Sono le ore 06:17:05 ... Finora hai trascorso 0 secondo su questa pagina.
Grazie per il tempo che ci dedichi. Diventa uno dei nostri!.

Roberto Saviano, lo scrittore estremista e fondamentalista

Ciò che maggiormente mi fa girare la testa quando sento o leggo questo tal Saviano, è che i suoi pensieri, sovente, entrano in collisione tra loro, tanto è che la sua stessa condotta appare irregolare ed incostante. Quel ragazzotto ...
roberto-saviano-lo-scrittore-fondamentalista

Ciò che maggiormente mi fa girare la testa quando sento o leggo questo tal Saviano, è che i suoi pensieri, sovente, entrano in collisione tra loro, tanto è che la sua stessa condotta appare irregolare ed incostante.
Quel ragazzotto, il Saviano appunto, è diventato famoso per aver raccontato con un suo libro fatti di delinquenza. Ha denunciato le atrocità ed i fattacci commessi dai criminali, ovvio, ma purtroppo ha anche condannato sé stesso all'inesistenza! Sofferente dunque e molto riflessivo. Ma, chissà perché, spessissimo trova motivi per cambiare rotta, visione ed ideologia, invertendo e sconvolgendo quindi qualche sua tendenza.

♣♣♣♣♣

La lettura di questo articolo richiede solo 4 minuti del tuo tempo ... Potrebbero valerne la pena!



Oggi si ritrova schierato a favore di chi, originariamente, ha già commesso un reato gravissimo: Scappare dalla sua Terra senza il dovuto permesso. E scrivo scappare, per il semplice motivo che tutti gli altri, visto il numero elevato di individui che non lo fanno, restano. Saviano, dunque, schierato a favore di delinquenti!
E, supporre che non lo siano, significherebbe estremizzare un concetto che tendenzialmente dovrebbe servire a focalizzare le lacune di un sistema che, invece, offre garanzie in sovradosaggi. Cercare di estremizzare significa anche perdere il buon senso ed a volte il barlume della ragione. Per esempio:
Dover aprire le frontiere a questi clandestini, solo perché ai "buoni di cuore" questi ultimi appaiono come persone bisognose d'aiuto, potrebbe essere paragonato allo stupido dovere di spalancare la propria porta a ladri e rapinatori. Ho esagerato? Direi di no! Estremizzare significa anche creare dei paradossi assurdi ed inconcepibili, del tutto inconciliabili, ma almeno possono servire a chiarire una circostanza.
A pensarci bene, dunque, siamo costretti ad ammettere che anche i ladri agiscono per bisogno, anche i ladri sono dei bisognosi. Loro, infatti, se acciuffati, dicono di non riuscire a trovare un lavoro e, non avendo un lavoro, non hanno una paga, un introito; in definitiva non hanno soldi per comprare il pane con il quale riuscire almeno a sfamare i figli; che altra alternativa offre questo Stato di Diritto? Nessuna! Anche loro, poverini, sono bistrattati e ripudiati da questa nostra società. Dai, Saviano, apri la porta di casa tua ai carissimi ladri! Non ti va, vero? Ho estremizzato troppo? E' vero, ho fatto come tu fai di solito e ... Sono diventato uno sciacallo!
Ecco, estremizzare significa voler mettere a paragone dei casi disperati, per farli apparire comunque simili. C'è un particolare però. Non si può ignorare che anche prima, nelle loro Terre di provenienza, gli attuali clandestini erano dei derelitti, dei delinquenti, dei nulla facenti, senza arte né parte, proprio come quelle stesse categorie che esistono in Italia o che esistono in America. Io però, non ho mai sentito di qualcuno che scappa per colpa del benessere di chi sta bene. No, non l'ho mai sentito. Ho sentito che dove vivono cinque benestanti, almeno 500 sono coloro che ne possono trarre vantaggi.
A ben interessarsene, si scopre che sono tantissimi quelli che restano in quelle Terre di fuggiaschi; sono quasi il 97% dell'intera popolazione quelli che non hanno assolutamente intenzione di "fuggire". Perché?
Il motivo è semplice: Non sono disadattati o incapaci come quelli che dicono di scappare da guerre e da oppressioni. Quelli buoni restano e continuano a lavorare, anche se tra mille difficoltà. Allora, diciamolo e scriviamolo una volta per tutte e faccia lo stesso lo scrittore Saviano: Quelli che arrivano qui hanno ben in mente ciò che vogliono: Soldi! Soldi facili e tutta la libertà di continuare a fare come hanno sempre fatto in vita loro, compreso delinquere, stuprare, pisciare e cagare per strada. Ed affanculo l'integrazione; quella è materia per i deboli e sprovveduti ospitanti.
I migliori, o quelli che stanno bene, dunque non scappano; sono sempre e solo i soliti nullafacenti e delinquenti mondiali che, caso strano, sono anche quelli ben informati di quali situazioni possono trovare e di come reagire; sanno anche che basta raccontare qualche storiella strappalacrime di stupri, di percosse e di maltrattamenti, per essere immediatamente ben accolti ed accuditi. Quelle persone, dunque, non vedono l'ora di svignarsela per raggiungere il Paese delle Meraviglie.
Sarà pur vero che subiscono angherie se durante il tragitto vengono beccati, ma sarà pur vero che, in Libia per esempio, nessuna legge stabilisce che l'immigrazione clandestina non è reato; no cari miei e caro superprotetto Saviano, lì l'africana Kyenge avrebbe avuto vita difficile; lì, se ti beccano senza permesso e senza documenti, a dir poco ti fanno il c... Ed a mia veduta, hanno anche ragione!
L'altra oscura faccenda è il ritorno in Patria di siffatti eroi. Bene ... Risaputo che chi è fuggito ha già commesso un gravissimo reato, mi spiega l'illustre scrittore, come mai gli stessi fuggitivi, già al rivarcar la linea di confine che li riconosce figli, non vengono immediatamente acciuffati e sbattuti nelle loro patrie galere?
Pensaci, estremista Saviano ... Pensa bene a come gli estremi non si tocchino ... Arrivano da noi e dovremmo accoglierli e sfamarli ... tornano da loro e dovrebbero essere arrestati ... Da noi qualcuno pretende certe attuazioni, da loro sicuramente non attuano. L'estremismo mai concilia i fatti e tu, Saviano Roberto, oltre ad essere un rompicoglioni pagliaccio, sei anche un saltellante estremista e fondamentalista.
Non sei stanco?
No, dal video che hai postato sembra proprio di no ... Come qualsiasi attore che ben interpreta, infondi troppo vigore e troppa enfasi in quelle tue gesticolanti braccia.
A te, che sicuramente mangi, visto che ti passano tutto a sbafo, auguro Buon Appetito, barbone!


Questo articolo è Copyright © di IoNonMollo.it - Riproduzione vietata      - Pubblicato 2 anni fa -




Lascia un commento

Nota: Siamo spiacenti, ma solo gli Utenti che hanno effettuato il Login potranno pubblicare commenti; ecco perché l'area di testo per te non è visibile.
Non sei registrato? Allora fallo ... Registrati ... Potrai subito partecipare!