- In questo periodo la moderazione è affidata a: Rosaria, da Pozzallo (RG)

Sono le ore 13:38:13 ... Finora hai trascorso 0 secondo su questa pagina.
Grazie per il tempo che ci dedichi. Diventa uno dei nostri!.

Tutto è compiuto. Napolitano è un fallito ed indegno. Renzi docet!

...

♣♣♣♣♣

La lettura di questo articolo richiede solo 5 minuti del tuo tempo ... Potrebbero valerne la pena!


Mostra il resto ...


Tutto è compiuto. Napolitano è un fallito ed indegno. Renzi docet!:
ha ricevuto 11 commenti. La partecipazione di 12 utenti suscita discreto interesse per l'argomento.

  • Claudio   Claudio
       Valori: 2620 ....... Rango: Veterano

    Bravo Salvatore, io sono con te.
    Bisogna avere il coraggio di dire basta a questo schifo ed a questo scempio che lor signori ci offrono. Se vogliono chiamarci in guerra, allora guerra sia e vaffanculo il mondo intero.

    0



  • Luigi   Luigi
       Valori: 260 ....... Rango: Esordiente

    Buona domenica a tutti
    Anch’io sono d’accordo con Salvatore per tutto ciò che ha scritto.
    Mi sento tradito nell’orgoglio dell’italianità onesta e mai accetterò che un pregiudicato possa essere ricevuto da un Capo di qualsiasi Stato. Ci vuole rispetto e dignità quando si rappresentano milioni di cittadini. Il presidente napolitano (volutamente tutto al minuscolo) è una persona dal passato non chiaro ed i suoi attuali comportamenti ed atteggiamenti, ne descrivono appieno l’ambiguità e la non rispettabilità.
    Deve avvenire qualcosa che cambi subito rotta alle vicende nazionali, altrimenti arriveremo veramente al punto di non ritorno.
    Grazie signor presidente, per aver ulteriormente mortificato l’Italia.

    0



  • Elena   Elena
       Valori: 2945 ....... Rango: Veterano

    Buon giorno.
    Se qualcuno mi avesse detto che sarebbe accaduta la nefandezza avvenuta ieri, l’avrei preso per pazzo.
    Invece di pazzo s’è scoperto essercene un altro, il più irriguardoso ed il meno rispettoso: Giorgio Napolitano.
    E’ uno schifo inimmaginabile che un presidente della repubblica tenda la mano ad un pregiudicato. Qui le cose devono essere cambiate immediatamente, senza ulteriore indugio, senza dare a questi cialtroni della politica altre occasioni di offenderci.
    Ma non lo vedete tutti i giorni come ci trattano? Non vi accorgete del male enorme che stanno facendo all’Italia? Chi è senza dignità non può e non deve poter accostarsi alle mura delle nostre Istituzioni. Dobbiamo dire basta una volta per tutte. E questi inutili “teppisti della politica” capiscono un solo linguaggio: La violenza!
    Se pensano però che noi non ne siamo capaci, si sbagliano di grosso. Noi siamo un popolo mite, ma a tutto c’è un limite e loro, stavolta, lo hanno davvero superato.

    0



  • Barbara   Barbara
       Valori: 375 ....... Rango: Esordiente

    Buon mattino a tutti.
    Sono incredula ed amareggiata! Ieri sera s’è compiuto un misfatto sotto gli occhi di tutti, talmente grave da rendere vacillante tutto il Sistema Italia.
    Come se non fosse già bastato l’incontro tra Renzi ed il caimano ad oltrepassare abbondantemente il confine della morale, il presidente napolitano (anch’io lo scrivo volutamente in minuscolo, per significare la bassa qualità dell’individuo) ha pensato bene di dare il suo personalissimo contributo.
    Già siamo sconcertati del perché ad un pregiudicato venga mantenuta la facoltà di reggere le sorti di un partito politico, ma se allo stesso pregiudicato questa nostra democrazia permette che possa varcare la soglia del Quirinale, allora vuol dire che il nostro Sistema ha una falla enorme e che i nostri politici lo sapevano, ma nulla hanno fatto per cambiare questa volgarità, proteggendo, di fatto, lo status di chiunque di loro. E napolitano è uno di loro!
    Mi unisco allo sdegno espresso da chi mi ha preceduto con gli interventi.

    0



  • BenAng   BenAng
       Valori: 1965 ....... Rango: Frequent User

    Buon giorno a tutti.
    Oltre allo sdegno c’è solo l’indifferenza. Io provo indifferenza per un cialtrone come napolitano. Egli s’è dimostrato essere un pavido e squallido ometto, incapace di prendere una saggia decisione ed incapace di assumere una coerente posizione. Ne ha fatte davvero troppe e, oltre allo sdegno, per chi ancora nutre qualche briciolo di sentimento umanitario per lui, sappiate che ora muove solo grande orrore, senza meritare la minima vostra commiserazione.
    Lui pensa che i suoi novant’anni lo mettano nella posizione di “coloro che sono saggi” e altri saggi s’è sentito di nominare. Lui, l’infausto, lui, il profanatore di qualsiasi civile coesione, lui, il bestemmiatore della democrazia, lui, complice dell’assassinio della onorabilità.
    Meglio se avesse trascorso la sua vita tra zebre e babbuini.
    Incivile fascistoide!
    Bravo Salvatore, hai tutta la mia comprensione ed il mio appoggio.

    0



  • Emanuele   Emanuele
       Valori: 580 ....... Rango: User

    Buona sera.
    Non posso mancare nel dare il mio consenso ai sentimenti di Salvatore, sarebbe un affronto irreparabile.
    Oggi ho sentito tante voci e sono successe tante cose. C’è stato anche qualcuno che ha addirittura affermato che il vecchio presidente, in presenza del pregiudicato, abbia addirittura abbassato lo sguardo, ma non per non guardarlo neppure in faccia, no, sarebbe stato il minimo per un onest’uomo, ma semplicemente perché si sentiva a disagio, sottomesso davanti a quella illustre visione.
    Ho mandato a cagare il mio interlocutore ed ho smesso di ascoltarlo.
    Forse aveva anche ragione, ma io non ce la faccio a sopportare l’idea di avere come Presidente qualcuno di così poca stima.
    Invece sembra abbiano saputo ben comportarsi i collaboratori di Napolitano. Sembra infatti che verso il caimano non abbiano usato nè l’appellativo del titolo onorifico, nè quello che gli spettava da senatore, ma si sono rivolti al tappo chiamandolo semplicemente dottore.
    Però il dottor berlusconi era comunque là e stava di fronte alla più alta carica italiana.
    Se davvero Giorgio Napolitano avesse un briciolo di dignità, invece di correre a piagnucolare responsabilità, lo avremmo sentito urlare continuamente verso tutti i politici di darsi da fare per annullare tutte le prassi oscene che ancora esistono. Tra l’altro, avrebbe dovuto chiedere l’immediata verifica di costituzionalità della legge Italicum e subito procedere con le leggi sul conflitto d’interesse e sulla incandidabilità di qualsiasi indagato al secondo grado di Giudizio.
    Ci sono tante cose da fare in questo Paese, ma troppe di esse restano inevase e sostanzialmente a disposizione dei lestofanti.
    Bisogna che ci svegliamo una buona volta, rendendoci conto di dover accarezzare altre ipotesi e non solo quella del far piacere alla nostra immutevole ideologia. Il M5S potrebbe rappresentare davvero la scossa, di cui l’Italia ha urgente ed estrema necessità.

    0



  • Clelia   Clelia
       Valori: 285 ....... Rango: Esordiente

    Buon pomeriggio care amiche ed amici.
    Ho letto con attenzione tutte le invettive lanciate al’indirizzo del Capo dello Stato e sono rimasta allibita per la crudeltà delle espressioni. Quelle sono parole di fuoco, e mi ha fatto meraviglia constatare la facilità con cui sono state lanciate addosso ad un quasi secolare uomo.
    Se si comportasse davvero come voi sostenete, vorrebbe dire che lui si aspetta ancora molte cose, grandi ed importanti, perciò vorrebbe dire che gli è rimasta sotto pelle la smania di voler almeno partecipare, se non riuscisse ad esserne il diretto fautore. Ma, a mio modesto avviso, così non è. Giorgio Napolitano non aspetta più grandi eventi.
    Ormai sono gli eventi che aspettano lui ed è questa la mia più concreta presa d’atto.
    A 90 anni si ha desiderio di fare colazione, senza dover immaginare che fra breve potresti discutere di qualcosa che ti metterà lo stomaco di traverso. Il Presidente a breve lascerà ad altro il compito che lui inutilmente e pesantemente ha cercato di svolgere nel migliore dei modi, senza riuscirci. Ma lui tentava insistentemente di stuzzicare; voleva dare una spinta ed una motivazione, voleva offrire l’energia delle turbine a pieno regime e non fare la fine dell’asinello che, seppur in testa al carretto, lo traina semplicemente, ma con qualcuno che decide quali sentieri percorrere.
    perché dobbiamo far ricadere su di lui il peso delle colpe di questa orrenda politica?
    Venti anni di berlusconismo ci hanno infiammati ed intossicati. Ci ritroviamo spodestati delle più logiche prerogative ed oggi non siamo più in grado di reagire, così come facevamo prima, quando il politico veniva nelle sedi zonali e tu lo incontravi per elogiarlo o per “schiaffeggiarlo”.
    Ma l’avete visto il berluska? Avete osservato bene l’espressione che aveva in volto, appena uscito dall’incontro col Presidente?
    Osservate bene questa foto e ditemi se non siete anche voi colti da furore!
    berlusconi delinquente faccia da schiaffi dopo le consultazioni
    Prego la redazione di pubblicare qui sopra l’immagine che ho già inviato.
    Prendetevela con quella serpe. Prendetevela con quel mulo. E prendetevela, di più, con coloro che lo sostengono.

    0



  • Corrado   Corrado
       Valori: 1920 ....... Rango: Frequent User

    Buona sera a tutti.
    Oggi si resta stupiti e senza risposte, se ci si chiede come abbia fatto l’uomo Napolitano ad arrivare dove lui è arrivato.
    Ciò significa solo una cosa: Lui è stato messo là, perché serviva ad altri che lui andasse là, non quindi per conosciuti meriti acquisiti e conquistati. C’è stato messo una prima volta ed una seconda volta e sempre per questioni di perfidi calcoli e dichiarate convenienze.
    Il Presidente Napolitano gode della fiducia di pochi nostalgici pertiniani, che vedevano in lui l’altera e ferma somiglianza dell’amato predecessore. Ma, ahimè, delusione ed angoscia sono state le monete con cui ha ripagato quelle mai sopite attese, anche quando continuava a firmare decreti legge su decreti legge, senza mai rispedirli ai mittenti; anche quando aprì all’idea delle larghe intese, ci si accorse che i suoi intendimenti andavano oltre i semplici accordi. Si voleva rendere doppiamente forte il cane, in modo da consentire lunghi e tranquilli sonni al padrone.
    Non ho mai digerito Napolitano; mi è sempre rimasto indigesto, se non addirittura non deglutibile. Mi tornava sempre su, appena cercavo di trovare per lui un sapore che non mi ricordasse l’asettico. Ha preteso e voluto, obbligando e ricattando. Il pregiudicato gli ha dato ciò che si meritava a pieni voti: Il disprezzo delle persone.
    Non meravigliamoci se molti sono disposti a perdere il rispetto di sè stessi, anche quello è l’estremo segnale che l’odio verso il personaggio è arrivato al culmine. Il Presidente Napolitano non è solo la bieca figura di un passato, trascorso a mascherare la sua soddisfazione nel vivere sempre e solo sulle spalle dei miseri (portava avanti, senza ritegno, la ferma volontà a tassare i poveri – “Togliere un milione ad un ricco è assai difficile” diceva “Meglio togliere una lira ad un milione di fessi. E di fessi, qui in Italia, ce ne sono a vagonate”).
    Ma le cose brutte che lo riguardano e lo riguardavano, ha preteso ed ottenuto che fossero distrutte: Ma noi lo sappiamo, che tutto ha un costo e che, prima o poi si deve restituire il favore ricevuto.
    Presidente Napolitano, anche per me tu vali niente!

    0



  • Luigi   Luigi
       Valori: 390 ....... Rango: Esordiente

    Buona sera a tutti, il mio nome è Luigi, da Catania. Spero di trovarmi bene con voi, i presupposti ci sono tutti. Complimenti per il sito, è veramente ben fatto, e complimenti per l’ottima partecipazione.
    Anch’io, come quasi la totalità dei commentatori, ho provato un disagio notevole sapendo che il Presidente Napolitano avrebbe dovuto incontrarsi con Berlusconi, addirittura avrebbe dovuto accoglierlo nelle sue stanze. Non vi nego che la repulsione verso il caimano è arrivata a dei livelli di insopportabilità assurdi, pertanto questo mio sentimento mi vietava di pormi il problema su ciò che avrei fatto io, fossi stato al posto del Presidente; non avrei avuto titubanze
    In Italia ci sono tante persone che non riescono ad intuire quando qualcuno li sta prendendo in giro. Sono molto “leali” e pensano che altrettanto faccia il loro leader. Se Napolitano avesse cercato qualche scusa per evitare l’incontro, sono sicuro che le predette persone avrebbero sollevato un tale polverone, che per controllarlo sarebbe stato necessario il diluvio universale. L’accusa verso il Presidente sarebbe stata pesantissima e forse non totalmente infondata. Far durare l’incontro meno del previsto, poteva significare poca attenzione al ruolo rappresentanto , di conseguenza, la stessa, tipica ribellione; farlo durare più a lungo avrebbe fatto insorgere il popolo di sinistra, quindi l’unica soluzione era far partecipare più collaboratori all’incontro, in modo che fossero loro ad espletare convenevoli, formalità e tempi.
    Però il Presidente, da tutta la faccenda del cambio guardia a Palazzo Chigi, non ne esce certamente indenne.
    Come ha già scritto placidamente la gentile signora Clelia, il Presidente Napolitano non aspetta più grandi eventi.
    Sono quasi convinto che stavolta lui abbia già chiesto a sua moglie di chiudere gli scatoloni.
    Il ritiro è imminente. Lasciamo che sia il Buon Dio a stabilire come vivrà il resto della sua vecchiaia.
    Cappellacci ed il suo “mentore” sono stati traslocati, è l’evento premonitore che l’inizio della fine è arrivato. Occupiamoci di Renzi e di Grillo.

    0



  • 10°
    Manuela   Manuela
       Valori: 1775 ....... Rango: Frequent User

    Buon giorno a tutti.
    Chissà se Luigi gradirà il mio caloroso benvenuto; dalle sue parti credo che la temperatura abbia già i valori primaverili, aumentarla potrebbe non piacergli. E noi, qui, al freddo! Capite adesso, perché in Italia c’è sempre qualcuno che, con sacrosanta ragione, ha tutto il diritto di lamentarsi? Mannaggia alla disuguaglianza, mannaggia. Io voglio il SOOOOOLLEEEE!
    Complimenti a te, Luigi, per il tono garbato col quale ti esprimi. Per essere un siciliano, direi che il vostro risaputo carattere sta cambiando di parecchio. Bravo!
    Io non riesco ad essere così calma. A me viene subito da rompere qualche vetro. Soffro parecchio a sentire di ingiustizie e mal governo, perché quei tormenti arrivano proprio dalle persone che dovrebbero riflettere meglio a come evitarceli.
    Il “vecchio”, da buon napoletano, non ha tralasciato nemmeno una sceneggiata, pur di soddisfare la sua vanità e la sua voglia di protagonismo.
    Mi trattengo dal lanciargli parole d’accusa pesanti, solo perché ho iniziato questo mio intervento, plaudendo alla buona maniera di Luigi. Però si sappia che io detesto il Presidente Napolitano e che mi sento al fianco, ma forse addirittura con un passo avanti, a tutte le accuse mosse qui complessivamente.
    Se davvero Napolitano aspetta gli eventi, basterebbe andar loro incontro, alla svelta e con passo lesto, chissà che finalmente, non arrivi per noi una nuova e buona ventata di democrazia.
    Jamme giorgè, datte una mossa!

    0



  • 11°
    Marina   Marina
       Valori: 840 ....... Rango: User

    Benvenuto Luigi. Buona sera a tutti.
    Comincio subito chiarendo che io sono totalmente dalla parte di Salvatore, senza avere paura delle ritorsioni di sua maestà re giorgio.
    Io non sopporto che un anziano signore si prenda gioco di un’intera Nazione, facendo finta di non sapere ancora come gira il mondo. Napolitano a volte vuol sembrare il candido signorotto, che scopre le brutture che l’uomo è capace di compiere, come se venisse da un altro pianeta e come se la politica fosse una cosa astrusa per lui. Non mi faccia ridere, non ne ho la minima intenzione. Uno come lui, che ha vissuto di politica e con la politica, in tutti i sensi, compreso principalmente quello del suo sostentamento, non può permettersi di essere così ingenuo e non capire, prima ancora che le cose accadano, che in effetti accadranno. E se, realmente non ne fosse capace, allora vuol dire che è davvero un incompetente ed uno indegno di ricoprire un ruolo così prevalente e totalitario.
    Come giustamente s’è scritto, Renzi gli ha fissato i paletti e l’ha anche inchiodato alle sue responsabilità. E’ inutile che ora tutti a sinistra facciano finta di essere stati d’accordo e di aver preparato questo campo e questi risultati. Se non fosse piombato un altro arrivista, non si sarebbero rimesse nell’ombra certe sagome. Almeno a questo, Renzi è servito.
    Un’altra scelta che spero di apprezzare è il cambio al vertice del ministero dell’integrazione. Credo che Renzi si sia reso conto che attorno a sè ha tanti e tante VERE ITALIANE, senza dover sentire il bisogno di affidare l’incarico a qualche integrato di facciata. Mandi via la congolese e tutti i suoi familiari, che nel frattempo aveva fatto arrivare in Italia, con tanto di visto e probabile impiego.
    Aspettiamo di vedere Renzi al lavoro, poi si discuterà di come sostenerlo o come mandarlo all’inferno.

    0



  • 12°
    Giulio   Giulio
       Valori: 600 ....... Rango: User

    Buona sera a tutti. A Luigi è indirizzato anche da parte mia un caloroso benvenuto.
    Sto notando con un certo stupore che stavolta il nostro “vecchio” evita di intromettersi nella guerriglia in atto. Il PD è in uno stato di crescente fermento, per tutte le scelte di Renzi ed anche per non aver dimenticato come ha scalzato Letta, ma Napolitano non si degna di alcuna mossa, nè di qualche parola lanciata lì, per calmare gli animi e far riflettere la banda dei 101.
    Non c’è dimostrazione migliore di quella, per farci capire che al Presidente della Repubblica non interessa un fico secco delle sorti del neo Presidente del Consiglio. A dirla tutta si potrebbe supporre che Renzi gli risulta talmente indigesto, che stavolta, foss’anche che il Governo dovesse vacillare, non vedremmo suoi interventi e non sentiremmo sue parole per placare qualsiasi insurrezione. E pensare che Napolitano è sempre ben ascoltato dal PD, quindi potrebbe, volendo, come del resto ha sempre fatto, dare qualche disposizione.
    E’ inutile quindi qualsiasi ripensamento e qualsiasi altra ipotesi; la politica di oggi non è asservita allo scopo principale di migliorare la vita di tutti i cittadini, la si può invece definire con un solo aggettivo, senza avere il timore di cadere in errore: Sporca. La politica è sporca ed è fatta da uomini indegni.
    Sono anch’io convinto che alle prossime elezioni bisogna prendere altre strade ed il M5S sembra essere il partito che offre soluzioni più incoraggianti.

    0




Lascia un commento

Nota: Siamo spiacenti, ma solo gli Utenti che hanno effettuato il Login potranno pubblicare commenti; ecco perché l'area di testo per te non è visibile.
Non sei registrato? Allora fallo ... Registrati ... Potrai subito partecipare!




Tutti i Diritti Riservati © 2009-2020 - Divieto di Riproduzione, anche se parziale.