- In questo periodo la moderazione è affidata a: Rosaria, da Pozzallo (RG)

Sono le ore 16:05:49 ... Finora hai trascorso 0 secondo su questa pagina.
Grazie per il tempo che ci dedichi. Diventa uno dei nostri!.

POVERA ITALIA!

...

♣♣♣♣♣

La lettura di questo articolo richiede solo 3 minuti del tuo tempo ... Potrebbero valerne la pena!


Mostra il resto ...


POVERA ITALIA!:
ha ricevuto 8 commenti. La partecipazione di 8 utenti suscita discreto interesse per l'argomento.

  • Mario Cesta   Mario Cesta
       Valori: 2010 ....... Rango: Veterano

    Nel frattempo Berlusconi viene ulteriormente indagato a Napoli.
    Buon pomeriggio a tutti.
    C'è tutta la corona berlusconiana, la sacra corona, che ricomincia a lamentare l'accanimento della magistratura nei confronti del loro beniamimo. Ci hanno infastidito fino all'inverosimile con la storia che la Procura di Milano doveva interrompere le udienze durante il periodo elettorale; hanno ottenuto quel che volevano ed ora continuano a far le vittime perseguitate.
    Sono dei brutti ceffi, arroganti e presuntuosi, come ad esempio quel fantomatico portavoce a nome Capezzone, grida continuamente “Miracolo, miracolo. Anche stavolta Silvio ha fatto un miracolo“. A Capezzò, meno male che Silvio ha fatto un miracolo e siete tutti comunque morti, immagina se non lo avesse fatto, che fine avreste fatto voi del PdL? Sei uno squallido mangiapelle, senza palle, ma con tanto di lingua. Ma è l'unico attrezzo che ti serve, per le dubbie qualità che possiedi, quindi null'altro da recriminare nei tuoi confronti. Ci sono anche il solito angiolino ed i giornali di famiglia che continuano ad infangare l'operato della Magistratura.
    Personalmente sono arcistufo di discutere sempre delle vicissitudini penali di quel malandrino e delinquente, anche perchè lo sapevamo tutti che lui mirava solo ad arrivare al dopo elezioni, perchè nutriva la speranza di ricoprire una carica, che gli avrebbe permesso di sottrarsi con più facilità alle "persecuzioni" giustizialistiche. Arrestatelo, con qualsiasi mezzo e facciamola finita una buona volta con lui.
    C'è da auspicarsi che PD e Grillo riescano a mettere i rancori da parte e mettersi insieme con l'unico intento di fornire le buone leggi per ricominciare. Subito dopo si torni al voto, certi di non avere più tra i piedi colui e coloro che hanno sabotato ogni forma di civile convivenza.
    Una piccola nota vorrei rilanciarla a nostro inutile presidente. Signor Napolitano, si ricorda cosa aveva detto ultimamente? Ha visto che i fatti hanno confermato che lei ha cognizioni degli avvenimenti degne di una mezza cicca? Stavolta l'ha sentito o no il gran botto? Si svegli una buona volta, e sputi meno sentenze, cazzo!
    Ma che ci tiene in quella bocca? Polpette?! Le ingoiinsieme alla abnorme quantità di saliva che producono le sue ghiandole, così la finirà di inumidirci continuamente appena si mette a parlare.

    0



  • Marina   Marina
       Valori: 840 ....... Rango: User

    Buona domenica a tutti.
    Ho firmato su MicroMega l'appello da presentare, affinchè Berlusconi venga sbattuto fuori dal Parlamento a calci nel sedere. L'ho fatto volentieri ed anzi ringrazio gli organizzatori di quel Blog per l'impegno preso e l'opportunità che danno a noi.
    Sono stata assente più del solito, quindi ho impegnato un bel po' del mio tempo libero, per leggere tutti gli interventi. Saluto calorosamente tutti i nuovi arrivati.
    Bersani si sta facendo sfuggire la situazione di mano. Sembra sia rimasto scioccato e molto amareggiato per il deludente risultato ottenuto; però sta anche dimostrando di non possedere autocritica costruttiva, addentrandosi sempre più tra i rovi, come un toro disorientato. Bisogna che qualcuno glielo dica di fermarsi, potrebbe farsi e farci male ulteriormente. Deve capire che ormai la frittata è fatta e l'unica cosa che gli rimane, è quella di non fare più niente, lui.
    Lasci invece che siano altri a portare avanti la baracca, ma mi raccomando, senza che siano tentati dal fare comunella col caimano. Si inchinino a Grillo e la facciano finita. E' necessario che i nuovi capiscano che questo è il momento per fare solo delle ottime riforme, a cominciare da quella elettorale, per finire a quella del lavoro, della sicurezza e della Giustizia. Poi di nuovo al voto e vedrete che, chi avrà saputo fare le cose bene, otterrà maggior evidenza e credibilità. E la credibilità porta voti, ne siano certi.

    0



  • Alberto   Alberto
       Valori: 475 ....... Rango: User

    Felice vien la sera, se dolce è il tuo apparir mentre t'avanzi.
    Purtroppo però, non si prospetta felice l'avanzare dei grillini. Il loro capo, la marionetta, non ha ancora capito che il gioco che stava portando avanti s'è concluso e che ora è giunto il momento di fare le cose seriamente e con responsabilità. Continua a fare il pagliaccio, il cabarettista, si nega ai giornali italiani, mentre concede interviste alle testate straniere.
    Grillo non ha capito che è l'ora di fare politica. Possiamo essere d'accordo con lui che non gradisce avere a che fare con un "morto che cammina", ma qui ci andiamo di mezzo ancora noi. Ha fatto diventare un nutrito numero di giovani "leve" come l'armata brancaleone ed ora non vuol regalare neppure a loro il breve momento magico di goduria. Se lo tiene tutto per sè, nella più totale arroganza. Grillo ha intenzione di mettersi e stare all'opposizione, con l'unico scopo di incitare l'incesto già consumato di PD e PdL insieme. Sa benissimo che quei due partiti insieme non possono stare. Ora che c'è lui, come terzo incomodo, atti depravati è meglio evitarli. Perciò li tiene sul filo del rasoio, ben sapendo che le sue vittoriose parole sono state "Tutti a casa".
    Non è dunque possibile "mettersi" con alcuno di loro; gli altri sono da rispedire "tutti a casa". Ma Beppe vorrebbe farlo, potendo chiudere definitivamente il catenaccio alle loro spalle, eliminando qualsiasi possibilità di ritorno. Perciò ha ben deciso di farli "sputtanare" tra loro. Devono unirsi incestuosamennte ancora, fino a far scoppiare il disgusto totale.

    Ma il povero comico sta sbagliando una cosa molto rilevante: Sta giocando la sua partita agli scacchi, utilizzando noi come sue pedine sacrificali. Il grande spauracchio di destra e snistra vuole farci vivere almeno altri due anni in queste orrende condizioni socio-economiche, al solo scopo di impossessarsi totalmente del potere che gli altri due sarebbero costretti a lasciare nelle sue mani.
    Bersani non ci sta e tenta disperatamente di ricondurlo alla ragione, finanche umiliandosi e tacendo sulle offese ricevute. Grillo è come Berlusconi ed anche come Di Pietro. Strafottente con tanti soldi ed incapace di capire che il suo sbaglio è per noi una condanna.

    0



    • Emanuele   Emanuele
         Valori: 580 ....... Rango: User

         In risposta a: Alberto

      Buona sera.
      Siamo alle solite. Il fatto però sconcertante è che siamo anche stufi. Siamo alle solite e siamo stufi.
      Chi sta al potere o chi vi si affaccia per la prima volta, magari vorrebbe anche da subito agire da politico, ma non è possibile, perchè tutti devono sottostare alle decisioni dettate dal capo del gruppo a cui appartengono. Stavolta però gli italiani si son dati la mazzata da soli. Primo, perchè nonostante i chiari eventi abbiano insegnato chi è Berlusconi, un folto numero, sempre gli stessi, gli affezionati, i parassiti, quelli che vogliono regali e rimborsi, lo ha riportato in auge; secondo, perchè Bersani ha fatto il tonfo, non avendo saputo organizzare una corposa e sostanziale campagna elettorale, convinto com'era di meritare l'en plein, per quali meriti lo sa solo lui; terzo, per colpa di Grillo, che con la sua falsa modestia e generosità d'intenti, ha colpito nel cuore buona parte dell'elettorato indeciso, togliendo però, come s'è visto, voti alla sinistra. Risultato: Ingovernabilità.
      Alberto ha ben prospettato le ipotesi di Grillo, viste dalla parte di Grillo. Ma se ci permetessimo di spostare l'ottica visiva, resteremmo assai delusi dai risultati che potremmo ottenere. Anzitutto perchè ci accorgeremmo che Bersani, pacato pacato, sta mirando allo stesso scopo di Grillo: Far vedere che lui rimane una persona pulita e seria, mentre gli altri due fanno ostracismo in momenti di difficoltà. Chissà se vuole costringere Grillo ad accettare l'incarico di formare il nuovo governo. Con chi? Con lui no, perchè altrimenti si sarebbe già dichiarato disponibile ad aprire dialoghi. Gli resta Berlusconi!
      Ma Grillo ha sempre definito Berlusconi come il peggior male capitato all'Italia. Saprà resistere?
      L'altra possibilità (Berlusconi incaricato) non la prendiamo nemmeno in esame, proprio perchè gli altri due hanno già dichiarato l'incompatibilità.
      Ecco quale regalo ci siamo fatti! Ed abbiamo regalato la Lombardia a Maroni. Quella è una sconfitta cocente. Gli stupidi avversari della Lega (Albertini e D'Ambrosio), invece di accrescere forza proprio in quella regione, si sono divisi e si son fatti lotta, rafforzando chi, intelligentemente è rimasto coeso.
      Fra poco avremo anche il problema dell'elezione del Presidente della Repubbblica. Chi fra le coalizione potrà spuntarla?
      Un vero grattacapo per il popolo italiano, che s'è ficcato in una strettoia, dalla quale difficilmente si può fare dietro front.
       

      0



  • Luigi   Luigi
       Valori: 260 ....... Rango: Esordiente

    Saluto tutti. Il mio nome è Luigi. Sono nato a Selvena, una frazione di Castell'Azzara in provincia di Grosseto. Ho 39 anni, geometra, sposato e due figli. Ora vivo a Grosseto.
    Ho sempre tenuto per il PD, in tutte le sue evoluzioni e mi considero un vero democratico. Di questa convinzione devo ringraziare il segretario Bersani, che al contrario di molti attivisti e dirigenti del partito, è realmente la persona che dice ciò che pensa e vorrebbe fare ciò che dice. A volte gli danno filo, il più delle volte lo abbandonano, come in questo caso ed in quelli immediatamente precedenti.
    Non dico che Renzi non mi piaccia, forse è quello che tra i due ha più il fascino della novità, ma questo non deve indurre a rovinare le aspettative. Queste elezioni sono andate storte, non per colpa di Bersani, ma per colpa degli stessi elettori di sinistra, infatti, vuoi per la troppa convinzione di farcela con un largo margine, vuoi per il maltempo, ma molti non si sono recati alle urne, il risultato s'è visto. Però bisogna guardarsi bene dal denigrare l'operato e la valenza del segretario. Specialmente ora dobbiamo essergli vicino e dargli forza contro quell'omaccione urlante di Grillo.. Lui non può permettersi di dettare legge così impropriamente. Sta facendo il gioco suo, ma anche della tanto detestata destra. Allora sarebbe opportuno che si calmasse.

    0



  • Annachiara   Annachiara
       Valori: 565 ....... Rango: User

    Benvenuto Luigi. Buona sera a tutti.
    L'impressione che gli eletti stiano facendo i giochi sporchi, sembra appartenere a tutti. Quel che però è spaventoso, è la mancanza d'informazione sui reali passi che si stanno facendo o che si sono fermati. I partiti giocano. Grillo gioca. Non l'aveva mica detto prima, che avrebbe giocato. Ha detto che non ci sarebbero state alleanze nè a destra nè a sinistra, ma che avrebbero votato ogni legge con senso critico, consapevoli di dovver spulciare qualsiasi postilla presente.
    Però la situazione ora diventa davvero tragica, o tale vogliono che ci apparia. Si stanno preparando a darci qualche altro calcio, qualche altra "mazzata", anche se stavolta solo in senso metaforico. Prepariamoci a sentire  "Abbiamo nel frattempo potuto combinare solo questo, perchè Tizio o Caio non ci ha permesso di fare quest'altro. Ora ci sarà un periodo difficile, sperando di renderlo il meno tragico possibile e vedremo di tornare alle urne appena si potrà". Tradotto significa: Siamo caduti dalla padella nella brace; che semplificato ulteriormente può essere inteso come: Mamma mia, siamo capitati ancora nelle mani di incapaci ed irresponsabili!

    0



  • ClaudioV   ClaudioV
       Valori: 360 ....... Rango: Esordiente

    Bravo Luigi, ben arrivato. Sei venuto nell'unico posto in cui conviene restare.
    Ecco chi si è ripresentato davanti agli elettori, dicendo di essere il più giusto ed il più capace: L'imputato Berlusconi, già condannato in due procedimenti e con un altro in attesa, quello per il caso "Ruby"-
    Quel disgustoso animale ha dovuto per forza montare il caso delle toghe rosse, altrimenti non avrebbe potuto contrattaccare. Il furbo e vile cavaliere ha inveito contro un nemico inesistente, in modo da offendere senza avere chi poteva risentirne direttamente. Ha così avuto modo di far passare la sua persona come una fra le più perseguitate della storia umana, senza sapere, i poveri diavoli come me, che lui, evitando di fare i nomi di coloro che, secondo lui, rappresentavano indegnamente le toghe rosse, in definitiva gli riusciva facile far ricadere le accuse su tutta la magistratura. Come a dire che, se qualcuno volesse screditare una certa categoria, con lo scopo di vendicarsi perchè non gli hanno comprato il prodotto che commercializza, comincia a mettere in giro la voce che in città ci sono alcuni bar, i cui camerieri servono del caffe scaduto, senza dire mai quale bar. E' ovvio che si crea, a lungo andare, una specie di corrente credulona, che comincia anch'essa a divulgare quella falsa notizia.Ma noi stiamo discutendo di un personaggio pubblico ed istituzionale del calibro di Berlusconi. Fortunatamente l'abbiamo scoperto noi e l'hanno scoperto i giudici. Forse fra un pò arriverà la resa dei conti, e lo dobbiamo proprio a questo tipo di esito elettorale, per il quale tutti temono tutti, così da costringere nell'angolo il meno desiderato e, per nostra fortuna, stavolta è proprio il caimano a non avere chances.

    Saluto tutti.

    0



  • Federico   Federico
       Valori: 520 ....... Rango: User

    Hai detto proprio bene caro Claudio. Berlusconi stava cercando di soggiogare l'altro potere, quello lontano dal potere politico, sebbene presente a stretto contatto: Il potere Giudiziario. Non è mai riuscito a sottometterne le "fondamenta", ecco perchè lui preferiva distruggerlo. Ciò che berlusconi non può avere, lo distrugge. Berlusconi è come un amante geloso. "O mia o di nessun altro", anche se quel "nessun altro" potrebbe essere addirittura il marito.
    Da ora in poi sarà preda lui della sua selvaggina da caccia. La volpe s'è fatta tigre e se azzanna non molla. Voleva assoggettarla per allargare a macchia d'olio la sua padronanza degli eventi, delle persone e delle cose. Fortunatamente non è andata come lui sognava.
    Mi piace molto l'idea di Berlusconi costretto all'angolo, dimenticato, senza che qualcuno si interessi a lui e senza che lui possa interessare qualcuno. Aveva il mondo nelle sue mani e parte di esso lo aveva destinato al livello dei suoi piedi. Solo un mascalzone riesce a pensare di poter rendere, così mostruosamente arrendevoli, dei superbi cittadini. Perdiamo tempo e girovaghiamo tra i corridoi del Parlamento, facciamogli sentire – a lui ed ai suoi – la mancanza della proprietà degli spazi e delle discussioni. Rendiamo il volto di Berlusconi quello che sta lì a prendere le pallonate, da deridere e da orinarci sopra. Facciamo sentire ai suoi figli come è drammatico avere un padre che si detesta perchè non conta più nulla. Sarà il giusto castigo per tutti loro, aver gioito mentre i nostri padri piangevano la disperazione per il futuro perso dei propri figli.

    Benvenuto a Luigi e buona sera a voi tutti.

    0




Lascia un commento

Nota: Siamo spiacenti, ma solo gli Utenti che hanno effettuato il Login potranno pubblicare commenti; ecco perché l'area di testo per te non è visibile.
Non sei registrato? Allora fallo ... Registrati ... Potrai subito partecipare!




Tutti i Diritti Riservati © 2009-2020 - Divieto di Riproduzione, anche se parziale.