Nessuna pubblicità ... A sostenerci sono le nostre idee. Noi teniamo lontani Google e Facebook. Dillo in giro.

Scegli il Link col quale vuoi mettere alla prova le tue caratteristiche osservative:
corona-virus-cinese

SE NON RIESCI A VEDERLO, CLICCA SULL'IMMAGINE

salvini-il-salame-tra-prosciutti-e-coppe

SE NON RIESCI A VEDERLO, CLICCA SULL'IMMAGINE





Lo sappiamo, sei sorpreso:
Stai vedendo un Blog senza pubblicità!
È una nostra scelta, poiché crediamo che la libertà di espressione si ottenga davvero se non si hanno dipendenze.




Abbiamo scelto Mozilla Firefox.
Usalo anche tu!
Per noi si tratta di questioni
tecniche, di gradevolezza e di stile.
È l'unico sempre aggiornato alle ultime versioni di Flex LayOut
e dei CSS
! - Sono le 22:28:05 dell'ora legale (29 mar - 25 ott) - Oggi, 3 Giugno, è il 155° giorno del 2020 -

Riflettori su ...

Oggi - 03 Giugno 2020 - è il primo giorno di "riapertura" dell'Italia.
Dobbiamo esserne felici ... però, in giro, c'è tanta preoccupazione.


il duo lumbard: Fontana-Gallera Dopo appena un giorno - 26 maggio 2020 - che Italia Viva, per effetto dell'astensione dal voto in Giunta per le autorizzazioni, ha salvato (per il momento) Salvini dal processo per il caso "Open Arms", la regione Lombardia elegge la renziana Patrizia Baffi di IV a capo della Commissione d'inchiesta, che dovrà accertare la condotta assunta dal direttivo regionale durante tutto il periodo del coronavirus.
Neppure tentiamo di prendere in considerazione l'ipotesi che tutto si sia svolto secondo ferree discipline e scrupolose osservazioni; siamo fermamente convinti che siano stati stipulati accordi sottobanco tra Lega, Forza Italia, Frateli d'Italia e Renzino. Noi non temiamo di apparire malpensanti, agiremmo da ipocriti. Ed iprociti non siamo. Neppure tentiamo di essere comprensivi verso qualcuno; siamo dell'opinione che nessuno di loro si salvi!
Le ipotesi di verità che ci balenano nella testa e che consideriamo fondate e genuine, indicano apertamente che il partitino di Renzi "il Bomba" sta giocando sporco su due sponde, amoreggiando un po' a sinistra ed un po' a destra.
Per castigare quel malsano senatore servirebbero per davvero le elezioni; si potrebbe così sperare di far fuori lui e la sua gentaglia una volta per tutte, perché quelli bisogna farli fuori un po' alla volta, tutti insieme è impossibile.

Leggila tutta

Gallera Eccolo di nuovo! Gallera sembra convinto che lui rinvigorisca ad ogni sua nuova"cazzata". Ci ricorda moltissimo la Carfagna detta "Mara".
Ieri - 24 maggio 2020 - cercando di spiegare la casistica che vedeva un indice Rt (si pronuncia "erre con ti") lombardo pari a 0,51 - ha sparato un'altra delle sue, asserendo che quel valore indichi la probabilità per uno sano di rimanere infettato solo se sottoposto all'azione contemporanea di due contagiati.
Successivamente ha spiegato che si era espresso in modo così semplicistico, per essere il più possibile chiaro e comprensibile, in modo che tutti capissero il significato di quel valore. Beata spudoratezza!
Ed è stata proprio quest'ultima affermazione dell'assessore al Welfare a scatenare la giusta e drammatica ironia del Web. Molte sono state le sacrosante critiche (alle quali aggiungiamo la nostra), poiché appare evidente l'impreparazione e la faciloneria con le quali Gallera tenta di apparire presente ed utile. La regione Lombardia non merita di essere nelle mani di persone così ignoranti; ci auguriamo che in tempi molto brevi i lumbard capiscano che, aver scelto "i barbari" per il governo della regione, è stato un vero, grosso e grasso BIG ERROR!
- Per chiarezza: Rt è un parametro usato nei calcoli di statistica; il valore assunto da Rt identifica la probabile percentuale di trasmissione della malattia o dell'infezione, stabilendo quindi il numero dei probabili nuovi contagiati.
Rt a valore 1 significa che si è avuto o si potrà avere una propagazione dell'infezione con un rapporto di un nuovo contagio ogni vecchio contagiato, in altre parole significa che un contagiato, col suo atteggiamento, ha avvicinato e quindi contagiato al massimo un'altra pesona; se l'Rt fosse stato 2, il valore avrebbe significato che quella persona contagiata, col suo atteggiamento, ha provocato la propagazione del contagio su altre due persone. Se ne deduce che, più è alto il valore oltre l'UNO, maggiore sarà il numero risultante di nuovi contagiati.
Nel caso della Lombardia il valore 0,51 indica, invece, che l'effetto di una persona infetta potrebbe causare, in rapporto, l'infezione di una ipotetica mezza persona (1 infetto x 0,51 di Rt = 0,51 nuovo contagiato), per cui, che, l'effetto di due persone infette potrebbe causare un rapporto di contagio di una persona (2 infetti x 0,51 di Rt = 1,02 nuovo contagiato), ma SENZA CHE SI DEBBA AVVERARE LA CONDIZIONE (come ha asserito Gallera) che i due infetti debbano agire contemporaneamente sulla malcapitata persona sana, infatti BASTA l'azione di un solo infetto per contagiare un numero infinito di sani.

Leggila tutta

Clandestini No no no, così proprio non va. Così diamo taniche di benzina allo sciacallo Salvini, in modo che possa "abbuffarci 'a guallera" (direbbero a Napoli) con la manfrina dell'immigrazione incontrollata ed il conseguente forte rischio per i "suoi" italiani. Oltretutto, stavolta, noi stessi abbiamo l'obbligo di sentirci oltraggiati ed offesi da chi arriva, durante questi brutti tempi e senza invito, sulle nostre coste.
È accaduto oggi, 23 maggio 2020, il giorno di "Capaci", in Sicilia. Il sindaco di Agrigento, dopo essere stato informato che più di 400 immigrati erano stati visti fuggitivi e sparpagliati sulla costa, è subito corso lì con mascherine, vivande e bevande ad accogliere lo sa lui chi.
Ma ciò che realmente solleva indignazione è che nessuno della capitaneria s'era accorto dell'arrivo di uno o due barconi con a bordo quel gran numero di immigrati clandestini. Una nave (o due), non certo piccola, era arrivata sulle nostre sponde senza provocare allarmi, senza intercettazioni, senza controlli.
Sinceramente questa è la vera roba da sgomento, roba da rimanere increduli ed esterrefatti. Una vergogna tutta italiana!
Il comandante della Capitaneria di Porto sia immediatamente declassato a sguattero di sentina.

Leggila tutta

ZaiaOggi - 19 maggio 2020 - Il presidente del consiglio regonale del Veneto, durante una sua consueta conferenza stampa, ha espresso pareri abbastanza favorevoli sulla decisione del Governo di "aprire l'Italia", lasciando però alle singole direzioni regionali la scelta di cosa aprire e quando aprire.
Il solito neo da mettere in risalto, è lo zaiesco scivolone sulla classica buccia di banana, rappresentata stavolta dalla mancanza di cognizioni linguistiche in tema di elettrotecnica.
" ... Ogni Regione si assume la responsabilità di riaprire gradualmente, di riaccendere progressivamente quei singoli interruttori che erano stati spenti ... " Ebbene, qualcuno dello staff del presidente Zaia dovrebbe erudirlo che già gli impropri "accensione e spegnimento" sono gli effetti prodotti da un interruttore "azionato"; ci mancherebbe che fosse proprio l'interruttore a prendere fuoco!
Ecco un'altra prova che conferma come non sbagliavamo a definire Zaia un "paesanotto terra terra", salito troppo in alto grazie alla politica.

Leggila tutta

FicoOggi - 18 maggio 2020 - molte personalità della politica, della cultura e dello spettacolo esprimono con convinzione la loro solidarietà al mondo LGBT; lo ha fatto anche il Presidente della Camera dei Deputati on. Roberto Fico (poteva mancare?).
Béh, è proprio quest'ultima citata presenza che mi induce a riflettere sullo stato delle cose, concludendo che, argomentare differenze prendendo posizioni da "differente", è oggi l'invera destabilizzazione e discriminazione. E l'on. Fico destabilizza quando ci rammenta che già la nostra Costituzione "condanna" coloro che non aprono alla diversità sessuale.
Devo tuttavia far notare che, nel gennaio del 1948 (data dell'entrata in vigore della nostra Costituzione), nessuno sognasse di dover in Essa menzionare ipotetiche aperture agli atavici "froci ed affini", ne avrebbe pagato le conseguenze in termini di condanna sociale, per favoritismo ad una classe considerata "moralmente sporca", inavvicinabile!
Gli omosessuali erano persone considerate semplicemente "fuori" e da mantenere lontane dalla quotidianità, persone immorali che non potevano e non dovevano essere prese in considerazione. La convinzione di estraneare le persone omosessuali era piuttosto una esigente speranza di poterne ridurre la "diffusione numerica", con scopi ben precisi, quali quello di voler proteggere i giovani da un eventuale contagio e quello, ancor più pressante, di accontentare la Chiesa. D'altronde, allora e fino a tempi recenti, c'è da far notare che il numero degli omosessuali dichiarati era davvero molto ma molto contenuto.
In tutti i casi, quando nella Costituzione si faceva riferimento alla diversità sessuale, si intendeva alla disparità allora esistente tra uomo e donna; tant'è che, con quel richiamo costituzionale non si è affrontata la questione per risolverla, ma solo per dare spunto ai futuri legislatori di apportare eventuali future modifiche, fino a trovare, col tempo, specifiche norme che colmassero la disparità.
Porre su piani diversi i diritti costituzionali, i diritti fondamentali ed i diritti umani alimenta una certa confusione, poiché ognuno dei citati diritti è sacrosanto e deve essere riconosciuto innanzitutto come diritto inviolabile per ciascun individuo.

Leggila tutta

RenziAncora ed ancora ed ancora!
Ma chi è quel debosciato italiano che mantiene in vita un essere così spregevole come Matteo Renzi?
Matteo Renzi è uno che parla sempre a sproposito e mai senza anteporre il suo interesse; è una di quelle personcine per la quale non risultano infondati gli attributi "squallida ed infima". Dotato di bassissime qualità morali sue e, decisamente ora anche della sua famiglia, è colui che, giusto per inquadrarne la specie, invece di ritirarsi dignitosamente dalla politica, così come aveva dichiarato di fare, lo si ritrova ancora tra gli eletti senatori; Matteo Renzi è uno che pur di apparire non perde occasione di tornare ad attaccare a testa bassa, certamente non come un toro, disposto anche a morire combattendo, ma come il più balordo dei caproni.
Così, dopo l'affronto al PdC Conte con la sfacciata frase "Un presidente del Consiglio non può con proprio decreto cambiare la Costituzione", con la quale lo ha definito quasi pari ad un duce e dopo lo spavaldo attacco contro l'inerme ISS (Istituto Superiore Sanità, manco fosse la banda dell'Isis), reo, a suo dire, di aver scrupolosamente esortato all'apertura ponderata, prospettando diversamente un numero spaventoso di nuovi casi " ... 151.000 in Rianimazione se si riapre tutto? Folle, vogliono seminare panico", il baldanzoso figlio di #IoQuerelo torna ad incornare e stavolta, addirittura, indirizza le sue scheggiate corna contro ... i morti da coronavirus "... se i morti potessero parlare, ci direbbero di ripartire"
Solo il buffone Renzi e quelli come lui possono pensare che: - Chi governa responsabilmente con saggezza e con capacità di analisi possa voler essere duce - Chi mostra un minimo di sensatezza e scrupolosità professionali possa voler seminare panico e possa essere un folle - Chi ora non può più parlare, consiglierebbe di ripartire, quando, invece, urlerebbe soltanto "Renzi ... Mortacci tua!"
In realtà, sono le grottesche parole del "BOMBA" ad essere molto più pericolose e certamente idonee a seminare l'effettiva morte. Non ascoltatelo!

Leggila tutta

CoronavirusAd oggi, 18 aprile, sono ancora tanti, troppi, i nuovi contagiati che ogni giorno incrementano la già altissima cifra. Cosa sta accadendo? Cosa non funziona?
Se avessimo davvero seguito il blocco imposto dal Governo, a quest'ora, non scrivo che dovremmo esserne fuori, ma che, almeno, dovremmo vedere ridursi notevolmente il numero dei nuovi contagiati di ogni giorno. Invece nulla ... Continuiamo ad infettarci ... ed a morire!
Ma quel che preoccupa, visto che la media nazionale dei deceduti rispetto ai contagiati è di 1 su 8, è che, già solo prendendo in esame il numero degli attuali contagiati, si possano verificare ulteriori 13.471 decessi (107.771 / 8 = 13.471). Ancora moltissimi morti. Ma la vogliamo smettere di essere così arrogantemente stupidi e deleteri?
Non fidatevi del "tono rilassato" di alcuni media, siamo ancora nel braciere ... State a casa, cazzo ... Altro che apertura!

Leggila tutta

Riflettori su ...


il duo lumbard Fontana-Gallera Dopo appena un giorno - 26 maggio 2020 - che Italia Viva, per effetto dell'astensione dal voto in Giunta per le autorizzazioni, ha salvato (per il momento) Salvini dal processo per il caso "Open Arms", la regione Lombardia elegge la renziana Patrizia Baffi di IV a capo della Commissione d'inchiesta, che dovrà accertare la condotta assunta dal direttivo regionale durante tutto il periodo del coronavirus.
Neppure tentiamo di prendere in considerazione l'ipotesi che tutto si sia svolto secondo ferree discipline e scrupolose osservazioni; siamo fermamente convinti che siano stati stipulati accordi sottobanco tra Lega, Forza Italia, Frateli d'Italia e Renzino. Noi non temiamo di apparire malpensanti, agiremmo da ipocriti. Ed iprociti non siamo. Neppure tentiamo di essere comprensivi verso qualcuno; siamo dell'opinione che nessuno di loro si salvi!
Le ipotesi di verità che ci balenano nella testa e che consideriamo fondate e genuine, indicano apertamente che il partitino di Renzi "il Bomba" sta giocando sporco su due sponde, amoreggiando un po' a sinistra ed un po' a destra.
Per castigare quel malsano senatore servirebbero per davvero le elezioni; si potrebbe così sperare di far fuori lui e la sua gentaglia una volta per tutte, perché quelli bisogna farli fuori un po' alla volta, tutti insieme è impossibile.

Riflettori su ...


Gallera Eccolo di nuovo! Gallera sembra convinto che lui rinvigorisca ad ogni sua nuova"cazzata". Ci ricorda moltissimo la Carfagna detta "Mara".
Ieri - 24 maggio 2020 - cercando di spiegare la casistica che vedeva un indice Rt (si pronuncia "erre con ti") lombardo pari a 0,51 - ha sparato un'altra delle sue, asserendo che quel valore indichi la probabilità per uno sano di rimanere infettato solo se sottoposto all'azione contemporanea di due contagiati.
Successivamente ha spiegato che si era espresso in modo così semplicistico, per essere il più possibile chiaro e comprensibile, in modo che tutti capissero il significato di quel valore. Beata spudoratezza!
Ed è stata proprio quest'ultima affermazione dell'assessore al Welfare a scatenare la giusta e drammatica ironia del Web. Molte sono state le sacrosante critiche (alle quali aggiungiamo la nostra), poiché appare evidente l'impreparazione e la faciloneria con le quali Gallera tenta di apparire presente ed utile. La regione Lombardia non merita di essere nelle mani di persone così ignoranti; ci auguriamo che in tempi molto brevi i lumbard capiscano che, aver scelto "i barbari" per il governo della regione, è stato un vero, grosso e grasso BIG ERROR!
- Per chiarezza: Rt è un parametro usato nei calcoli di statistica; il valore assunto da Rt identifica la probabile percentuale di trasmissione della malattia o dell'infezione, stabilendo quindi il numero dei probabili nuovi contagiati.
Rt a valore 1 significa che si è avuto o si potrà avere una propagazione dell'infezione con un rapporto di un nuovo contagio ogni vecchio contagiato, in altre parole significa che un contagiato, col suo atteggiamento, ha avvicinato e quindi contagiato al massimo un'altra pesona; se l'Rt fosse stato 2, il valore avrebbe significato che quella persona contagiata, col suo atteggiamento, ha provocato la propagazione del contagio su altre due persone. Se ne deduce che, più è alto il valore oltre l'UNO, maggiore sarà il numero risultante di nuovi contagiati.
Nel caso della Lombardia il valore 0,51 indica, invece, che l'effetto di una persona infetta potrebbe causare, in rapporto, l'infezione di una ipotetica mezza persona (1 infetto x 0,51 di Rt = 0,51 nuovo contagiato), per cui, che, l'effetto di due persone infette potrebbe causare un rapporto di contagio di una persona (2 infetti x 0,51 di Rt = 1,02 nuovo contagiato), ma SENZA CHE SI DEBBA AVVERARE LA CONDIZIONE (come ha asserito Gallera) che i due infetti debbano agire contemporaneamente sulla malcapitata persona sana, infatti BASTA l'azione di un solo infetto per contagiare un numero infinito di sani.

Riflettori su ...


Clandestini No no no, così proprio non va. Così diamo taniche di benzina allo sciacallo Salvini, in modo che possa "abbuffarci 'a guallera" (direbbero a Napoli) con la manfrina dell'immigrazione incontrollata ed il conseguente forte rischio per i "suoi" italiani. Oltretutto, stavolta, noi stessi abbiamo l'obbligo di sentirci oltraggiati ed offesi da chi arriva, durante questi brutti tempi e senza invito, sulle nostre coste.
È accaduto oggi, 23 maggio 2020, il giorno di "Capaci", in Sicilia. Il sindaco di Agrigento, dopo essere stato informato che più di 400 immigrati erano stati visti fuggitivi e sparpagliati sulla costa, è subito corso lì con mascherine, vivande e bevande ad accogliere lo sa lui chi.
Ma ciò che realmente solleva indignazione è che nessuno della capitaneria s'era accorto dell'arrivo di uno o due barconi con a bordo quel gran numero di immigrati clandestini. Una nave (o due), non certo piccola, era arrivata sulle nostre sponde senza provocare allarmi, senza intercettazioni, senza controlli.
Sinceramente questa è la vera roba da sgomento, roba da rimanere increduli ed esterrefatti. Una vergogna tutta italiana!
Il comandante della Capitaneria di Porto sia immediatamente declassato a sguattero di sentina.

Riflettori su ...


ZaiaOggi - 19 maggio 2020 - Il presidente del consiglio regonale del Veneto, durante una sua consueta conferenza stampa, ha espresso pareri abbastanza favorevoli sulla decisione del Governo di "aprire l'Italia", lasciando però alle singole direzioni regionali la scelta di cosa aprire e quando aprire.
Il solito neo da mettere in risalto, è lo zaiesco scivolone sulla classica buccia di banana, rappresentata stavolta dalla mancanza di cognizioni linguistiche in tema di elettrotecnica.
" ... Ogni Regione si assume la responsabilità di riaprire gradualmente, di riaccendere progressivamente quei singoli interruttori che erano stati spenti ... " Ebbene, qualcuno dello staff del presidente Zaia dovrebbe erudirlo che già gli impropri "accensione e spegnimento" sono gli effetti prodotti da un interruttore "azionato"; ci mancherebbe che fosse proprio l'interruttore a prendere fuoco!
Ecco un'altra prova che conferma come non sbagliavamo a definire Zaia un "paesanotto terra terra", salito troppo in alto grazie alla politica.

Riflettori su ...


ficoOggi - 18 maggio 2020 - Molte personalità della politica, della cultura e dello spettacolo esprimono con convinzione la loro solidarietà al mondo LGBT; lo ha fatto anche il Presidente della Camera dei Deputati on. Roberto Fico (poteva mancare?).
Béh, è proprio quest'ultima citata presenza che mi induce a riflettere sullo stato delle cose, concludendo che, argomentare differenze prendendo posizioni da "differente", è oggi l'invera destabilizzazione e discriminazione. E l'on. Fico destabilizza quando ci rammenta che già la nostra Costituzione "condanna" coloro che non aprono alla diversità sessuale.
Devo tuttavia far notare che, nel gennaio del 1948 (data dell'entrata in vigore della nostra Costituzione), nessuno sognasse di dover in Essa menzionare ipotetiche aperture agli atavici "froci ed affini", ne avrebbe pagato le conseguenze in termini di condanna sociale, per favoritismo ad una classe considerata "moralmente sporca", inavvicinabile!
Gli omosessuali erano persone considerate semplicemente "fuori" e da mantenere lontane dalla quotidianità, persone immorali che non potevano e non dovevano essere prese in considerazione. La convinzione di estraneare le persone omosessuali era piuttosto una esigente speranza di poterne ridurre la "diffusione numerica", con scopi ben precisi, quali quello di voler proteggere i giovani da un eventuale contagio e quello, ancor più pressante, di accontentare la Chiesa. D'altronde, allora e fino a tempi recenti, c'è da far notare che il numero degli omosessuali dichiarati era davvero molto ma molto contenuto.
In tutti i casi, quando nella Costituzione si faceva riferimento alla diversità sessuale, si intendeva alla disparità allora esistente tra uomo e donna; tant'è che, con quel richiamo costituzionale non si è affrontata la questione per risolverla, ma solo per dare spunto ai futuri legislatori di apportare eventuali future modifiche, fino a trovare, col tempo, specifiche norme che colmassero la disparità.
Porre su piani diversi i diritti costituzionali, i diritti fondamentali ed i diritti umani alimenta una certa confusione, poiché ognuno dei citati diritti è sacrosanto e deve essere riconosciuto innanzitutto come diritto inviolabile per ciascun individuo.

Riflettori su ...


renziAncora ed ancora ed ancora!
Ma chi è quel debosciato italiano che mantiene in vita un essere così spregevole come Matteo Renzi?
Matteo Renzi è uno che parla sempre a sproposito e mai senza anteporre il suo interesse; è una di quelle personcine per la quale non risultano infondati gli attributi "squallida ed infima". Dotato di bassissime qualità morali sue e, decisamente ora anche della sua famiglia, è colui che, giusto per inquadrarne la specie, invece di ritirarsi dignitosamente dalla politica, così come aveva dichiarato di fare, lo si ritrova ancora tra gli eletti senatori; Matteo Renzi è uno che pur di apparire non perde occasione di tornare ad attaccare a testa bassa, certamente non come un toro, disposto anche a morire combattendo, ma come il più balordo dei caproni.
Così, dopo l'affronto al PdC Conte con la sfacciata frase "Un presidente del Consiglio non può con proprio decreto cambiare la Costituzione", con la quale lo ha definito quasi pari ad un duce e dopo lo spavaldo attacco contro l'inerme ISS (Istituto Superiore Sanità, manco fosse la banda dell'Isis), reo, a suo dire, di aver scrupolosamente esortato all'apertura ponderata, prospettando diversamente un numero spaventoso di nuovi casi " ... 151.000 in Rianimazione se si riapre tutto? Folle, vogliono seminare panico", il baldanzoso figlio di #IoQuerelo torna ad incornare e stavolta, addirittura, indirizza le sue scheggiate corna contro ... i morti da coronavirus "... se i morti potessero parlare, ci direbbero di ripartire"
Solo il buffone Renzi e quelli come lui possono pensare che: - Chi governa responsabilmente con saggezza e con capacità di analisi possa voler essere duce - Chi mostra un minimo di sensatezza e scrupolosità professionali possa voler seminare panico e possa essere un folle - Chi ora non può più parlare, consiglierebbe di ripartire, quando, invece, urlerebbe soltanto "Renzi ... Mortacci tua!"
In realtà, sono le grottesche parole del "BOMBA" ad essere molto più pericolose e certamente idonee a seminare l'effettiva morte. Non ascoltatelo!

Riflettori su ...


coronavirusAd oggi, 18 aprile, sono ancora tanti, troppi, i nuovi contagiati che ogni giorno incrementano la già altissima cifra. Cosa sta accadendo? Cosa non funziona?
Se avessimo davvero seguito il blocco imposto dal Governo, a quest'ora, non scrivo che dovremmo esserne fuori, ma che, almeno, dovremmo vedere ridursi notevolmente il numero dei nuovi contagiati di ogni giorno. Invece nulla ... Continuiamo ad infettarci ... ed a morire!
Ma quel che preoccupa, visto che la media nazionale dei deceduti rispetto ai contagiati è di 1 su 8, è che, già solo prendendo in esame il numero degli attuali contagiati, si possano verificare ulteriori 13.471 decessi (107.771 / 8 = 13.471). Ancora moltissimi morti. Ma la vogliamo smettere di essere così arrogantemente stupidi e deleteri?
Non fidatevi del "tono rilassato" di alcuni media, siamo ancora nel braciere ... State a casa, cazzo ... Altro che apertura!

coronavirus-news

Situazione CoronaVirus:
Dal report sottostante si può ben rilevare come tutti i nuovi valori ci stiano confortando e ci indichino che il peggio sia passato .
coronavirus-situazione
02 Giugno: CORAGGIO ... DA DOMANI SI RICOMINCIA LA NOSTRA VITA!

Italia
Italia
I  
LOVE
  ITALY


Autotrasportatori
Incoscienti
autotrasportatori-incoscienti
È sempre la stessa storia:
Gli interessi innanzitutto!

Il vero grosso errore da addebitare al Governo è di non aver fermato il trasporto su ruote, un lavoro che permette a molte persone (gli autisti) di spostarsi da un posto all'altro, frequentando ristoranti, bar, toilettes e ... magazzinieri. Estremamente Facile Contagiare!

salvini confuso
meloni sbigottita
LO SCIACALLO BUFFONE LE SPARA COME MEGLIO GLI SUGGERISCE IL MOMENTO

Il grasso sciacallo Salvini sciacalla anche in questi terribili giorni; è incredibile come non riesca a capire cosa significhi far gioco di squadra, o partecipare il dolore di tutta una Nazione.
Come fa a rimanere "capitano" quando, proprio durante una tempesta, indirizza la sua ciurma contro gli scogli?

Della serie:
Come mettersi in mostra!

Il caso è quello dello studente egiziano Zaki, che per sei mesi ha frequentato una università italiana.
Roberto Saviano, il nullafacente e nullapensante, a tempi quasi stabiliti, ha necessità di rimettersi a nuotare per restare a galla. Stavolta s'è, addirittura, inventato una cittadinanza italiana da regalare ai giovani maltrattati ed arrestati nei loro Paesi d'origine (come è appunto accaduto a Zaki).
Ma sì, concediamogliela, tanto, che fa? ... La nostra cittadinanza vale talmente poco, che la si può "regalare" senza che il gesto provochi emozioni, sia a chi la concede, sia a chi la riceve.

roberto-saviano

top news

Preghiera: Che spariscano i tre Matteo!

i tre Matteo

- Matteo Salvini dovrebbe sparire, perché, tornato in Calabria per "ringraziare" chi ha votato Lega, ha promesso: "Appena torniamo al governo, le frontiere non le chiudiamo, le sigilliamo!".
Già, bella idea. Peccato che, così facendo, toglierà agli italiani l'unica possibilità di salvarsi: Scappare fuori confine! Altro che "prima gli italiani!".
- Matteo Renzi dovrebbe sparire, perché vuole bloccare la legge contro l’abuso delle querele fatte da chi vuole intimidire, poiché oggi, se la querela risultasse infondata, il querelante non avrebbe ripercussioni.
Lui di querele per diffamazione ne ha fatte tante ... Fin troppe ... Fino a gongolarsi asserendo che "... con le cause mi ci pago tre case".
E non basta! ... Il "BOMBA" si oppone anche all'accordo raggiunto dagli altri partiti di governo (M5S,Pd e Leu), con il quale sono stati definiti i tempi dei processi, nonché il blocco della prescrizione dopo il secondo grado di giudizio (non dimenticare che il senatore ha i due genitori già condannati in primo grado). Lui, che si dichiara garantista, vorrebbe sì garantire, ma vorrebbe garantire di farla franca solo a coloro che possono pagare un costoso avvocato che, adottando strategie che prolunghino il tempo del processo, riesca infine a farlo prescrivere. Evviva la giustizia renziana!
- Il Matteo "don" dovrebbe sparire, poiché sta sulle palle a tutti per come, a 80 anni suonati, monta veloce sulla bicicletta.
Ehi, Terence ... Fa' svelto come ti pare, ma prima, presta almeno attenzione che il sellino sia su, sai come è ... Non vorremmo trovarti in...filzato!

top news

Oliviero Toscani, il fotografo con la testa fuori focus


oliviero-toscani

Sappiamo cosa è capace di dire Oliviero Toscani; sappiamo anche quanto sia rincitrullito Oliviero Toscani!
Dare, quindi, la possibilità ad un rincitrullito di diffondere il suo debosciato pensiero, è un errore gravissimo, che andrebbe punito con l'allontanamento di chi gli ha offerto un microfono.
"Ma a chi interessa che caschi un ponte? Ma smettiamola!
Queste sono le frasi che hanno fatto crollare ogni speranza che la salute mentale del fotografo Toscani non fosse compromessa.
È fuori di testa, vecchio ed ormai incontrollabile; devoto, fra l'altro, più alla lurida ideologia leghista che a quella di sinistra.
Dovrebbe crollargli sul cranio tutta la sua camera oscura, piuttosto che un ponte all'aperto!


top news

Ahi ahi ahi ... Che Batosta!


la-rossa-punisce-salvini

Lo sciacallo è stato fermato in Emilia Romagna ... Ridimensionato drasticamente in Calabria!
C'è voluta una barriera umana per fermare la stupida presunzione di un megalomane, con tendenze a spadroneggiare.
Certamente a fare la differenza ha pesato moltissimo il movimento delle Sardine; senza la loro presenza, sarebbero state molto meno le coscienze risvegliate e pronte, stavolta, a votare.
Ma va bene tutto, l'importante è che il pazzoide Salvini sia stato bloccato, bastonato e castigato. Ciò che sarà necessario fare, si vedrà già da subito.
Tutt'altro discorso va fatto sui risultati ottenuti dai 5 Stelle alle elezioni regionali finora svolte. Infatti non si capisce come un partito che sta al governo nazionale e che rappresenta il partito di maggioranza relativa alle camere, non sia riuscito ad accaparrarsi il governo di qualche regione.
È del tutto evidente che per il M5S le dimostrazioni ricevute siano tutte di disinnamoramento glaciale.


top news

Zingaretti e l'ennesima presa in giro della sinistra


zingaretti-e-la-presa-per-il-culo

Già ... Zingaretti le pensa tutte al contrario. Secondo lui è corretto che il cambiamento vada fatto dopo l'evento più importante, proprio per garantirsi quei voti che, forse, per colpa del cambiamento non condiviso, non gli arriverebbero.
Conviene senz'altro effettuare il cambiamento dopo le elezioni in Emilia-Romagna, dopo cioè che in quella regione, simbolo dell'egemonia della sinistra, sarà ri-consolidato il vecchio assetto del PD. Sempre se, come previsto, sarà la sinistra a vincere!
Il nervosismo che nasce in me nel leggere questa ennesima buffonata, dipende soprattutto dalla sfacciataggine, dall'arroganza e dalla faciloneria con le quali, personaggi come Zingaretti, cercano di rinnovarsi. Ma, mi chiedo ... Può esserci rinnovamento se le teste al comando sono sempre le stesse? Quale svolta potrebbero dare "i vecchi signori" ad un partito che cambierà solo il nome?
Qualche nuova idea, certo, ma sempre cosa che, volendo non speculare, potrebbe essere attuata anche nell'esistente PD.


top news

Finiti i soldi di fondazione e prestito, "il bomba" cerca altro per pagare i suoi debiti


renzi-mutui-pagati-con-cause

Non è solo una questione di etica ... Quella di far parlare Renzi e permettergli di insultare l'intelligenza delle persone è, da parte dei media in generale, la conferma che il loro potere sia diventato una ostentata dimostrazione di depravazione.
Infatti, è con depravazione che spingono le loro interviste, giusto per creare loro stessi "casi contorti". E Matteo Renzi è la persona ideale per prestarsi alle loro macchinazioni, riuscendo finanche a dare fiato all'orripilante pensiero di un fallito.
DISONORE PER LA POLITICA ITALIANA.


top news

Lega - FdI - FI: Gli indegni


lega-fdi-fi-gli-indegni

30/10/2019 - Non si tratta più di dover accettare democraticamente le decisioni che alcune forze politiche assumono; qui si tratta piuttosto di verificare fino a che punto alcune forze politiche intendono portarsi avanti nello scontro.
E che lo scontro esse cerchino, non vi sono dubbi!
Uno scontro bestiale, di quelli che una società civile come quella italiana, mai dovrebbe lasciare passare.
Lega - FdI - FI sono lo schifo ed il ribrezzo di questa nostra politica, poiché, con l'ultimo affronto alla senatrice Liliana Segre, s'è consumato lo scempio con cui le forze demoniache di destra si manifestano, non solo contro le ideologie politiche, ma addirittura contro l'umanità in generale.
Se lo ricordino quelli che hanno votato, che votano e che hanno intenzione di votare a destra: Lega - FdI - FI sono BESTIE!
Esse sono persone infette dalla 'rogna del razzismo', che mai le farà ragionare con dignità.


top news

Saranno capaci di ben organizzare, senza essere comandati?


i-tre-vincenti

28/10/2019 - Ogni nostro timore immancabilmente si avvera.
Non è con soddisfazione che ammettiamo la cruda verità, poiché quella nostra previsione l'abbiamo definita "paura".
Il centro destra, con tutte le sue tortuose ed aggrovigliate forze ha espugnato anche l'Umbria.
Era prevedibile e certamente una soluzione attesa, visti i recenti episodi di mal governo della regione da parte del PD. Arresti, denunce, furti e vandalismo della pubblica cosa; insomma un vero scempio.
Il cambiamento era quindi nell'aria, appurato il malcontento verso il partito di sinistra; ma nessuno s'è accorto di quanto più grave sia quest'altra svolta.
S'è notata comunque una certa percentuale alta di "aficionados" al PD, nonostante la bruttissima ed insoddisfacente amministrazione di tutti i decenni passati. È un risultato che fa ben capire come anche chi ha sofferto tantissimo, in fondo in fondo, non è capace di metter su la schiena. Quasi il 22% degli umbri votanti hanno continuato a scegliere il PD, nonostante quel partito sia stato la peggiore causa della disperazione di quel popolo.
E che c'entrava il M5S con la rabbia umbra? Perché punirli così duramente e platealmente, fino a farli scivolare sotto la soglia del 10%? Li ha preparati Salvini? Salvini è stato capace di inculcare nelle loro menti il peggio del peggio di quel Movimento? Dare addosso al M5S è stata la dimostrazione di quanto gli umbri diano credibilità a Salvini, tanto da eliminare il suo più temibile avversario? Tutto sembra confermarlo. In Umbria si sono ottenuti molti rsultati; tra questi anche il tentativo riuscito di voler subito far dividere i due partiti dell'attuale maggioranza, facendo loro credere che l'unione non sarebbe ben vista dal popolo elettore. Di Maio: "Allearci non conviene". Il pesce ha abboccato!
E loro? Salvini e company? Saranno capaci di ben organizzare tutte quelle regioni, senza la necessità di prendere ordini da chi li ha finanziati?

top news

Salvini, sempre più zotico


i-tre-vincenti

25/10/2019 - L'Umbria non è tipicamente una terra di pensatori; Salvini e Meloni faranno man basso di quelle menti facilmente abbindolabili.
Però, a maggior ragione, quei due dimostreranno quanto essi siano falsi, poiché sono costretti a promettere qualcosa che già adesso non potrebbero promettere. "Quando andremo al governo ... " - "Se mi fate vincere, io vengo ad abitare qui ... ".
Queste sono esternazioni tipiche, che dovrebbero suscitare dei grossi dubbi nelle teste degli elettori umbri; esse sono la dimostrazione di quanto disperato sia il bisogno del duo di destra di poter e dover dare un segnale forte all'attuale maggioranza di governo: Una loro vittoria!
Questo prossimo scontro elettorale in Umbria non sarà politico, ma molto improntato sulla rivincita personale dello zotico arrabbiato, arruffato, ingozzato Salvini e di una piccoletta - la romanaccia che se ne sbatte di parlare come se fosse sempre nel suo ghetto romano - in cerca del suo momento d'oro.
Quei due accetteranno alleanze con cani e porci pur di averla vinta, ignari che l'italiano medio (non certo l'ottuso umbro), è semplicemente stanco delle bugie di tutti, delle manovre di potere, degli assalti alla democrazia.

top news

Salvini, il vandalo, occupa Roma


salvini-il-vandalo

18/10/2019 - Domani saremo costretti ad affrontare un altro sopruso. I partiti di destra, compatti, si raduneranno per "dettare" condizioni allo Stato Democratico Italiano.
Domani sarà il giorno che tutti noi ricorderemo come "il giorno della vergogna".
I partiti di destra, coalizzati nel nome di Matteo Salvini Leader, occuperanno Piazza San Giovanni in Roma, per far sentire la loro voce. Insieme ai soliti di destra (Lega - FdI - FI) sarà ammessa anche Casa Pound, cioè la destra estrema, più propriamente detti fascisti.
Questa è la risposta del "democratico e religioso" sciacallo; il salvini di domani sarà il vandalo della nostra democrazia.
Tutti noi dovremmo sentirci in obbligo di fermare il suo insulto e ricacciargli in gola le sue schifose ostilità.

top news

Attori consumati, ma ominicchi di strada


zingaretti-richieste-crisi-di-governo

20/08/2019 - Ma perché al PD ed a Zingaretti nessuno dice che sono sbruffoni e che un partito di minoranza non può sentirsi più importante del partito di maggioranza?!
Zingaretti "bocca larga" ce la sta menando lunga con i suoi cinque punti; vuole dare l'impressione che, se il M5S decidesse di non accettarli, loro sarebbero prontissimi ad andare al voto. Ma quando mai!
Il partito dei falliti non teme nuove elezioni? Questa è davvero bella ... Questa è l'ennesima buffa trovata di persone che sognano di avere altre chance future ... Quello è il partito che, se non fa alleanze con qualcuno, il governo della Nazione se lo può scordare per almeno vent'anni, giusto il tempo di far eclissare Renzi dalla memoria degli italiani, altro che governo rossogiallo.
Zingaretti e PD mettono i paletti al reincarico di Conte, l'unico vero signore della politica italiana. Béh, bocca larga dovrebbe lavarsi il cervello prima di nominare il Signor Conte ... e dovrebbe implorarne il ritorno.
Inammissibile PD, inammissibile Zingaretti. La smettessero di dire carfagnate e tornassero coi piedi per terra. Pensassero a come formare una vera coalizione con il M5s, perché solo così, per entrambi, ci potrà essere certezza di governare in futuro.
E la Bonino ... Ma come si fa a sopportare ancora le parole di quella befana? "... serve un governo del fare e del disfare".
Povera Italia!

top news

Lo sciacallo ed il Signore.


salvini-sciacallo-conte-signore

20/08/2019 - Anche questo governo è concluso ... Che schifosi uomini abbiamo in politica!
Se ne salva qualcuno (l'efficace Patuanelli - la brava Taverna) ... Ma già quello apparentemente mediocre andrebbe impiccato.
Animali da palcoscenico che starnazzano peggio delle oche e che azzannano peggio dei lupi. Non hanno voglia di risolvere problemi, ma solo a rimanere in quel gran bordello .... in quel gran puttanaio, così magistralmente da loro stessi mantenuto.
E nel frattempo lo sciacallo, la merda, il vigliacco Salvini hanno inspiegabilmente ritirato la mozione di sfiducia al Presidente del Consiglio Conte, l'unico vero 'SIGNORE' fra tutti quegli stronzi. Ecco perché lo avversano!
Conte, richiamando a sé il coraggio per compiere azioni responsabili che il pusillanime sciacallo Salvini non ha, ha deciso il tremendo passo; già stasera salirà al Quirinale per rassegnare il suo mandato nelle mani del Presidente della Repubblica.
Da domani pomeriggio alle 16:00 avranno inizio le consultazioni per tentare la formazione di un nuovo governo; non sarà la soluzione ideale e, se arriverà, sarà con le sinistre. Sarà dunque un ripiego destabilizzante diretto alla Lega schiava del suo inqualificabile PADRONE..
Lo sciacallo Salvini ci ha condotto molto in basso!
Lui nasconde la sua bramosia di potere, camuffandola con la voglia di mettere al primo posto l'italiano. E dopo?
Cosa altro vorrà lo sciacallo? Cosa altro vorrà ottenere da quegli stupidi italiani messi avanti a tutti?
Salvini è un vigliacco traditore ed anche tramatore o, meglio ancora, cospiratore. Le tenta tutte pur di raggiungere il suo scopo; ha finanche fatto cadere un governo che avrebbe potuto fare molto per i cittadini, ma non quello che lui desidera di più: Accrescere smisuratamente la sua grandezza!
Per colpa di un animale come Salvini, siamo costretti a sopportare ed aspettare ancora. M a l e d e t t o sia in eterno!

top news

Grillo padre snaturato


grillo-pagliaccio-snaturato


Se c'è qualcuno che può far calare i consensi per il M5S, quello è proprio Grillo ... E, qualche volta, il suo 'figlioccio' Di Maio.
A parte l'insolente presa per i fondelli, che mal si addice a chi crede di poter parlare il politichese corretto, Grillo manifesta ogni sua idea con atteggiamenti da pagliaccio, ridicolizzandosi e facendo apparire il M5S come il movimento sorto e retto da una demente testa.
E basta, cavolo!
Se proprio deve parlare, Grillo lo facesse per esprimere seriamente il suo concetto, perché gli italiani sono stanchi di dover ascoltare stupidaggini o proclami. Il momento richiede assoluta serietà e rispetto dei ruoli.

top news

Salvini fa il tonto per andare in guerra.


salvini-sciacallo-anche-in-senato

Abbiamo già scritto che lo sciacallo Salvini ha un consistente spessore di pelo sullo stomaco, che lo aiuta a ingoiare di tutto, senza il minimo disturbo per la sua coscienza.
Come suo solito, anche stasera ha dimostrato di non avere avversari in quanto a cialtroneria. Pensando di mettere sotto scacco il fringuello Di Maio, non si è neppure reso conto di essere al Senato, in compagnia di tutti i senatori, tra cui il prontissimo senatore Patuanelli (M5S), il quale, nella sua replica, ha prontamente fatto notare l'incongruenza e la falsa applicabilità dell'accettazione proprio da parte dello sciacallo Salvini, di votare per la riduzione dei parlamentari, poiché non possono coesistere le circostanze di un vice presidente del consiglio dei ministri che sfiducia il proprio governo, e che nello stesso tempo mantenga il governo ed il Parlamento a compiere mansioni e funzioni costituzionali come per esempio legiferare.
Il bravo Patuanelli ha di fatto dato dell'ignorante allo sciacallo, invitandolo a ripassare meglio procedura e prassi parlamentari consentite, senza profferire le sue solite carfagnate.
Una piccola annotazione: Lo sciacallo Salvini fa finta di chiedere "chi ha paura delle nuove elezioni?" e dà anche le sue stupide risposte, invece qualcuno, a muso duro, dovrebbe rispondergli "Tutti coloro che hanno a cuore di non far gravare altre spese di elezioni sulle spalle degli onesti italiani".
Lo sciacallo tenta, come suo solito, di arrampicarsi alla conquista della vetta, ma sovente scivola giù come un caprone e così, invece di fare il tonto per riuscire ad andare in guerra, fa soltanto la figura del grasso e stupido tonto.

top news

Salvini contestato, da Policoro a Siracusa.


salvini-contestato-a-siracusa

Ormai non lo ferma più nessuno!
Salvini è convinto di compiere la sua sacra missione e, quindi, a fermarlo non basteranno i numerosi insulti, i calci in bocca ed i vaffanculo, egli ha un credo tutto suo a renderlo forte e resistente. Non demorderà, vista la calma apparente che si è imposto di mantenere.
Non bisogna affrontarlo apertamente; lui è riuscito a far fuori tutti i sui nemici e finanche quelli che un tempo furono suoi amici, ed ora è l'incontrastato protagonista. Lui cambia ciò che ha detto con estrema naturalezza e, se prima ha fatto sapere che lui avrebbe corso da solo, appena s'è reso conto di avere detto una carfagnata, ha subito corretto il tiro, lanciando la promessa che lui avrebbe stretto alleanze con i suoi ex soci di malaffare. Sa che gli gioverà qualsiasi voto e lui, lo sciacallo Salvini, di voti ne vuole molti.
Basterebbe, invece, lasciarlo libero di parlare e promettere; dopo qualche giorno di deliranti promesse, il suo farneticare farebbe fuori lo sciacallo che c'è in lui; non avrebbe più nemmeno paure da inculcare nella mente della gente, non avrebbe più nemmeno rivali o comunisti da additare giornalmente; pian piano si sgonfierebbe, perderebbe vivacità e rapidità di spostamenti, vedendo che ad accoglierlo ci sarebbero i soliti incalliti galli leghisti e nessun altro.
Ma come al solito avviene, c'è sempre una strana manina che spunta a tirare dai capelli i maledetti disperati. E stavolta le manine sono addirittura due: Quella di Beppe Grillo e quella della sua eco (Luigi di Maio, il solo colpevole della disfatta del M5S). Grillo vuole discutere solo con persone "elevate" (facendo così incazzare chi potrebbe dargli un aiuto), come se lui stesso fosse un elevato (che balordo ... perché non continua a starsene zitto? Nemmeno il Presidente Mattarella - è a lui che si riferiva - è disponibile a chiacchierare con il comico); la sua eco (Di Maio, l'inutile secondino tutto piripì e piripò) gli fa eco, ripetendo di essere pronta a schifare qualsiasi vicinanza a Renzi ed al PD.
A Luigino non rimarrà che farla con sua sorella l'alleanza di governo, forse solo così gli riuscirà finalmente di fare della sana e vera politica, guadagnando anche del tempo prezioso, per tentare diarginare il fiume in piena che è divenuto Salvini, grazie specialmente a tutte le figure di merda che lo stesso Di Maio ha fatto.

*** Ci informano che, purtroppo, la sorella di Di Maio rifiuta di formare qualsiasi alleanza col fratello.

top news

Salvini con Verdini, due nomi che sono garanzie.


salvini-verdini-nomi-sono-garanzie

08/08/2019 - 20:06 - la crisi di governo è ufficializzata.
Salvini, appena saputo che il centro destra unito (con Toti e la Meloni) è dato al 51% non ha resistito neppure un minuto ed è immediatamente passato ai botti. Era ciò che il grasso e vile sciacallo stava aspettando ormai da tempo.
Crisi di Governo, dunque, con la volontà della Lega di andare subito ad elezioni e ricevere il tanto desiderato premio. Tutto da vedere!
Certamente vedremo e sentiremo le suppliche di Salvini di dare a lui pieno mandato e di credere noi tutti in ciò che lui crede.
Userà molta spavalderia pur di apparire sincero e volenteroso, ma la verità è e resta la sua bramosia e la sua volontà di accontentare le holding di potere, commettendo finanche l'abominio di dar corso ad opere infrastrutturali mostruose.
Tutto in nome della volontà di azione, di procedere, senza mai fermarsi: Ma, attenti, quando si sceglie uno solo al potere, c'è il baratro avanti ... I nostri antenati hanno già vissuto e combattuto quell'evento ed in molti sono morti ... Non siate ignoranti campanilisti o stupidi sovranisti, almeno non tanto da commettere gli stessi errori del passato.
E poi ... C'è qualcuno capace di siegarci come mai, pur dopo aver creato la crisi di Governo, nessuno dei ministri della Lega s'è ancora dimesso?

*** Denis Verdini ci scrive: "Fatevi i hazzi vostri".

top news

Se il Governo cadrà, cadrà per gli interessi fatti sfumare alla Lega.


Linea Torino-Lione

Questa immagine è tratta da: Cheminvento (talk) - Opera propria, CC BY-SA 4.0, Collegamento

Eccoci al capolinea!
La decisione è ormai presa e le parti interessate alle varie spartizioni si sono tutte allineate. Allineate a favore della costruzione del tratto ferroviario, ovvio!
La Lega ha ottenuto ciò che stava cercando da tempo: Un buon pretesto per far cadere il governo!
Ma ti basta dare un semplice sguardo, per capire come quell'opera rappresenti uno spreco inverosimile e non soltanto per il gravoso importo, ma anche e soprattutto per il deleterio e devastante impatto ambientale che detta opera produrrà. Per volerla, dunque, devi avere molti interessi in gioco.
Fra l'altro, cosa da non sottovalutare, lungo quel transito verrà sviluppata ulteriore energia passiva, che accrescerà maggiormente il calore sotto quei ghiacciai, destinandoli a ridursi ancor più velocemente e drasticamente.
È un beneficio?

di maio: ma veramente lo volete

A tutti gli italiani DI MAIO dovrebbe gridarlo ben bene:

"Ancora lo votate? ... Ancora lo volete?
Ed allora prendetevelo ... Ma prendetevelo anche
in quel posto, stupidi bastardi finocchi incoscienti.
Voi siete strafelici solo quando qualcuno vi mette a 90°
"

di maio: e prendetevelo


  • “Non ero un numero”

    La diffusione di notizie riguardanti la salute pubblica, specialmente nel caso di epidemia o pandemia, dovrebbe avvenire solo per evidenziare il contenuto di un bollettino medico-scientifico, emesso dalla fonte più accreditata. E già! Esiste o no una ...

    non-ero-un-numero

    No, non stiamo scrivendo questo articolo per dare chissà quale contributo alla scienza, ci mancherebbe ... La nostra unica intenzione è quella di evidenziare il marasma che sta verificandosi, proprio in presenza di troppe argomentazioni, di troppe idee, tutte molto discusse, ma fuori dai siti logici di confronto tecnico, specialistico e scientifico.
    La divulgazione forsennata ed insensata di qualsiasi argomento che possa coinvolgere il maledetto coronavirus risulta essere cattiva informazione; sembra di assistere ad una battaglia e di udire gli ordini di spostamento tattico delle truppe provenire da differenti capi, per carità, tutti abilitati ad esserlo, ma in momenti, luoghi e circostanze differenti.

    ♣♣♣♣♣

    La lettura di questo articolo richiede solo 3 minuti del tuo tempo ... Potrebbero valerne la pena!


    commenti: 0 - Vuoi continuare a leggere o commentare? ... Apri l'articolo

    la Redazionela Redazione 03 Aprile 2020 - ore 20:48:21




cose così

Ladri in Poste

25 maggio 2020 - È molto triste vedere video di dipendenti delle Poste intenti a "perquisire" buste e plichi, alla disperata ricerca di qualcosa di valore da trafugare; l'effetto, raffrontando l'analoga perdita subita con un furto in casa, è forse ancora più cocente poiché, nella circostanza delle Poste, sono coinvolte persone che dovrebbero onorare e garantire l'affidamento ricevuto.
Leggere quindi una simile notizia, fa storcere immediatamente il naso e la condanna per quei "malandrini e malandrine" è prontamente manifestata.
Ma, finito di leggere (nel nostro caso su ilFattoQuotidiano.it), stavolta ci accorgiamo che ci è rimasto un senso di insoddisfazione, che supera l'indignazione provata prima per la notizia; è come se la mente venisse avvolta da una nebbia che sconsola e lascia tutto appeso, senza significato. Ci siamo chiesti: "Embé ... Finisce così l'articolo? Ok, quei ladri sono stati denunciati ... E allora?" Dove è la vera informazione che ci aspettavamo? Dove è il prosieguo di ciò che, speriamo, sia accaduto?
Quei dipendenti sono stati allontanati dall'impiego? Saranno essi sottoposti al giudizio per direttissima? Sono agli arresti domiciliari? Sono stati impiccati? Insomma, come è andata a finire? Come finirà?
I cittadini vogliono sapere e vogliono garanzie; non vogliono più stare in disparte, lasciando che cose del genere vengano dimenticate. I cittadini vogliono partecipare questi misfatti, magari facendo cortei, non fosse altro che per definire cosa si aspettano che la Magistratura faccia. Sarebbero anche chiari messaggi da far ricevere dai politici. Ma subito!

Ladri in Poste
cose così

Ancora l'eterno dilemma tra Libertà del proprio corpo e Scempio morale

La nudità non è più una semplice questione di moralità o di libertà, è qualcosa che coinvolge le menti e le coscienze.
Quando una donna 'dimentica' che il proprio corpo non deve essere alla mercé di occhi e sguardi bramosi o invidiosi, per qualcuno di quegli occhi o di quegli sguardi si riapre, purtroppo, l'indefinito abisso che separa il rispetto dal possesso.
Un corpo di donna irragionevolmente mostrato nudo semplifica il pensiero di chi osserva, fino a fargli giungere l'idea che quel corpo possa essere toccato, accarezzato, posseduto, come fosse a disposizione di tutti.
Quella, infatti, sembra essere la scelta di chi quel corpo non lo difende dagli sguardi ambigui; qualcuno ha detto: "La donna che, con malcelata spudoratezza, mostra le sue parti intime, è colpevole delle sevizie alle quali la costringerà il suo profanatore".
Ed in parte è vero, bisogna ammetterlo. Non è forse quella donna già colpevole di 'volontaria' imposizione di sé stessa? L'attrazione indotta, per chi la genera, è pur sempre la scelta di esasperare il desiderio negli altri. Per chi la riceve può, a volte, risultare incontrollabile.

donna-seminuda-per-trovata-pubblicitaria

cose così

E poi si dice che il comunismo non produce.

Oltre ad essere una Terra che incanta per le sue bellezze paesaggistiche, la Cina di oggi stupisce per la sua capacità di organizzazione e di sviluppo.
Infatti, ultimamente, stiamo assistendo a realizzazioni che, definire sbalorditive, sarebbe come volerle sminuire per importanza e per capacità progettuali. L'attuale Cina affascina e sorprende anche gli investitori più scettici, nonché i visitatori sempliciotti e distratti.
Troppe cose belle sono nettamente diverse da ciò a cui noi siamo abituati, sia per vista che per olfatto, ma principalmente per nostra incredula percezione di quanto sia fantastico vivere sapendo di appartenere ad una superba organizzazione.
Comunisti?! E va béh, che sarà mai?

la-vera-cina

cose così

Salvini il capitano super "cornuto".

Alcuni giornaletti di gossip riportano la notizia che la bella figlia del super asso Verdini, rimanendo spesso senza ricevere coccole, abbia deciso, come già fece la Isoardi, di farsi consolare da qualche avvenente e prestante giovane, molto più attento e premuroso del "magnifico capitano Salvini".
Chissà se è vero che il capo della Lega preferisce più comandare che f . . . . re?

/salvini-capitano-cornuto

cose così

Bruttissimo carattere ... Bruttissima persona.

Già vedere che un semplice politico si sottrae alle domande e fugge quando vede che la situazione si fa tosta, lo rende immediatamente viscido ed ambiguo, uno da voler mettere sotto i piedi.
Vedere un Ministro come Salvini, che oltre a non dare risposte concrete alle domande che riceve (caso soldi russi ricevuti dalla Lega: "Soldi presi da Savoini? Ho comprato gelati per mio figlio"), fa anche il cafone, maltrattando i giornalisti ed assumendo atteggiamenti da volgare sbruffone-cazzone, fa letteralmente andare in bestia ... Lo si maledice e gli si augura che presto diventi un antipatico farabutto finanche al Crocefisso ed alla Madonnina che egli sventola all'occorrenza.
Salvini farà la fine dei maiali, quando diventano troppo grassi: Vengono eliminati!
E lui è troppo invischiato in affari poco chiari ... Verrà "eliminato" dalla scena politica. Stanne certo!

salvini-ed-il-grasso

cose così

Per qualche secondo sono rimasto scioccato.

Non poteva essere vero: È stato arrestato qualcuno che disturbava la Meloni!
Chi mai poteva provare interesse per la Meloni, tanto da arrivare ad importunarla e perseguitare quell'angelico volto?
Ma, per fortuna, lo shock per me è durato poco. Lo stalker di cui si leggeva, era un imbecille che la minacciava.
A parte l'immediata condanna, senza ma e senza se, per qualsiasi atto che mini l'integrità della persona, mi ha molto tranquillizzato l'aver preso un semplice abbaglio.
L'umana consapevolezza di ciò che è bello rimaneva dunque salva. La importunava con minacce, non perché gli piacesse!
A proposito: Lo hai notato? Su Google ora esistono solo immagini di una fichissima Meloni ritoccata stile Top Model!
Proprio vero che vogliono farci perdere memoria di tutto!

meloni-tra-stalker
Aggiornamento: Siete in molti a scriverci che ad avvicinarsi alla politica siano coloro che, tra le virtù eccelse, considerano indispensabile anche la loro spregiudicatezza. Persone che, in ambienti "normali", avrebbero solo l'opportunità di rimanere sempre in coda.
Detestate in generale gli omosessuali che siedono in Parlamento (li additate come causa prevalente di instabilità) e vorreste sgonfiare i "tromboni" come Verdini (ALA), Renzi-Zingaretti-Delrio (PD), Romani-Brunetta (FI), Giorgetti-Salvini (Lega), Meloni (FdI) appunto!, Fico (M5S), oltre alle innumerevoli ed inutili presenze imposte, tipo il trio di FI: Carfagna-Gelmini-Bernini.
Come darvi torto!


avviso: grazie ad un esiguo numero di elettori, che neppure definiamo ma verso i quali nutriamo il nostro convinto disprezzo, il "porco" è rientrato nella sfera della politica.
Che schifoso essere ... una vita sprecata, racchiusa nella penombra della prescelta falsità e malvagità!

BASTA BASTA BASTA ... DI TE NON SE NE PUÒ PIÙ
B A S T A A A A A A A!

berlusconi-il-ritorno

✩✩✩✩✩

BASTA romperci gli zebedei con la tua sporca presenza ad ogni occasione.
ASTA apparire come se tu fossi stato chiamato.
SMETTILA di pensare di poter rappresentare un popolo. Tu sei, indiscutibilmente e soltanto, un vergognoso, indegno e schifoso verme. Muori e vaffanculo ... "pauperismo e stalinismo"? ... Maledetto porco ... Te lo darei io il pauperismo! "Hai fiducia in questo governo? Sei un coglione!" - "Gli italiani che votano il M5S sono tutti fuori di testa"
- "Italiani, siete una vergogna, svegliatevi!"
- "Io, ancora in campo, per senso di responsabilità, come nel '94, anzi di più, poichè i grillini sono peggiori dei comunisti"
"Ho 82 anni, ma mi sento ancora in forma. Fino a poco tempo fa ne facevo sei a notte, ora dopo la terza mi addormento" Ecco come sa essere rappresentativo un porco!

la Redazione 15 marzo 2019 - ore 16:41

Articoli Recenti:



- 29 Maggio 2020 -
Perdonateci tutti, ma siamo profondamente disgustati dall'eccesso di arroganza e di infimo squallore nel quale versano i media italiani.
Lasciarci convincere da chi balbetta ostinatamente che ormai "il salto è stato fatto e che difficilmente si potrà tornare indietro", non è tra le nostre prerogative. Noi sentiamo l'obbligo di tentare di rieducare per rieducarci e sperare di riuscirci per il bene dei nostri figli.
Dovremmo, forse, lasciare che le televisioni contribuiscano al degrado morale della nostra Nazione, senza tentare di porre loro paletti?
Durante la trasmissione "Piazza Pulita" si è consumato un altro sopruso mediatico. Il conduttore, il solito insensato Formigli, per creare dibattivo acceso, ha invitato ad hoc Formigoni, giusto per lasciarlo esporre ed esporsi sul tema caldo del rapporto sanità pubblica e privata in Lombardia, ben intuendo, il conduttore, lo scalpore che avrebbe creato la presenza ingiusficata di quel delinquente, graziato troppo rapidamente al beneficio degli arresti domiciliari, da alcuni magistrati che interpretano opportunamente talune delle più balorde leggi.
E, difatti, Formigoni ha iniziato ad "aprirsi" - proprio come sperava il Formigli - proponendo ignobilmente ancora quelle stesse ipotesi, per le quali si trova oggi agli arresti; a quel punto l'europarlamentare Majorino (PD), anch'egli presente in trasmissione e costretto, suo malgrado, a mescolarsi con gentaglia, s'è sentito in obbligo di mettere i classici puntini sulle "i" ed ha ribattuto, seccato, quanto fosse sconveniente e poco indicato permettere al delinquente Formigoni di discutere di Sanità lombarda.
Lo sfacciato delinquente, il quale evidentemente non ha ricevuto la dovuta rieducazione, proprio per la brevità di tempo trascorsa in carcere, continuava a sovrastare, con la sua, la voce di Majorino, fino al punto da costringere l'intervento di Formigli che, di fatto, ha imposto ai tecnici di ridurre l'audio del detenuto. Il clou era a quel punto raggiunto; il duo Formigli-Formigoni, forse a causa del prefisso "Formi" comune ad entrambi, si poteva dire soddisfatto: stava ottenendo l'esaltazione desiderata per quella discussione.
Odience è l'orrida parola da penalizzare. Crediamo che "Piazza Pulita" abbia dimostrato, anche in quest'ultima occasione, di non meritare quella buona definizione.
Trasmissioni come la divenuta "Piazza Sporca", conduttori, editori e registi che gradiscono odience a tutti i costi e con ogni mezzo, sono i nostri target da abbattere. E lotteremo!

Un delinquente in TV: Formigoni


Altro:

orride brutture

Il governatore Fontana alle prese con la mascherina


Non ci avrei creduto!
Se non avessi visto la sequenza delle foto, avrei detto che quelle immagini di Fontana alle prese con una mascherina era una montatura per ridicolizzare uno dei più potenti governatori d'Italia: Il presidente della regione Lombardia.
Fa quasi tenerezza a vedere "la bestia" così impacciata ed incapace di una semplice azione. Eppure, la cruda realtà supera abbondantemente l'immaginazione e, uno di coloro che più degli altri dovrebbe "averlo duro", si sta afflosciando sotto l'ignobile scure della derisione popolare.
Riusciamo finanche ad immaginarlo capace di gironzolare in piazza Duomo in mutande e calzettoni, senza neppure rendersi conto di ciò che sta facendo.
Quando finalmente la manovra gli riesce, l'unica sensazione che proviamo è che, in definitiva, lo preferiamo così come lo vediamo: Imbranato ed a volto coperto. Sicuramente, ci guadagna!

Il governatore Fontana

orride brutture

Natangelo, l'autoproclamato Cartoonist!


Al FattoQuotidiano, ultimamente, se ne vedono più di brutte che di belle.
Dopo innumerevoli e continui annunci di richieste di aiuto in soldoni ... Dopo articoli che eccitano l'immaginazione, ma che poi rimandano a pagamenti per continuarne la lettura ... Dopo articolisti semi-analfabeti che scrivono - anzi no, scarabocchiano - commettendo omicidi grammaticali in continuazione, senza che qualcuno in redazione(?) li blocchi in tempo ... Dopo pseudo-giornalisti che volentieri prestano le loro non proprio simpatiche facce alla televisione, improvvisandosi conduttori ... Oggi si è giunti ad una personcina innocua, o almeno non letale, che vegeta come un infiltrato nello stomaco di una mucca.
Stiamo scrivendo di Natangelo! Chi non conosce Natangelo? Il Grande Natangelo! Il Cartoonist!
Béh, ci vuole proprio una gran faccia di cartone, quando decide di pubblicare quelle sue fetenzie, fatte passare per humour o per satira. Quel suo humour diventa nero e quella sua satira diventa grottesca. Tra l'altro oggi ci accorgiamo che per disegnare un virus, il cartoonist de ilFattoQuotidiano.it si è avvalso della facoltà del Copia ed Incolla.
Nel 2020 vediamo Conte tra Zingaretti e Crimi e nel 2021 Conte tra Coronavirus e Godzilla; piuttosto anacronistico ed incasinato. Che gran lavoratore è Natangelo ... E che gran pensatore ... Ma Natangelo è anche un gran paraculo!

natangelo-cartoonist

orride brutture

Delinquenti allo sbaraglio


Cronisti ed operatori provenienti da quella informazione serva, hanno subito fatto calca, appena il mafioso dell'utri ha messo il piede fuori dall'uscio di quella casa che, fino al giorno prima, era la sua prigione.
Noi riportiamo la notizia, solo per evidenziare come proprio quei media siano la parte malsana della società. Essi erano pronti lì per dare voce ad un delinquente mafioso, come fosse il 'dottore' della parola, colui pronto a fare le grandi rivelazioni della vita.
Ancora una volta però, il mafioso ha sapientemente evitato le attese risposte, ribadendo, a chi gli chiedeva insistentemente 'la mafia fa schifo?', soltanto "Fa schifo ... Fa schifissimo", ma omettendo, appositamente, di definire il soggetto.
Al sopraggiungere della vettura con autista precedentemente invocata al telefono, l'ex galeotto salì a bordo e lasciò la scena al grido "Amuninni picciotti!".
Un grido significativo di chi ha realmente preso le distanze dalla mafia!

dellutri-come-corona

orride brutture

Lo schifo della Giustizia che non ci aiuta:


Condannato in via definitiva a 5 anni e 10 mesi ...
Ma, dopo appena cinque mesi di galera, il giudice di sorveglianza gli ha concesso di scontare ai domiciliari il rimanente lungo periodo di detenzione, sebbene il delinquente Formigoni abbia mai collaborato, né mai abbia risposto agli interrogatori.

formigoni torna a casa

orride brutture

L'indegno personaggio:


Condannato in via definitiva a 4 anni e 7 mesi.
Nessuna pietà per i mostri senza fede.

fede il magnaccia

orride brutture

Il mondo "civile" deve vergognarsi ... Quello dei media molto di più. Repubblica per prima.


Al Sud America abbinano il Calcio. Ovvio, certo, ma che schifo!

Questo sotto è lo screenshot della Pagina Web di Repubblica, edizione serale del 30/04/2019
A sinistra disperazione e morte in Venezuela. A destra le irrinunciabili notizie per distrarti quanto basta.
Come vedi, all'occorrenza ti propinano il diversivo che ti distrae e ti appaga. Qui hanno usato il gioco del calcio ... Cioè, il gioco che ti calma finanche la coscienza. Ecco una delle risposte ai perché da noi i problemi non vengono risolti.
Continua così, continua a leggerli. Sarai tu che li farai esistere!

repubblica-prima-pagina-web-30aprile-sera




a proposito di

03/12/2019 - DA OGGI, marcello dell'utri, TORNA AD ESSERE UN UOMO LIBERO

Sono maligno, lo so!
Ma permettimi di avere qualche dubbio, specialmente se il mio dubbio riguarda il mafioso dell'utri.
Era stato condannato a sette anni per "concorso esterno in associazione mafiosa" ed era entrato in carcere a maggio del 2014. A luglio del 2018 (dopo 4 anni di detenzione) il Tribunale di Sorveglianza di Milano (il solito tribunale sempre troppo aperto ai bisogni dei carcerati, ma mai a totale difesa delle vittime o dei loro familiari), visti gli atti (semplici certificati medici che mai vengono pubblicati, lasciando quindi non dissolte le perplessità su cosa abbia avuto così tanto peso da indurre a decisione il giudice di turno) ha concesso al mafioso dell'utri la possibilità di scontare l'intera detenzione rimasta (3 anni) non più in carcere ma ai domiciliari.
Per i mafiosi, essere malati di una grave cardiopatia o essere affetti da un tumore, è sinonimo di libertà.

dell'utri mafioso

Il mio disappunto scaturisce proprio dalla constatazione che quelle malattie raramente risultano essere causa di decesso per il malato detenuto o, quantomeno, di decesso realmente a breve e che, pertanto, nulla abbiano a che fare con la determinazione dell'incompatibilità di detenzione.
Ciò scritto, mi sembra abbastanza legittimo supporre che quei tipi di tribunali giudichino troppo a favore dei delinquenti e che, addirittura, le loro strutture siano state poste in essere, proprio per garantire quel genere di 'servizi'.

Visto che sto scrivendo del mafioso dell'utri, voglio riportare un'altra notiziola, che all'epoca era passata quasi in sordina.
Lo sapevi che il mafioso dell'utri, per via di un errore giudiziario (già, errore giudiziario) ha goduto di una annullata condanna di ben 4 anni?

Alcune convenzioni tra i vari Stati racchiudono ciò che viene chiamato "il principio di specialità". Trattasi dell'accordo che vieta di processare un estradato per reati antecedenti, se essi non sono elencati nell'atto della richiesta di estradizione. La Magistratura ha la possibilità di poter procedere a carico dell'imputato, purché presenti una richiesta di "estradizione suppletiva" e che questa abbia esito positivo.
Ma cosa hanno fatto i PM milanesi?
Non ci crederai: Hanno dimenticato quella norma ed hanno portato avanti il processo per il mafioso dell'utri, anche per i reati ascritti di bancarotta e frode fiscale; reati commessi tra il 2005 ed il 2013, quindi antecedenti, appunto, la richiesta di estradizione presentata al Libano nel 2014, contenente solo la condanna di appartenenza alla mafia.
Poteva mai capitare ad un delinquente comune? Ma va!
Solo i mafiosi come dell'utri hanno dalla loro parte simili fortune!
E non è finita!
Come appunto definisco già nel titolo, per le solite mostruosità della Giustizia italiana, che mai potrà essere considerata efficace e seriamente attiva contro i delinquenti (ovviamente non per colpa dei magistrati ma a causa delle leggi che mafiosi parlamentari hanno ben predisposto per salvaguardare loro stessi), con l'andare avanti della carcerazione, aumentano anche i tempi di "abbuono detentivo", una specie di sconto della pena; così, seppur già avvantaggiato da un anno e mezzo di arresti domiciliari, un mafioso come dell'utri vedrà comunque ridotta la sua pena di un ulteriore anno e mezzo. E, bada bene ... Trattasi comunque di avvantaggiare un mafioso.
E c'è da non dimenticare che, sul torbido personaggio pendono ancora due pesanti processi: In uno è imputato per furto di libri di notevole valore storico-culturale e quindi anche economico, nell'altro è imputato per la tremenda trattativa tra Stato e mafia, per il quale, in primo grado, è già stato condannato a 12 anni.
Sfamato, vestito, lavato e profumato ed infine con tanto di assegno di liquidazione. Màh, leggi infami ... A certi tipi di delinquenti lo Stato dovrebbe presentare il conto, altro che provvedere al loro sostentamento!





  • Maria Rosaria Carfagna, detta “Mara”

    L'ex soubrette crede di poter assegnare titoli e benemerenze, lasciando però notare come ella sia indissolubilmente legata al porco ex cavaliere, poiché, al contrario di ciò che ella asserisce, egli è stato chiaramente definito "delinquente naturale".

    Maria Rosaria Carfagna, detta "Mara", ha un atteggiamento che a noi già pare poco serio, frivolo e civettuolo, che mal si addice ad una carica politica. Ma lei non ci fa caso ... È cosa da poco conto ...

    Carfagna assegna meriti

    Una Chicca


    Non siamo certo noi a scrivere chi sia stata, chi sia e perché oggi esista la detta "Mara" Carfagna.
    Noi prendiamo atto di ciò che si è letto e visto di lei e cerchiamo, semplicemente, di sintetizzare il personaggio, rendendolo comprensibile ai meno attenti.
    La detta "Mara", pur se oggi riverita vice presidente della Camera, non disdegna l'utilizzo del nome d'arte che le è stato assegnato da qualche teatrante o che lei stessa si è attribuito, nome che nulla ha a che fare con Maria Rosaria - i due veri nomi della deputata Carfagna.

    ♣♣♣♣♣

    La lettura di questo articolo richiede solo 6 minuti del tuo tempo ... Potrebbero valerne la pena!

    commenti: 0 - Vuoi continuare a leggere o commentare? ... Apri l'articolo


    la Redazionela Redazione 25 Novembre 2018 - ore 11:31:35


NON FIDARTI PIÙ DI BERLUSCONI, HA ROVINATO L'ITALIA.
QUEL MOSTRO È CAPACE DI QUALSIASI BASSO COMPROMESSO,
PUR DI SALVAGUARDARE SÉ STESSO ... ED IL SUO POTERE!



IL PIÙ GRANDE!

(a noi piace ricordarlo)

sergio marchionne

la Redazione 25 luglio 2018 - ore 10:19




È INAMMISSIBILE CHE IL M5S PERDA COSÌ VISTOSAMENTE CONSENSI,


DIVENTA UNO DI Io Non Mollo
IoNonMollo è il Blog di chi vuole esprimere liberamente la propria opinione.
NESSUNA PRESSIONE, NESSUN LEGAME, perché NOI di IoNonMollo
abbiamo detto NO alla pubblicità ed alla dipendenza economica da qualche berluscones.

- In questo periodo la moderazione è affidata ad: Alessandro, da Albenga (SV) -



- NO ARMI AI CIVILI -

coglione chi si arma

In un mondo ove sembra che tutti abbiano perso la testa
noi di IoNonMollo gridiamo ancora più forte di prima
la nostra amarezza per la stupidità con cui
il genere umano riesce a produrre il male per sè stesso.
Armerie ... Tiri a segno ... Poligoni di tiro ...
Palestre per arti marziali o addestramento al combattimento ...
Trainers dalla dubbia moralità ... Alienati psicologici ...
Sognatori di muscoli ... Illusionisti ...
Questi sono luoghi e persone ove e con le quali le tragedie hanno origini.





- NO ARMI AI CIVILI -


non coglione chi non si arma

Le persone sensate e responsabili non hanno in mente armi,
hanno da pensare a come affrontare il domani,
ma muovono i loro passi sempre col rispetto del sociale,
senza cadere nella tentazione di farsi forti con qualcosa che
deturperebbe i loro cuori.
Le armi sono VIOLENZA. Le persone civili e democratiche
odiano la violenza e per la loro incolumità si affidano a chi,
consapevolmente e coraggiosamente, sa affrontare
il pericoloso delinquente. I delinquenti si armano.
E noi non siamo delinquenti!



Tutti i Diritti Riservati © 2009-2020 - Divieto di Riproduzione, anche se parziale.