- In questo periodo la moderazione è affidata a: Rosaria, da Pozzallo (RG)

Sono le ore 20:50:49 ... Sempre che l'orario del tuo computer sia ben sincronizzato!
Finora hai trascorso 0 secondo su questa pagina. Grazie per il tempo che ci dedichi. Diventa uno dei nostri!.

Marina Berlusconi: La classe non si compra.up8

La classe non si compra, un partito sì! E, se il padre volesse, potrebbe lanciare la figlia molto lontano, ma talmente lontano che ...
Marina Berlusconi degna figlia del padre

Marina Berlusconi: La classe non si compra!
La classe non si compra, un partito sì! E, se il padre volesse, potrebbe lanciare la figlia. Infatti è ciò che noi speriamo ...
Che la lanci, che la lanci lontano, molto lontano, talmente lontano da divenirle impossibile ritrovare la strada di casa.
Ma l'avete vista? Avete tenuto a mente ogni suo modo di apparire?

♣♣♣♣♣

La lettura di questo articolo richiede solo 4 minuti del tuo tempo ... Potrebbero valerne la pena!


Mostra il resto ...


      Marina Berlusconi: La classe non si compra.up8 :
      Ha ricevuto 4 commenti. La partecipazione di soli 4 utenti determina che c'è scarso interesse per l'argomento.
  • Avatar   Lucio
       Rango: Visitatore

    Silvio che lancia Marina. Bella quella di vederla volare via.
    In effetti tra padre e figlia ci sono molte affinità e già il fatto che non sia il maschio Piersilvio a farsi avanti, la dice lunga su chi porta i pantaloni tra la Presidentessa ed il Vice di Fininvest.
    Ora che il caimano ha licenziato Renzi, definendolo una delusione, le televisioni serviranno moltissimo, perchè quelle sue parole dovranno risuonare come l’attacco finale dell’esercito brancaleonico dei berluscones.
    Arriveranno al 15%? Io spero di no, perchè ciò vorrebbe dire che ci sono ancora in Italia ben 6.000.000 di emeriti coglioni.

    0



  • Antonio   Antonio
       Valori: 2485 ....... Rango: Veterano

    Buona domenica a tutti.
    Conosciamo quali sono le difficoltà per arrivare a delle concrete conclusioni e tutti sappiamo che, finchè esisterà la famiglia berlusconi, non si avrà possibilità di discutere seriamente delle questioni importanti, siano esse di mero carattere politico o sociale.
    Quella famiglia sa che per continuare ad esistere deve creare attorno a sè continue attenzioni e, avendone i mezzi e gli uomini devoti e servizievoli, opporsi a questo martellante stillicidio di voci, diventa sempre più difficile, così come impari sarà la lotta contro il diffondersi del berlusconismo.
    S’è già scritto in precedenza che solo mettendo in campo le coscienze personali, il popolo italiano riuscirà a debellare questa malattia. Se è toccata a noi – avere la stirpe malefica dei berlusconi – e non per esempio alla Francia o alla Germania, qualche motivo ci deve pur essere. Vuoi vedere che ciò potrebbe voler dire che siamo più fessi di loro e di qualunque altra Nazione!
    In Spagna, sempre per esempio, due canali delle reti berluscones, sono stati chiusi dalla Magistratura, poichè le frequenze erano state assegnate in modo anomalo.
    Tutti i loro sostenitori sono convinti che Berlusconi sia un benefattore per il nostro Paese, sia a livello fiscale che a livello imprenditoriale. Ma vediamo bene i fatti.
    Si dice che le sue aziende diano lavoro a 60.000 persone, in effetti il numero è davvero quello e quindi, aziende importanti. Però, quello che ora vi chiedo, è di seguire la mia personalissima analisi.
    60.000 stipendi mensili. Una cifra calcolata per difetto di 3.000 euro lordi (mediamente per ciascun dipendente) X 60.000 dipendenti appunto, è pari ad euro 180.000.000 che moltiplicati per tredici mensilità ci restituiscono la cifra sbalorditiva di euro 2.340.000.0000 –
    Duemiliarditrecentoquarantamilioni + 3.400.000.000 per materiali di consumo + 1.293.000.000 per compensi a professionisti + le tasse da versare allo Stato, per un totale di euro 7.033.000.000 (più le tasse variabili) che le aziende berlusconiane devono tirare fuori dal mercato italiano e ciò solo per chiudere bilanci a pareggio. E da quale bacino di clienti proverrebbe quel fiume di soldi? Ovviamente dal bacino degli utenti italiani (ricordiamoci che il debilitante cognome berlusconi è sinonimo di biscione, di banca mediolanum, di mondadori e di mille altri prodotti sempre legati al settore servizi), che sborsano per berlusconi molti soldi in più, rispetto all’ipotesi di non esistenza di quelle “preziose aziende”. La maggior parte di quel capitale deriva dalla pubblicità effettuata sulle reti mediaset. E’ una pubblicità ingannevole perchè si prospetta sempre e continuamente all’utente che loro offrono programmi gratuiti. FESSERIE, ENORMI FESSERIE BERLUSCONIANE!
    Sapete quanto è stato calcolato che costerebbe l’acquisto e la manutenzione di una vettura di media cilindrata, se non subisse i rincari dovuti al costo della pubblicità? Costerebbe il 38% in meno. Avete capito bene. Il 38% in meno!
    Significa che senza la famiglia berlusconi, che maledettamente, seppur intelligentemente e con calcolata furbizia offre solo servizi e non prodotti utili e di consumo (come pasta o scarpe), un’autovettura da 12.000 euro attuali, verrebbe a costare solo 7.440 euro.
    Cercate quindi di intuire cosa rappresentano i vari Silvio-Marina-Piersilvio-Barbara e chiunque altro chiamasi disonorevolmente Berlusconi.
    Pensaci quando andrai a votare le prossime volte, eviterai così di essere considerato ancora uno stupido italiota berluscones!
    Un’ultima cosa per i più testardi e duri di comprendonio (che poi sono quelli più pericolosi e difficili da convincere proprio per la durezza del loro lobo cerebrale): Indovinate quanto dichiarerà la Mondadori del presidente Marina Berlusconi per il 2013? Non lo sapete vero? Ciò nonostante, vi mettete a gridare “Viva Marina Berlusconi, la vogliamo in campo. Lei è una donna capace, una imprenditrice tra le migliori”. Ebbene, la grande imprenditrice ha chiuso in profondo rosso, con un netto -185.000.000 di euro.
    Per non parlare di Mediaset e Fininvest; i loro alti dirigenti e manager si sono messi in fila all’uscita del sagrato delle più importanti chiese d’Italia, con la mano tesa ed i cappelli in terra. A chiedere l’elemosina!
    Andassero dalla signora Veronica LARIO e dalle olgettine, molto più ricche di quelle aziende. Qualcosa la riceveranno.
    E non scrivano più quei delittuosi giornalacci di proprietà della disonesta famiglia, che berlusconi è il contribuente più importante in Italia. Delinquenti, come il loro padrone.
    Buon appetito a tutti voi.

    0



    • Elena    Elena
         Valori: 2905 ....... Rango: Veterano

         In risposta a: Antonio

      Buona sera a tutti.
      Caro Antonio la tua analisi credo corrisponda alla parte vera della storia.
      Mancano solo i dettagli comportamentali: Le forzature subìte dagli imprenditori italiani acché affidassero alle televisioni del caimano la gran parte della pubblicità e, cosa gravissima, l’operazione avveniva quando berlusoni era Presidente del Consiglio.
      Oltre a frodare, dunque, faceva anche una specie di “protettore mafioso” (Dell’Utri gli avrà ben insegnato come si faceva). Tu offri a me la pubblicità di tutti i tuoi prodotti al prezzo che io fisso ed a te ed alle tue fabbriche non accade nulla.
      Sono sicura che finchè camperà nessuno lo accuserà di questo, per paura di ritorsioni e forse nemmeno dopo la sua morte si saprà, perchè tanto, servirà a nessuno.
      Però di una cosa dobbiamo stare certi. Tutti quelli della famiglia sanno cosa è stato e cosa ha fatto veramente il pregiudicato berlusconi. Permettere a chiunque di loro di inserirsi nuovamente nella sfera politica, sarebbe un errore gravissimo e senza rimedio, poichè abbiamo imparato quanto sia difficile neutralizzare una potenza economica.
      Marina Berlusconi è spudorata e senza ritegno morale.

      0



  • Avatar   Ninetto
       Rango: Visitatore

    Un articolo che mi ha divertito molto e di ciò faccio i complimenti all’autore.

    Vorrei solo ricordare che la “presidentessa”, parlando dell’amico di famiglia dell’utri, lo ha definito una persona gradevole, molto sociale, un vero intellettuale e, per finire, una democratica persona. Non c’è che dire. Quando si tratta di difendere altri per difendere sè stessi, la famiglia berlusconi è capace di spararle grosse.

    Ciò che dispiace di più, è sapere che oltre alle loro voci, se ne sentono mille altre insignificanti, ma conta però che esse si facciano sentire all’unisono, che facciano numero, per mantenere convinti i bigotti e gli stupidi.

    1+



Lascia un commento

Nota: Siamo spiacenti, ma solo gli Utenti che effettuano il Login potranno pubblicare commenti; ecco perchè l'area di testo per te non è visibile.
Registrati ... Potrai subito partecipare!





logo-piccolo

La Direzione e la Redazione di questo Blog hanno deciso di bloccare l’accesso agli spioni americani.
BUUUUUUU... Abbasso Google ... Abbasso Google!  ... Abbasso Facebook. IoNonMollo se ne strafrega delle loro vendute statistiche!
Google e Facebook hanno invaso le pagine web con le loro miliardarie pubblicità, ad assoluto discapito della correttezza dei dati;
chi più pubblica i loro AdWords (annunci), più visibilità acquisisce, dunque non per l'eccellenza dei contenuti espressi.
E sono proprio gli ignari visitatori, TU, con i click effettuati, a determinare l'importanza del sito visitato.
Pensaci bene e sottraiti anche tu dall'essere considerato il 'mezzo' o lo 'strumento' dell'arricchimento di Google e Facebook.
Naviga i siti che non offrono spazi alla pubblicità, promuovi quelli liberi, escludendo invece quelli interessati ai compensi.


Tutti i Diritti Riservati © 2009-2019 - Divieto di Riproduzione, anche se parziale.