- In questo periodo la moderazione è affidata a: Rosaria, da Pozzallo (RG)

Sono le ore 23:44:01 ... Finora hai trascorso 0 secondo su questa pagina.
Grazie per il tempo che ci dedichi. Diventa uno dei nostri!.

Quella poltrona vuota…

...

♣♣♣♣♣

La lettura di questo articolo richiede solo 2 minuti del tuo tempo ... Potrebbero valerne la pena!


Mostra il resto ...


Quella poltrona vuota…:
ha ricevuto 20 commenti. La partecipazione di 17 utenti rende l'argomento molto interessante.

  • Salvatore   Salvatore
       Valori: 470 ....... Rango: User

    Due miliardi di persone assoggettate ad un unico volere.
    E’ qualcosa di mostruoso quello che potrebbe prospettarsi. La vastità del territorio e l’enorme numero della popolazione dovrebbero imporre più attenzione da parte di tutti gli altri Stati, a come la Cina pensa ed a come la Cina si insinua nelle economie.
    Il fatto NOBEL è gravissimo in sè. Però, a mio avviso, la commissione ha commesso un errore di valutazione. Lascio per il momento le motivazioni di base che hanno convinto gli illustri partecipanti ad attribuire a Liu Xiaobo il Nobel per la pace, per porre alcune riflessioni.
    Uno Stato da due miliardi di persone può ritirare le proprie decisioni pressato dalla comunità occidentale? (Non dimentichiamoci che, per far bella figura, proprio col governo cinese, altri venti Stati non hanno partecipato alla manifestazione, Russia compresa).
    Uno Stato da due miliardi di persone, che conosce molto bene i problemi della propria condizione, può mostrare alla propria gente di doversi sottomettere alla volontà della comunità occidentale?
    La cina non è più come vent’anni fà. La Cina bisogna conoscerla a fondo prima di tirarla in ballo. La Cina ha molte più virtù di qualsiasi altra “civile” coalizione.
    Ma la Cina ha anche l’obbligo interno di bloccare sul nascere ogni e qualsiasi mutazione repentina dei propri valori o tutto e ribadisco TUTTO il sistema, compreso quindi anche quello occidentale, risentirebbe della pressione di DUE MILIARDI DI PERSONE.
    Chi ha voluto attribuire il Nobel a Liu Xiaobo, non ha espressamente voluto tenere conto di queste ed altre considerazioni. Ha voluto, in definitiva, controbattere all’azione di Pechino, scegliendo un personaggio che rappresenta il “martirio” cinese, offendendo però e gravemente, il comportamento del Governo cinese.
    Chiunque vuol parlare di democrazia deve avere il diritto di farlo, questo è fuori discussione.
    Chiunque vuol parlare di democrazia, sobillando la popolazione, diventa automaticamente un rivoluzionario e se và contro alcune leggi dello Stato, merita il carcere, perché lo Stato è la legge, almeno finchè la legge è uguale per tutti.
    Ma sembra che noi abbiamo perso il valore del significato; di ciò è colpevole anche il nostro, ahinoi, presidente del consiglio. Troppe anormali analogie ce lo ripropongono costantemente.
    A Sergio, che ringrazio per questa opportunità di dialogo, vorrei però dire che l’aria nuova non giova se, richiudiamo la finestra e ci reimmettiamo nell’aria “viziata” della propria malandata esistenza. I problemi bisogna tenerli sempre presenti, senza però lasciare che ci soffochino.
    Buona giornata a tutti.

    0



  • Avatar   Kevin
       Rango: Ospite

    L’aspetto che dovrebbe riguardarci di più è la mancanza degli altri venti Stati.
    Non dobbiamo pensare che tutto quello che la nostra democrazia permette, sia in definitiva il beneficio assoluto.
    Ognuno può dire certamente quello che pensa, di questo dobbiamo sempre vantarne l’alto valore, ma come tanti altri casi, anche per questo atto, che compiamo continuamente, come stò facendo anch’io in questo momento, non dobbiamo approfittarne, altrimenti si rischia di entrare a far parte della schiera degli irriducibili sovvertitori delle leggi dello Stato. E se non sbaglio, anche da noi c’è l’arresto, altro che Nobel per la pace!
    0



  • BenAng   BenAng
       Valori: 1965 ....... Rango: Frequent User

    Buon giorno a tutti, con la speranza che a leggermi sia il minor numero possibile di simpatizzanti della sinistra, e che il maggior numero sia già a Roma.
    Caro Sergio la vicenda dell’attribuzione del Nobel per la Pace al cinese Liu Xiaobo, mi lascia del tutto indifferente poiché, mai come questa volta, il titolo è stato affidato alla persona che meglio rappresenta il contrasto contro il Governo che gli stessi organizzatori vorrebbero intimidire. Malauguratamente per loro però, i cinesi sono persone d’altri tempi e d’altre vedute e, se si mettono nel cervello che la cosa deve andare in un certo modo, difficilmente qualcuno riesce a distoglierli dall’idea.
    Concordo con te che ogni tanto un pò di “aria fresca” faccia bene, senza però dimenticare di portarsene una certa scorta anche in casa propria.
    Ho invece appreso che la Corte di Cassazione ha concesso l’approvazione dei tre referendum presentati da Di Pietro. Questa buona notizia ci insegna che perseverare è meglio di genuflettersi se di fronte non si ha Nostro Signore dell’Alto dei Cieli, ma un sempliciotto della bassezza di un bassotto. Anzi, a quanto riporti, i bassotti per te sono due ed entrambi uniti a creare una banda.
    Dunque convieni che la sinistra è parte della destra? E che tutt’e due ce la stanno menando a lungo?
    La natura, caro Sergio, ha dotato ognuno di noi di un personalissimo limitatore che è la coscienza. In certuni però questo meccanismo non funziona al cento per cento, o i rispettivi proprietari sono riusciti a metterlo fuori uso.
    Nascono così, nel bene e nel male, i personaggi straordinari.
    Immagina che grande uomo sarebbe stato Hitler se solo avesse impiegato la sua potenza per aiutare gli Ebrei invece di volerli sterminare. E Stalin?
    Del nano non faccio alcun paragone perché quello è solo un gran MALATO, altro che personaggio!

    0



  • Vittorio   Vittorio
       Deceduto R.I.P.

    Buon giorno.
    Grande giorno oggi, se grande sarà il risultato della manifestazione. Ho qualche dubbio a proposito, ma spero vivamente che i fatti me li annullino.
    Caro e buon Sergio, la tua rivendicazione morale è la forma più luminosa ed intransigente di saper individuare il male.
    I popoli occidentali, i cosiddetti popoli “civili” ossessionati dal credere di essere i soli possessori di democrazia, in realtà sono la specie umana meno qualificata a parlare di libertà assoluta.
    L’altro anno è toccato al presidente degli USA accettare il premio Nobel per la Pace. Ero rimasto inorridito!
    Quella, non mi è sembrata la scelta opportuna, nè quella idonea.
    Barack Obama Nobel per la Pace! E cosa ha fatto, per la Pace, tanto da meritare quell’onorificenza? Ha forse ritirato immediatamente le sue truppe? Ha forse smesso di armare i suoi arsenali da guerra? Ha forse vietato che si continuassero a produrre armi atomiche? Cosa ha fatto per la Pace?
    Ha solo aperto qualche spiraglio di dialogo con i musulmani!
    Ma allora, basta fare l’occhiolino ai musulmani per vedere attribuirsi il Nobel?
    E Liu Xiaobo (di cui, spiacente di ammetterlo, se non fosse per il can can creato, non conoscevo neanche l’esistenza, figurarsi le opere compiute) che cosa centra con la democrazia? La democrazia di chi? Ai cinesi vogliamo imporre il nostro stile di vita? la nostra civiltà? Che presunzione ha il caro comitato del Nobel per la Pace!
    Hanno voluto spargere sul capo di un dissidente ed incitatore alla sovversione il “placet” della comunità occidentale. Politica nefasta, cari signori miei. Questa è solo Sporca Politica Occidentale.
    Come quella che si adotta nei confronti del Governo iraniano.
    Avete visto che figuraccia ha fatto il laccato Frattini? Il ministro degli esteri che cade nel ridicolo per aver riportato, fesso anche lui come tutti gli altri politici internazionali, la notizia della scarcerazione di Sakineh.
    Immaginate dunque, con quale leggerezza lavora quell’uomo. Senza conferme ufficiali, lui ufficializza. Bel modo di fare il Ministro degli Esteri!
    Mi unisco al brindisi di Sergio.

    0



  • Gustavo   Gustavo
       Valori: 315 ....... Rango: Esordiente

    Ciao a tutti.
    Credo che ormai si possa dirlo senza paura di diventare troppo allarmista.
    La bellezza e l’eleganza del Nobel si stà perdendo; sembra addirittura che i vari comitati facciano a gara con il mondo scientifico ed intelletuale, a chi la spara più pesante.
    Che si debba riportare come perseguitata l’immagine di una persona come Liu Xiaobo è semplicemente demagogia.
    Fossi stato io al posto della Cina, avrei emanato una legge, al fine di vietare l’entrata nel territorio, per tutti coloro che hanno voluto eleggere il dissidente.
    Sono convinto anche che quelle attribuzioni sono nient’altro che magnamagna, legate alla politica americana o, quantomeno, alla politica occidentale.
    Per il Prosit aspetterei, non voglio anticipatamente condannare l’umanità. Non tutta almeno!

    0



  • Avatar   Danton
       Rango: Ospite

    A me, in questo momento, di Liu Xiaobo me ne frega tanto quanto di cosa mangiano le lucertole in primavera.
    Sono d’accordo a metà con quanto asserisce l’autore del post. Qui non bisogna prendere boccate d’aria fresca, anche perché non c’è aria fresca. Bisogna invece non demordere e stare sempre addosso, far mancare l’aria a chi sarà traditore, compresi quelli del PdL che traditori lo sono per convinzione.
    Bersani stà cercando di redimersi, chi è stato interessato, ha potuto sentire il suo discorso di ieri pomeriggio a Roma.
    Non ha sbalordito e non ha commosso, anche se da molte parti dicono il contrario. Evidentemente sono talmente ghiotti di semplici parole, che non badano al contenuto ed a chi le dice.
    Altri due giorni e sapremo. Poi si parlerà anche dello sconosciuto Liu Xiaobo, se a qualcuno potrà interessare, a me no di certo.
    0



  • Giuseppe (Dir.)   Giuseppe (Dir.)
      

    Eccomi di nuovo con voi. Come state? Vi siete divertiti finora?
    Non mi stupisco nel trovare un’Italia bastonata.
    Di carne al fuoco ce n’è stata e ce n’è tantissima. Ma procederemo con ordine.
    Anzitutto voglio rendere omaggio al mio amico Sergio, ecco perché porgo il mio saluto utilizzando il suo azzeccato articolo (come, del resto, lo sono tutti i suoi). Ciao Sergio, ti abbraccio!
    Domani e dopodomani saranno i giorni di puro ‘delirio’. Non aspettatevi grandi cose, sappiate solo apprezzare che la ribellione è in corso e non si fermeranno fino a quando non avranno raggiunto il loro scopo.
    Stò ovviamente parlando di FlI ed UdC. Sono loro infatti (dopo IdV) ad aver dato stimoli per la stretta finale. Questa si concluderà se uno dei due o entrambi saranno preda del caimano e delle sue lusinghe, se non avverrà, in breve vedremo il ‘gigante’ nano piombare al suolo. Il PD è il grande partito dell’opposizione, ma inconsistente, lo ripeto inconsistente, per la sua classe dirigente, anche se molti, ora, sembrano idolatricamente pervasi da un amore sviscerato per il ‘bamboccio’ segretario.
    Ricordatelo per favore: Il PD è grande perché grande è il numero dei suoi sostenitori (la base) con il loro ideale che non fugge di fronte alle difficoltà; ma finchè avremo personaggi come Fassino-D’Alema-Latorre-Violante-Bindi-Bersani nulla potrà derivare dal partito e molti della base si terranno lontani dalla politica attiva. In modo particolare lo spilungone Fassino, che, con il suo modo di fare, di agire e di presentarsi, raggruppa impudicamente fascismo e comunismo, scandalosamente rappresentati dal suo interloquire.

    0



  • BenAng   BenAng
       Valori: 1965 ....... Rango: Frequent User

    Bentornato Giuseppe.
    Come al solito, hai ragione.

    0



  • Elena   Elena
       Valori: 2945 ....... Rango: Veterano

    Caro Giuseppe, bentornato! Era ora che la smettessi di gironzolare.
    Sei tornato proprio nel momento giusto, ne sono contenta. Il Blog con te ha “un’altra vitalità”, senza nulla togliere al bravissimo Giacinto ed ai suoi collaboratori.

    0



  • 10°
    Claudio   Claudio
       Valori: 2620 ....... Rango: Veterano

    Buona sera caro Giuseppe e bentornato.
    Vedremo come finirà questa galoppata di emozioni che ci aspetta.

    0



  • 11°
    Avatar   Fernando
       Rango: Ospite

    Dici bene Direzione.
    Hai centrato il punto, come si suol dire. Il PD da solo non è all’altezza della situazione, infatti si è mosso solo quando nell’aria ha cominciato ad annusare altri “odori”.
    0



  • 12°
    Fausto   Fausto
       Valori: 635 ....... Rango: User

    Buon giorno a tutti.
    Ciao Giuseppe, bentornato.
    Come dar torto alle tue certe sensazioni. Ci sarebbe davvero tanto da dire, ma questi due giorni credo siano destinati meglio ad ascoltare e vedere ciò che succederà.
    Ormai tutto è possibile, ed in tali circostanze, nulla è definibile.

    0



  • 13°
    Avatar   Tommaso
       Rango: Ospite

    Buongiorno. Io continuo a domandarmi perché il nano deve appellarsi al voto degli elettori, se in effetti i voti ottenuti sono rappresentati da tutti gli onorevoli. Se alcuni di loro, nel corso della legislatura, decidono a nome del popolo che rappresentano di dover cambiare posizioni, non vedo perché lascino al caimano la possibilità di accusarli di tradimento. Evidentemente il tradimento verso il voto c’è stato proprio da parte sua, che ha ribaltato le condizioni per le quali è stato eletto e che i rivoltosi hanno denunciato. Quindi, chi è il traditore del popolo?
    0



  • 14°
    Giulia   Giulia
       Valori: 785 ....... Rango: User

    Buon giorno a tutti, anch’io sono contenta di dare il bentornato a Giuseppe.
    Caro Sergio, il Nobel per la pace diventa un’arma molto incisiva, se immesso a nome di una comunità che a suo mezzo vuol condannare la Nazione che mantiene prigioniero colui che è l’intestatario di quel determinato premio.
    Se si pensa a ciò, si potrà anche evincere quale grave conflitto politico scatena l’avvenimento.
    In effetti poco si sapeva di Liu Xiaobo e forse molti neanche ne conoscevano l’esistenza.
    Per essere insigniti di quel tipo di riconoscimento, io penso che non può bastare essere uno che soffre per essersi opposto alle norme che anche il comitato deliberante oppone. Nel mondo intero ci sono continuamente dei “martiri” che soffrono, donando la loro stessa vita per contrastare il presunto male del loro Paese. C’è dunque un aperto Conflitto d’interessi in questo caso. L’America farebbe meglio a tacere i suoi pregiudizi.
    Caro Giuseppe, ho sempre apprezzato i tuoi scritti, non fosse altro per la schietta apertura di veduta e per la fondatezza di ragionamento. Il PD è un caso molto deludente di permissivismo popolare. Il PD non ha vera forza , poiché nel PD molte anime diverse cercano di identificarsi con l’operato dei suoi dirigenti. Ma gli uomini sono uomini e per questo impossibili da comprendere a fondo.

    0



  • 15°
    Manuela   Manuela
       Valori: 1775 ....... Rango: Frequent User

    Caro Giuseppe, felice di rileggerti, bentornato.
    In effetti hai ragione nel descrivere la pochezza della rappresentazione del PD.
    Come ha scritto Sergio, la Banda Bassotti vive in virtù della permanenza in vita (politica) sia di Berlusconi che di Bersani. L’uno sorregge l’altro per non farlo affondare del tutto, perché altrimenti scomparirebbe dalla scena e chi resta non saprebbe come la pensa il nuovo arrivato. L’incognita non conviene ai due. Conviene invece avvicendarsi, per non cambiare lo stile di fondo. Io sarei molto più propensa a stabilire l’allontanamento dalla politica dei personaggi di governo che perderanno le successive elezioni. Non c’è una dimostrazione più fallimentare che perdere le elezioni.
    Il nano ha già esposto stamattina quello che pensa, non aggiungendo altro alla sua difesa ed al suo tipico attacco. Parole politiche di un certo spessore, stamattina e come al solito, dalla sua bocca non sono uscite.

    0



  • 16°
    Antonio   Antonio
       Valori: 2485 ....... Rango: Veterano

    Bentornato Giuseppe, appena in tempo per goderti l’ultimo spettacolo.
    Spero solo che l’attesa fino a domani ne valga la pena e che subito dopo si possa ricominciare a sorridere al futuro.

    0



  • 17°
    Sergio   Sergio
       Radiato dal Blog

    Buona sera.
    Calorosissimi saluti per Giuseppe.
    Caro amico, temo che tu abbia veramente ragione, non mi aspetto di festeggiare domani, come la giornata della liberazione dal terribile nano, ma spero che sia il momento di partenza per il suo definitivo tracollo ad opera di UDC e FLI. Saranno necessari alcuni mesi di guerriglia parlamentare, ma se i “veri traditori” (leggi…oligarchia del PD) verranno neutralizzati, alla “stagion dei fiori” potrò stappare la mia vecchia bottiglia e brindare con gli amici al tracollo della tracotanza dell’illegalità dell’immoralità e della vergogna.
    Sperando di sbagliarmi e ritrovarvi domani sera ripuliti e mondati dalla terribile presenza, vi saluto e ricambio Giuseppe con un abbraccio forte forte.
    Sergio

    0



    • 18°
      Giuseppe (Dir.)   Giuseppe (Dir.)
        

         In risposta a: Sergio

      Ciao Sergio, appena sono stato informato della tua risposta, ho voluto subito la sua pubblicazione, gli altri mi scuseranno, perché tengo a farti ed a far capire, che ho a cuore la tua presenza.
      Con amicizia.
      Giuseppe

      0



  • 19°
    Corrado   Corrado
       Valori: 1920 ....... Rango: Frequent User

    Una forte stretta di mano a Giuseppe.
    Siamo entrati nel clima giusto e domani sapremo finalmente cosa ha rappresentato questa perdita di tempo di governo.
    Mi è sembrato il periodo peggiore di tutte le legislature già avute, perché è stato come aver lasciato l’Italia senza un governo. Se questa è la responsabilità che sentono sia Berlusconi che tutti gli altri politici di governo, possiamo bene immaginare con quanta dedizione essi svolgono il proprio mandato.
    Oggi saranno tutti lì,arriveranno al plenum, compreso tre donne partorienti, che stanno supplicando il loro ventre di trattenere ciò che aspettano da nove mesi, non per svolgere un significativo apporto alla legiferazione, ma per mantenere disperatamente o sottrarre simbolicamente poltrone, dunque un plenum dedicato a LORO.
    Per me un bel saluto se lo merita in pieno: VAFFANCxxx!

    0



  • 20°
    Avatar   Davide
       Rango: Ospite

    Condivido totalmente quello che Giuseppe ha esposto e penso proprio che solo un passo di umiltà di tutte le forze politiche contrarie a Berlusconi, potrebbe dare vita ad una coalizione momentanea per spazzare via la politica affaristica. Nuova legge elettorale che permetta a noi italiani di votare chi piu ci aggrada e togliendo questo premio di maggioranza che permette di governare anche solo con un voto in più mortificando la maggioranza degli italiani che questa gentaglia non li vuole al governo.
    Solo così potremmo battere Berlusconi, altrimenti andremo incontro ad anni bui, con persone non degne di rappresentare questo paese che continueranno a sedere su quelle poltrone.
    Gente per bene di destra e di sinistra, UNITEVI, per salvare la democrazia di questo paese e toglietevi quel pregiudizio per il quale non è possibile fare un patto tra partiti di differenti idee, questo è il momento di dimostrare a questa gente che si può ancora puntare su politici degni di questo nome.
    0




Lascia un commento

Nota: Siamo spiacenti, ma solo gli Utenti che hanno effettuato il Login potranno pubblicare commenti; ecco perché l'area di testo per te non è visibile.
Non sei registrato? Allora fallo ... Registrati ... Potrai subito partecipare!




Tutti i Diritti Riservati © 2009-2020 - Divieto di Riproduzione, anche se parziale.