Sono le ore 07:30:22 ... Finora hai trascorso 0 secondo su questa pagina.
Grazie per il tempo che ci dedichi. Diventa uno dei nostri!.

Sperimentazione animale: Il vero confine tra il credere ed il presumere di essere umani.

...

♣♣♣♣♣

La lettura di questo articolo richiede solo 3 minuti del tuo tempo ... Potrebbero valerne la pena!



sperimentazione-animaleSperimentazione animale: Il vero confine tra il credere ed il presumere di essere umani.
Ne ho lette troppe. Ora sono stufo ed arci arrabbiato.
Avrete certamente intuito, che la dose di cocente attualità che mi ha fatto salire la pressione, è il caso della cara Caterina, una ragazza venticinquenne di Bologna. Quella sfortunata, oltre che difendersi dalle condizioni fisiche che la sconvolgono, deve farlo anche dalla cialtroneria di coloro che l'accusano di propendere per la sperimentazione animale.
E' tornato di moda il forte sentimento di coloro che, carenti di relazioni con persone sulle quali riversare i loro affetti, pensano di poterle sostituire con qualche capra o con qualche porcellino. Ne sono talmente convinte che quell'animale, oggetto delle loro cure, diventa il figlioletto mai avuto, il tenero "piccolo" da accudire e, dunque, da proteggere.
Facciano pure, quegli spudorati, purchè non vengano a disturbare l'Ordine delle priorità espresso dall'Operato di Dio!
L'animale ha la sua esatta collocazione nella scala del Creato. Ne sono state individuate varie tipologie, tra le quali quelle per aiutare, per cibare, per scaldare e per servire l'uomo.
L'animale procrea con istinto sessuale, senza che l'atto rappresenti il metodo mentale per avere figli. D'altronde, di ragionamenti mentali la bestia non è che ne faccia poi così tanti. Si limita a concepire l'ostacolo che ha davanti, definendolo come semplice preda o come predatore. Nella prima ipotesi, a seconda di come sente il proprio stomaco, attaccherà o lascerà correre; nella seconda ipotesi sarà lei a correre o a cercare riparo.
E' la cosiddetta "legge della giungla". Ma l'antagonismo è feroce anche tra i "civili ed urbani" cani e gatti, gatti e topi. E, se disputa c'è stata, alla fine, sarà sempre la morte l'immancabile spettatrice.
Gli animalisti vedono lo sperimentatore come colui che prova piacere ad inoculare un qualunque siero, per poi star lì ad aspettare impaziente per vederne l'effetto, a volte orrendo, prodotto sul corpo di quegli esseri. Percepiscono una forma di mostruosità nel comportamento e nell'atteggiamento di coloro che, con la medicina, ricercano benessere per l'uomo, a discapito della salute degli animaletti. Non distinguono l'importanza del beneficio prodotto dal sacrificio; vedono solo crudeltà.
sperimentazione-animale-2Ma non credo che l'animalista sia del tutto vegano,  o che rabbrividisca quando si allaccia la cintura di pelle o siede su un comodo divano di pelle. Mi domando solo come faccia a sopportare l'idea, di preferire dieci topi in vita piuttosto che la riuscita di una cura per dei bambini che soffrono.
Invece noi, che propendiamo per la magnificenza della vita dell'essere umano, siamo rispettosi anche delle pene dell'animale da sperimentazione e siamo fiduciosi che essi siano affidati a persone che amano il genere umano senza sentire il bisogno di brutalizzare il genere animale.
Il maltrattamento degli animali è tutta un'altra cosa, che esula dal rigore della sperimentazione.
Gli animalisti farebbero meglio a rivolgere la loro attenzione esclusivamente verso coloro che, gli animali, li usano come fossero giocattoli di pezza per i loro morbosi piaceri, verso coloro che sferrano calci o che li obbligano a partecipare a feroci battaglie, verso coloro che li abbandonano o che li rendono denutriti e sporchi.
Alle mille Caterina va tutto il mio appoggio morale, con la continua speranza che la sperimentazione animale continui ad apportare benefici e migliori la salute dell'uomo.


Questo articolo è Copyright © di IoNonMollo.it - Riproduzione vietata      - Pubblicato 7 anni fa -



Sperimentazione animale: Il vero confine tra il credere ed il presumere di essere umani.:
ha ricevuto 2 commenti. La partecipazione di soli 2 utenti determina che c'è scarso interesse per l'argomento.

  • Rita   Rita
       Valori: 2035 ....... Rango: Veterano

    Buon pomeriggio a tutti.
    Caro Vittorio, all’umanità appartengono solo le persone che per l’umanità sono capaci di provare vera sofferenza, tutte le altre, seppure abbiano sembianze simili, sono da considerare dei poveri fuorviati.
    Quale madre o padre, o sorella o fratello sarebbe pronto a condannare l’uso (perdonatemi la turpe parola, ma è la realtà) di qualche animale nella sperimentazione medica, sapendo che quel sacrificio potrebbe ridare speranze per la salute del proprio caro malato?
    Credetemi, NESSUNO!
    E se quegli imbecilli, che offendono e maledicono la povera Caterina, avessero loro la necessità di sperare, forse la smetterebbero, come è già successo, di stare dalla parte sbagliata.
    Come giustamente hai scritto tu, sono molti coloro che non sanno distinguere tra atrocità imposte agli animali e la serenità di coscienza dei nostri ricercatori. Essi pensano di dimostrare tutta la loro maturità e cultura civile, affidandosi alle semplici opposizioni, senza però mettere mai in ballo le loro personali coscienze.
    Io sono per la vita, a chiunque essa appartenga, ma tengo essenzialmente per la vita di chi la vita sa onorarla e sa rispettarla, con convinzione mentale e non solo per capacità biologica.
    Felice Anno a tutti voi ed a tutte le Caterina del mondo, augurando che le persone sappiano sempre rimettere in ordine la scala dei valori umani e spirituali.




  • Avatar   Buffalo
       Rango: Ospite

    Quando gli animalisti si infiammano per qualche topo che viene usato per la sperimentazione e la ricerca, meriterebbero che sui loro corpi e quelli dei loro cari si riversassero tutte quelle malattie per le quali non esistono cure, forse capirebbero che la sofferenza evitata all’essere umano è una benedizione di Dio.




Lascia un commento

Nota: Siamo spiacenti, ma solo gli Utenti che hanno effettuato il Login potranno pubblicare commenti; ecco perché l'area di testo per te non è visibile.
Non sei registrato? Allora fallo ... Registrati ... Potrai subito partecipare!