- In questo periodo la moderazione è affidata a: Rosaria, da Pozzallo (RG)

Sono le ore 08:20:56 ... Finora hai trascorso 0 secondo su questa pagina.
Grazie per il tempo che ci dedichi. Diventa uno dei nostri!.

Spostamento obbligato: IdV!

...

♣♣♣♣♣

La lettura di questo articolo richiede solo 2 minuti del tuo tempo ... Potrebbero valerne la pena!


Mostra il resto ...


Spostamento obbligato: IdV!:
ha ricevuto 11 commenti. La partecipazione di 11 utenti suscita discreto interesse per l'argomento.

  • Donato   Donato
       Valori: 1075 ....... Rango: Frequent User

    Giuro, non pensavo che la stupidità umana potesse arrivare ai livelli imposti da questo pseudo partito di pseudo intellettuali. Sono disgustato, amareggiato, deluso ed arrabbiato.
    E fra l’altro, non so nemmeno contro chi me la devo prendere!
    Questi signori credono davvero che le amministrative ed i referendum siano stati una loro vittoria. Non riescono a capire di quanto si stiano illudendo, credono di essere il resuscitato movimento e come movimento che fanno? FRENANO il deragliamento del governo!
    Se la loro “base” lascia passare anche questa tramvata che ha ricevuto, vuol proprio dire che tutta questa gente è completamente fuori di testa.
    Che schifo e che vergogna. Io di certo non mi riconosco in loro!

    0



  • Egidio   Egidio
       Valori: 230 ....... Rango: Esordiente

    Salute a tutti.
    Già ieri sera, al TG3, la presidente Bindi aveva accennato qualcosa a riguardo delle province.
    Il suo punto di vista sembrava differenziarsi da quello espresso oggi dal partito, mi chiedo dunque come farà a ricoprire ancora quella sua carica.
    E’ inutile. Ha ragione Di Pietro. Con questi non si và da nessuna parte ed è stato giusto chiedere al PD di esprimere anche con questo voto il loro pensiero, risultato poi scostante e separatista.
    Una volta tanto che anche il Terzo Polo era con l’opposizione, il sogno si spezza come d’incanto e chi è a spezzarlo? Bersani e la sua mania di politichese, sudicio e fuorviante.
    E’ il suo modo di essere Berlusconiano al contrario; quello vorrebbe tanti schiaffi sulla faccia, per quanto ce l’ha dura, Bersani invece merita esattamente l’opposto: tanti calci in culo, per quanto ce l’ha sempre tirato ed irrigidito dalla compressa gioia gaudente di servire!

    0



  • Renata   Renata
       Valori: 525 ....... Rango: User

    Buona notte amiche ed amici.
    Temo che la politica di sentimento e di abnegazione, sia ormai parte di un passato che tarda a ripresentarsi.
    Gli italiani gradiscono che si facciano delle cose che tornino utili al benessere sociale; tutte le basi dei partiti sarebbero d’accordo su alcune linee e convergerebbero uniti a trovare le opportune soluzioni.
    Dopo la figuraccia col proprio elettorato, collezionata anche stavolta dal PD, io mi chiedo se tutti i nostri “beneamati” onorevoli facciano o no ciò che la BASE vuole. Se, come temo, la risposta è NO, vorrei davvero sapere chi ci tiene dal rigettare in strada chiunque stia a sedere in Parlamento.
    Non fanno i nostri interessi. Il PD non fà gli interessi della popolazione di sinistra. Il PD ha voglia di assaporare di nuovo il potere e crede, come giustamente ha scritto Giacinto, di essere ad un passo dalla vetta della leadership politica. Bersani no sà quanto si sbaglia! O almeno io, come del resto ha dichiarato Donato, non riconosco come mie le loro decisioni.
    Ed inevitabilmente ci allontaniamo; ricomincia l’insofferenza, cresce il disinnamoramento verso il PD.
    Brutta storia, davvero una brutta storia!

    0



  • Mariano   Mariano
       Valori: 515 ....... Rango: User

    Buon giorno.
    Pensatela come vi pare, ma io ne ho quasi la certezza: I due partiti (PDL – PD) si parlano.
    Infatti è già accaduto che, al sommo della stranezza, proprio quando i Libertini non sono numericamente numerosi in Aula, avviene che i finti democratici si astengano dal votare qualsiasi cosa si debba votare contro il governo.
    Questa volta è addirittura capitato che ben 43 del PDL si sono anch’essi astenuti con altri 11 risultati assenti e 17 in missione. Far traballare il governo sarebbe stata cosa di poco impegno. Bastava votare come il ruolo impone.
    Ma i numeri, come al solito, hanno parlato chiaro ed hanno urlato la loro rabbia:
    Siete tutti STUPIDI e PAVIDI. Come potete permettere che vi prendano continuamente a pesci in faccia?!“.
    Come dar loro torto!

    0



    • Goffredo   Goffredo
         Valori: 525 ....... Rango: User

         In risposta a: Mariano

      Ciao a tutti.
      Sono pienamente d’accordo con te.
      Chi ha buona memoria ricorderà tutte le volte che il PD si è tirato indietro, proprio quando era il momento più favorevole. La stranezza è che gli uomini del PDL continuano ad assentarsi dalle votazioni, proprio come se sapessero a quale numero minimo devono fare riferimento, mentre per altre questioni sono sempre pronti ed obbligati a fare il pienone.
      Di Pietro ha perso un tantino di grinta, ma credo che l’abbia fatto per dare sfoggia della sua possibilità di politico “elegante”. E’ difficile immaginarlo tale, ma almeno lui ci prova per un pò e poi torna ad essere il martellatore di sempre. Anche con il lodo Mondadori infilato tra le pieghe del provvedimento. Se non fosse stato per l’IDV, a quest’ora l’assonnato presidente Napolitano avrebbe certamente firmato “ignaro” del camuffato contenuto.
      Comunque questi del PD sono tutti passi falsi e sono sicuro che il Terzo Polo gliela farà pagare in qualche prossimo appuntamento.

      0



  • Marina   Marina
       Valori: 840 ....... Rango: User

    Avete ormai esternate tutte le sensazioni. Leggervi equivale a farsi un’idea di come la parte buona dell’Italia pensa.
    Un’altra leggera osservazione, la mia. Da che è mondo, non ricordo di aver letto qualche cenno di storia o di insignificante attualità, con i quali si riportasse che una mente di sinistra abbia mai davvero pensato al popolo.
    Allo sfruttamento ed all’oppressione del popolo quelli si. La Russia attuale insegna.
    Troppo pochi gli “eletti” arci miliardari e milionari, mentre il 92% del popolo tira solo a campare e di quel 92% addirittura il 67% vive di stenti.
    Veramente bella la nuova Russia del “caro amico” Putin e della sua casta!
    Saluto tutti.

    0



  • Rita   Rita
       Valori: 2035 ....... Rango: Veterano

    Buona sera a tutti.
    Quando Bersani viene preso d’assalto, senza cioè che abbia il discorsetto ben preparato dal suo tirapiedi, spara certe idiozie che fanno solo dell’autolesionismo. Bravo segretario! Ora tutti sanno che il PD ha una propria proposta. Ma l’insignificante uomo (qualcuno di noi l’ha appellato così e la definizione gli calza a pennello) non si accorge che quando dice proposta, in effetti stà dicendo che ha una cosa da offrire.
    Ma allora! perché NON LA OFFRE?
    Forse vorrà tenerla in riserbo, per fare la sorpresa a Natale? O forse la proposta è talmente indecente da vergognarsi di averla ideata?
    Sappiamo tutti che il marchio della sinistra è quello di pensare ad aumentare le tasse ai cittadini. Immaginare che BOOM di grossa notizia sarebbe stata, se avessero votato a favore e dunque per la riduzione dei costi della politica.
    Ma Bersani lo ha detto, hanno una proposta, che però vogliono tenere tutta per loro. Forse tutto sarà rimandato di due anni, nell’attesa dei prossimi risultati elettorali. Ma non c’è da illudersi. Il segretario ha anche dichiarato che “bisogna ridurre ed accorpare le province“. Ridurre ed accorpare non vuol dire eliminare, ma soltanto spostare persone e loro mansioni in altri ambienti.
    L’omino dovrà spiegare, prima o poi, quale sarà il metro che determinerà quali province dovranno essere accorpate. Forse ciò avverrà, quando saprà dove collocare tutti i suoi numerosissimi amici, che vivono alla grande, trastullandosi tra i vari uffici provinciali e regionali.

    0



  • Elena   Elena
       Valori: 2945 ....... Rango: Veterano

    Buon sabato a tutti.
    Che Bersani sia il “niente” lo si sapeva; che il “niente” voglia sollevare dei polveroni a cose fatte, mi sembra quanto meno ridicolo.
    A neanche 72 ore dalla figuraccia imposta a tutto il PD, il segretario del “nulla” sbotta arroganza e presunzione, chiedendo al ministro Tremonti di chiarire i rapporti esistenti con il suo ex collaboratore, ora inquisito, Marco Milanese. Ma c’è di più! Addirittura ora e SOLO ORA, lontano da qualsiasi votazione, sbraita la richiesta delle dimissioni di tutto il governo.
    Un consiglio mi sento di darlo a questo uomo inutile: TACI Bersani. TACI!

    0



  • Umberto   Umberto
       Valori: 660 ....... Rango: User

    Buon giorno.
    Come dar torto all’indignazione ed allo sconcerto generale sollevato dal “viscido” comportamento del PD?
    Tutti siamo anche convinti che il governo “sia alla frutta” (come ha ben scritto la Redazione). Tant’è che anche tra i due ministri Tremonti e Brunetta non corre buon sangue, se il primo, a microfoni aperti, ha indirizzato al secondo appellativi del genere “scemo” e “cretino” durante la conferenza stampa sulla manovra.
    Ma domenica 10 luglio sarà anche una data da tenere ben presente. Infatti in quel giorno lo gnomo Brunetta, paciocchetto paciocchetto, convolerà a nozze con una signora votata alla santità. Ma quello che lo aspetta nella piazza del vescovado di Ravello, alle ore 17:00, non saranno solo fiori d’arancio, ma anche e soprattutto uova e pomodori marci, omaggiati da un nutrito numero di precari, provenienti da tutt’Italia.
    Se sarà un giorno da ricordare non si sà; certamente mister metà non lo dimenticherà, per un verso o per l’altro.
    Intanto, battuti in Parlamento da un amico traditore, quelli dell’IdV, per far capire che non scherzano mai, si stanno mobilitando per indire un altro referendum popolare, al fine di eliminare le province. Servono 50.000 firme; credo che ne raccoglieranno molte ma molte di più.
    Vai avanti Tonino!

    0



  • 10°
    Mario Cesta   Mario Cesta
       Valori: 2010 ....... Rango: Veterano

    Buon giorno.
    A sentire Fassino, senza però che lo “spilungone” accennasse al tanto segreto programma del PD, il suo partito dovrebbe presentare una complessa ed articolata proposta per l’annullamento di alcune decine di province. Da questa sua convinzione è scaturito tutto il dibattito effettuato l’altro ieri. E’ riuscito (sempre Fassino) a dichiarare che, per esempio, il PD mai sognerebbe di annullare la provincia di Bologna, di Torino, di Napoli e della stessa Roma. Bravo Fassino! Tre delle quattro province menzionate sono sotto il controllo del PD, come del resto molte altre. Scommetto che la tanto sospirata proposta che non arriva, scaturirà dalla febbrile selezione del tipo “si, questa provincia continua, no, questa provincia smette”. Si, se la provincia è rossa. No, se la provincia è di altro colore.

    0



  • 11°
    Antonio   Antonio
       Valori: 2485 ....... Rango: Veterano

    Scusatemi, ma devo proprio scriverlo: Quelli del PD sono dei rinxxxlioniti!
    E si, eh. Quando le parole te le tirano dai denti, questo è quello che fanno dire.
    La Camera aveva in votazione, se permettere alle donne l’uso del burqa o del velo.
    La maggioranza compatta ha votato NO. Si sono astenuti IdV, FlI ed UdC.
    Indovinate un po’ chi compatto ha votato SI: il PD!
    Brutti rinxxxlioniti (devo riscriverlo per forza). Si può essere più stupidi che incapaci?
    Come fanno a perdere sempre il treno questi poveri idioti?
    Cosa pensano? Di avere qualche voto di qualche extracomunitario islamico divenuto cittadino italiano? Non lo sanno che per un maschio islamico divenuto tale, altre due donne lo sono divenute ugualmente?
    Ma che partito di disfattisti e rincitrulliti. Dobbiamo dar fuoco alla sede romana, quando ci sono loro dentro.

    0




Lascia un commento

Nota: Siamo spiacenti, ma solo gli Utenti che hanno effettuato il Login potranno pubblicare commenti; ecco perché l'area di testo per te non è visibile.
Non sei registrato? Allora fallo ... Registrati ... Potrai subito partecipare!




Tutti i Diritti Riservati © 2009-2020 - Divieto di Riproduzione, anche se parziale.