Che bello sentire che attorno c'è Libertà!
Ma ricorda ... Ciò che miete più vittime è l'indifferenza!


In questo periodo la moderazione è affidata a: Gaetano, da Zelo Buon Persico (LO)

Sono le ore 14:51:59 ... Sempre che l'orario del tuo computer sia ben sincronizzato!
Finora hai trascorso 0 secondo su questa pagina. Grazie per il tempo che ci dedichi. Diventa uno dei nostri!.

boy-newsReferendum … Il falso che non tramonta! ©

La "chiamata" alla responsabilità di ieri, non poteva essere occasione migliore per ricominciare i nostri dibattiti e le nostre osservazioni.
Il Blog "IoNonMollo" non è mai stato come solitamente sono tutti gli altri; noi abbiamo imparato che ...

Referendum … Il falso che non tramonta!

referendum-17-04-2016Eccoci di nuovo qui … bene!
La “chiamata” alla responsabilità di ieri, non poteva essere occasione migliore per ricominciare i nostri dibattiti e le nostre osservazioni.
Il Blog “IoNonMollo” non è mai stato come solitamente sono tutti gli altri; noi abbiamo imparato che ad essere seri ci si guadagna sempre … per sè stessi; abbiamo imparato che scrivere o parlare deve essere fatto coerentemente col proprio pensiero e con coraggio, senza mai lasciarsi trascinare da risentimenti o da correnti di massa. Abbiamo imparato che votare è come confessarsi, non si deve mentire; abbiamo imparato che votare è una procedura da compiere in tutta onestà.
E ieri la massa italiana, ancora una volta, si è dimostrata essere una massa di incapaci; non per l’esito di chi avrebbe voluto abrogare o no le trivellazioni, ma per la mancanza di rispetto verso l’obbligatorietà di partecipare alle decisioni di un popolo, a cui tutti noi diciamo di appartenere.
Ancora una volta ieri ha prevalso l’assenteismo e l’amoralità di chi non si interessa alla “cosa” pubblica, quando la “cosa” pubblica è messa in discussione.
Gli astenuti hanno dato una passata di spugna sulla lavagna nera, ove circa 15.000.000 milioni di persone votanti avevano espresso dignitosamente il proprio parere. Astenuti, e perciò persone anonime e senza l’espressione di una loro volontà politica, hanno potuto infrangere i dignitosi pareri di chi “coerentemente e con coraggio” continua a sostenere la tesi della responsabilità.
Astenuti … Ombre di cittadini che, senza nemmeno muovere un passo, senza fare alcunchè, possono stabilire quali pieghe prenderanno le vite di noi tutti.
Il “Quorum” da raggiungere è lo scoglio essenziale da scavalcare, in tema di referendum … Scoglio che  non troviamo per qualsiasi altra elezione politica. Perchè?
Perchè il referendum è comunque una ulteriore manovra a disposizione dei partiti di potere, per ampliare a livello nazionale le loro già prese decisioni. I referendum hanno bisogno di raggiungere il fatidico “Quorum” del 50% + 1 degli aventi diritto al voto.
Già in tema di elezioni politiche si raggiunge a malapena una partecipazione del 70% degli aventi diritto al voto; se si considera che un partito come il PD, da solo può esprimere un elettorato che consta del 40% di tutti gli elettori, potete ben immaginare cosa accade se quella percentuale viene invitata a non presentarsi alle urne.
Pensate un minuto soltanto al classico popolo “bue”, amante e perciò succube di quella volontà di sinistra. Ebbene, essi, i “sinistrati”, lodano costantemente il loro assiduo interesse alla politica, ma, stranamente, seguono però i “dictat” dei vari cialtroni di governo. Hanno incitato alla NON partecipazione il vecchio buffone nonchè ex fascista Giorgio Napolitano, ma anche l’attuale detentore della poltrona governativa, l’ebetino fiorentino Renzie. Vi pare cosa giusta? Un rincoglionito ed inciuciatore ex presidente ed un giovane presidente che, insieme, incitano alla NON partecipazione alla “cosa” pubblica. Assurdo!
D’altronde però, anche altri esponenti, sempre di sinistra (D’Alema, Prodi, …), hanno più volte espresso a priori il loro diniego per tali manifestazioni popolari.
Il nostro disappunto e totale rammarico, dunque, non sono riconducibili all’esito, ma proprio alla mancanza dell’esito. Spendere tanti soldi pubblici per approntare l’impianto referendario, per poi sentire personalità politiche chiedere di non partecipare. E’ davvero raccapricciante e molto fastidioso.
Stavolta il referendum era stato promosso da ben nove regioni italiane (in effetti ne sarebbero bastate cinque), quindi non c’erano state avvisaglie popolari, nè di partito. Sembrava davvero che finalmente qualcosa poteva muoversi agevolmente ed indipendentemente dalla politica.
Invece NO!
La politica ci entrava eccome nella questione; specialmente se si pensa che sono state proprio le scelte del governo ebetino a preoccupare le regioni promotrici del referendum sulle trivellazioni. Sappiamo benissimo che il Renzie è accusato da più parti di fare gli affari dei potenti; sappiamo che anche il vecchio inciuciatore mantiene saldi i rapporti con chi economicamente dispone. L’ENI è un ente che economicamente può disporre!
La convenienza non era più rappresentata dalla quantità di gas e petrolio che si riesce ad estrarre dai nostri fondali marini, ma dalle possibili devastazioni ambientali che si otterrebbero se una sola di quelle trivelle nell’Adriatico lasciasse fuoruscire l’estratto nelle acque circostanti. Addio riviere adriatiche … Addio turismo … Addio pesca! Vi sembrano cose da poter incitare alla NON partecipazione al voto referendario?
Da parte nostra siamo convinti che SOLO chi è “venduto” e chi ha collusioni ed annessioni con i potenti pagatori può incitare alla NON partecipazione

Condividi con:
  •  
  •  
  •  
    6
    Shares

Ti saremmo grati se tu decidessi di condividere questo tuo stato d'animo!.
Perchè non dire al mondo come ti senti?.
Condividi su ... o su .

Questa Manifestazione è libera: Tutti i lettori possono inviare la propria sensazione

Ti chiediamo di esprimere il tuo stato d'animo, derivante però non dalla capacità letteraria dell'autore, ma per i fatti o gli argomenti trattati.

In 26 hanno già risposto alla domanda: Come ti senti, dopo aver letto questo articolo?.

Barra colori delle percentuali
  • Arrabbiato
  • Triste
  • Contrariato
  • Preoccupato
  • Indifferente
  • Divertito
  • D'Accordo
  • Soddisfatto
  • Euforico




      Referendum … Il falso che non tramonta! :
      Ha ricevuto solo 1 commento. La partecipazione di un solo utente non rende merito all'articolo.
  • Massimo   Massimo
       Valori: 135 ....... Rango: User

    Buona sera,
    che in Italia la prevenzione non sia mai stata una prerogativa di chi dovrebbe vegliare, è già stato appurato da tempo. Ma che oggi sia lo stesso governo ad impegnarsi per mantenere reale l'eventualità di una seria catastrofe ecologica, questo davvero mi sembra il culmine.
    Sapete cosa ha dichiarato il cretinetto di Firenze subito dopo aver saputo che il Quorum non era stato raggiunto? Che non c'è da preoccuparsi, perchè lui alza il calice e brinda con quegli 11.000 lavoratori che potevano vedere perso il loro posto ed in più, rivolgendosi ai dirigenti delle regioni che hanno promosso il referendum, di badare a far funzionare bene i depuratori, invece di pensare ed immaginare catastrofi ambientali.
    Ciò vuol anche significare che il cretino di Firenze, oltre ad essere cretino, è un veggente!. Lui sa che le trivellazioni non recheranno mai alcun danno, per cui il suo governo sarà ben contento di continuare a favorire gli amici del gas e del petrolio.
    Ma se invece qualcosa andasse storto?
    L'Adriatico sappiamo tutti cosa rappresenta per l'Italia. Lungo le sue coste esistono delle importanti economie, che andrebbero immediatamente a picco. Basterebbe che una sola di quelle trivelle cedesse, per creare l'irreparabile per lungo tempo.
    Sarebbe il cretino di Firenze a pagare il conto? O è sempre e solo la politica a sbagliare e, perciò, nessuna faccia nota?
    Quel che è certo, che a rimetterci soldi e lavoro, sarebbero, olte ai soliti pecoroni italiani che hanno scelto di non partecipare al referendum, anche coloro che con coscienza intuiscono le scelte sbagliate operate da persone non qualificate, con acume e serietà molto opinabili.
    Per il momento hanno perso le persone coerenti. Oh santa democrazia!

Lascia un Commento

Nota: Siamo spiacenti, ma solo gli Utenti che effettuano il Login potranno pubblicare commenti; ecco perchè l'area di testo per te non è visibile.
Registrati ... Potrai subito partecipare!






La Direzione e la Redazione di questo Blog hanno deciso di bloccare l'accesso agli spioni americani.
BUUUUUUU... Abbasso 
Abbasso Google! Google. IoNonMollo se ne strafrega delle loro vendute statistiche!
Google ha invaso le pagine web con le sue miliardarie pubblicità, ad assoluto discapito della correttezza dei dati.
Chi più pubblica i loro AdWords (annunci), più visibilità acquisisce, dunque non per eccellenza dei contenuti espressi.
E sono proprio gli ignari visitatori, TU, con i click effettuati, a determinare l'importanza del sito visitato.
Pensaci bene e sottraiti anche tu dall'essere considerato il 'mezzo' o lo 'strumento' dell'arricchimento di Google.
Naviga i siti che non offrono spazi alla pubblicità, promuovi quelli liberi, escludendo invece quelli interessati ai compensi.

Piattaforma Wordpress - Tema originale Atahualpa, modificato dal WebMaster di IoNonMollo
Tutti i Diritti Riservati - © 2009-2017 - Divieto di Riproduzione, anche se parziale.

QUANDO SEI AL TOP ... NON PERMETTERE A NESSUNO DI FERMARTI