- In questo periodo la moderazione è affidata a: Rosaria, da Pozzallo (RG)

Sono le ore 23:49:23 ... Finora hai trascorso 0 secondo su questa pagina.
Grazie per il tempo che ci dedichi. Diventa uno dei nostri!.

Scervellarsi = Rompersi la testa!

...

♣♣♣♣♣

La lettura di questo articolo richiede solo 3 minuti del tuo tempo ... Potrebbero valerne la pena!


Mostra il resto ...


Scervellarsi = Rompersi la testa!:
ha ricevuto 13 commenti. La partecipazione di 8 utenti suscita discreto interesse per l'argomento.

  • WebMaster   WebMaster
      

     

     

    0

    0



  • Sergio   Sergio
       Radiato dal Blog

    Buona sera a tutti.
    Giuseppe, è vero, ho svicolato dal prendere l’iniziativa non per ignavia ma perché era talmente tanta la carne al fuoco che non sapevo da che parte cominciare; il tuo articolo mi facilita la sintesi del pensiero, visto che, in gran parte, lo hai già descritto compiutamente.
    La cosa che più mi colpisce di questa storia è la facilità con cui gli armigeri del nano di Arcore hanno nella propria disponibilità le informazioni necessarie per attaccare e mettere alla gogna mediatica nemici di sempre ed amici perduti. Fin quando stai nella famiglia, rispettandone le regole e le gerarchie, sei protetto da qualsiasi porcata e nefandezza tu abbia commesso, quando esci dalla cosca del nano….hanno tutto il materiale necessario per distruggerti.
    Cosa c’è di più mafioso di questo ?
    Saluti Sergio

    0



    • Giuseppe (Dir.)   Giuseppe (Dir.)
        

         In risposta a: Sergio

      Buon giorno Sergio.
      Cosa ci sia di più mafioso di questo, non lo so, bisognerebbe chiederlo ad un mafioso.
      Cosa c’è di più peccaminoso di questo, nello stesso contesto… Nulla!
      L’avidità per il potere reca in sè anche delle costanti che hanno matrici come: La volontà a sottomettere – La garanzia assoluta di possedere mezzi o informazioni tali da far chinare la testa ai nemici o a chi si ribella – Apparire sempre il più forte – Far finta di stare dalla parte dei più deboli.
      L’innominabile sottouomo ha fame… Ha sete… Ha bramosie… Ha avidità… Ha malvagità… Ed ha anche una Gran Faccia Tosta!
      E’ sempre il ‘clochard’ di ogni gruppo con cui si accompagna. La voglia di arrivare là, dove la sua origine sociale non gli permette di arrivare, lo costringe a delle impennate strabilianti. Lui, meschino essere di media provenienza, non si è fermato di fronte a nulla pur di proiettarsi nel mondo che prima lo limitava; non ha avuto tentennamenti su quali forze lo sorreggevano. Lui voleva arrivare lassù, fin dove ‘volano le aquile’, pur sapendo che mai più avrebbe avuto lo spirito libero, mai più il suo volo avrebbe tagliato l’aria tersa, poiché lui diveniva si il re del cielo… ma con le caviglie serrate da catene ancorate all’inferno, che sempre più si accorciano e lo costringono verso il basso!
      Queste sono però esternazioni verso l’uomo Berlusconi.
      In realtà il politico Berlusconi ha molte più colpe di quante gliene possano addebitare, tutte meno comprensibili, tutte meno perdonabili.
      Il politico Berlusconi fà del male a me… Fà del male a te… Fà del male a qualche milione di persone!
      Ma il politico Berlusconi stà facendo, fra l’altro, un danno enorme alla società.
      Lui stà costringendo un’intera generazione a discutere, scrivere, parlare e considerare solo le sue azioni.
      Lui ha bloccato la crescita di altre menti!
      Vogliamo smetterla!
      Vogliamo liberarci di lui? Ebbene… NON SCRIVIAMO PIU’ DI LUI… Se non per dare la notizia che lo hanno finalmente ingabbiato!
      Quante volte devo ancora ripeterlo? Non è dozzinale il concetto che, anche citarne le sole malefatte, è pur sempre un grande favore che si rende ad un personaggio. Imparatelo… Fate vostro il concetto… Ed applicatelo, contrastando appieno il di lui operato, a voi non gradito!
      Questa è la mia proposizione!
      Giuseppe

      0



      • mariocesta   mariocesta
           Valori: 2010 ....... Rango: Veterano

           In risposta a: Giuseppe (Dir.)

        Piacevolmente fantastico, bravo Giuseppe.
        Buona sera a tutti.
        Ha fatto bene Sergio a stuzzicarti, se da sotto le tue dita scaturiscono ‘parole’ simili. Chiare, assolutamente indicate, vogliosamente da me ‘bevute’.
        E si, bevute!
        Anch’io ho sete; ma la mia è una sete che lascia arso il cervello, una sete che affoga in testa, una sete che a volte fà urlare fino a strozzarsi in gola.
        Ho sete. Abbiamo sete. Sete di verità, sete di equità, sete di giustizia!
        Per troppo tempo sono stato ‘cieco’ e solo da troppo poco tempo mi son reso conto del male prodotto ed al quale, inconsciamente, ho partecipato.
        Ora, finalmente, esisto per quello che io stesso intuisco, capisco e percepisco.
        La mia mente ‘crescerà’, Giuseppe, e con essa quelle dei miei figli.
        Grazie!
        Mario

        0



  • Antonio   Antonio
       Valori: 2485 ....... Rango: Veterano

    Buona sera a tutti.
    Ora Sergio sarà contento. Ha voluto che si discutesse di ghiaccio, invece è arrivato il fuoco.
    Lo ribadisco, caro Giuseppe. Leggerti è un piacere!
    Affrontare discussioni con te fà trasformare il tempo impiegato nel tempo meglio speso. Mi piacciono anche i tuoi silenzi.
    Non credo che si debba necessariamente discutere, se la discussione non ha basi su cui poggiare le proprie tesi.
    Hai illustrato il caso Fini e con lui hai travolto anche Bossi e la sua lega. Non ci vogliono grosse ed inutili chiacchiere per esprimere un concetto apertamente e paradossalmente lampante.
    Mi chiedo solo chi potrebbe mai essere la bestia che leggendoti non sarebbe in grado di capire.
    Il tuo ultimo consiglio credo faccia proprio al caso. Basta continuare a nominare quell’uomo. Basta col dargli tanta importanza.
    Se gli altri politici vorranno farlo smettere, sono sicuro che sapranno agire, ma fino a quando, per motivi loro non avranno la voglia di farlo, è inutile sbattersi e “scervellarsi” in mille congetture, nulla potrà cambiare.
    O se proprio volete cambiare le cose, allora non ci resta che l’azione.
    Ribelliamoci e chi s’è visto, s’è visto!
    Fate a modo, intesi?!
    Ciao, Antonio

    0



  • Giuseppe (Dir.)   Giuseppe (Dir.)
      

    Ok… Stop… Basta così!
    Ehilà, si può sapere cosa vi prende?!
    Badate bene che se continuate con gli elogi, va a finire che mi monto la testa!
    A parte gli scherzi, non credo di meritare il vostro plauso così appieno.
    Avevo anche comunicato a Mario che intendevo rimuovere il suo commento, ma lui niente, ha voluto che lo ripubblicassi.
    Mi fà piacere certo, ma in definitiva si scrive come si è sempre fatto; cos’è? Il sole vi ha un tantino riscaldati ed ammorbiditi?
    Simpatiche pellacce… Badate che anch’io mi commuovo.
    Però, ora torniamo ancora più seri, il momento lo prevede. Da lunedì qualcosa si muoverà… Basterà che le voci che mi arrivano prendano un tantino consistenza… Vedremo!
    Per ora, un cordiale “buona notte”!
    Giuseppe

    0



  • Elena   Elena
       Valori: 2945 ....... Rango: Veterano

    Buon giorno a tutti.
    Benvenuti a Rita ed Antonio!
    Ciao Giuseppe, stavolta hai sparato dritto anche nella direzione adiacente.
    Lega Nord una banda di “Traditori”.
    No, non temere, non me la prendo, ho capito che ti riferivi alla banda che stà in testa alla Lega Nord, a coloro che la comandano e la dirigono, a Bossi in definitiva. Bossi è un traditore, che stà insieme al traditore Berlusconi e stavolta con la compagnia dei traditori finiani. C’è poco da stare allegri!
    Però il traditore Bossi non vuole nella comitiva dei traditori anche i traditori finiani. Qui c’è qualcosa che stride. La stessa razza non dovrebbe volere lo spaccamento, la divisione. Si indebolirebbero.
    Come mai dunque il traditore Bossi chiede l’allontanamento dei traditori finiani?
    La risposta mi sembra talmente assurda per quanto sia ovvia: li teme!
    Il traditore Bossi teme i traditori finiani perché sa che potrebbero crescere se restano ancora nelle fila di chi governa. E sa anche, il traditore Bossi, che parte di quelle teste d’origini finiane ma che dicono di stare col traditore Berlusconi, sarebbero capaci di tradire ulteriormente, quindi comincia a mettere i paletti per stopparli.
    Me lo immagino: “Basta, basta! Questo posto è solo nostro. Qui ci resta chi veramente si sente d’animo traditore della Repubblica. Fuori dall’elite tutti quelli che possono avere ripensamenti”.
    La Repubblica! Gran bella parola, ma è inutile divagare su di essa, il sentimento “Repubblica” non si sente più come una volta e se perdurano le attuali condizioni, di Repubblica ne avremo solo il ricordo.!
    Che triste sapere che abbiamo leggi che elevano il popolo ad esser sovrano, ma che quelle stesse leggi ce lo permettono solo per un giorno e mezzo in cinque anni. Non vi sembra una presa per il …?
    Non è la Lega Nord il vero male. Il male è nelle persone che tramite la Lega Nord mettono in atto i loro loschi piani.
    Ciao, Elena.

    0



  • Giuseppe (Dir.)   Giuseppe (Dir.)
      

    Ciao Elena, grazie per la comprensione!
    Purtroppo devo ricordarti che le persone che “mettono in atto i loro loschi piani” in definitiva, altri non sono, se non l’elite degli eletti, quindi degni rappresentanti dei loro elettori. Mi auguro che l’italiano vero possa intuire che non è più tempo di campanilismi e falsi perbenismi. Abbiamo bisogno di democratica serietà e di cambiare tutta la scena politica.
    Siamo arrivati al punto classico del “non ritorno”.
    Per intuirlo, volendo, basta porsi tutte le seguenti domande: “Ho veramente fiducia in Tizio piuttosto che Caio”? – “Con Tizio al governo, mi sentirei finalmente rappresentato”? – “Quale degno programma introdurrà Tizio, per produrre benessere e slancio all’economia”? – Sarà Tizio idoneo a rivedere tutte le leggi dello Stato inerenti elezioni, conflitto d’interesse, scuola, giustizia, sanità, lavoro”? – “E’ Tizio al di sopra di ogni sospetto e senza scheletri nell’armadio”?
    Se sarai stata capace di rispondere affermativamente a tutte le domande poste, bèh, allora, io ho sbagliato tutto ed è meglio che la smetta di scrivere.
    Se, invece, una sola delle domande ti lascia titubante, allora vuol dire che il mio pensiero ha fondatezza e, dunque, ragion d’essere.
    Buon pranzo!
    Giuseppe

    0



  • Marco   Marco
       Valori: 1430 ....... Rango: Frequent User

    Ciao a tutti. Sono Marco dalla provincia di Torino.
    Sono rientrato giusto stamattina dalla Croazia, dopo il periodo delle ferie trascorse con amici.
    E’ la prima volta che mi connetto al blog, anche se avevo compilato la richiesta di iscrizione prima di partire.
    Cercherò di essere sempre molto sintetico, così riesco ad essere più spesso con voi.
    La mia sintesi odierna è questa: perché non andiamo tutti a Roma? Ma non come il ‘popolo viola’ a fare le camminate romantiche o a far presenza. Io ci voglio andare incxxxato nero.
    Ciauz.

    0



    • 10°
      Rita   Rita
         Valori: 2035 ....... Rango: Veterano

         In risposta a: Marco

      Ciao Marco, benvenuto!
      Credo tu sia più giovane di me, letto che trascorri le vacanze con amici, o altrimenti sei ancora single. perché anticipo queste frasi?
      E’ semplice! A Roma ci può andare, così su due piedi, solo chi non ha figli a cui badare o chi ha ancora tante energie da investire. E’ anche ovvio che stiamo discutendo di andarci da infuriati, come tu stesso accennavi, quindi senza coinvolgere i minori al seguito.
      Io personalmente avrei tanto desiderio di farcela una capatina e mio marito sarebbe con me; ma come si fa con la figlia ed il lavoro. Fra l’altro, quanti giorni sarebbero prevedibili? E già, perché se si comincia, poi non ci si può mica tirare indietro, soltanto perché son finiti i giorni di permesso!
      E dimmi, dove si potrebbe dormire una volta arrivati là? Ovviamente hai anche l’indirizzo di una buona trattoria romana, sai, una di quelle tipiche che stanno sul lungo Tevere?
      Ok, la finisco!
      Ma ti sembra logico arrivare qui e sparare subito una così grossa cannonata?
      Potevi almeno cominciare con una meno rumorosa ‘pistolettata’, che sò, invitandoci ad andare a… Viterbo!
      Ti saluto.
      Rita

      0



      • 13°
        Marco   Marco
           Valori: 1430 ....... Rango: Frequent User

           In risposta a: Rita

        Buona sera, ricambio la cordialità a chi mi ha dato il benvenuto.
        Ciao Rita, non posso dirti se sono o no più giovane di te, perché non conosco la tua età, però è vero che sono single.
        E’ anche vero però che sono molto arrabbiato e particolarmente innervosito da coloro che si lamentano ma continuano a restare fermi.
        Io sono dell’idea che se ti lamenti, lo stai facendo anche contro te stessa poiché è proprio grazie alla tua inoperosità che la situazione perdura; domani anche tua figlia potrà accusarti di non aver provveduto sapientemente al suo bene. Sono anche dell’idea che chi si lamenta e non fà nulla per cambiare la sua condizione di pena è anche un tantino (abbastanza) masochista, dunque gode nel sentir male, dunque, perché anche l’ipocrisia?
        Se devo invitarti e devo farlo perché lo stò decidendo io, ti invito a Roma, altre destinazioni, volendo, sarai ben in grado di sceglierle da sola, senza che altri te le suggeriscano. Per una buona mangiata e bevuta sono sempre disponibile a pagare io. Per allinearti con i tuoi ideali bisogna che prenotazione e costo te li sappia accollare da sola, come del resto tutti gli altri che avranno scelto di intervenire nell’interesse collettivo.
        Ciauz.

        0



    • 12°
      Giuseppe (Dir.)   Giuseppe (Dir.)
        

         In risposta a: Marco

      Buon giorno Marco, benvenuto!
      Mi spiace per te, che le tue ferie siano terminate. Forse, con un periodo più lungo, saresti riuscito a rilassarti meglio e tornare più sereno di quanto attualmente sembri.
      Comunque, a parte le varie battute di Rita (che stavolta lasciamo passare), l’incitamento che tu rilanci nel tuo articoletto (uso il diminutivo per il minimo volume di parole prodotto, non per ‘bollare’ la qualità di ciò che hai scritto), potrebbe trovare più accoglienze di quante tu stesso possa immaginare.
      Per rispondere anche a Rita ed Antonio, facendo loro capire che è da ritenere serio il pensiero di ciascuno di noi, diventare per qualche giorno ‘barbari’ a Roma non sarebbe controproducente per nessuno, a cominciare dagli stessi romani!
      Forse un giorno sarò tentato anch’io di esternare la stessa tua intenzione; l’unica differenza starebbe nella preparazione a tale azione. Scriverei un articolo a caratteri cubitali, chiedendo a tutti di dichiararne la condivisibilità o meno.
      Procedere o non procedere dipenderà poi dal numero di adesioni raggiunto.
      Dacci ancora tue sintesi, ma lasciaci almeno il tempo di conoscerti, sapremo meglio apprezzarti, specialmente se comincerai ad intervenire con qualche commento.
      Giuseppe

      0



  • 11°
    Antonio   Antonio
       Valori: 2485 ....... Rango: Veterano

    Ciao Marco, benvenuto anche da parte mia.
    Ho letto le tue intenzioni. Bisognerebbe però sapere anche le motivazioni che ti spingono a dire di muoversi.
    Ovviamente, averla buttata lì, ha giustamente sollevato l’ilarità di Rita, ma se è per questo anche la mia, specialmente dopo aver letto l’intervento di Rita.
    Siamo tutti molto arrabbiati, si sa, ma non siamo arrabbiati al punto di perdere il barlume della ragione!
    Anch’io, qualche minuto fà, ho risposto ad un altro post e, caso ha voluto, descrivevo la voglia di ricevere qualche ordine. Ma è ovvio che un ordine significa organizzazione e qualcuno che poi si prende cura di te, altrimenti a Roma non tutti hanno parenti disposti ad ospitare senza una data di ripartenza!
    Sarebbe opportuno arrivare là dove molti altri vogliono arrivare, ma arrivarci insieme. E questo vuol dire organizzazione.
    Poi, sotto a chi tocca, tra PD e PdL.
    Ciao, Antonio.

    0




Lascia un commento

Nota: Siamo spiacenti, ma solo gli Utenti che hanno effettuato il Login potranno pubblicare commenti; ecco perché l'area di testo per te non è visibile.
Non sei registrato? Allora fallo ... Registrati ... Potrai subito partecipare!




Tutti i Diritti Riservati © 2009-2020 - Divieto di Riproduzione, anche se parziale.