- In questo periodo la moderazione è affidata a: Rosaria, da Pozzallo (RG)

Sono le ore 23:46:50 ... Finora hai trascorso 0 secondo su questa pagina.
Grazie per il tempo che ci dedichi. Diventa uno dei nostri!.

Nostalgia di Perry Mason!

...

♣♣♣♣♣

La lettura di questo articolo richiede solo 2 minuti del tuo tempo ... Potrebbero valerne la pena!


Mostra il resto ...


Nostalgia di Perry Mason!:
ha ricevuto 9 commenti. La partecipazione di 9 utenti suscita discreto interesse per l'argomento.

  • Vittorio   Vittorio
       Deceduto R.I.P.

    Buon giorno a tutti, con saluto “speciale” per Giuseppe.
    Sono appena le ore 06:00 e non intervengo certo con la smania di contrapposizione, anche perché, contrapposizioni non ho; anche a me piaceva Perry Mason.
    Ma una semplice osservazione devo farla. Non riguarda ciò che è scritto nell’articolo, ma ciò che non è scritto. Tralasciando i motivi che spingono costantemente il ministro Alfano verso certe direzioni, vorrei soffermarmi solo su quelli che saranno i metodi e le prove che consentiranno ai giudici di autorizzare o meno l’azione penale. Troppe sono le circostanze favorevoli al malaffare ed alla criminalità comune. Se restassero invariate le procedure, così come sono state proposte, difficilmente si potrebbe incriminare qualcuno che stà preparando un’azione criminosa, poiché il giudice sarebbe costretto a scagionarlo, se l’azione poliziesca risultasse non precedentemente autorizzata. Si desume quindi che anche per condurre una operazione di appostamento e rilevamento di prove per un crimine in atto, sarebbero i poliziotti a risultare contro le regole, se essi avessero agito senza l’accordato permesso. Quindi, via libera ai criminali. E così via con gli esempi.
    Perry Mason mi piaceva, ma non mi piacciono le leggi troppo a favore dei delinquenti. E’ come creare la discriminante per i comuni cittadini non affiliati a mafia o camorra o ‘ndrangheta che sia.
    Ed altro ancora ci sarebbe da rilevare, ma per il momento vorrei godermi l’alba.

    0



  • Elena   Elena
       Valori: 2945 ....... Rango: Veterano

    Ciao Giuseppe, era da un pò che non ti si leggeva.
    Il tuo articolo mi ha suscitato un certo nervosismo, non so bene dipeso da cosa o da quale frase. Sarà forse, come anticipi tu, da contrapposizioni viscerali. Stà di fatto che ovunque veda o senta che c’è di mezzo “il mezzo uomo”, io vedo il marcio. E se penso che un suo caro amico senatore è un già condannato a sette anni di carcere in secondo appello, la cosa puzza ancora di più.
    Cosa voglio dire? Semplicemente ribadire che, se uno ha avuto legami e continua a mantenere legami con certa gente, tanto da essere considerato pari alla gente che frequenta, certamente in tema di Giustizia non è il più indicato. Va da sè che, qualsiasi cosa il tizio possa preparare, volendo farla passare come “bene per il Paese”, a me stride un bel pò e, di conseguenza, mi innervosisco.
    Se continuo a pensare che lo stesso “mezzo uomo” che vuole riformare la Giustizia, non ha mai ceduto alla possibilità di essere giudicato in un’aula di tribunale, ma che invece trova il tempo di poter rivalersi sugli altri, così come stà facendo per la vicenda denunciata dal “Fatto Quotidiano” circa il tentativo da parti di certi emissari di far cambiare la data di nascita della stro… marocchina, in modo da farla diventare maggiorenne all’epoca dei fatti, allora il nervosismo diventa rabbia e se sono arrabbiata devo sfogarmi e per sfogarmi avrei la necessità di incontrarlo mentre ho tra le mani il mio mattarello.
    Ma siccome non lo posso incontrare (il “mezzo uomo”), allora è meglio non farlo entrare nei miei pensieri.

    0



  • Salvatore   Salvatore
       Valori: 470 ....... Rango: User

    Buon pomeriggio.
    Noto con piacere che l’invito di Giuseppe, a non commentare solo per avversione, è stato seguito.
    Forse il mio è solo un modo come un altro, per ribadire che un articolo e due commenti sono bastati ad esprimere tutte le sensazioni del caso.
    Ovviamente la nostra Giustizia è gestita da un sistema che fà acqua da qualche parte ed altre parti che andrebbero “revisionate” del tutto. Però il nostro sistema investigativo è universalmente riconosciuto efficace ed efficiente; non per altro a volte riusciamo a contrastare la potenza delle mafie in generale. Per arrivare ad essere tali, i nostri poliziotti hanno avuto necessità di operare con una certa “indipendenza”; la stessa non sarebbe loro concessa in futuro.
    Ma credo che nuove forze governative sarebbero pronte a modificare ulteriormente, per cui è rilevante questo primo passo, lasciamo che lo facciano.
    Rimettere le carte in ordine, sarà molto più semplice.

    0



  • Giovanna   Giovanna
       Valori: 390 ....... Rango: Esordiente

    Buon pomeriggio.
    Tempo addietro ho letto molti interventi appassionati, che facevano di questo Blog una “perla” di saggezza, ma anche di democratica opposizione troppo sovente civile e rispettosa.
    Non capisco cosa stia realmente accadendo, ma vedo qualche segno di stanchezza, qualche atteggiamento adottato normalmente per il “quieto vivere”.
    Resto sorpresa anche per la condivisione che Giuseppe ha per l’operato, o per ben scrivere, parte dell’operato di questo governo. Giuseppe ha forse dimenticato che il premier di questo governo e del partito più catastrofista d’Italia, è capace di risorgere dalle proprie ceneri, anche senza l’aiuto esterno? Immaginarsi cosa combimerebbe se ogni tanto gli dessimo ragione? Quel pessimo uomo si sentirebbe autorizzato a dire che tutti gli italiani sono con lui. Che balordo!
    Ho visto anche alcuni filmati delle manifestazioni, che ritraevano il Presidente Napolitano con a fianco l’essere spregevole. Mi sono chiesta come il signor Giorgio abbia fatto a sopportare quella vicinanza, senza mostrare il naturale disgusto. Caro Giuseppe, vedrai che anche quel mancato segnale, rappresenterà per il caimano un atto di cui vantarsi, un atto che esso (il porco trasformato in politico) rivaluterà per i suoi porcelli, come indizio di ottimi rapporti quirinalizi.
    Sono d’accordo con Elena. La faccenda mi turba un pò!

    P.S.
    Chissà se Giuseppe potrà gradire (ove ne rilevasse egli tracce) le “qualità concettuali” che il mio commento non voleva assolutamente evidenziare?

    0



  • Giulio   Giulio
       Valori: 600 ....... Rango: User

    Grazie a chi mi ha benevolmente accolto.
    Credo si stia creando un pasticcio di sensazioni. Le discussioni hanno validità e valore se nel bel mezzo di esse si riallacciano i comuni significati e scopi. Quel che resta è solo bagarre!
    Data la mia natura devo assolutamente convenire che Giuseppe ha ragione e per ben due motivi predominanti.
    Il primo è che democratici si è per davvero se ci si scorda di avere un avversario di fronte, ma solo un’altra persona, non necessariamente allineata al nostro modo di intendere.
    Il secondo motivo è che la persona che si ha di fronte in effetti siamo noi e che democratici vorremmo fossero quelli che ci osservano e ci sottomettono, quelli cioè che hanno vinto le elezioni ed ora ci guardano dal basso verso l’alto.
    Come potete pensare che chi ha vinto le elezioni non applichi il gioco di forza a proprio vantaggio?
    perché le elezioni dovrebbero essere delle dure lotte, durante le quali ogni azione, atta a sminuire l’avversario, diventa lecita e promotrice?
    Secondo alcune ed alcuni di voi, dunque, la Sinistra Italiana non dovrebbe ancora smetterla di assomigliare sempre più all’anacronistica “casta” dei benpensanti?
    Vi ricordate ogni tanto dell’abisso creato da questa apartitica creatura che è l’insofferenza?

    Siate coraggiosi ad ingrassarvi mentre il nemico siede sul trono, perché magri lascerete i vitelli quando loro cadranno e non avranno di che cibarsi

    0



  • Sergio   Sergio
       Radiato dal Blog

    Buon giorno a tutti, buon giorno Giuseppe.
    Credo che, per prendere posizione in proposito ad un tema così difficile, tecnico, articolato e cavilloso ( dove il cavillo è però determinante ), sia necessaria una cultura giuridica ed una conoscenza delle carte ed anche degli intendimenti reconditi di chi le scrive, che io non possiedo; tuttavia, stimolato dalla delusione di Giovanna per la scadente partecipazione numerica e di sostanza al blog che condivido, desidero portare il mio contributo espressione del mio pensiero in proposito. Sono parzialmente in accordo con Giuseppe, si alla divisione delle carriere, non sono certo, tutt’altro, che con la nuova legge la obbligatorietà dell’azione penale sarebbe salva ed anche sull’indipendenza dei PM dal potere politico, credo sia assolutamente nocivo il nuovo rapporto fra Giudici Inquirenti e Polizia Investigativa; nonostante questo sarei possibilista al dialogo su queste basi a patto di completare ed integrare la legge con altre disposizioni estremamente positive e semplici da attuare…penso all’informatizzazione delle procedure che rendono possibile un processo, come esprime compiutamente il giudice Gratteri di Reggio Calabria, penso alla certezza della pena, penso all’eliminazione di cavilli che servono solo alla difesa per ottenere il “lungo processo” e quindi la prescrizione, penso alla vergogna della legge sul falso in bilancio. In parole povere credo che questa proposta di legge sia solo una riforma della Magistratura, parzialmente positiva, ma non una riforma della Giustizia…la sola riforma necessaria al cittadino ed al buon funzionemento dei tribunali.
    Saluti e buona Domenica a tutti
    Sergio

    0



  • Rita   Rita
       Valori: 2035 ....... Rango: Veterano

    Buon week end a tutti!
    Permettetemi, prima di tutto, di porgere gli auguri di Buon Onomastico al nostro caro Giuseppe!
    Se qualcuno non avesse già letto gran parte degli scritti di Giuseppe, probabilmente oggi potrebbe farsi sorgere qualche dubbio, se mal interpretasse le parole che Giuseppe ha espresse in quest’ultimo articolo.
    Berlusconi (perché questo è il cognome di quella specie di uomo più detestato della terra) è e rimarrà sempre la rovina dell’Italia e che Giuseppe lo intenda tale, è un dato certo, su cui non ci piove. Quello che leggendo ho inteso, è stato solo un invito per la sinistra a non perdere il “contatto” con le realtà che la politica sprigiona con ogni sua azione.
    Sarebbe a dire che è meglio per il PD in particolare, far vedere che ogni tanto si muove nell’ambito di affari di governo invece di farsi notare costantemente immobile.
    Meglio farebbe il PD ad autocoinvolgersi, e dimostrare che partecipa alle perplessità del cittadino, opponendosi mentre agisce per una determinata azione di governo.
    Cinque anni lontani dalle poltrone che contano, sono un ostacolo per chiunque. Cinque anni di immobilità creano il 20% di indecisione. Cinque anni di connivenza creano disinnamoramento dei fatti della politica ed anche avversione alla politica.
    Ho letto anche gli altri interventi.
    Ho parole per tutti, poiché tutti meritate interessamento. Al caro Vittorio, dal quale mi sento particolarmente “attratta”, auguro la freschezza infinita delle sue opinioni; ad Elena e Giovanna invio il mio messaggio di solidarietà; a Salvatore l’ammirazione per una sobrietà di vedute; a Giulio la piacevolezza di ciò che scrive e come scrive; infine al caro Sergio, come non rimanere affascinata dal suo spessore di mite severità.
    Siete tutti e tutte meravigliosamente presenti, non roviniamoci per quello che non ci appartiene.
    Vi abbraccio.
    Rita

    0



  • Gustavo   Gustavo
       Valori: 315 ....... Rango: Esordiente

    Buon pomeriggio.
    Mi associo agli auguri che Rita ha presentato a Giuseppe.
    Forse è davvero così che bisognerebbe agire, fregandosene di ciò che il governo combina, ma sfruttando le loro stesse presentazioni, per cavalcare l’onda della continuità notoria e scoprendo ogni parte spigolosa insita nelle loro azioni.
    Proprio ai punti che riporta Sergio (laser149): informatizzazione mancante – certezza della pena – cavilli burocratici – etc.
    E’ ovvio che l’avvio della Riforma della Giustizia non può e non deve essere considerata come la navetta per far decollare la Riforma della Magistratura, voluta e portata avanti strenuamente dalla destra, per farne beneficiare l’unico che davvero ne ha bisogno. Berlusconi vuole esser sicuro di poter posare le sue mani sulla testa dei magistrati, è un fatto ormai assodato e certo.
    Al PD ed alle altre forze d’opposizione converrebbe accostarsi a queste azioni di riforme, per loro significherebbe soltanto una ottima occasione di presenza al sociale, mentre potrebbero contrastarne maggiormente o quantomeno evidenziarne sistematicamente tutte le controverse sfaccettature.
    Ha ragione chi propone questa soluzione, quanto meno è un modo più valido di altri per non finire nel dimenticatoio.

    0



  • Giuseppe (Dir.)   Giuseppe (Dir.)
      

    Ringrazio Rita e Gustavo per gli auguri.
    Discutere di politica, sembra sia diventato un problema insormontabile.
    Se non vi è congeniale l’argomento trattato, non credo sia inderogabile partecipare. Suggerisco di calmarsi a chi è troppo frenetico ed altresì di rivedere i propri concetti a chi non ha intuito che pesci prendere o, addirittura, in quale mare pescare.
    Fare politica, significa prevalentemente il processo di prendere una decisione di gruppo per il bene della collettività. Se le forze dell’opposizione non partecipano alle varie azioni di governo (studiandole anche e solo per contrastarle a veduta), in quel momento NON STANNO FACENDO POLITICA.
    Ciò è esattamente quello che finora è stato il comportamento del PD; ma colpa del più numeroso partito d’opposizione è anche la NON velleità per l’inefficacia del governo, azione che sarebbe stata almeno necessaria a bilanciare il loro NON FARE POLITICA.
    La ‘Riforma della Giustizia’ poteva rappresentare l’aggancio per tornare ad essere sul ‘palcoscenico politico’.
    Cosa hanno invece azzardato Bersani e company?! L’abbattimento generale! Proprio come se loro non avessero idee da contrapporre, proprio come se avessero voluto dimostrare che il PD ha solo la capacità di opporsi, senza prospettare una propria idea, un proprio concetto.
    Cari miei, così facendo, le persone notano quella strana inutilità e restano imprigionate nel convincimento che PD, IdV, Sel, FlI e Udc non abbiano da presentare uomini dotati di capacità mentali. In definitiva NESSUNO che sappia contrapporsi, con carattere, alla figura del losco individuo.

    0




Lascia un commento

Nota: Siamo spiacenti, ma solo gli Utenti che hanno effettuato il Login potranno pubblicare commenti; ecco perché l'area di testo per te non è visibile.
Non sei registrato? Allora fallo ... Registrati ... Potrai subito partecipare!




Tutti i Diritti Riservati © 2009-2020 - Divieto di Riproduzione, anche se parziale.