- In questo periodo la moderazione è affidata a: Rosaria, da Pozzallo (RG)

Sono le ore 14:25:38 ... Finora hai trascorso 0 secondo su questa pagina.
Grazie per il tempo che ci dedichi. Diventa uno dei nostri!.

Berlusconi è ormai definitivamente fuori da qualsiasi logica di sopravvivenza politica e sociale. Nel frattempo Renzi…

...

♣♣♣♣♣

La lettura di questo articolo richiede solo 7 minuti del tuo tempo ... Potrebbero valerne la pena!


Mostra il resto ...


Berlusconi è ormai definitivamente fuori da qualsiasi logica di sopravvivenza politica e sociale. Nel frattempo Renzi…:
ha ricevuto 10 commenti. La partecipazione di 10 utenti suscita discreto interesse per l'argomento.

  • Luigi   Luigi
       Valori: 390 ....... Rango: Esordiente

    Buon pomeriggio a tutti e grazie per i vostri saluti.
    Nel mio precedente intervento avevo scritto che in futuro avremmo fatto bene a dimenticarci di caimani ed affini e ad occuparci solo di Grillo e di Renzi. Caso strano però e non vorrei essere riconosciuto come gufo, ad occuparsi di loro due è anche la Magistratura. Per il primo sì è portata avanti la stupida accusa di aver oltrepassato il limite imposto dai sigilli, mentre per Renzi la faccenda assume toni oscuri, perché oscuri sono i fatti ed oscuri vorrebbe mantenerli il protagonista. Nasce così il forte dubbio che, ciò che si preferisce mantenere nell’ombra tanto pulito non sia e che le indagini, perché nel frattempo sono diventate due, su Renzi nominato alto dirigente della società di famiglia e del perché sia stato il sig. Carrai a pagare interamente e continuamente l’affitto della casa in via Alfani a Firenze ove il sindaco abitava, siano due filoni che la possono dire lunga su chi sia veramente il fantastico Matteo Renzi.
    Io di farmi infinocchiare da questo “furbetto” non ci penso minimamente, tant’è che sono subito pronto a dichiarare la mia insoddisfazione verso coloro che lo stanno portando alle stelle.
    Ovviamente si tratta delle solite squadriglie di sinistra, cioè quei gruppi di sinistrati che non vedevano l’ora di far fare il sorpasso alla propria corrente di partito. Renzi per me ha già ampiamente dimostrato di essere uno che non va per il sottile, quando si tratta di poter intascare; quella nomina per cui ora è indagato lo dimostra appieno. Sarebbe impensabile che lui non abbia programmato di farsi nominare alto dirigente nella società di famiglia, giusto qualche giorno prima di candidarsi come Presidente della Provincia, senza avere come fine quello di farsi trovare con quell’incarico elevato e di obbligare il Comune di Firenze a versare per la sua pensione i relativi onerosi contributi.
    il M5S ha chiesto che Renzi chiarisse in Parlamento il suo rapporto col Carrai e le motivazioni dei pagamenti d’affitto, ma i partiti di potere hanno “zittito” quella richiesta. Vi pare logico?
    Vi pare logico che una persona come Matteo Renzi sia a Bruxelles a parlare dei nostri problemi, mentre tutti gli altri che se lo trovano di fronte sanno perfettamente di che pasta è fatto? E’ ovvio che poi a quelli là scappa da ridere!

    0



  • Marina   Marina
       Valori: 840 ....... Rango: User

    Buona sera a tutti voi e buon inizio primavera.
    Io non ricordo chi fu il primo politico italiano a decidere di non dimettersi (come invece era consuetudine tra i galantuomini) se il minimo dubbio avesse adombrato la sua onorabilità. Certamente oggi a quell’emerito precursore dei tempi darei volentieri una scarpata in testa, gli bucherei tutte e quattro le gomme della sua vettura e scriverei alla moglie che lui la tradisce, così come scriverei a lui di essere un cornuto.
    Resta il fatto che da allora, grazie a quel “sia maledetto in eterno”, questi mascalzoni politicanti di professione, ci stanno dando il veleno quotidiano; non se ne salva più nemmeno uno.
    Non conoscevo i retroscena che alimentavano così congruamente la vita giudiziaria dello scanzonato Matteuccio, ora che se ne discute, mi sembra quasi impossibile come tutti gli altri che ne erano a conoscenza, gli abbiano concesso di arrivare dove lui è arrivato.
    Farabutto e millantatore, giocatore delle tre carte, truffaldino e ciarlatano, frequentatore della Ruota della Fortuna, screanzato e faccia tosta, ma come ti sei permesso di prendere tutti per i fondelli? Se ti avessi tra le mani, quella faccia te la gonfierei, ti graffierei e ti strapperei quei capelli da cane che ti ritrovi. Faccia da prete e da pugile suonato, ma allora la tua era solo una tattica? E con te tutti quelli del PD che ti danno corda?
    Presidente delle mie calzette, hai finito, sei un bischero te e tutti i fiorentini. Ma che dico? Te e tutta la Toscana!

    0



  • Avatar   Salvatore
       Rango: Ospite

    E va bè, se bisogna dare addosso, allora facciamolo e non se ne parli più, altrimenti cerchiamo di dare un pò di fiducia a Renzi ed aspettiamo di vedere come va a finire. Tanto, più inguaiati di così, dove volete che andiamo?
    L’altra possibilità è il M5S, che a dire il vero non sta deludendo. Anche Grillo m’è sembrato coerente con Mentana. Quello che lui dice in verità è assolutamente logico, bisognerebbe avere i tappi sia per non vedere che per non sentire, per non accorgersi che le sue denunce sono sacrosante. Ma è quel suo clima di austerità che non mi convince. Anche quando obbliga i suoi a mantenersi bassi con lo stipendio, non credo sia logico. Quei ragazzi stanno facendo davvero un lavoro superlativo e quindi meritano più di qualsiasi altro di portare a casa qualcosa in più. Li vedete invece i volponi come non mollano la preda; gliene puoi dire quante ne vuoi, ma loro proseguono imperterriti sulla loro strada, incuranti di tutte le nostre lamentele o delle nostre richieste.
    0



  • Sonia   Sonia
       Valori: 170 ....... Rango: Esordiente

    Mi dispiace dover ammettere che sto provando una certa delusione e che la cosa mi infastidisce non poco.
    Il mio mito non sembra più imbattibile, sembra invece volatilizzarsi, giorno dopo giorno. E’ come se un padrone gli avesse detto di andare a cuccia e di restarci. Berlusconi, il mio mito, si sta ritirando. Ecco una eventualità che non avevo considerato fattibile e realizzabile.
    Sono stata molto superficiale con voi e vi ho trattati come dei sempliciotti. Mi sembra logico e giusto tornare qui a chiedervi scusa. Mi duole, come ogni delusione, ma questa brucia molto di più, perché per quel tipo di ideale mi sono apertamente tuffata in un ruolo che oggi mi fa sembrare ridicola.
    Crescerò, non v’è dubbio, ma nessun altro riuscirà a carpire la mia fiducia così impunemente.
    Dovevo scriverlo. Per onestà.
    Saluti
    Sonia

    0



    • Giulia   Giulia
         Valori: 785 ....... Rango: User

         In risposta a: Sonia

      Un caloroso Benvenuto a tutti i nuovi amici.
      Ciao Sonia. Immagino come ti senti e capisco il tuo risentimento.
      Vorrei che tu ti convincessi che a sbagliare non sei stata tu. Chi dovrebbe vergognarsi per le illusioni accese e per le speranze infrante poi, è proprio quel disonesto uomo su cui avevi riposto la tua fiducia.
      Noi donne siamo fatte così, che ci vuoi fare?! Prima ci vuole del tempo per lasciarci conquistare del tutto; poi diamo tutta la nostra anima ed infine, se mortificate e frustrate, quando riusciamo a dire basta, è definitivo e mai torniamo veramente indietro, se un passo in tal verso venisse fatto.
      Berlusconi non è uno che si possa definire “che passa inosservato”. Lo stesso Renzi, seppur lontanissimo dal “fascino balordo” del tuo ex mito, vuol cavalcare la scia lasciata dal caimano (scusa, da Berlusconi).
      Ma non ne ha la stoffa,anzi, più insiste col voler apparire energico, diretto, che affronta di petto i problemi e più si intuisce che la sua è solo una pericolosa tattica.
      Molte di noi donne risultano attratte dalla sua crescente personalità; a loro dico di stare attente. Renzi è uno di quelli che cambia visione in un batter d’occhio, è uno capace di abbindolarti col gira e rigira ed è capace di portare il discorso al suo punto di vista. E’ abbastanza facile. Basta non dire mai veramente qualcosa, basta non fare mai affermazioni secche, basta star molto vaghi e dare l’impressione di fare tutto e solo nel nome di chi chiede. Meglio, ovviamente, che sia voce di maggioranza.
      Ho inteso, tra le tue righe, cara Sonia, che avresti intenzione di non frequentare questo Blog. Se ho intuito bene,sappi che non è la decisione giusta, nè tantomeno corretta. Qui sei stata accolta, per la persona che sei ed allora non aveva importanza il tuo credo politico, così come non ne ha oggi, che la tua visione è più limpida. A maggior ragione il tuo contributo potrà essere più incisivo, proprio perché la discussione verrebbe affrontata con piena soggettività.
      Posso garantirti che molti hanno dovuto cambiare idea, per fortuna, aggiungo. Le loro trasformazioni hanno significato un aspetto positivo, perché hanno stabilito che le persone non sono interamente assoggettate alle false popolarità.
      Ben venga il cambio d’opinione dunque, specialmente se fatto con motivata serietà.
      Ti aspetto ancora qui, ciao.

      0



  • Claudio   Claudio
       Valori: 370 ....... Rango: Esordiente

    Buona sera, sono Claudio, da Ferrara.
    Le discussioni che si stanno affrontando su qualsiasi pagina del Web, sembrano non far luce su cosa sia ultimamente accaduto di così eclatante e tendono, prevalentemente, a presentare quasi benevolmente il processo in corso che il nostro ‘simpatico’ Presidente del Consiglio ha orchestrato ed i cui piani egli trasforma, di volta in volta, a suo insindacabile giudizio.
    Sembra che a nessuno interessi soffermarsi su ciò che è realmente e così brutalmente avvenuto. Come mai nessuno ha avuto occhi ed orecchie per vedere e sentireo. Forse anche a voi è sfuggito ciò che vi stava capitando davanti. Renzi ha commesso tanti di quei sacrilegi, da poter essere considerato subito il peggiore delinquente della storia politica italiana, pur non essendo lui un politico nazionale.
    Da esterno egli ha conquistato la direzione del PD, da esterno egli domina il Parlamento e da esterno detta le linee guide politiche. Egli ha potuto beneficiare di un terreno preparatogli dai suoi “trescaioli”; tutto era pronto per destabilizzare un intero settore della vita politica. E come? Nel semplice nome delle riforme. Ma quali riforme? Le riforme di chi? Le riforme studiate, discusse e decise da chi?
    Bisogna partire da un principio sacrosanto, secondo il quale le riforme, specialmente quelle istituzionali, non sono nelle possibilità individuali. Se ciò accadesse, vorrebbe dire che lo Stato di Diritto è finito e che siamo nelle mani di un dittatore.
    Renzi oggi dispone di qualsiasi prerogativa di comando, e la prova schiacciante è quella maledetta legge elettorale, discussa e formata con l’avversario politico più temibile e meno idoneo a discutere di democrazia.
    Nel nome delle sue riforme, cioè di quelle che nessuno ancora conosce veramente, perché presenti solo nella testa di Renzi, egli si muove barcamenandosi tra le strettoie che incontra sul suo cammino, così, quelle incognite, lo aiutano a trovare soluzioni momentanee che gli permettono di scavalcare il temporaneo ostacolo. Litiga con tutti, anche con la Camusso e col Presidente Squinzi, se la prende con gli alti dirigenti pubblici, perché sa che questa è politica che fa piacere al popolino, ma chissà perché, attacca solo chi è già il nemico dei suoi potenti amici (Montezemolo e il ‘mitico’ Della Valle). Renzi in definitiva sta IMPONENDO le sue idee, che sono pericolose proprio perché, di fondo, potrebbero anche risultare corrette e condivisibili, ma già il fatto che non siano decise da una maggioranza le rende ostili e per nulla tranquillizzanti.
    Farsi pubblicità e far sapere solo ciò che torna utile è il suo motto, così come è stato quello del caimano. Bella scuola!
    Vendita all’asta di cento auto blu
    E’ certamente qualcosa che piace a chi va a piedi, come a dire mal comune mezzo gaudio. Ma tutto questo è solo una faccia della medaglia, quella che ti presentano per compiacere, l’altra invece è quella che ti mostrerebbe una commessa con altre mille macchine blu nuove, così come quell’altra faccia che mostrerebbe come non sia stata abbandonata l’ipotesi dell’acquisto di 35 caccia bombardieri, fermamente voluti dal nostro esile, vecchio, stanco, ma battagliero e guerrafondaio Napolitano. Ma anche terribile sarebbe informarti correttamente che con questa politica di ingiusta accoglienza, pur sapendo del grave pericolo, non intendono arginare l’ondata di probabili centinaia di qaedisti, infiltrati nel nostro territorio mischiandosi a chi viene erroneamente considerato ‘povero’ clandestino.
    Venite in Italia, l’unico Paese al mondo senza frontiere da proteggere e nazionalità da difendere.
    Venite in Italia, l’unico Paese al mondo che non ha soldi per le famiglie ma in cui progrediscono mafie, droghe e giochi.
    Venite in Italia, l’unico Paese al mondo che offre allo straniero più diritti dello stesso nativo.
    Venite in Italia, l’unico Paese al mondo dove l’omosessualità è vissuta come ottimo status symbol.
    Venite in Italia, l’unico Paese al mondo in cui essere comunista non significa essere di sinistra.
    Renzi è un farabutto che ha fatto una scommessa con la sua sorte. Vuol vincere e ottenere il premio: Scalzare il demonio in persona!
    E non è una battuta, nè un’utopica veggenza.

    0



  • Luigi   Luigi
       Valori: 260 ....... Rango: Esordiente

    Benvenuto Claudio. Buona sera a tutti.
    Renzi non mi ispira. Vuole apparire trasparente come un vetro, ma nemmeno riesce ad accorgersi che è interamente graffiato.
    Il suo passato, il suo irrispettoso presente, lo pongono tra le persone da cui guardarsi e, prima che sia la Magistratura a stabilirlo, cerchiamo di convincercene noi, onestamente e senza farsi trascinare da inutili sentimentalismi di partito.
    Non diamo sempre la colpa a chi si pone avanti, volendo fare qualcosa e poi ci accorgiamo che era il peggiore. faremmo bene a pretendere le nostre scelte, senza le quali non si deve muovere una foglia. Tanto, chi paga alla fine, siamo sempre e solo noi.

    0



  • Mario Cesta   Mario Cesta
       Valori: 2010 ....... Rango: Veterano

    Buon giorno a tutti.
    Benvenuto Luigi. Benvenuto Claudio.
    Ho recepito, un pò dappertutto, una certa perplessità per le scelte attuate da Renzi e sinceramente non ne intuisco le ragioni; secondo il mio punto di vista, i timori per la sua condotta sono attualmente ingiustificati.
    Renzi sa quello che vuole, finalmente e fortunatamente per noi. Dopo tanta mala politica, ben venga chi la scuote, la raffina e la usa per scopi lontani dai suoi soli interessi.
    Ciò che avrebbe dovuto invece turbarci e che purtroppo continuerà a turbarci, è ciò che è accaduto fino a ieri. La pubblicazione delle previsioni d’entrata fiscale di quest’anno ci conferma che i nostri dubbi sono fondati.
    E’ infatti emerso che un piccolo 5% di popolazione detiene e denuncia un reddito addirittura pari a quello denunciato dalla rimanenza degli altri contribuenti; ciò vuol dire che la ricchezza economica italiana è mal ripartita e che finora tutte le manovre economiche, come al solito, sono state sostenute dalle famiglie dei semplici lavoratori, facendole divenire sempre più povere, aumentando così il divario tra chi tira avanti a stento e chi diventa sempre più ricco.
    Ecco la politica da correggere a tutti i costi. Ecco cosa dobbiamo aspettarci da Renzi, se davvero vuol essere lui l’Uomo del cambiamento.
    Non si può pensare di fare solo qualche riformina, lasciando inalterati i pesi su ciascun piatto della bilancia. Bisogna che la politica democratica sappia individuare dove, da chi e quanto poter reperire; bisogna che si dia ampio risalto alle modalità ed alle aliquote di categoria applicate per il prelievo fiscale, in modo che esse appaiano le più eque possibili.
    Lo abbiamo sempre saputo e ripetuto. Togliere 100 euro dalle tasche di un lavoratore, dovrebbe corrispondere a togliere minimo 1.000.000 euro a ciascuno dei ricchi appartenenti a quel 5%.
    Se queste nostre speranze restassero disattese, significa che non c’è Santo che tenga, l’italiano dovrà capire che riavrà la sua serenità quando deciderà di riprendersela. E senz’altro con l’uso della forza!

    0



  • Avatar   iovorreivederlomorto
       Rango: Ospite

    Vorrei che qualcuno riuscisse a spiegarmi il significato della frase, che il bastardo mostro ha pronunciato durante la riunione con i suoi diavoli: “non possiamo puntare alla crisi; fino al 10 aprile ho le mani legate“.
    E’ come io temo che sia, o mi sto sbagliando?
    Entro il 10 aprile qualcosa deve muoversi a favore del bastardo, o penso male io?
    Entro il 10 aprile colui che oggi ci sta manovrando dovrà concedere qualcosa al bastardo?
    L’11 aprile scatterà il momento della punizione per il bastardo?
    0



  • 10°
    Umberto   Umberto
       Valori: 660 ....... Rango: User

    Buon giorno a tutti.
    Io non riesco a capacitarmi e rasserenarmi sui motivi che hanno spinto il nostro Presidente della Repubblica a dare ancora udienza ed ascolto a colui che impersona il peggio dell’Italia; berlusconi è l’uomo che rappresenta il voto di scambio pagato, la raccomandazione nella politica e per la politica, il raggiro delle leggi e di tutte le istituzioni, l’evasione e la frode fiscale per ingenti capitali, la spregiudicatezza in tutte le operazioni, la condanna alla galera e l’interdizione dai pubblici uffici.
    Come è possibile che in Italia si possano avere leggi così permissive per costui? Qui non si tratta più di garantire la democrazia o non essere giustizialisti, qui si tratta solo di rispetto delle norme e dei regolamenti, a maggior ragione se a commettere i sacrilegi è stato uno che per primo avrebbe dovuto dare il buon esempio.
    Ma scherziamo? Quel delinquente commetteva i suoi abusi proprio mentre espletava il ruolo altissimo governativo. Fregava allo Stato ed a noi mentre era Presidente del Consiglio. Fregava a noi per sputtanare grosse somme, regalando a destra ed a troie, pagando una forte penale mensile alla ex moglie, mantenendo decine di concubine, decine di servitori, migliaia di lecchini e tutto mentre dava addosso alle Istituzioni che lui stesso avrebbe dovuto garantire.
    Signor Presidente Napolitano, basta! Non è più ammissibile che Lei riceva un delinquente. Avrebbe già dovuto sapere le motivazioni per la richiesta dell’incontro, cosa si aspettava che ne venisse fuori? Lei, pur avendo la possibilità di negare l’udienza, ha preferito invece acconsentire. Ed ora? Cosa rimane a noi della Sua scelta?
    Glielo scrivo io: Una profonda delusione!
    Ed è ancora Lei che l’ha prodotta. Si vergogni!

    0




Lascia un commento

Nota: Siamo spiacenti, ma solo gli Utenti che hanno effettuato il Login potranno pubblicare commenti; ecco perché l'area di testo per te non è visibile.
Non sei registrato? Allora fallo ... Registrati ... Potrai subito partecipare!




Tutti i Diritti Riservati © 2009-2020 - Divieto di Riproduzione, anche se parziale.