Sono le ore 16:44:24 ... Finora hai trascorso 0 secondo su questa pagina.
Grazie per il tempo che ci dedichi. Diventa uno dei nostri!.

Tiziano Renzi: In arte #IoQuerelo

Accostamenti ... Comparazioni ... Necessità di distinguo ... Verbalità ... Ostentazione. Sono questi i vari passaggi quando si vuole introdurre un personaggio come Tiziano Renzi. Che il figlio ("il Bomba") lo ... ...
tiziano-renzi

Accostamenti ... Comparazioni ... Necessità di distinguo ... Loquacità ... Ostentazione.
Sono questi i vari passaggi quando si vuole introdurre un personaggio come Tiziano Renzi.
Che il figlio - ("il Bomba") - lo benedica in ogni sede e luogo, fa di Tiziano una retorica allarmante, visti i precedenti poco rassicuranti. Nulla deve e, quindi nulla può, pena preannunciata querela, essere accostabile alla famiglia Renzi.
Neppure l'oscura ascesa dell'insigne ed illustre berlusconi può essere comparata con la stranezza dell'acquisto effettuato dal Matteuccio di famiglia Renzi ... E non mi riferisco all'acquisto di "una casetta in Canadà", ma di una villa da un milione e quattrocento mila euro che il rampollo della famiglia Renzi ha acquistato, dopo aver candidamente e vaffanculisticamente dichiarato di possedere in banca solo 15.000 euro.

♣♣♣♣♣

La lettura di questo articolo richiede solo 2 minuti del tuo tempo ... Potrebbero valerne la pena!



Già, davvero prodigioso il "caro" Matteo Renzi (ha preso tutto dal babbo); con quel ridicolo gruzzolo il "Bomba" è riuscito ad accaparrarsi l'inverosimile.
E, pensa te ... Nessuno ha voluto indagare su come abbia fatto a versare una caparra, sembra, addirittura di 250.000 euro in contanti. Si sono sentite voci di "prestiti" bancari, fiduciari, mutui, etc. etc., ma restano solo voci, poiché sarebbe sconcertante, per chi ha concesso il credito, giustificarne l'erogazione viste le poche garanzie ricevibili. E se, garanzie sostanziose invece ci sono state, vuol dire che "il bomba" si prende costantemente gioco di tutti noi, dichiarando volutamente il falso, deridendoci.

Ma scrivevo di Tiziano. Personaggio torbido ed incappucciato, dall'aspetto oppresso, compresso, racchiuso, discostante, e forse perciò ripugnante ed offensivo. L'ho visto e sentito parlare una sola volta, per caso. Quel passarsi frequentemente il dito di striscio sotto il naso mentre parlava a bassa voce, me lo fece immaginare istantaneamente come il classico cospiratore, colui che la sta tramando, che la trappola la prepara da lontano e man mano te la pone sotto il piede.

Raccapricciante!

No, non credo ci possa essere qualche comparazione tra lui ed il padre del ministro di Maio. Tiziano le cose le fa perché le prepara. Antonio Di Maio le cose le fa perché gli capitano tra capo e noce di collo. Preterintenzionali. Specialmente se un lavoro è andato male, o non viene pagato bene, o per nulla. Si tira avanti, sperando che il successivo lavoro possa ripagare i danni del precedente. Ma nella nostra Italia le buone intenzioni finiscono sempre a puttane!

Tiziano Renzi ha dunque "sentito" - speciamente dopo l'affronto delle iene - la necessità del "distinguo". Nulla da eccepire, poteva farlo e lo ha fatto. Ma, con quale procedura? Con troppa voglia di raccontarsi, che mai è una necessità per chiarirsi e chiarire i fatti. Con la Loquacità si tenta di far scivolare un mucchio di parole verso un fossato di scarico, in modo che siano inservibili e non si debbano più riutilizzare. Dimenticate.

Solo dopo inizia l'ostentazione. Ma di che? Dell'ego, accidenti. Non è difficile intuirlo. L'ostentazione e l'ostinatezza della difesa della propria persona avvengono quasi ad oltranza. E, da lì in avanti, si comincia a sbagliare tutto. Si tirano in ballo anche avvenimenti e persone che c'entrano nulla con le risposte da dare. Ma vanno bene, fanno mucchio. Nella discarica.

Non però per quelli come me, quelli  che vogliono capire. Ed allora si ricomincia. Reinizializziamo ed analizziamo quegli scarti, poiché siamo ormai sicuri che qualcosa la contengono. E troviamo!

[envira-gallery id="13488"]

 

 


Questo articolo è Copyright © di IoNonMollo.it - Riproduzione vietata      - Pubblicato 2 anni fa -




Lascia un commento

Nota: Siamo spiacenti, ma solo gli Utenti che hanno effettuato il Login potranno pubblicare commenti; ecco perché l'area di testo per te non è visibile.
Non sei registrato? Allora fallo ... Registrati ... Potrai subito partecipare!