiarato l'avv./on. Ghedini al termine dell'udienza del caso Ruby2. Senza velare il suo acido risentimento verso coloro che, senza altri mezzi se non quelli permessi dalla Legge, gli stanno dando del filo da torcere (che tradotto vuol dire: mazzate sui denti), travolto da una personale demoralizzante sconfitta, s'è lasciato andare allo sconforto ed ha detto: "ho avuto l'impressione di ingenerare un certo qual fastidio nei confronti dei giudicanti".
    Non s'è mica sbagliato di tanto il "bocc'asciutta" patetico Ghedini!
    Infatti non ci vuole così tanto e non è particolarmente difficile annoverare la sua lugubre figura fra le persone che, definire fastidiose è far loro un complimento. Una persona come lui e quell'altro parolaio, che vorrebbero preparare e far votare delle leggi da utilizzare poi a proprio beneficio professionale, sono molto ricercate e ben pagate, poichè utilissime a contrastare il decorso della Giustizia nelle varie fasi processuali; peccato però, per tutti gli altri pseudo clienti, perchè loro sono totalmente impegnati con un unico cliente.
    Ghedini è uno che in Parlamento ha fatto un beneamato tubo e quel che ha fatto è stato solo a beneficio di uno: Berlusconi, per non fare nomi!
    Cara Luisa, hai letto o no, le disavventure che avvolgono l'ombra spettrale del nostro nero caimano, seppur tuo amato cavaliere?
    ​Màh, avere attorno persone come te, convinta sostenitrice, disposta a dargli così tanta corda, mi dà quasi voglia di pensare che lui, quando ti ha stretto la mano per quell'unica volta, col contatto ti abbia trasmesso una qualche sostanza che te lo fa apparire bello, giovane ed aitante e sempre dalla parte della ragione.
    Altrimenti, ti giuro, non me lo spiego diversamente!:
    Scusami, ma io qualche esamuccio clinico, che rimuova ogni dubbio, non lo escluderei. 

    0



  • 27°
    Sonia   Sonia
       Valori: 170 ....... Rango: Esordiente

    Buona sera a tutti. Il mio nome è Sonia e sono di Padova.
    Ho letto con molta  attenzione gli interventi di Luisa e di chi ha cortesemente voluto scambiare con lei le proprie opinioni.
    Sono qui col desiderio di esternare anch'io la mia passione per il PdL e credo che ormai tutti abbiano capito che il PdL è il partito che in quest'ultimo periodo, stia dimostrando di meritare l'appellativo di Partito dei Responsabili.
    Infatti, proprio grazie al suo Presidente, il Cavalier Berlusconi, oggi è possibile vivere un clima politico disteso e proficuo, durante il quale tutto si può compiere.
    Lo stesso Presidente della Repubbblica, Giorgio Napolitano, ha ritenuto di poter prendersi un breve periodo di riposo con la sua consorte ed è sgattaiolato in riva al mare, occasione che mai avrebbe potuto permettersi, se avesse avuto sentori di mala politica.
    Il Presidente Berlusconi ha dichiarato che il terreno è ormai sgombro da odi e rancori e che finalmente è possibile dialogare con la sinistra.
    L'amore è finalmente arrivato ad aprire il cuore e gli occhi di chi ha sempre creduto che si dovesse governare con la frusta tra le mani. Molte cose potranno essere fatte e concluse. Il PDL ha ben ritenuto di avanzare molte idee di rinnovamento ed ammodernamento, facendo terra bruciata attorno ad un Grillo sempre più solo ed esasperato. S'illudeva, il comico genovese, di arrivare a duellare direttamente e da solo contro Berrlusconi, dimenticando quale forza dell natura ha scelto come avversario.
    Cara Luisa, continua ad esser fiera della tua convinzione e del tuo sentimento. Nulla potrà accadere di male fino a quando lui, il divino Silvio, resterà tra noi.
    Ecco perchè quella magistratura, che definire rossa è forse banale, perchè  è il colore riferito alla parte politica che finora ci era avversa ed a chi prima era il contrario, il contrasto, il concorrente spietato nei confronti del nostro Presidente, cerca in tutti i modi di "finirlo". Ma per nostra fortuna e per loro disgrazia, non ci riusciranno e rimarranno a bocca asciutta.
    Vai Presidente. Vai Silvio. L'Italia è con te!

    0



    • 28°
      Emanuele   Emanuele
         Valori: 580 ....... Rango: User

         In risposta a: Sonia

      Ciao Sonia, ben arrivata.
      Dopo una settimana di relax, dicono i suoi, ma io penso a mangiar rabbia per i risultati delle comunali, finalmente sembra che il gran parolaio abbia fatto ritorno sul Continente.
      Ad attenderlo, ci sono state le solite brutte notizie che provengono dal luogo ove due dei suoi onorevoli deputati vanno ad arrotondare lo stipendio: il Tribunale di Milano. Brutto periodo si prospetta per l'adorato cavaliere di Sonia e Luisa. Il 19 giugno c'è l'attesa dell'esito della Consulta, che se dovesse arrivare a conclusioni negative per lui, significherebbe quasi l'anticamera della condanna in Cassazione per il caso Mediaset.
      Ma il caimano è molto avvilito ed irato (care donne PdL, come potete notare, anche per il capo del popolo dell'amore esistono rabbia e bile) perchè attorno a sè vede soltanto menefreghismo e disinteresse ai suoi problemi giudiziari. Per uno come lui, che ha sempre ottenuto, seppur pagando, tutto quel che desiderava, è quasi inconcepibile che s'arrivi a negargli qualcosa. E' talmente irato che arriva persino a ricattare moralmente il Capo dello Stato, incitandolo a far qualcosa. Si va chiedendo, da una stanza all'altra della residenza di Arcore, perchè nessuno dei partiti al governo dica o faccia qualcosa in sua difesa. Il suo spregiudicato ed arrogante pensiero, uniti all'amoralità senza limiti, fanno dell'individuo Berlusconi un esemplare di rettile strisciante molto raro. I suoi comportamenti hanno talmente condizionato la vita sociale degli italiani, da indurre quest'ultimi ad acquisire, seppure in minima parte, tutte le sue negatività, ma trasformandole come normalità quotidiana.
      Tali confusionati concetti sono ormai così radicati, da costringere i suoi sostenitori a riconoscere come degli emeriti comunisti scalmanati tutti coloro che lo criticano. Invidiosi tra l'altro, di cosa non si sa oppure si, ma la solita accusa dei soldi che lui ha e loro no, è divenuta talmente banale, da apparire inverosimile, ma non per gli uomini di sinistra e per quelli del PD in particolare; loro, pur di non sentirsi chiamare continuamente comunisti, hanno rinunciato a qualsiasi identità, distruggendo di fatto l'ideologico ruolo politico della sinistra.
      E tu, cara Sonia me lo chiami ancora Silviuccio?
      E' strabiliante come agiscano le menti che vogliono restare chiuse ad un concetto.
      Ma non ti accorgi di che bestia stai parlando? Mentre il popolo, da lui tanto amato, sta patendo le pene dell'inferno e sempre per colpa sua, in questi soli due ultimi  mesi le azioni in borsa del gruppo Mediaset hanno avuto un balzo di ben +27,34%. Sono centinaia di milioni di euro che entrano in quelle tasche mafiose.
      Se non vuoi (volete) capire questo, significa che la cosa giova anche a te (a voi).
      Quanto ti (vi) passa per acclamarlo ovunque e comunque?
      ​Buona notte.

      0



  • 29°
    Elena   Elena
       Valori: 2945 ....... Rango: Veterano

    Buon pomeriggio. Benvenuta anche a te Sonia, anche se mi dà fastidio quell'aria da spavaldina, tipica di chiunque abbia a che fare con questa destra.
    Il cavaliere senza cavallo è basso, tarchiato e goffo, ed oltremodo vecchio. E per vecchio intendo non quello buono stagionato, ma quello che ha attecchito perchè malvagio, come certa erba, difficile da estirpare.
    Dalla foto, sempre se è attuale, mi sembri alquanto giovane, Cosa vi succede a voi donne giovani? Siete tutte prese da questa frenesia di potercela fare e di arrivare ovunque?
    Su questo Blog sono sicura che ci sarebbero tutti i "maschietti" disposti a esprimerne almeno quattro di parolacce che definiscano il tuo caro Silvio, ma si stanno trattenendo a fatica, dimostrandovi un rispetto che mi stupisce.
    E' molto probabile che tu non lo sappia, ma una volta, mi sembra un secolo ormai, anch'io ero di quella "parrocchia". Poi è capitato il grande momento della riflessione e, seppur con rammarico, mi son dovuta convincere che se qualcuno è porco, rimane porco, anche se si chiama Berlusconi o Bossi.
    Ciò che mi preoccupa tra quel che succede in tutta quella gang, sono i messaggini in codice che si scambiano, giorno dopo giorno. Così, alle adirate parole di ieri del caimano, come ha riferito Emanuele nel precedente commento, oggi risponde calmo e placido Letta, rassicurando che nessuno smuoverà o farà traballare Berlusconi e che dunque, conclusione ovvia, tutto verrà messo a tacere, così è già stato deciso! Infatti le parole del premier mi sono giunte come una bastonata: "Il governo durerà per tutta la legislatura". Questo Governo?
    Ahia ahia, qui i giochi son fatti; qui non ci lasciano più vivere. Lor signori vogliono andare avanti d'amore e d'accordo, sostenendosi a vicenda. Se la Consulta accetterà l'ipotesi di legittimo impedimento, vorrà dire che tutto il resto scivolerà da dosso allo psico nano. Ce lo ritroveremo pulito come un angioletto e chi s'è visto s'è visto, compreso la sgradevole visione della Santanchè, Lupi, Cicchitto, Brunetta, Alfano, Gasparri, Bondi, Letta, Ghedini, Biancofiore, Gelmini, Carfagna, Verdini, Capezzone e tanti, tanti altri ancora.
    Se durerà fino alla fine, lo vedremo presidente.

    0



  • 30°
    ilLupo   ilLupo
       Valori: 260 ....... Rango: Esordiente

    Benvenute gentili signore e signori nuovi iscritti. La vostra presenza arricchisce lo spirito di questo blog.
    Mi sembra di vivere in un tempo che non ci appartiene, come se lievitassimo con esso. Ovviamente mi riferisco al clima politico, poichè la vita quotidiana ci assorbe pienamente, eccome!
    Questo stato di cose è la conseguenza del disinnamoramento alla politica che c'è stato, perchè i periodi precedenti ci insegnano che, se un grosso problema era socialmente da affrontare, la partecipazione del popolo era assicurata.
    Mi sembra quindi ovvio, che a produrre questa metamorfosi comportamentale, sia stato l'avvento della discesa in campo del caimano e della cosiddetta era del berlusconismo, con il clou sfociato nella legge "Porcellum".
    Per rispondere dunque alle gentili Luisa e Sonia, le invito a riflettere sul danno psicologico che il loro "principino" ha sfornato all'Italia. L'assoluta sfaciataggine con la quale sono stati portati in Parlamento personaggi di "vario tipo", purchè graditi al padrone (è inutile fare nomi, lo sono quasi tutti quelli del PdL), escludendo dalla semplice e corretta scelta il cittadino, ci ha costretti a sentirci, con la continuità nel tempo di tale porcata, totalmente isolati ed allontanati dal fondamentale diritto di essere rappresentati.
    Che la sinistra, quando anch'essa è stata al governo, non abbia provveduto a modificare quel misfatto, ha reso ancor più determinata la convinzione che tutti i politici fossero ugualmente collusi.
    Oggi stiamo pagando amaramente questa situazione. L'astensionismo non è un beneficio. L'astensionismo è una deleggittimata condizione che favorisce la mala politica. Essa ha prodotto una tribù immensa che permette ad un'altra in netta minoranza numerica di dettarle legge. E' la parte dormiente dell'Italia, che sembra anestetizzata e quindi incapace di accorgersi di ciò che sta subendo. Era una delle condizioni volute da Gelli e che avrebbe dovuto mettere in atto la P2.
    E', l'astensionismo, la funzione che non è frutto della mente di Berlusconi, ma, da come l'ha ben appresa e fatta sua, possiamo certamente riconoscergli di essere stato un ottimo discepolo.
    Anche la sinistra sta applicando quella stessa tattica, con la complicità dei sindacati (non è un caso strano che in quel partito vi affluiscano sempre i vari segretari nazionali al culmine della loro potenza). Il Governo Letta sta compiendo un'opera iniziata molti anni orsono e, forse, con un Enrico Letta ignaro di ciò che sta portando avanti, nonostante abbia più volte affermato che questo suo Governo sia nato per concludere una fase di "ristrutturazione" della politica in generale. "Non c'era altra forma di governo all'infuori di questa".
    E' un'affermazione pesante, poichè in futuro dovremo ben ricordare che le due formazioni, da sole, non valgono un accidenti e che per completarsi, devono stare insieme.
    Separati di giorno, davanti agli occhi dei poveri fessi, ma alla sera nello stesso letto, anzi, lettone!
    Buona domenica a tutti.
    Antonio

    0



  • 31°
    Paolo   Paolo
       Valori: 250 ....... Rango: Esordiente

    Buon giorno a tutti voi del Blog. Sono Paolo da Alessandria.; sposato con Margherita, abbiamo due figlie ed un figlio. Ho 46 anni e faccio l'architetto.
    La mia passione per il Net e la ricerca di nuove forme, mi aiutano ad accettare lo 'sconosciuto', definendolo e contornandolo. Anche nella parte umana, seppur digitalizzata. Ecco perchè sono qui. Mi sono trovato di fronte queste pagine e la loro struttura mi ha attirato, come l'inconsueto. Ma poi, ho cominciato anche a leggere ed ho notato la 'presenza' dei comportamenti vostri.
    Apprezzabile la navigazione e graziosa l'idea dell'assistente virtuale. Caterina è la giusta rappresentazione dell'era digitale, oggi più di ieri, ben introdotta dal mitico Sordi.
    Ma veniamo ai contenuti.
    Su questo 'fronte' ho qualche perplessità, che non lo nego, mi lasciano dubbioso sull'esito delle argomentazioni. Il Blog deve essere agglomerazione d'intento, ma credo che finora, questa formalità sia stata attuata in lievissima forma. Il Blog rende la zona d'incontro molto ampia, praticamente senza limiti, non è come una sezione territoriale ben definita e limitata; dovrebbe quindi risultare un luogo in cui è solo la mente umana che percepisce le necessità, rendendole informazione e volontà, un luogo molto più influente e ricco di opportunità di coinvolgimento. Tutto questo dovrebbe avvenire, se e solo se, le persone che lo frequentano fossero realmente intenzionate a mettere in pratica ciò che scrivono.
    Non si può fare politica solo discutendo e lasciando che altri mettano in pratica le nostre 'geniali idee'. Se sono tali, dovremmo esserne gelosi e rivendicarne sempre la paternità.
    A mio avviso, ciò che manca a questo simpatico Blog, è la spinta finale, l'azione susseguente, il completamento formale di tutto ciò che s'è discusso. Perchè è innegabile che bisogna discutere per riuscire a mettere insieme i vari 'pezzi', ma una volta legati tra loro, bisogna attuare la risoluzione delle esigenze di ciascuno, che diventano le esigenze di tutti.
    Si sta attendendo l'esito della Consulta, che determinerà se per Berlusconi fosse lecito o no ottenere il legittimo impedimento nell'ormai lontano dibattimento del marzo 2010; si trattava del processo Mediaset. A quel tempo Berlusconi era P.d.C. e, proprio nella data del processo, era stata fissata una riunione del Consiglio dei Ministri. Il tribunale decise di procedere il dibattimento, nonostante l'assenza (ritenuta ingiustificata) dell'imputato.
    La discussione che, per esempio, dovremmo concludere noi è: Berlusconi aveva o no diritto al legittimo impedimento?
    E' palese che Berlusconi abbia in qualche modo fatto verificare l'evento del Consiglio dei Ministri con l'evento del suo processo, al fine di poter chiedere il legittimo impedimento e rimandarne l'esito, ma bisogna considerare l'altra faccia della medaglia e cioè: Possiamo stabilire che non debba essere prerogativa del P.d.C. fissare la data per un C.d.M, magari anche urgente?
    Dopo la definizione della nostra convergenza, dovrebbe essere applicata la dovuta regola plateale. In altri termini: Passare ai fatti e far conoscere il nostro pensiero.
    Con simpatia
    Paolo

    0



  • 32°
    Luigi   Luigi
       Valori: 260 ....... Rango: Esordiente

    Buon giorno.
    Porgo il mio cordiale saluto di benvenuto a tutti coloro che ultimamente si sono iscritti.
    A Luisa e Sonia mi sento di dire che non dovrebbero parlare di amore e di buon cuore, quando di fronte si ritrovano intere famiglie distrutte dalla politica sbagliata di Berlusconi.
    L'ultimo ventennio è il più squallido e distruttivo dell'intero corso della Repubblica. Gradirei solo intuire perchè noi prediligiamo essere un popolo di deficienti assenteisti e menefreghisti.
    In Tunisia è bastata l'azione disperata di un solo uomo, culminata nel terrificante gesto di darsi fuoco, ripeto, darsi fuoco, per far si che scattasse la ribellione della speranza. Qui da noi, si contano ormai a decine i suicidi consumati in modo orribile e terribile, ma tutti siamo stati e restiamo a guardare.
    Ultimo caso stamattina, nel comune di Ercolano (NA). Un uomo di 60 anni si è visto negare la concessione di suolo pubblico per il suo negozio di fiori; sentitosi perso nelle prerogative di un lavoro onesto, si è dato alle fiamme e poi s'è gettato dal balcone del sindaco. E' morto. Ora, di lui, si tessono le lodi di "stilista dei fiori".
    Ma allo Stato, rappresentato da quella giunta comunale, perchè nessuno grida "ASSASSINO"? Invece di accettare e benvolere le creazioni di lavoro, questi signori il lavoro lo negano, per deliberata ammissione, per deliberata negligenza, per deliberata colpevolezza, per deliberato favoreggiamento.
    Questo ulteriore, increscioso fatto, si riallaccia perfettamente al concetto scritto da Paolo. Bisogna cominciare a fare qualcosa e, quando scrivo fareintendo compiere azioni, non escludendo di dover rompere gli schemi imposti da questi governanti da strapazzo, con in testa il vecchio in assoluto, il più colpevole ed i più corrotto.

    0



  • 33°
    Sonia   Sonia
       Valori: 170 ....... Rango: Esordiente

    Certo! Ora è tutta colpa di Berlusconi. Anche la grande crisi, già scoppiata in America, l'ha provocata Berlusconi, per non parlare dello tsunami che ha devastato le terre bagnate dall'Oceano Indiano, anche quello: tutta colpa di Berlusconi.
    Anche se io provo profonda ammirazione per l'uomo Berlusconi, non è una mia libera scelta, no! E' colpa di Berlusconi che mi ha "trasmesso" qualche intruglio diabolico.
    Voi invece, quando seguite o scegliete un leader (vi va male perchè non ne avete ancora uno), che fate? Scegliete il più scarso ed il meno adatto, o vi affidate a chi ha, quanto meno, un forte carattere ed una forte personalità, per non dire un attraente carisma?
    Sia ben chiaro che sono molto dispiaciuta di tutti gli orrori capitati alle povere vittime di questo sistema, ma è appunto il sistema, il nostro sitema che andrebbe totalmente rivisto e migliorato. Si potrebbe pensare, per esempio, a cosa ha significato concedere la libera circolazione delle merci, la cosiddetta globalizzazione. Accontentatevi della roba cinese, mentre loro riescono a comperare le nostre case!
    O parliamo anche della facile immigrazione e della tanto professata (dalla sinistra) integrazione. Chi ha potuto allargare i suoi orizzonti speculativi l'ha fatto con mano d'opera al ribasso; ha prodotto di più, ha rovinato il mercato ma, in tempo di crisi, quell'imprenditore licenzia e torna ad essere quello che era prima, senza soffrire più di tanto, mentre all'italiano vengono a mancare i lavori di rimpiazzo, proprio quelli ai quali si ricorre nei momenti di mancanza di lavoro.
    Date il benvenuto a tutti questi immigrati clandestini; fateli venire nelle nostre terre e date loro tutto l'appoggio di cui necessitano, tanto a pagare siamo noi. La loro oltraggiosa presenza ci ha costretti a tornare 20 anni addietro, altro che preziose risorse! Quelli della sinistra tanto sensibili alle aperture (si sono fatti anche il ministro di colore ad hoc) lo andassero a dire ai disoccupati italiani ed ai senza tetto italiani che loro hanno meno privilegi di un qualsiasi straniero. Adesso, sempre quelli di sinistra, la meneranno all'infinito con lo "Ius Soli" (il diritto di essere cittadino della terra in cui si nasce). Ma quando mai s'è visto? Essere democratico di nome, non significa che lo si è a prescindere.
    Cercate di essere meno flessibili con ciò che ci umilia, invece di essere inflessibili con chi ha costruito 60.000 posti di lavoro.
    Vi saluto.
    Forza Silvio!

    0



    • 34°
      ClaudioV   ClaudioV
         Valori: 360 ....... Rango: Esordiente

         In risposta a: Sonia

      Adesso "cara", vaglielo a dire tu, all'uomo col carisma, che su sedici province non ne ha azzeccata una!
      L'altra volta per l'incavolatura si era trattenuto in Sardegna per almeno una settimana; ora quale lido avrà scelto per la sua prolungata espiazione?
      La sai una cosa, Sonia?
      Anche Einstein era una grande testa pensante ed ha permesso grandi cose con la sua "relatività"; ciò nonostante la moglie ha sempre dichiarato che come marito valeva zero.
      Inseguilo tu il carisma, se ci riesci!
      Ti saluto!
      Silviettoooooooooo, che t'è successo? T'hanno reso ancor più tappo? Fra qualche giorno ti levano pure i tacchi. Se vorrai apparire, dovrai fare come le ballerine: In punta di piediti dovrai sollevarti!
      Ah Ah Ah, che ridere!

      Saluto Paolo, che ha scritto cose serie. Benvenuto!

      0



  • 35°
    Renata   Renata
       Valori: 525 ....... Rango: User

    Buona sera a tutti ed un affettuoso abbraccio per tutti i nuovi iscritti.
    Se il periodo che stiamo attraversando, permettesse stati di esultanza, certamente in queste circostanze si potrebbe gongolare.
    E' la prima volta che accade una cosa del genere, cioè che tutti i capoluoghi di provincia di una tornata elettorale, vadano ad un unico partito. Badate bene che stiamo riferendoci a ben 16 province, tutte andate al PD.
    Chi mai si sarebbe aspettato che, dopo una vittoria risicata alle politiche e con un Berlusconi dato vincente su tutte le linee, accadesse un "miracolo" simile?
    Tutta la sinistra esulta. Esulta Epifani ed esulta Bersani. Esulta Veltroni e D'Alema. Finocchiaro ed anche Vendola, Franceschini e Letta… No, Enrico Letta, no, lui non gongola. Lui si è limitato a dire: "Il risultato delle amministrative rafforza le grandi intese".
    Ora, a parte il congelamento del sangue e la dissolvenza del sorriso sulle labbra, qualcuno riesce a spiegarmi il significato letterale di quella nefanda frase?
    E' allucinante la scarsa propensione al legittimo entusiasmo rimarcata dal giovane premier. Avesse gettato addosso secchiate d'acqua gelata, avrebbe sortito un effetto meno violento. Ha anche avuto l'ardire di continuare il discorso, perchè le persone della famiglia Letta, tutti i gradi compresi, hanno sempre avuto un'altra opportunità di esprimersi. Ed Enrico come l'ha sfruttata? Dicendo esattamente quest'altra sciocchezza: "Non ho alcuna paura per le conseguenze del processo Berlusconi".
    O dice scioccamente quel che realmente pensa, o è un emerito bugiardo.
    Molto carino il mio “segretario” Brad e molto ben organizzate le informazioni. Un altro fiore all’occhiello del nostro bravissimo Andrea.

    0



  • 36°
    Annachiara   Annachiara
       Valori: 565 ....... Rango: User

    Buon giorno. Quanta bella gente nuova! Un caloroso "benvenuto" a tutti.
    Complimenti ad Andrea, il quale espleta il suo ruolo di manutentore e di ammodernatore del Blog, fino ai massimi livelli di godibilità. Anche per me Brad non è superfluo, poichè ognuno di noi, senza voler accusare, per carità, facilmente dimentica di aver scritto qualcosa di suo e che altri gli hanno reso onore leggendo, considerando e rispondendo. Avere ben impresso davanti agli occhi da quanto tempo si è assenti o quante poche visite al sito sono stateeffettuate, è come trovarsi di fronte alla propria mostruosità: Pochissimi accessi in un anno. Roba da vergognarsi!
    Fra gli scritti di tutti ho letto, ovviamente, anche quelli di Sonia e di Luisa. Sono talmente fuori dalla schematizzazione assunta dai commenti generali, che non si può non tentare una interpretazione di lettura più approfondita. Le due signore sono donne che non disdegnano di esternare i propri sentimenti (politici), anche a costo di prendersi qualche insulto o una banale derisione. Ve lo scrivo con franchezza: Vorrei avere io la loro stessa determinazione.
    Invece non l'ho. E, se ci penso bene, mi accorgo di non averne mai avuta davvero una. Mai nessun politico ha saputo attrarre incondizionatamente le mie intenzioni. Neanche Berlinguer, seppur considerato il massimo esponente democratico. Egli riusciva a commuovere l'ascoltatore, ma per la limpidezza di ciò che lui stesso provava, mai per reale coinvolgimento.
    Però, non si può andare avanti di solo cuore, questo ci è stato insegnato dai risultati ottennuti dagli attuali politici. Conceder loro tutta la nostra fiducia, equivarrebbe a dar loro un'arma davvero letale, quasi micidiale, Quasi demoniaca.
    Oggi abbiamo verificato che specialmente nel nostro Paese, chi ha deluso e disatteso le aspettative dei suoi elettori, resta comunque in sella, pronto a sfidare ancora i soliti concorrenti, come se si trattasse di un torneo medievale, con iscrizioni chiuse. Si son visti i duellanti da giovani diventare segnati uomini e poi allenati vecchi, sempre pronti a raggiungere il centro dell'arena, per non cedere spazio, per non lasciarsi "tramontare". Hanno combattuto sempre tra loro stessi, mai in regolar tenzone, quasi fino a sfiorarsi mentalmente e, cercando di carpire l'altrui personalità, non si accorgevano di assumere addirittura le parvenze del nemico.
    M'è piaciuto l'intervento di Paolo. Lo ritengo coerentemente vivido e degno di meditata condivisione. La sua questione tratta principalmente la qualità di partecipazione che tutti noi offriamo. Quello che ha scritto Paolo, in effetti riconduce alla dichiarazione d'intenti con la quale Giuseppe (vi ricordate che esiste un direttore di nome Giuseppe) accoglieva tutti noi, solo che non credo al buon "cristiano" a prescindere, per cui, visti i risultati, debbo supporre che la lettera di benvenuto di Giuseppe, sia stata letta da pochi.
    Sarà forse perchè non rispettiamo le prerogative di base di questo Blog,  che Giuseppe è arrabbiato con noi? No interviene da tanto tempo. Ne sento la mancanza. Ciao Giuseppe.
    Buon pranzo a tutti voi.

    0



  • 37°
    Giulia   Giulia
       Valori: 785 ....... Rango: User

    Ciao Paolo, il Blog serve NON per creare ribellioni, ma per creare stati d'animo e idee concettuali, possibilmente condivise. Sta a ciascuno di noi, nel segreto ambito dell'urna, saper gestire gli scambi che ha avuto e se da detti scambi gli è arrivato un segnale, che lo induca a prendere una decisione piuttosto che un'altra.
    Buona sera amiche ed amici.
    Pensate ciò che vi pare, anche che sono una patetica visionaria, ma io ancora spero in un capovolgimento della condizione politica.
    Il troppo silenzio sulle vicende che tra poco coinvolgeranno di nuovo il caimano e le e poche azioni condotte da questo esecutivo, fanno presagire che la sinistra (almeno quella gran parte che non sta col Governo) sta aspettando che accada qualcosa e, quel qualcosa lo sappiamo tutti cosa è.
    Voglio credere ancora che l'alleanza con i Grillini e con Sel non sia tramontata. Voglio augurarmi che Bersani non abbia definitivamente abbassato le armi, lasciandosi sconfiggere dalla presunzione del caimano. Anche la decisione di Ingroia di abbandonare la toga e dedicarsi definitivamente alla politica, sembra un messaggio chiaro, perchè altrimenti, da persona intelligente qual lui è, come potrebbe supporre di fare cosa buona a tornare sui propri passi, dopo una battuta d'arresto così eclatante?
    La spada di Damocle sulla testa del PD, stavolta ha cambiato nome, è diventato la "Spada del PdL".
    Il sano PD non accetta questa condizione. Il sano PD vuole ancora liberarsi da questa dipendenza assurda. Il sano PD sa che annullamento di IMU o un punto percentuale di innalzamento dell'I.V.A. rappresentano l'immediata soluzione dei fatti più urgenti e quel che conforta è che tutto il Popolo italiano questo lo sa. Tutti meno quelli del PdL.
    Come vorrebbero fare loro, soltanto per non perderci definitivamente la faccia (ieri anche la Santanchè lo ha ribadito a "L'Ultima Parola"), costringe la nostra economia a non fare quel balzo in avanti che significhi immediata ripresa. Più stiamo dietro alle frottole di Berlusconi e company, più ci allontaneremo dalla crisi. Il cavaliere pensa solo ai fatti suoi. Ora vuole impegnarsi, pensate dove arriva la sua grande responsabilità, a riformare Forza Italia. Altro spreco, altro sciupio di energie e di risorse. Lui pensa già al suo futuro politico, come se lo vedeesse ancora molto lungo innanzi a sè. Vuole riorganizzare a zona, stavolta vuole che siano gli imprenditori di zona a doversi occupare della politica di zona ed a raggranellare i fondi necessari, in definitiva vuole coinvolgere in politica tanti altri imprenditori, in modo da avere una diffusa condizione di conflitto d'interessi. Tutti a far politica, tutti a mangiare ed a graffiare l'osso.
    Questa è la grande idea di Berlusconi, per ovviare all'eliminazione della Legge sul finanziamento ai partiti.
    Cara Luisa e cara Sonia, mi meraviglio di voi due, mi meraviglio di come due donne mature siano disposte a non accorgersi di quanto vile sia la persona che loro tengono in alto.
    Siete davvero sicure che Berlusconi non centri su tutte le avvenute corruzioni (a cominciare da quelle commesse dal condannato Previti, che agiva ai suoi ordini)?; e siete anche sicure che non abbia tradito l'essenza della Costituzione con la sua candidatura? Che dire poi di tutte le leggi ad personam fatte, non per difendersi dagli attacchi ad personam, ma per ripararsi dai suoi stessi peccati? E dell'omicidio di Gheddafi? E di tutti i malesseri di Provenzano?
    Uomo più malvagio ed ambiguo di quel mezzo pazzoide, sono sicura, non c'è!

    0



    • 38°
      Paolo   Paolo
         Valori: 250 ....... Rango: Esordiente

         In risposta a: Giulia

      Buona sera a tutti.
      Ciao Giulia. Hai perfettamente ragione ed in sole due righe hai inserito l'essenza del cyber-net.
      Ciò a cui mi riferivo io, era l'esatta domanda, rimasta tutt'ora senza risposta, del perchè facciamo nascere le discussione, se infine non c'è il vero desiderio di un completamento dell'opinione. E' davvero sconcio ritrovarsi a chiudere il proprio computer, senza aver aggiunto, dato e/o appreso qualcosa.
      Passare ai fatti è sinonimo di ponderazione e di riflessione, ma se non c'è partecipazione numerosa e conoscenza delle condizioni che ci circondano, si agisce male o si finisce con l'agire da solitari, che è la frustrante forma di ammissione che intorno a te c'è il vuoto.
      Alle urne bisogna arrivarci carichi della consapevolezza di esprimere un voto il più largamente condiviso. In quel caso si ha una forte sensazione di compiere, con le proprie mani, il destino di molti.
      ​Ma se resti isolato o lasci che tutto accada senza la tua costante pressione, allora vuol dire che ti sta bene anche subìre ciò che altri, più e meglio organizzati di te, riusciranno ad importi.
      Il mio consiglio è di rileggere con più attenzione ogni articolo e relativi commenti. Ti accorgerai di quanta verità ed assoluta coerenza essi contengano. Perchè lasciare che si disperdano tanti buoni propositi? E' accaduto, sta accadendo.
      Io ho voglia di intervenire per concorrere a cambiare le cose e, più esattamente, per concretizzare le fluide espressioni che qui proliferano.

      0



  • 39°
    Giacomo   Giacomo
       Valori: 690 ....... Rango: User

    L'imputato che condanna l'Italia, sta perdendo man mano la sua impunità!
    Non saprei scegliere migliore notizia, per dare a tutti voi un festosissimo saluto. LA CONSULTA HA BOCCIATO IL RICORSO DEL CAIMANO SUL LEGITTIMO IMPEDIMENTO.
    Ora si andrà diritti in Cassazione; pochi mesi,  quattro o cinque e poi…
    Ho già scritto sul giornalaccio la mia soddisfazione per questo importante risultato democratico. Ve lo ripropongo:

    Abbiate pazienza ncora un po', poi vedrete qualcosa cominciare a scivolare verso il basso, la montagna sgretolarsi, il fiume prosciugarsi. E speriamo che sia solo l'inizio di una lunga serie di misere vicende per il vecchio, acido, tetro e viscido caimano. La voce della primogenita non tarderà a farsi sentire, seguendo sistematicamente le orme del padre. La complice per eccellenza; colei che "non poteva non sapere" di tutti gli spostamenti di capitali all'estero. Colpevole dunque, come la carne che l'ha generata, come tutti coloro che li sostengono e che da loro traggono sostentamento. Requiem!

    Chiunque, fino al lontanissimo e dittatoriale Kazakirmeshmar (non cercatelo, non esiste) a questo punto si sarebbe dimesso; avrebbe fatto bagaglio in tutta fretta e sarebbe scappato, fuggito e sfuggito agli occhi dei suoi cittadini accusatori.
    Il vigliacco ex presidente del consiglio, che ha sgraffignato tutto da uno Stato, fino a renderlo povero, deve fare in fretta a divenire fantasma e dileguarsi, prima che la furia degli uomini onesti lo raggiunga.
    Ora spero che le due gentili signore, ospiti gradite di questo Blog, la smettano sapientemente di continuarne le difese e volgano a lui differenti attenzioni; per noi è più che sufficiente quest'altro passo della Giustizia per confortare le nostre tesi.
    Chissà quanti altri crimini sono stati nascosti e celati da quel verme e dai suoi due sicari della Giustizia.
    Giulia mi trova d'accordo sulle ipotesi di quei due fatti criminali.
    Berlusconi è la mente criminale, mille volte peggiore di Mussolini.

    0



  • 40°
    Claudio   Claudio
       Valori: 2620 ....... Rango: Veterano

    Buon giorno.
    Non mi dite che sono uno scostumato o un incivile. Non è colpa mia se mi arrabbio.
    Se preferite non leggere certe frasi, per favore soprassedete, non continuate a leggermi, voltate pagina, insomma fate come vi pare.
    Ma io ciò che sento nel cuore devo esternarlo, alla faccia di chi vorrebbe imporre il silenzio a tutti i costi, perchè questo vorrebbe dire far scoppiare per la rabbia repressa.
    Quando il vigliacco berlusconi non si sentiva sicuro di far parte del governo che doveva ancora nascere, le uniche sue parole erano contro chiunque non fosse dalla sua parte. Aizzava e mordeva a più non posso. Stuzzicava e lanciava fulmini senpre e ferocemente contro i Giudici che lo processavano, come se, a commettere i suoi misfatti, fossero stati loro. L'imputato che accusava… L'imputato che condannava… Appunto, proprio come titola l'articolo.
    Ogni possibilità per allontanare dall'individuo le pesanti incombenze è stata approntata da una schiera di sporchi e depravati legali. E' una schiera destinata ad ingrossarsi con l'arruolamento di coloro che chiamano il fior fiore degli avvocati (fior fiore sto' cazzo, quelli sono sguattere, soltanto luride, merdose e deplorevoli sguattere). Gli avvocati dovrebbero avere la dignità sempre all'erta e capace di suggerire "no, questo tipo è troppo bastardo, anche per uno in vendita come te".
    I servi del PdL sono finanche arrivati a protestare nei corridoi del Tribunale di Milano. Fatto inaudito e di una volgarità assurda, fatta da persona senza dignità e di parte. Avrebbero fatto bene le guardie a chiudere i cancelli e giù botte a non finire su quelle schiene abituate a pronarsi.
    Anche ieri sera, subito dopo la sentenza della Consulta, le solite merdose voci non hanno tardato a rendere l'aria irrespirabile del loro fetore:
    "Fatto grave, così la politica è subordinata ai magistrati". — "È una decisione incredibile. Siamo allibiti, amareggiati, preoccupati. Ci rechiamo immediatamente da Berlusconi. La decisione travolge ogni principio di leale collaborazione e sancisce la subalternità della politica all’ordine giudiziario".
    Vigliacchi. Venduti vigliacchi. Merdosi vigliacchi.
    Hanno scambiato le regole della politica con le regole dettate dal loro subdolo porco.
    E nessuno che osi ribadire sulle loro miserabili facce di merda, che stanno sbagliando tutto, che sono rivolti verso la destinazione che non centra, che l'inquisito è e resta il loro maiale più rappresentativo e che, proprio grazie alla politica ribassata a mezzo di difesa, tutti gli italiani onesti sono costretti a sentire ancora parlare del truffatore, del ladro e del pedofilo personaggio.
    Ma stranamente, ciò che hanno fatto trapelare è che il lurido vecchio vuole mantenere calmi i suoi, emanando l'ordine di non far tremare il Governo.
    E già, quello non si deve toccare, quello è l'appiglio sul quale il puzzolente pescivendolo rubacuori vorrebbe poter ancora giocare le sue carte false. Quello è l'incastro col Quirinale, il tassello della minaccia occulta o del ricatto finale, ultimo. Lo sa bene il porco, come sa anche che per il momento gli conviene cambiare strategia. Il professor Coppi deve averglielo spiegato a dovere, ed infatti il suo cliente sembra convinto ad accettare le sue nuove imposizioni. Non più svergognati sgattaiolamenti dai processi, come finora gli avevano suggerito i due sanguisughe, ma una calma presenza, proprio come fu imposto, e fece, il fu Andreotti.
    Comunque, per ora ci tocca aspettare che sia la Cassazione, tra qualche mese, a porre la parola fine a questo nostro calvario, visto che il vigliacco imputato non possiede neanche un briciolo di moralità e di dignità, che lo costringerebbero, altrimenti, a dimettersi.
    P O R C O !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    0



  • 41°
    Sergio   Sergio
       Radiato dal Blog

    Buona sera a tutti.
    Ciao Claudio, non sei stato per niente scostumato, anzi conoscendo la tua autentica e virile passione, mi sarei aspettato qualcosa di molto più colorito e pungente in considerazione dell'argomento e del soggetto.
    In passato noi due ci siamo "pizzicati" per diverse opinioni rispettandoci reciprocamente, oggi, nell'occasione, siamo sintonizzati perfettamente sulla medesima nausea, rabbia, vergogna e tristezza. .
    Come, forse, saprai io dopo 20 anni di contumelie, discussioni, paragoni, arrabbiature e travasi di bile, non ho più nè la voglia nè la forza di parlare del PORCO NAZIONALE, quindi non aggiungerò nemmeno una parola al tuo intervento ma lo condivido totalmente.
    Ho visto la Biancofiore su LA7 dalla Gruber e credo di poter affermare che c'è anche qualcosa di peggiore, ma molto peggio, qualcosa che ti prende alla gola, ti stordisce, ti soffoca, ti disgusta e ti fa vomitare… è il mondo che gira attorno al nano, che specula, che si arricchisce, che ci si specchia, che lo adopera, che lo spalleggia; quel mondo mi fa ancora più schifo, perchè loro capiscono, sono consapevoli, sanno esattamente, si rendono conto del male che ci fanno… e se ne sbattono.
    A differenza di chi non capisce, loro sono peggiori.
    Saluti a tutti e buona notte.
    Sergio

    0



  • 42°
    Emanuele   Emanuele
       Valori: 580 ....... Rango: User

    Buon giorno.
    Caro Claudio e caro Sergio, in questo blog abbiamo due gentili rappresentanti di quella parte di italiani che tifano per Berlusconi. Ho già chiesto a Sonia in altro commento, come faccia a sostenere un tale individuo, ma giustamente, non sono stato ritenuto meritevole di risposta.
    Anch'io ho visto un pezzetto (guardarlo tutto sarebbe stato uno choc per il mio fegato) di "otto e mezo". Io dico che per certe spudorate signore (loro, le signore di destra, spudorate lo sono forse più degli uomini) dovrebbe scattare immediatamente e doverosamente la "marchiatura a fuoco" come vien fatto nelle fattorie americane sulle vacche, per riconoscerle, dopo, quando diranno di non essere loro, di non aver mai caldamente sostenuto il "porco".
    Quelle volgari sostenitrici non capiscono cosa sia la destra e cosa rappresenti; basterebbe solo pensare  (ma è difficile riconoscer loro questa caratteristica) che tra le fila del PdL c'è una certa Mussolini. Ho detto tutto! Appena si nomina il suo nome, automaticamente scatta la visione della volgarità e della supponenza.
    Quando il personaggio berlusconi sarà scomparso, molto dovrà essere fatto per stanare quelli e quelle che, come ha scritto Sergio, "hanno speculato, si sono arricchiti, si sono specchiati, lo hanno adoperato, lo hanno spalleggiato", perchè loro sono la formula più devastante per ogni democrazia: I GAUDIENTI tra i sofferenti.

    0



  • 43°
    Barbara   Barbara
       Valori: 375 ....... Rango: Esordiente

    Buona sera a tutti voi.
    Io sono Barbara e sono romana de Roma. Ho un negozio di abbigliamento e le mie passioni sono mia figlia e mia marito. Sono arrivata alla soglia dei miei primi 40 anni e spero di trascorrerne altrettanti sempre con la stessa gioia  e serenità. Mi sento una donna fortunata, realizzata e felice. Dicono che io sia anche una bella donna e mio marito me lo conferma, per cui farei davvero una brutta cosa a lamentarmi.
    Ma, come tutte le più belle storie, c'è un MA grande come una casa, che non mi lascia indifferente. La politica che uccide.
    Mi sembra ovvio che la parola "uccide" io l'abbia usata con senso metaforico, perchè la crudele politica uccide senza utilizzare armi. Le armi vere di questi "signori" sono le condizioni che creano e che fanno vivere al popolo. Quando sento qualcuno di loro, che parla di "popolo sovrano", ecco, in quel momento, vorrei trovarmelo vicino, giusto di fronte e lo accompagnerei in una casetta qua vicino al negozio, in cui vivono quattro persone con due misere pensioni sociali ed una di loro, il figlio, è mezzo invalido non riconosciuto.
    Quando alcune clienti me lo hanno raccontato, non ho voluto crederci, tant'è che ho chiuso il negozio e mi sono recata a visitare qualla casa. Da allora non ho più smesso di dare il mio timido contributo e quella solidarietà ha fatto nascere un sorriso sulle labbra della vecchia madre.
    Che colpa ha quella famiglia della grande crisi? Perchè sono sempre i più poveri che pagano le conseguenze dei potenti?
    Io credo che tutti noi dovremmo pretendere che si faccia chiarezza sugli errori e poi che spariscano le persone che quegli errori li hanno commessi.
    Bersani… Perchè si ripresenta nella sede del PD, se è un fallito? Fuori!  Perchè Berlusoni deve continuare ad essere il leader del PdL se è un debosciato imputato? Se non lo cambiano, dimostrano di non averne un altro capace e degno. Fuori! Se Grillo ha mandato allo sbaraglio i suoi cittadini, per un egoistico scopo, che torni a fare il comico a tempo pieno. Fuori!
    L'Italia non ha bisogno di simili cialtroni. L'Italia ha bisogno di gente seria, che si alzi al mattino, non per non perdere la fetta di torta della giornata, ma per non farla perdere a chi ha solo quella al mese! Rendiamoci conto che un popolo civile condivide le disgrazie di uno solo dei suoi cittadini e se non teniamo alto il valore della connivenza, incluso il preoccuparsi della salute del vicino, ci riduciamo ad essere un popolo barbaro.
    Ieri ho sentito che in sole 12 ore i mercati europei hanno "bruciato" la stratosferica cifra di 239 miliardi di euro. E' pazzesco!
    Che significa "bruciato"? Ho dovuto fare i calcoli tre volte, tanto non credevo al risultato che leggevo. Con 239 miliardi di euro è possibile dar da mangiare a 50 milioni (cinquanta milioni) di persone per un anno intero (4.780 euro pro capite) .
    Bruciati? Lo so io, chi brucerei!

    0



  • 44°
    Vera   Vera
       Valori: 355 ....... Rango: Esordiente

    Buona sera. Benvenuti a tutti.
    A me sinceramente dispiace, una volta che sono venuta a "contatto", sapere di due donne (Luisa e Sonia) che non sanno sottrarsi al rischiosissimo "magnetismo" di sempliciotto accondiscendente che sembra emanare l'invece delinquenziale lestofante. Anche l'ultima evenienza, quella della decisione della Consulta, mostra la sua doppia faccia; prima s'era detto che era lui che voleva fermare i suoi falchi, per non compromettere il Governo, oggi si viene a sapere che lui stesso ha accusato il "Quirinale" dichiarando che è Napolitano che molto probabilmente gli ha teso il trappolone.
    Quando quell'uomo si sente perduto, perde completamente la ragione. Da ora in avanti non si fiderà più di nessuno e, vedrete, a poco a poco sgancerà la coalizione, perchè lui non intende affidare il suo deretano alla buona sorte, vorrà lottare con le sue armi, come è solito fare, per garantirsi una permanenza in politica, seppur tema la presenza di Grillo, capace di fare il ribaltone.
    Fosse davvero il Presidente Napolitano ad aver teso qualche tranello (improbabile), dovrebbe anche temere che non arriverebbe mai a nuove elezioni, perchè a quel punto, il Presidente non può tirarsi indietro dalla già precisata responsabilità, mandando tutti a casa, lui compreso.
    Mi ha fatto molto bene leggere il commento di Barbara. Lo confermo anch'io, se quella è davvero la tua foto, sei proprio una bellissima donna. Oltre che bella sei anche intelligente e con un cuore ed una sensibilità che fa onore a tutte noi. Quella tua azione dovrebbe diventare l'azione che si augura Paolo. Un'azione che mira a far stare meglio il proprio connazionale in difficoltà, ma bisogna farlo subito, non fra cent'anni nella speranza di trovare l'accordo. Ti prego dunque, cara Barbara, di farmi sapere come posso partecipare alla tua presente solidarietà.
    Un bacio a tutti.
    Siete tutti e tutte molto in gamba.

    0



  • 45°
    Elena   Elena
       Valori: 2945 ....... Rango: Veterano

    Buona sera a tutti.
    Ho sentito la bella notizia, è stato incredibilmente bello vedere quanta gente ha esultato.
    Non pensavo che le disgrazie di una persona risollevassero il morale di tante altre, ma con Berlusconi capita anche questo, il che vuol dire che tanto amato, in fondo non è.
    E' inutile che i suoi scendipiedi si diano tanto da fare ad inveire contro i Magistrati che hanno emesso la sentenza, tanto lo sappiamo che lo fanno solo per ingraziarsi il loro padrone. Che lo faccia anche la figlia è quasi plausibile, anche se è scioccante per la volgarità e la crudezza delle sue parole, ma Marina Berlusconi non fa più notizia; di lei si leggono sempre e solo le solite tiritere sentite e risentite, non da chissà chi, ma soltanto dal padre.
    Ma basta, ci avete rotto l'anima. I problemi sono ben altri che stare dietro alle beghe del maialotto. A lui ci stanno ben pensando coloro che se lo prenderanno in cura.
    Brava Barbara, nostra nuova amica, ben arrivata. Hai fatto degli ottimi calcoli. Sono talmente raccapriccianti, che viene voglia di dire basta, non voglio più appartenere a questa società. Vorrei davvero capire chi ha perso tutti quei soldi bruciati, ma mai nessuno che lo spieghi chiaramente. Chi sono i mercati? Rappresenteranno qualcuno, o no?
    Veramente encomiabile l'interesse che nutri per quella famiglia in difficoltà; anch'io vorrei partecipare e ti chiedo, unendomi a Vera, di farci sapere in che modo.
    A Paolo chiedo: Non dovremmo a questo punto, e seguendo le tue idee guida, chiedere tutti a gran voce l'allontanamento coatto per indegnità dello psico nano?
    E' incredibile infatti, con che faccia di tolla quell'essere possa ancora solo supporre di rappresentarci, specialmente all'estero. L'uomo più nominato in Italia si configura anche l'uomo più delinquenziale e pericoloso per la società. Fosse un nostro vicino di casa, noi qui lo avremmo costretto a sloggiare.

    0



  • 46°
    Bertoldo   Bertoldo
       Valori: 630 ....... Rango: User

    Ciao a tutti.
    Stasera ho voglia di essere di buon umore, quindi lasciatemi passare la battutaccia.
    Berlusconi lo voleva tanto, lo voleva così tanto, che alla fine glielo hanno dato… Come che cosa? Ma, il settennato! ! !
    Ora cosa può volere di più dalla vita. Ogni suo desiderio è un ordine, quindi è stato giusto averlo accontentato. Se non gli arriva in un modo, bisogna che gli arrivi nell'altro.
    Colpa sua, sua, sempre sua e soltanto sua, così la prossima volta impara ad essere più chiaro sulle sue preferenze!
    Pago da bere a tutti. Buona serata.

    0



  • 47°
    Mario Cesta   Mario Cesta
       Valori: 2010 ....... Rango: Veterano

    Io spero tanto che stavolta gli altri partiti (PD e M5S con annessi i vari penducoli tipo SeL) sappiano dare una risposta concreta alle esigenze politiche del nostro Paese; sappiano riconoscere che è stato un errore aver dato a Berlusconi un'altra possibiltà di avanzare e capiscano infine, che allearsi tra loro, per far fuori un nemico temibile e ben agguerrito, torna comodo ad entrambi loro, ma prevalentemente all'Italia.
    I cittadini italiani devono intuire che è irriverente nei loro confronti ogni frase di Berlusconi, o di qualcuno dei suoi, che rigira la frittata con le solite assurde parole di circostanza, che altro non sono se non una vera e propria presa in giro.
    Dovrebber far riflettere, per quanto sono insensate e pronunciate ad effetto, le seguenti frasi:
    … non essendo riusciti a far fuori Berlusconi democraticamente alle elezioni politiche … (altra voce)
    … è un verdetto sproporzionato, potrebbe aiutarci in chiave elettorale … (berl)
    … è così evidente che questo non è un processo, questi non sono giudici, questo è un plotone d'esecuzione … (berl)
    … ha come fine la mia eliminazione politica, la soppressione della mia libertà, dei miei diritti politici e di cittadino … (berl)
    … il processo di pacificazione è finito … (altra voce)
    … l'entità della condanna, tra la gente verrà sentita come sproporzionata, e questo potrebbe aiutarci in chiave elettorale, ecco perchè resto convinto ad andare avanti … (berl).La domanda è sempre la stessa: Come fanno milioni di italiani, a dare fiducia a quel miserabile lestofante?
    La risposta potrebbe essere talmente semplice che ci sfugge, visto che è lì, ferma e ben visibile davanti ai nostri occhi.
    Quei milioni di italiani fanno esattamente come hanno fatto 314 vergognosi parlamentari votando per un Presidente del Consiglio coglione (scusate la volgarità), visto che hanno deciso, con un voto porcata, forse più porcata della già nominata legge elettorale, che Berlusconi credulone, quella fatidica notte, agì da premier per salvaguardare i rapporti diplomatici con l'Egitto di sua sorella, o come hanno fatto tutti i personaggi che giravano attorno alla casa degli orrori di Arcore, che prendevano soldi a più non posso (tanto, di soldi in nero il caimano ne ha fatti parecchi) e come hanno continuato a fare le olgettine mantenute a 2.500 euro al mese (da uno che si può permettere con le attuali leggi, che mai i suoi governi hanno pensato di modificare), che continuano ad essere concusse e corrote, pur di mantenere il silenzio sulle notti brave del porco ex premier.
    Però, per quest'ultimo caso, la sentenza di ieri ha trasmesso i fascicoli in Pretura, con l'ipotesi penale di falsa tastimonianza. Persone corrotte e meschine, oltre alle solite ragazze leggermente zoccolette di natura e di provenienza, pagheranno assai duramente i piaceri che travano dall'essere state le procacciatrici di giovani donzelle. Qualsiasi ragazzina persa, purchè avesse il corpo in vendita e la zucca vuota o troppo malata, era introdotta nell'harem, come avvenne anche per Noemi Letizia (ve la ricordate?), il magnaccia Emilio dichiarò che Berlusconi aveva avuto modo di sapere di lei da un giornale che l'ex direttore aveva dimenticato su un tavolo, sempre in casa del porco, ad Arcore. Lui vide la foto e fu folgorato da quel viso angelico, fino al punto di volerla. E l'ebbe! Chi gliela portò? Era anche Noemi minorenne? La signora Lario sapeva degli intrallazzi del depravato marito?
    Sfacciata anche e presumibilmente più del caimano, la figlia marina, una mancata scaricatrice di porto prestata alla finanza. E' più volgare lei con le sue stravaganze e le sue maldestre parole di tutta la sub borgata di Torino. Non scrivo il nome per non offendere gli abitanti di quella zona.Comunque sia la storia vera, è tutta uno schifo, un disgusto ed una porcheria, che spero tornino interamente e presto a chi ne è così ignobilmente il produttore numero 1 al mondo.
    Buon pomeriggio a tutti.

    0



  • 48°
    Barbara   Barbara
       Valori: 375 ....... Rango: Esordiente

    Buon pomeriggio. E' l'ora di pranzo, quindi ho solo il tempo di ringraziare Vera ed Elena per il loro umano e civile interessamento.
    Ho fatto presente alla famiglia che altre persone s'erano offerte di aiutarle, ma loro, ringraziando sentitamente, hanno deciso di non ottenere ulteriore aiuto, perchè il loro stato non deve discostarsi troppo dalla reale loro condizione, perchè, hanno spiegato, se venissero a mancare gli attuali aiuti, si tornerebbe alla difficoltà alla quale sono abituati, se venissero a mancare sostanziosi aiuti, dopo sarebbe drammatico il ritorno al loro primo stadio, oppure dovrebbero fare come le formiche (hanno detto proprio così), cioè mettere da parte per un domani, ma non sarebbe leale accantonare la provvidenza di chi si muove per aiutarti nella vera necessità.
    Ditelo in giro, che c'è una parte d'Italia che soffre, ma che non ha perso la dignità di sempre.
    Saluti

    0



  • 49°
    Selvaggia   Selvaggia
       Valori: 585 ....... Rango: User

    Buon pomeriggio a tutti.
    Giacomo s'è di fatto appropriato, giustamente e con diritto, del ruolo di "inviato speciale" presso quel tal giornale. Il suo rendiconto dettagliato ed attento mi fa sorridere, ma con amarezza.
    Immagino tutta l'energica frenesia di quegli omini indaffarati, che viene però dispersa per creare il vago, il vuoto, l'inutilità, ciò che non farà mai vero scalpore, nè creerà mai un vero ricordo. Le menzogne, anche quando creano, distruggono.
    Ecco la tremenda colpa di Silvio Berlusconi. Ecco cosa egli lascerà a ricordo per i suoi figli. Berlusconi è stato l'uomo capace di creare il nulla, dunque nessun beneficio per il Paese Italia. Lui è il topo roditore e le sue aziende sono i denti che rodono, morsicchiano, riducono e lasciano ingoiare. Non ha creato lavoro che produce, ha creato lavoro falso per false ideologie del benessere che, offerte ad una classe impreparata, non ha fatto altro che accrescere le illusioni e gli stimoli, senza che nel reale ci fossero le vere occasioni per calmarli. Televisione, Editoria e Banca. Dove è finita la vera impresa, quella delle grandi costruzioni, una volta finito di ripulire il denaro sporco dei mafiosi depositari?
    La Banca Rasini ha coperto troppi segreti, sui quali ai primi tempi non s'era voluto indagare e che ora son chiusi per sempre. Ma l'indole della persona resta, non si cancella, la si può modificare. Così Berlusconi s'è mostrato essere il beone che ha sempre desiderato essere, divenendo di volta in volta e sempre più depravato.
    Il 30 luglio i signori giudici di Cassazione non devono avere alcuna remora o ripensamento su ciò che è giusto fare. L'Italia non ha bisogno di un "beone" e per di più spudorato. La nostra Italia non ha bisogno di un corruttore e di un politico che si avvantaggia del suo ruolo.
    L'Italia ha bisogno di essere nuovamente liberata da questa tremenda sciagura e, se non bastasse l'azione congiunta di Politica tradizionale, un vecchio Presidente della Repubblica con strane vedute antidemocratiche e di parte, una popolazione menefreghista e stanca, ben venga la Magistratura coerente e ligia, quella che non deve mai piegarsi al volere dei potenti.
    Signori Giudici, il 30 luglio l'Italia onesta ha bisogno di Voi, l'Italia onesta vi chiede ancora di mantenere inalterata la Vostra Lealtà alle nostre Leggi ed alla nostra Costituzione!

    0



  • 50°
    Elena   Elena
       Valori: 2945 ....... Rango: Veterano

    Buon giorno.
    Vorrei non pensare alle sciocche e puerili frasi dell'attuale P.d.C., ma mi riesce impossibile.
    Berlusconi è a Giudizio Supremo e le quotazioni delle sue aziende "volano" in borsa. Ditemi come è possibile questa anomalia. Ditemi se non è così riallacciabile la frase tipica di Letta arrivata dalla Grecia "L'Italia è più stabile di quel che si pensa".
    Con un inquisito leader di partito come Berlusconi, per il quale fino a qualche giorno fa si intravvedeva un oscuro destino, con l'intera classe politica del PdL che semina vento e lancia proclami di dimissioni in massa, con i continui accenni di mezzo PD sofferente, con un SeL sul sentiero di guerra ed un a SC sull'orlo del collasso, Letta, il supernipote, resta ottimista.
    Egli sa, egli conosce in anticipo esiti e sviluppi del processo e può esserne così certo SOLO se egli stesso ha partecipato alla soluzione stessa del processo. E con lui il Vecchio Presidente, il Presidente Bis (lo chiama qualcuno), il Presidente presidenzialista, ilPresidente convertito, il Presidente illusionista e… Mi fermo.
    Se la Giustizia non farà il suo corretto decorso, se la Giustizia boccerà i precedenti giudizi, se la Giustizia andrà contro sè stessa, io personalmente non avrò più alcun riguardo per Essa.
    Tutti gli uomini e donne che vestono toghe perderanno immediatamente la mia stima e subiranno il processo inverso: Essi saranno i veri colpevoli, i corruttori ed i corrotti. Essi saranno la vera terza parte malvagia dello Stato.
    Mi auguro che non avvenga. Mi auguro che almeno una parte delle Istituzioni abbia ancora l'onestà del proprio orgoglio e del proprio onore.

    0




Lascia un commento

Nota: Siamo spiacenti, ma solo gli Utenti che hanno effettuato il Login potranno pubblicare commenti; ecco perché l'area di testo per te non è visibile.
Non sei registrato? Allora fallo ... Registrati ... Potrai subito partecipare!




Tutti i Diritti Riservati © 2009-2020 - Divieto di Riproduzione, anche se parziale.