Logo IoNonMollo Leggimi
Il futuro dipende dalle nostre scelte di oggi
E noi abbiamo scelto: IoNonMollo non offre spazi pubblicitari!
IoNonMollo resta svincolato da qualsiasi imposizione, specialmente economica. E lo facciamo poiché crediamo che la libertà di espressione debba continuare ad essere il nostro bene più prezioso.
Per realizzare i nostri propositi IoNonMollo ha anche bloccato ogni possibilità a Google ed ai Social Network di accumulare i dati dei nostri visitatori.
Non ci interessa apparire nelle pagine delle ricerche ... Non ci interessa raggiungere un alto Rank. A noi interessano i nostri utenti.
Promuovici e promuovi te stesso, per come ti senti qui con noi, per come ragioni fuori da qui.
NON FIDARTI PIÙ DI BERLUSCONI, HA ROVINATO L'ITALIA.
QUEL MOSTRO È CAPACE DI PROMETTERTI DI TUTTO,
PUR DI AVERE LA TUA FIDUCIA ... MA BRAMA SOLO IL POTERE!
Logo IoNonMollo


In questo periodo la moderazione è affidata a: Gaetano, da Zelo Buon Persico (LO)

Sono le ore 05:37:45 ... Sempre che l'orario del tuo computer sia ben sincronizzato!
Finora hai trascorso 0 secondo su questa pagina. Grazie per il tempo che ci dedichi. Diventa uno dei nostri!.

Referendum: Sarai tu a decidere!.

Ho aspettato volutamente la data del 1 Maggio per pubblicare questo articolo, perchè ritengo che questo giorno di Festa popolare, sia il più significativo per la nostra bella Repubblica fondata sul Lavoro. E' il giorno del rispetto, della comprensione della nostra Costituzione e dell'attuazione delle sue Leggi. Senza il riconoscimento di questo giorno, tutto decade, tutta la nostra Democrazia và a farsi benedire.

Tu che leggi, se non 'senti' col mio stesso cuore, smetti di leggere e vattene in giro da qualche altra parte. Abbandona questo sito e non tornare più, poichè SEI tra quelli che stanno mantenendo questo tipo di Stato. Altrimenti fermati e rifletti con noi. Rifletti con noi.

PRIMA O POI LA TUA STESSA
BILE TI MANGERA' IL FEGATO!

POVERA ITALIA E LE TUE LEGGI.
SEI PREDA DI UNA BESTIA!

CHE SCHIFO DI MEZZO UOMO.
UN VERO PAGLIACCIO!

DAI, CONTINUA A GONFIARTI.
E CHE IL CUORE TI SCOPPI!

L'uomo(?) che qui sopra appare più volte, è colui che dal nulla di quarant'anni orsono è da considerare l'escalation della corruzione, l'uomo(?) che ha messo in atto la distruzione delle regole basilari del riconoscimento del merito, l'uomo(?) che ha messo in ginocchio le Istituzioni del nostro Paese, l'uomo(?) noncurante, arrogante e delegittimato più di ogni altro.

Ma lui è anche l'uomo(?) del LEGITTIMO IMPEDIMENTO.

Con sentenza 25 gennaio 2011, n.23, la Corte costituzionale ha dichiarato l'illegittimità delle seguenti disposizioni, attinenti la LEGGE 7 aprile 2010, n. 51: art. 1 comma 3, nella parte in cui non prevede che il giudice valuti in concreto (a norma dell'art. 420-ter, comma 1, c.p.p., l'impedimento addotto); art. 1 comma 4.

Con il Referendum Abrogativo ti verrà chiesto:  "Vuoi che siano abrogati i commi 1, 2, 5, 6 dell'articolo 1, nonchè e di conseguenza, lo stesso articolo 1 della legge 7 aprile 2010 numero 51 recante disposizioni in materia di impedimento a comparire in udienza?".

LEGGE 7 aprile 2010, n. 51
Disposizioni in materia di impedimento a comparire in udienza. (10G0076) (GU n. 81 del 8-4-2010 )
Entrata in vigore del provvedimento: 09/04/2010

La  Camera  dei  deputati  ed  il  Senato  della  Repubblica  hanno approvato;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Promulga

la seguente legge:

Art. 1

1.  Per  il  Presidente  del  Consiglio  dei  Ministri  costituisce legittimo  impedimento,  ai sensi dell'articolo 420-ter del codice di procedura  penale, a comparire nelle udienze dei procedimenti penali, quale  imputato,  il  concomitante  esercizio  di  una  o  piu' delle attribuzioni  previste dalle leggi o dai regolamenti e in particolare dagli  articoli  5,  6  e  12  della  legge 23 agosto 1988, n. 400, e successive  modificazioni,  dagli  articoli  2,  3  e  4  del decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 303, e successive modificazioni, e dal regolamento interno del Consiglio dei Ministri, di cui al decreto del Presidente  del  Consiglio  dei ministri 10 novembre 1993, pubblicato nella  Gazzetta  Ufficiale  n. 268 del 15 novembre 1993, e successive modificazioni,    delle    relative    attivita'    preparatorie    e consequenziali,  nonche' di ogni attivita' comunque coessenziale alle funzioni di Governo.
2.  Per i Ministri l'esercizio delle attivita' previste dalle leggi e  dai  regolamenti  che  ne disciplinano le attribuzioni, nonche' di ogni  attivita'  comunque  coessenziale  alle  funzioni  di  Governo, costituisce legittimo impedimento, ai sensi dell'articolo 420-ter del codice   di   procedura   penale,   a  comparire  nelle  udienze  dei procedimenti penali quali imputati.
3.  Il  giudice, su richiesta di parte, quando ricorrono le ipotesi di cui ai commi precedenti rinvia il processo ad altra udienza.
4.  Ove  la  Presidenza  del  Consiglio  dei  Ministri  attesti che l'impedimento  e'  continuativo  e  correlato  allo svolgimento delle funzioni  di cui alla presente legge, il giudice rinvia il processo a udienza successiva al periodo indicato, che non puo' essere superiore a sei mesi.
5.  Il  corso della prescrizione rimane sospeso per l'intera durata del  rinvio,  secondo quanto previsto dell'articolo 159, primo comma, numero  3),   del  codice  penale,  e  si  applica  il terzo comma del medesimo articolo 159 del codice penale.
6.  Le  disposizioni  del  presente  articolo si applicano anche ai processi  penali  in corso, in ogni fase, stato o grado, alla data di entrata in vigore della presente legge.

 


 

Adesso abbiamo ben chiaro il quadro e finalmente abbiamo capito di cosa si tratta. Il solito, schifoso IMPUTATO vuole farla franca! Secondo te,  ci sarebbe stato bisogno di costruire tutta questa orrenda macchina del 'Legittimo Impedimento', se NON avessimo avuto un presidente del consiglio pluri inquisito?! E ci sarebbe stato bisogno di mettere mano alla Costituzione, se NON avessimo avuto una maggioranza di governo composta da lecchini?! Quante risorse sono andate perdute e vanno perse, mentre si cercavano e si cercano vie di fuga per il disonesto premier?

Oddio, trattandosi di questo governo e di chi lo presiede, non c'era da aspettarsi diversamente, questo onestamente dovremmo riconoscerlo tutti. Ma quello che probabilmente ci sfugge, è che l'imperatore ha cercato di creare di nuovo il divario tra l'onesto cittadino, chiamato ad esser ligio alle Leggi, e la cosiddetta 'casta'. In altre parole, la scritta che prevale in tutte le aule di tribunale è stata resa ridicola e non corrispondente al vero. Quel porco stà mandando in frantumi la nostra Democrazia ed il nostro senso civico, pur di salvaguardare il suo deretano, anche se molte delle sue 'adorabili' fanciulle ormai lo descrivono già floscio e cadente.

Ma ciò di cui noi tutti dobbiamo tener conto, è di quanta poca stima quell'essere ignobile mostri alle Istituzioni che lui stesso dovrebbe salvaguardare.

"La Legge è uguale per tutti " preclude, a prescindere, qualsiasi forma di favoreggiamento verso chiunque. Calpestare questa elementare norma di convivenza civile, equivale a dichiarare di non appartenere alla Nazione che di quella norma fà il proprio vessillo di civiltà. Il porco per antonomasia non è dunque da considerare italiano. Ma non bastasse la bastarda legge che voleva applicare a tutti i costi, il nano disgraziato ha continuato a diffondere il suo disprezzo per la legalità, riuscendo persino a far mentire spudoratamente l'intera Camera di Montecitorio. Il caso Ruby ha costretto i suoi bassissimi e senza onore ciabatte e ciabattini a riconoscere ufficialmente che una puxxxnella marocchina venisse accolta in Parlamento come la nipote dell'allora presidente egiziano Mubarak. Può anche darsi che quelli di destra siano dei chiaroveggenti e che sapessero di che 'pasta' fosse Mubarak, per finire come è finito, dunque ed in virtù del loro comune potere, accostare la sgualdrinella al regno di quello zio, fra l'altro ricchissimo, è sembrato estremamente naturale. C'è da vergognarsi se pensiamo a quali indegni e meschini personaggi siamo affidati! A sentire il loro premier, quella fatidica notte, ha agito nelle vesti di capo del governo, per evitare dei conflitti con uno Stato Estero. Ma a telefonare per informarlo, non sono stati, preoccupandosi, gli agenti della Questura, bensì un'altra prostituta che, guarda caso, aveva la facoltà di mettersi in diretto contatto col "porco". Mai si era sognato prima, l'illustre suino, di dover comunicare al presidente Mubarak che sua nipote era stata ripetutamente sua gradita ospite, per evitarle di fare la puxxxna di strada. Le ha anche dato dei soldi, tanti soldi, ripetutamente, così come ripetutamente, l'ha fatta presiedere ai giochini erotici che le allegre sue donnine preparavano in suo onore. Il 'meritevole galantuomo' s'è anche preoccupato di comandare fosse data in affidamento alla sua 'protetta' (oggi inquisita signora Minetti), ma successivamente non si è preoccupato di capire le sorti della nipotina di Mubarak e che lei fosse stata data in pasto dalla stessa Minetti ad altra prostituta, non era da considerare. Che bastardo!

Resta però il grave fatto che l'innominabile ci stà conducendo verso l'autoimpiccagione. Nulla ha più valore morale. Nulla ha più senso civico. Nulla ha più la serietà di vedute. Nulla ha più significato. La sua banda spadroneggia persino per le strade, quando invece dovrebbe essere maltrattata. Con lui a capo ogni manifestazione diventa un affronto ed una istigazione al malaffare. La politica ha conosciuto cosa significhi l'arroganza e l'incuranza ai problemi sociali. La concussione ed il ricatto fanno parte delle normali partite di potere. La Giustizia è merce di offesa quotidiana e l'affronto scagliato contro i giudici decide lo schifo in cui tutti noi siamo invischiati. La politica estera è solo sberleffo e guerra si fà quando l'introito per il lestofante è garantito.

C'è da chiedersi davvero come facciamo a resistere a quest'orrenda situazione!

La risposta è una sola: NON ABBIAMO ALCUNO, MA PROPRIO NESSUNO, VERAMENTE DECISO A PORRE FINE A QUESTO SCEMPIO!

Le opposizioni sembrano soggiogate. Lo stesso Presidente della Repubblica, ogni volta dà l'impressione di voler solo prepararsi a 'giocare' una partita, ma , ahìnoi, se ne guarda bene dal cominciarla e rimane in costante 'ritiro'. Mai ha ostacolato apertamente il porco. Vuole essere il mite consigliere, mentre la gente stà alle barricate. L'ho sempre pensato. Quel vecchio uomo ha qualcosa da tenere nascosto, solo che il porco ne è a conoscenza. Quando fanno 'finta' di incontrarsi, in definitiva è perchè entrambi si cercano. Hanno la necessità di scambiarsi le impressioni. "Tu fai così, che io farò così". Ed il gioco è fatto, la partita per il momento conclusa. Il vincitore è sempre lui, il porco nero. Il perdente è sempre il popolo, quello sovrano, s'intende! "Il nuovo impegno dell'Italia è lo sviluppo naturale di quelli già presi ". Bombardare è lo sviluppo naturale degli impegni già presi? E cosa è stato già preso? Esimio Presidente della Repubblica, faccia vedere, almeno una volta, questa tragica volta, che Lei tiene alla Democrazia dell'Italia e che l'Italia è uno Stato che tiene fede ai Patti Sottoscritti, anche a quelli sottoscritti con Gheddafi . Come ha fatto, Egregio signor Napolitano, a non rendersi conto che è Lei a dover rappresentare l'Italia ed a doverne salvaguardare l'Onore? Non siamo mica stati attaccati per agire bombardando! Non siamo mica agli ordini a bacchetta dell'ONU e della NATO! I problemi di relazione NON ce li risolveranno mica loro, quando tutto apparentemente sarà finito. Il flusso di migranti che ci piomberà sulle coste, chi li ospiterà? Li ospiterà Lei suppongo, al quirinale. E la Chiesa, che magistralmente manovra le missioni, spero apra le porte delle sue basiliche. Lei è ben consapevole, signor Presidente della Repubblica, che tra gli immigrati che busseranno alla nostra porta, ci saranno anche gli 'inviati' di Al-Qaida. Deplorevole sviluppo, signor Presidente, e deplorevole inganno per il Popolo Italiano. Io, personalmente, non la stimo!

Il PD ha tra i propri dirigenti delle anime talmente nere che il Lambro, a confronto, sembra avere acqua cristallina. L'ultima 'uscita' del pluri sconfitto 'topo' è stata quella di dare addosso all'addormentato segretario. E lo fà proprio in campagna pre elettorale. L'occhialuto e ingordo Veltroni ha già regalato al porco. Questo suo ultimo attacco è la continuazione di vecchi accordi? Vuole far cadere ulteriore scoramento tra le fila del PD? Buttatelo fuori voi, visto che lui s'è già dichiarato fallito, ma poi gli è stato permesso di rientrare in campo ed aver pure voce in capitolo. Che partito di mexxx è il PD! Ed i suoi milioni di iscritti dove sono? Possibile che sono tutti talmente assoggettati alla gerarchia che se non sentono spernacchiare i loro capi, nessuno di loro comincia a spernacchiare? Sono davvero solo a comando quelli della base del PD? Ed il loro tanto temuto sindacato dei lavoratori, che fine ha fatto? Proletari, classe operaia, ben pensanti, cattolici, omosessuali, ospitanti, gente aperta, gente saccente, le grandi menti, i pensatori, i minatori, i professori. Dove sono? Tutti al servizio spento del PD? Siete tutti menti chiuse! Sapete solo disprezzare il prossimo, tant'è che non vi muovete neanche per voi, per non fare l'interesse del vostro avverso. Ipocriti. Tutti! Il popolo di sinistra è principalmente quello che ha mangiato e mangia di più; quello che dallo Stato ha ricavato i maggiori introiti pensionistici, ma è anche il popolo che si lamenta di più, però non fà mai un caxxx per cambiare le cose, chissà perchè? Curatevi di mantenere il vostro D'Alema. Fatelo ingrassare ancora il vostro porco rosso. Tanto di differenza con il porco nero ne è rimasta poca. Anche voi siete dei concussi, ma siete talmente ottusi che non sarete mai in grado di accorgervene. Perchè non avete mai preso a pugni chi, con la sua assenza, ha determinato che la votazione per quella o quell'altra legge, cadesse a favore del governo? Perchè non avete coperto di insulti TUTTI gli attuali vostri onorevoli, per come hanno votato alcune importanti mozioni? Siete capaci soltanto di ciarlare, ciarlare, ciarlare. Volete che i giovani si avvicinino alla politica, dimenticando che i giovani sono i vostri figli,  i  figli di un'adeguatezza mentale, di uno squallido ristagno mentale, oltre ad essere i figli che maggiormente conoscono droghe ed alcool. Chi dovrà tirarvi fuori dal buco nero in cui vi siete cacciati, ammucchiati, stretti? Di che dignità andate cianciando? Siete voi stessi servi e maggiormente voi, che, da servi, accusate altri servi!

Il 12 ed il 13 giugno 2011 sarà il giorno della rivalsa. Nonostante i vari tentativi dello sciagurato governo di frenare e boicottare i referendum, quelle date rappresenteranno la nostra grande meta. Se l'Italia ha ancora il diritto di essere considerata una Nazione libera, democratica e civile, non potremo sottrarci al diritto di voto. Anche chi è contrario all'abrogazione, ma si sente italiano, DOVRA' andare a votare, perchè anche loro dovranno dimostrare se ha ancora valore sentirsi italiani. E' giusto che prevalga la scelta che otterrà maggiori voti. Ma non è giusto, poichè la legge di votazione dei referendum non è giusta, che una minore percentuale di votanti abbia in mano la possibilità di determinare se far raggiungere il quorum necessario, acchè la votazione referendaria venga definita valida. E' come significare che la minoranza vince. La nostra civiltà impone la democratica e serena partecipazione agli eventi elettorali. E' l'unico mezzo che abbiamo per far valere le nostre opinioni e le nostre scelte. Non buttiamolo al vento, non ridicolizziamoci. Il resto del mondo guarderà a noi il 12 e 13 giugno, per capire se dovranno continuare a considerarci tutti burattini o persone con una rispettabile onorabilità. Lascia perdere se sei a destra o se sei a sinistra. Non farti comprare, perchè il voto è l'assoluto elemento di libertà comune. Se non sarai capace di tenere almeno quello, come unico e personale tuo tesoro, meglio faresti ad impiccarti all'alba del 12 giugno. E crepa per sempre, consapevole del disprezzo altrui, porco anche tu, Giuda vigliacco!

Questo articolo è Copyright © di IoNonMollo - Riproduzione vietata

Ti saremmo grati se tu decidessi di condividere questo tuo stato d'animo!.
Perchè non dire al mondo come ti senti?.
Condividi su ... o su .

Questa Manifestazione è libera: Tutti i lettori possono inviare la propria sensazione

Ti chiediamo di esprimere il tuo stato d'animo, derivante però non dalla capacità letteraria dell'autore, ma per i fatti o gli argomenti trattati.

In 152 hanno già risposto alla domanda: Come ti senti, dopo aver letto questo articolo?.

Barra colori delle percentuali
  • Arrabbiato
  • Triste
  • Contrariato
  • Preoccupato
  • Indifferente
  • Divertito
  • D'Accordo
  • Soddisfatto
  • Euforico




      Referendum: Sarai tu a decidere!. :
      Ha ricevuto 40 commenti. La partecipazione di 24 utenti rende l'argomento molto interessante.
  • 27°
    Egidio   Egidio
       Valori: 230 ....... Rango: Frequent User

    Buon giorno.
    La grande soddisfazione sembra percorra ogni ossicino degli invertebrati rappresentanti del PD.
    Si sono tutti ringalluzziti. Tutti sembrano in preda ad una spasmodica frenesia, come se le vittorie di Milano e Napoli fossero state le loro vittorie, dimenticando che nulla avevano a che fare con i veri protagonisti di quelle dure sconfitte, inferte alla destra berlusconiana.
    Se togliessimo quelle due importantissime province dal “carniere” del PD, ci accorgeremmo che tutto il rimanente bottino perderebbe valore per la drastica riduzione effettuata.
    A tutt’oggi non sembra si rendano conto di quanto importante sia l’appuntamento con i referendum.
    Non stò osservando movimenti impegnati; non stò osservando affaccendate riunioni e dibattiti. Il PD ha dimenticato che l’onore lo si conquista sul campo e migliore terreno non ci sarebbe, oltre a quello di presentarsi ancora davanti al suo popolo, per discutere ed affermare insieme scelte e linee di leale democrazia.
    La destra gioca partite sporche e false. Il PD non vuol giocarle (ha troppa paura che, in fondo, il confronto dimostrerebbe che differenza non c’è). Il PD non riesce a creare partite proprie, così aspetta che siano altri ad alzare i polveroni e solo successivamente, quando ha conosciuto l’umore degli italiani, scende in campo volendo apparire il protagonista.
    L’UdC di Casini è troppo incasinato sia a destra che a sinistra ed a nulla valgono gli accordi con FlI. Lo stesso FlI si è visto penalizzato dall’ultimo confronto elettorale (d’altro canto, non dimentichiamoci che sono i veri fascisti di una volta, camuffati da liberali). Fini & company hanno forse capito che mai più torneranno a governare, nessuno li vuole veramente. Per poco tempo hanno creduto (insieme appunto a quelli di Casini e Rutelli) di poter rappresentare il nuovo asse politico del Centro, ma è solo un loro sogno. Dica Fini che di destra non ha più nulla e che le sue nuove vedute sono totalmente cambiate. Solo che, fuori dal PdL, potrà asserirlo solo se è realmente vero, altrimenti i suoi stessi elettori lo punirebbero definitivamente.
    Resta il Tonino baldanzoso e rissoso. Anche lui ha cercato di fregiarsi con una vittoria non sua. De Magistris, ultimamente, non aveva condiviso con Di Pietro le sue vedute politiche. Loro due rappresentano i classici “due galli in un pollaio”. Quanto durerà la loro vicinanza, non è facile predirlo.
    Tonino però ha il grande merito di essere sempre coerente, maniacale ma coerente; chiassoso e volgare a volte, ma coerente. Ciò che promette mantiene e se ha giurato battaglia, battaglia sarà, alla faccia di chi lo vorrebbe al ribasso. Il nostro pensiero non può opporsi alle sue regole, sarebbe come profanare la propria nostra volontà.
    Se dunque il nostro desiderio coincide con il suo movimento, cerchiamo di sostenerlo ed ai prossimi referendum presentiamoci numerosi, in tanti e tanti da dimostrare allo psiconano, che gli italiani onesti non tollerano più il suo disonesto comportamento.




  • 28°
    Giulia   Giulia
       Valori: 685 ....... Rango: Veterano

    Buona domenica a tutti.
    Ho letto gli auguri di Sergio alla nostra bella Italia. Anziana, ma bella Italia. Li estendo anch’io.
    Ci sono “cose” che vanno mantenute a tutti i costi; ci sono “cose” che vanno annullate a tutti i costi.
    Il nucleare non porta grossi benefici economici, tanto, son sicura, governi come questo attuale, l’energia ce la farebbero pagare con lo stesso prezzo di oggi, se non di più.
    L’acqua è di tutti e la gestione deve restare nazionalizzata ed al massimo della rispettabilità ambientale e di purezza. Non possiamo adombrare il dubbio, che qualche regione possa rimenere priva della elementare fonte d’approvvigionamento, o veder scorrere acqua diversa da quella dei “vicini”.
    La Legge è e deve restare UGUALE per tutti. Se qualche disonorato onorevole ha bisogno di proteggersi dal normale cammino della Giustizia, allora vuol dire che onorato non era sin dai tempi dell’attribuzione del suo incarico; bene farebbero i parlamentari ad emanare una legge che vietasse l’iscrizione nelle liste dei partiti a persone già sottoposte a giudizio o già indagate.
    Queste sono solo alcune forme di vera Democrazia. Queste sono ora le quattro forme di Democrazia a rischio.
    Con i referendum del 12 e del 13 giugno potremo ridare speranze alla legalità. Potremo fare un ulteriore passo verso il mantenimento della Nostra Democrazia.
    Non sprechiamo questa grande occasione!




  • 29°
    Sebastiano   Sebastiano
       Valori: 275 ....... Rango: Frequent User

    Buona sera a tutti. Mi presento: Il mio nome è Sebastiano.
    Vorrei che la dicessimo tutta. Berlusconi è più ricco di ognuno di noi e più ricco di tutti noi messi insieme. Lui è anche molto più “navigato” di noi e più potente, se non il più potente, della maggior parte degli italiani.
    Mettersi contro di lui, equivale a perdere in partenza. Se proprio vogliamo contrapporci a lui, dobbiamo utilizzare altre doti. Per esempio la furbizia e l’intelligenza, perchè queste non si acquisiscono con i soldi.
    Tutto ciò che ho premesso dovrebbe aiutarci a non sentirci angosciati, se siamo costretti a vederlo continuamente presente; al posto suo, lo farebbe chiunque.
    Lui compra i voti dei suoi politici lecchini? Noi non eleggiamo i suoi lecchini o qualsiasi aspirante tale, anzi, rendiamo loro dura la vita!
    Lui paga i giornalisti suoi servitori? Noi non compriamo quei giornali!
    Lui vuole tutte le televisioni? Noi non guardiamo i suoi programmi!
    Lui vuole portarsi a letto tutte quelle sciocche ragazzette? Noi le dobbiamo isolare e farle sentire delle appestate insieme alle loro famiglie compiacenti!
    Lui ha la Mondadori? Noi bandiamo la Mondadori dalle nostre letture!
    Lui ha dei figli? Facciamo sentire quei figli privi di un domani civile, così come accade oggi ai nostri figli!
    Insomma quel che vorrei dirvi è di fargli guerra aperta e dichiarata, in modo che tutti sappiano, che stare con lui è un suicidio.
    Non dobbiamo fidarci neanche di Lega PdL PD IdV Udc FlI Pim Pum Pam e vasi rotti. Sono tutti della stessa razza, buoni a mangiare a tradimento e più degli altri.
    Fin quando non vedremo che l’attuale deficiente “popolo sovrano” non si è rimpossessato dei suoi poteri, deve essere un continuo stillicidio doloroso per loro, non per noi.
    Un’altra cosa: Il VOTO!
    E’ il più potente mezzo che per fortuna abbiamo ancora. Utilizziamolo al meglio e per attuare la nostra lotta. Non importa di che partito sei (peggio per tutti noi se hai o hai avuto simpatia per certa gente, ma ora cerca di ravvederti). Importa che il tuo voto non vada perso, anche per votare contro tua moglie. L’importante infatti è scoprire finalmente come la pensiamo, quando tocca a noi decidere. Purchè decidiamo!




  • 30°
    Cesarino   Cesarino
       Radiato dal Blog

    Buon giorno a tutti ed un caloroso benvenuto a Sebastiano.
    Il mio spirito è battagliero. Laddove viene sollevata sommossa nel nome dei diritti civili o contro i soprusi, là io sono. Condivido pienamente la tesi di Sebastiano. E’ necessario fare “terra bruciata” attorno al cavaliere mascarato (molti non sanno che Striscia ha dato questo nomignolo per via del mascara che lo psiconano si fà applicare sul volto, per apparire sempre fresco).
    Si potrebbe fare molto di più contro quell’aberrante uomo, ma credo che non ci sia bisogno di fare l’elenco delle opportunità in nostro possesso. Chiunque riesce a fare opposizione ed ha intenzione di fare seria opposizione, la faccia, senza limiti alla propria immaginazione. L’importante è fermarlo, a tutti i costi.
    Il vecchio nano istiga gli avversari ad essere più duri verso di lui, quando divulga le sue ossessionanti notizie. “Io sono il migliore” và dicendo, infischiandosene del pensiero altrui.
    Speriamo che almeno lo specchio, col quale costantemente si ammira, al più presto gli si spacchi sugli occhi.
    Io, nel frattempo, l’ostracismo nei suoi confronti l’ho già messo in atto.
    E naturalmente voterò SI a tutti i quattro referendum. Alla faccia sua e di tutta la sua famiglia di indigesti depravati.




  • 31°
    Elena   Elena
       Valori: 2855 ....... Rango: Guru

    Buon giorno.
    Cari tutti, sono appena tornata dalla votazione ai referendum (4 fantastici SI) ed anche se è troppo presto per trarre conclusioni, qui in provincia la vedo male. Per strada non c’è nemmeno l’ombra del fermento che solitamente è presente quando ci sono in corso elezioni.
    Devo temere che, fosse per la mia cittadina, il quorum non verrebbe raggiunto. Spero soltanto che altrove ci siano moltissime person,e che riescono a saper dimostrare la validità e la potenza dello strumento referendum.
    Ciao a tutti.
    Andate a votare!




  • 32°
    VivaNapoli   VivaNapoli
       Valori: 330 ....... Rango: Frequent User

    Buona sera.
    Cara Elena credo che le altre città abbiano molti cittadini che fortunatamente la pensano come te.
    Napoli è una di quelle ed i napoletani stanno muovendosi per cambiare le loro condizioni ed anche quelle degli altri italiani.
    Quando il Sud si muove, travolge i risultati ed il “porco premier” se la deve dare a gambe. Se poi il tempo buono trova anche i milanesi d’accordo con noi, allora si può fare una nuova Italia. Io sono ottimista per quanto riguarda il quorum dei referendum e sono anche ottimista che certamente vinceranno tutti i SI.
    E’ l’elite migliore degli italiani che ha deciso di cambiare e vedrete che ce la faremo, fra qualche tempo, ma ce la faremo.
    Non ci resta che aspettare domani. Che nottata sarà stanotte!




  • 33°
    la Direzione   la Direzione
      

    Buon giorno a voi tutti.
    Siamo ormai ad un passo dal sapere se almeno i quorum ai referendum sono stati raggiunti.
    Mai come oggi ci possiamo rendere conto, di quanto improprie siano le norme che stabiliscono i dettami di validità dei referendum.
    E’ oltremodo antidemocratica la quota del 50% + 1 degli elettori aventi diritto al voto.
    Mi sono sempre chiesto perchè mai, chi decide di non recarsi alle urne, debba avere lo stesso peso di chi invece compie il dovere di recarvisi; quell’assenza dovrebbe, al contrario, essere considerata a favore del referendum in corso, poichè entra in atto la rappresentazione dell’assenza/consenso, così come avviene per silenzio/consenso. Se i cittadini italiani non gradiscono la soluzione che il referendum esprime, sia compito loro intervenire e negare, altrimenti chi non interviene acconsente implicitamente a ciò che è stato proposto.
    Tutt’al più, in tema di quorum, io avanzerei opportunamente l’ipotesi di adottare come misura di percentuale di validità, la stessa percentuale di quorum ottenuta dalle votazioni nazionali precedenti, affinchè si possa stabilire, con un criterio conosciuto di reale partecipazione, se validare o invalidare il referendum in atto.
    In ogni occasione di manifestazione democratica, vince l’opinione con maggior numero di preferenze; contano solo i presenti, mentre gli assenti saranno ‘costretti’ ad accettare l’esito, dalla cui formazione hanno preferito astenersi.
    Ancora una volta c’è chi, abituato a non rispettare Leggi e Costituzione Italiane, se ne infischia dei veti e parla, anzi, sparla a proposito dei referendum. E’ l’arcinoto “Senatur” del menga. Il bavoso e padano-lumbard senatore dal muso storto ieri, in pieno svolgimento del referendum, ha dichiarato pubblicamente che “…i referendum sono un imbroglio, spero che la gente non vada a votare“. Ecco dunque un altro esempio di come, quella che dovrebbe esser considerata ‘la voce del popolo’, viene invece proiettata in basso, verso lo squallore degli imbrogli. Deplorevole ‘senatur’… Meglio sarebbe stato per tutti se la paresi ti avesse condannato a zittire per sempre!
    Precedentemente s’era già espresso il ‘per niente nobile e tanto disonorato’ premier. “Io non andrò a votare” aveva dichiarato.
    Per forza tu non andrai a votare, brutto porco. Uno dei referendum riguarda proprio te e le tue sporche violazioni alla Costituzione! Sei l’essere più indegno che possa avvalersi della Giustizia, poichè tu la calpesti con ogni tua azione, pubblica e privata, senza alcuna differenza, dimostrando appieno la tua volgarità e spregiudicatezza sociale, da vero pericolo pubblico numero 1.
    Ti fanno paura le notizie che circolano al tuo riguardo, vero? Ti senti tradito quando altri a te vicini parlano della tua malattia e di come avventatamente continui ad organizzare i tuoi bunga-bunga in altre sedi. Stavolta c’è cascata anche faccia di maschera Santamichiedodichè. Ti ha definito “proprio malato” durante una conversazione con un suo ‘amico inquisito’ in altra faccenda; tutte belle conoscenze le vostre!
    L’ultima, il caimano, l’ha orchestrata proprio per stamane, con l’appoggio pagato del presidente israeliano Netanyahu. All’ultimo momento è stato deciso che fosse svolto oggi ed a Roma il vertice interministeriale italo-israeliano. Ovviamente l’ospite straniero sarà ricevuto a palazzo Madama. Con quella presenza accondiscendente, che pagheremo noi con qualche accordo salato, l’inquisito innominabile stamane ha visto creata la scusante per non esser presente al processo Mediaset, che è ripreso stamane a Milano; domani invece eviterà di presentarsi all’altro schifoso caso che lo vede imputato: il processo Ruby.
    Nel frattempo si rincorrono tante voci, tutte non verificate o confermate, circa una ‘manovrina’ da 30/40 miliardi di euro che il ‘team manageriale politico di casa PdL’ vorrebbe far conoscere essere di soli 4/5 miliardi.
    Per favore, non venite a dirmi che questo è il governo del fare!
    Giuseppe




  • 34°
    Fausto   Fausto
       Valori: 585 ....... Rango: Veterano

    Buon pomeriggio.
    Scrivo solo per dare conforto ad Elena (non è colpa tua se quelli della Padania sono dei tonti creduloni), per disilludere con dispiacere il caro VivaNapoli (la tua città è tornata ad essere il fanalino di coda in fatto di presenza elettorale) ed infine, per complimentarmi con Giuseppe per l’ottimo intuito riguardo le sue soluzioni in tema di referendum.
    Scrivo anche il disgusto continuo per il nano depravato e malato e per le sue continue manie, per tutti coloro che hanno preferito dare ascolto agli sproloqui dell’ormai “incontrollabile testa di ca…” che è Bossi, nonchè per gli avvocati difensori del premier che oggi, come del resto faranno anche domani, hanno dimostrato di essere delle sanguisughe dello Stato e del Popolo, beccandosi il titolo, ben retribuito, di “onorevoli” al servizio della comunità e che invece dimostrano di essere solo al soldo continuo del loro padrone.
    Da “onorevoli” dovrebbero far prevalere dapprima la lealtà allo Stato, denunciando, loro per primi, i reati di cui sono venuti a conoscenza, perchè è prevedibile che di conoscenze di reati il loro unico cliente gliene ha fornite tante. Cosa deve prevalere? Le loro nomine elettorali o le loro attività prima di dette nomine?
    A mio avviso bene farebbero, entrambi, a dimettersi prima e successivamente ad andarsi a nascondere per la vergogna.




  • 35°
    Umberto   Umberto
       Valori: 660 ....... Rango: Veterano

    L’Italia ha scelto! Di più non dovevamo fare.
    Chissà se ora verremo ascoltati? Ho i miei dubbi, ma chi non sarà capace di adeguarsi?
    Forse sarà il caimano, come al solito che vorrà tenere stretto lo scettro del comando, o forse saranno le opposizioni che non saranno capaci di mostrarsi con la nuova forza acquisita.
    Stà il fatto che troppo pacata è l’attività degli stessi promotori referendari. Di Pietro è grato a tutti e ringrazia con assoluta moderazione sia a destra che a sinistra, ma tiene a precisare che l’esito dei referendum non mette in discussione i rapporti politici.
    Bersani chiede invece le dimissioni del governo. Il governo a sua volta, con un comunicato, fà sapere che ha preso atto della volontà degli italiani e che a quella volontà si atterrà scrupolosamente (ultima presa in giro di un voto popolare). Il premier non ha rilasciato dichiarazioni, ma, di ritorno da palazzo Madama verso palazzo Grazioli, ha trovato il tempo di fermarsi nel solito negozio ove lui abitualmente compra collanine. Forse avrà in mente di rifarsi stanotte con qualche altra giovane puledra, fregandosene della gravità che lo riguarda. I suoi sguatteri sono capaci di trovare qualsiasi attenuante alle sue parole ed ai suoi comportamenti. Sarebbero capaci di giustificarlo, anche se lo sentissero dire che le loro madri sono state delle meretrici.
    Il nuovo appuntamento politico importante è fissato per il 22 giugno, data in cui sarà verificata ulteriormente la tenuta della maggioranza in Parlamento.
    E’ inutile, c’è sempre troppo tempo disponibile per il recupero del caimano e recupero per lui, vuol dire solo trovare altri deputati, disponibili a vendersi.
    E’ inutile, col nano ogni azione democratica non ha senso! Dobbiamo recarci presso la dimora dell’orco e costringerlo a lasciare, abbandonare, fuggire, altrimenti lui continuerà a non presentarsi ai suoi processi ed a mettere sotto le scarpe la legalità.




  • 36°
    Sergio   Sergio
       Radiato dal Blog

    Buona sera
    Credo che la cosa più giusta per i referendum, sia di abolire totalmente qualsiasi quorum, la democrazia è partecipazione e chi non esprime il proprio convincimento deve rispettare ed attenersi alle decisioni di chi fà il proprio dovere.
    Per quanto riguarda il futuro politico, vorrei tanto sbagliarmi, ma credo sia ben rappresentato dal noto “muoia Sansone con tutti i filistei”; il terribile nano non si dimetterà mai (anche l’orribile D’Alema, dopo la sconfitta alle regionali, si dimise, ed è tutto dire) e, come già ho fatto notare, la famiglia Scilipoti, in Italia, è numerosissima; temo che ci attendano due anni ancor più tragici di quelli passati i cui effetti ricadranno sul nostro futuro.
    Augurandomi di sbagliarmi, vi saluto.
    Buona notte Sergio




  • 37°
    la Redazione   la Redazione
      

    Buon giorno.
    “The day after”.
    Stamane, chi ha subìto il fascino dei risultati referendari, si è svegliato consapevole di aver apportato delle importanti e significative variazioni in tema di politica.
    Un’analisi del voto, commissionata da La7, indica che a recarsi al voto sono stati il 45% degli elettori del PdL, il 39,5% dei leghisti, il 77,5% degli appartenenti al PD, l’80,5% di Idv, il 75% di SEL ed il 57,6% di quelli del Terzo Polo. Il dato rilevante e che ulteriormente indica la netta tendenza al cambiamento, è la percentuale attribuita ai cosiddetti astensionisti; ha votato il 66,5% degli indecisi ed il 25% di coloro che, solitamente, non votano.
    L’altro dato in controtendenza è la percentuale di voti attribuito ad ogni referendum. I politici che avevano temuto, che l’onda emotiva di Fukushima trascinasse le masse verso le urne e pertanto avevano tentato in tutti i modi di escludere il quesito sul nucleare dal referendum, sono stati contraddetti dagli stessi risultati: 94,05% degli elettori votanti hanno detto SI all’abrogazione del nucleare, mentre i SI per il legittimo impedimento sono stati pari al 94,62%, 95,35 la percentuale dei SI per i Servizi Pubblici Locali ed infine 95,80 la percentuale dei SI per la Tariffa Servizio Idrico.
    I dati fanno emergere fatti sconcertanti per chiunque:
    1°) – Il governo ed i partiti di maggioranza non sono capaci di prevedere il reale pensiero e le reali
    necessità dei cittadini.
    2°) – Gli stessi elettori di destra hanno detto apertamente NO ai loro politici ed alle loro politiche.
    3°) – Aver dichiarato che il proprio elettorato poteva sentirsi libero di votare secondo coscienza,
    ma subito dopo sentire i due capi partito di governo esternare la loro volontà di astensione,
    è stato l’atto spudorato ed antidemocratico che ha segnato i due indegni protagonisti.
    4°) – L’altra parte dell’elettorato, quello silente per natura, per la prima volta ha mostrato il suo
    volto e lo ha fatto scrivendo la disapprovazione totale alle manovre governative.
    5°) – Il cittadino italiano ha voluto far sapere che l’Italia è e rimarrà la sua Terra, comprese dunque
    la salvaguardia dell’ambiente e la disponibilità per tutti delle risorse in Essa contenute.
    6°) – Il cittadino italiano detesta la NON uguaglianza. La Legge E’ UGUALE per TUTTI!
    7°) – Il quadro politico vigente non rispecchia più le attuali e reali preferenze espresse dal popolo.
    8°) – Con il proprio voto, il cittadino italiano ha chiesto che tutti i partiti d’opposizione impongano
    al nano di vergognarsi, per i suoi deludenti e castiganti risultati, inducendolo ad abbandonare
    definitivamente il suo incarico e la politica in generale.
    Ora tocca per davvero a chi la sinistra la rappresenta. Sappiano coagulare il risultato come necessità per i dovuti cambiamenti, cercando di migliorare il proprio assetto politico e le proprie vedute, al fine di determinare la corretta formazione della coalizione vincente.




  • 38°
    ClaudioV   ClaudioV
       Valori: 360 ....... Rango: Frequent User

    Buona sera.
    L’italiano può aver agito al meglio. I partiti lo stanno facendo?
    Perchè tritiamo la carne, dopo aver deciso di mangiare polpette, ma nessuno è capace di cucinarle a dovere?
    Noi Berlusconi lo abbiamo “tritato ed arrotolato”, pronto per esser messo in padella, ma come accade nelle migliori famiglie, tra chi vuole farlo al carry e chi col finocchietto, si finisce col non accendere nemmeno i fornelli.
    Sempre occasioni sprecate! Sempre “cuochi” impreparati!
    E loro, quelli di destra, continuano a fare la voce grossa; non ultimo il vero nano Brunetta. Quel mezzo uomo si comporta con tanta arroganza e spavalderia in mezzo ad infuriati spettatori, come se avesse la massa corporea di un lottatore di sumo.
    Bang!




  • 39°
    Antonio   Antonio
       Valori: 2385 ....... Rango: Leader

    Il popolo si è espresso, ma le regole di questa nazione permettono ad uno sconfitto di continuare a governare.
    Credo fortemente che sia arrivato davvero il momento di mettere mano alla vecchia Costituzione, affinchè si apportino le modifiche di ammodernamento e di maggiore trasparenza.
    Nel frattempo tutti restiamo in balia di un altro pezzo di popolo, che fra l’altro si dichiara non appartenente all’Italia “di Roma”. Da quello che quel popolo minoritario, sia per numero che per testa, determinerà sul “sacro prato” (morissero tutti sul sacro prato, a cominciare da quell’imbecille che ci stà a capo), dipenderà l’avvenire del porco e purtroppo anche del nostro.
    Dovrà pur finire questo brutto ventennio.
    Del porco, dei porcelli, delle scrofe e del porcellum, dopo, nemmeno la memoria.
    Ciao a tutti.
    Antonio




  • 40°
    Annabella   Annabella
       Valori: 750 ....... Rango: Veterano

    Ciao a tutti.
    A me sembra di non aver sentito nè letto, che il caimano abbia sprecato qualche parola per condannare l’operato del suo amico “fornitore”. Lele Mora è stato arrestato (ma questa non è una novità, visto i precedenti dell’ex parrucchiere). Ok, dovremo aspettare i soliti tre gradi di giudizi, per essere certi della colpevolezza, ma diamine, personaggi così andrebbero quanto meno tenuti lontani!
    Invece il premier che faceva? Lo accoglieva in casa!
    Ricordo quando, qualche tempo addietro, il nano diceva tutto spavaldo, che in casa sua entravano solo persone di alta moralità. Che accidenti lo cogliesse all’istante! Hai capito il capo di governo italiano che metro usa per stabilire l’onorabilità dei suoi ospiti? Se facessimo l’elenco di tutti quelli che hanno varcato le sue soglie, ci accorgeremmo che, a confronto, il bagaglino delle donnine facili somiglia ad un convento.
    Vorrei proprio sapere quando gli italiani avranno uno scatto di vera repulsione e di indignazione.




Lascia un commento

Nota: Siamo spiacenti, ma solo gli Utenti che effettuano il Login potranno pubblicare commenti; ecco perchè l'area di testo per te non è visibile.
Registrati ... Potrai subito partecipare!





logo-piccolo

La Direzione e la Redazione di questo Blog hanno deciso di bloccare l’accesso agli spioni americani.
BUUUUUUU... Abbasso Google ... Abbasso Google!  ... Abbasso Facebook. IoNonMollo se ne strafrega delle loro vendute statistiche!
Google e Facebook hanno invaso le pagine web con le loro miliardarie pubblicità, ad assoluto discapito della correttezza dei dati;
chi più pubblica i loro AdWords (annunci), più visibilità acquisisce, dunque non per l'eccellenza dei contenuti espressi.
E sono proprio gli ignari visitatori, TU, con i click effettuati, a determinare l'importanza del sito visitato.
Pensaci bene e sottraiti anche tu dall'essere considerato il 'mezzo' o lo 'strumento' dell'arricchimento di Google e Facebook.
Naviga i siti che non offrono spazi alla pubblicità, promuovi quelli liberi, escludendo invece quelli interessati ai compensi.



Powered by WordPress & Atahualpa

Tutti i Diritti Riservati - © 2009-2018 - Divieto di Riproduzione, anche se parziale.